Quel dettaglio che incastra definitivamente Bossetti

"Non solo il telefono era spento, proprio nell’orario in cui Yara è sparita, ma l’imputato si ricordava perfettamente il particolare relativo a quel pomeriggio"

Bossetti non si ricordava nulla di quel 26 dicembre 2010. Non si ricordava cosa avesse fatto. Non si ricordva dove fosse stato. Però, guarda caso, si ricordava che il telefono gli si fosse scaricato. È proprio questo dettaglio - secondo la Corte d'assise d'appello - a incastrare definitivamente il 47enne.

I giudici hanno dato particolarente importanza a questo ricordo preciso nel momento in cui hanno confermato l'ergastolo. "Non solo il telefono era spento, proprio nell’orario in cui Yara è sparita, ma l’imputato si ricordava perfettamente il particolare relativo a quel pomeriggio".

Come riporta il Corriere, per la Corte "tale circostanza è estremamente significativa in quanto l'imputato aveva sempre detto agli inquirenti e alla moglie di non ricordare cosa avesse fatto quel pomeriggio".

In un'intercettazione del 4 dicembre 2014, emerge anche l'incredulità della moglie di Bossetti riguardo alla sua versione. "Io sono sicuro che il telefono era scarico". E lei: "Come puoi ricordarti che il telefono era spento e non ti ricordi dov'eri?".

Commenti
Ritratto di karmine56

karmine56

Gio, 19/10/2017 - 11:20

È tutta una balla, il DNA non resiste 3 mesi alle intemperie.

il sorpasso

Gio, 19/10/2017 - 11:51

Rimango sempre della mia idea che Bossetti sia innocente, ma divenuto un capro espiatorio ora non si salva più.

giosafat

Gio, 19/10/2017 - 12:15

Ma che ragionamento del cavolo. Chiedete a mia moglie di quante circostanze io ne ricordi solo bagliori o una minima parte. Più che 'prova definitiva' mi sembra una 'cavolata definitiva'. Ergastolo comminato d'ufficio solo in base a congetture da bar dello sport, eppure si continua a professare fiducia in questa magistratura. Poveri noi, e soprattutto, ancor più povero chi vi incappa...

Marcello.Oltolina

Gio, 19/10/2017 - 12:40

Dopo aver speso oltre dieci milioni di euro di indagini per il delitto di Yara un colpevole bisogna trovarlo anche se quello sbagliato.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 19/10/2017 - 12:49

Però è l'accusa che deve dimostrare la colpevolezza e non l'imputato a dover dare la prova di essere innocente. Sottolineo che l'onere della prova è a carico dell'accusa e non dell'imputato. E qui c'è un'insufficienza di prove di colpevolezza, ergo, il signor Bossetti è innocente.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 19/10/2017 - 12:53

La verità è che la Ruggeri non ha voglia di lavorare perché non ha raccolto nemmeno una prova che mi convinca della colpevolezza del "maister" Bossetti.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 19/10/2017 - 13:00

Sono convinto che Bossetti sia colpevole, non ha confessato e patteggiato perché sperava che il DNA non fosse ricavabile essendo rimasto alle intemperie. Ha fatto male i suoi calcoli.

giottin

Gio, 19/10/2017 - 13:38

Questa è solo l'ultima trovata per incastrarlo definitivamente, solo perché gli inquisitori non devono e non possono ammettere di essersi sbagliati su tutto!

Libero 38

Gio, 19/10/2017 - 13:43

Non capisco come mai solo in questo caso il DNA non fosse ricavabile quando in altri casi e'stato possibile dopo decenni.Questo mi fa pensare che Bossetti sia innocente,ma purtroppo dovra' pagare con l'ergastolo l'incompetenza per i tanti milioni di euro spesi della ruggeri e amichetti di merende che dopo aver inventato anche il girotondo del suo camion alla fine non sono stati capaci travare un tubo.

venco

Gio, 19/10/2017 - 13:53

Qualche volta la giustizia ha funzionato, sono sempre stato convinto della colpevolezza di Bossetti, nonostante la campagna a suo favore dei canali mediaset.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Gio, 19/10/2017 - 13:56

Cioè la prova schiacciante è che si ricordava che il telefono era scarico? Mah...

maricap

Gio, 19/10/2017 - 14:20

Ma certo che Bossetti è innocente. Infatti, Yara l'ho ammazzata io. Però mi raccomando, non ditelo a nessuno.

Raoul Pontalti

Gio, 19/10/2017 - 14:22

Il particolare che incastra il muratore è il DNA. Punto. Tutto il resto viene di contorno a confermare in vario grado il DNA e giammai a smentirlo. Non ha alibi il Favola e l'alibi è l'unico elemento in grado di inficiare il DNA, per sovrammercato è un bugiardo figlio di bugiardi e sposo di bugiarda nonché fedifraga: la bugia al cubo regna nella famiglia da Mulino Bianco come descritta dal più scalcagnato team difensivo a memoria d'uomo che ha anche messo in linea un ragioniere spacciatosi per ingegnere. Un bugiardo matricolato non può dunque essere credibile quando si professa innocente a fronte di prova schiacciante.

Mizar00

Gio, 19/10/2017 - 14:31

E questa sarebbe una prova ? Siamo messi bene !

Mizar00

Gio, 19/10/2017 - 14:32

Un processo dove la difesa non ha mai avuto in mano l'unica "prova".. che ad un certo punto si è "distrutta" ! Kafka ne sarebbe orgoglioso ..

gigi0000

Gio, 19/10/2017 - 16:23

A tutti i poverelli menati per il naso dalla balla del DNA vorrei ricordare che il loro potrebbe essere prelevato da chiunque: dalla tazzina del caffè al bar, dal tovagliolo di carta in cui si sono serviti e da una miriade di altri supporti ove quotidianamente ne lasciamo tutti cospicue quantità. Bossetti era soggetto ad epistassi ed i cantieri in cui lavorava ospitavano i suoi fazzoletti con cui si tamponava il naso. Chiunque li frequentasse avrebbe dunque potuto prelevarne. Tutti gli altri "indizi" non sono che ipotesi plausibili o meno, ma soltanto ipotesi, come potrebbero essercene migliaia, altrettanto credibili, a discapito o a favore del malcapitato. La Cassazione non dovrebbe entrare nel merito del giudizio, ma soltanto valutarne la legittimità. Possibilità per Bossetti? Poche, ma vi sono buonissimi motivi per inficiare i giudizi precedenti. Vi riusciranno i suoi difensori?

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 19/10/2017 - 16:23

La solita aria fritta contro Bossetti: La cella telefonica di Mapello “Via Natta – Settore 3” che avrebbe inchiodato Massimo Bossetti sul luogo del delitto è la stessa che lui aggancia da casa sua e, secondo la sua ricostruzione, quella sera alle 18.30 (orario della scomparsa di Yara) lui avrebbe dovuto già essere a casa. L'aggancio del suo cellulare a tale cella conferma, quindi, la sua presunta presenza in casa e non può ovviamente essere usata come prova di colpevolezza. Vodafone, inoltre, ha confermato che il suo cellulare non venne mai spento. Semplicemente non agganciò altre celle perché quella sera Massimo Bossetti non si mosse di casa.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 19/10/2017 - 16:26

Un DNA è composto sia dal DNA Nucleare che dal DNA Mitocondriale. Sono esattamente come il Tuorlo e l'Albume, diversi ma che stanno assieme dentro l'uovo, NON SONO SEPARABILI IN MANIERA NATURALE. Per poterli SEPARARE OCCORRE FARLO IN LABORATORIO. Il DNA Mitocondriale, inoltre, è il PIU' ABBONDANTE E RESISTENTE alla degradazione esterna, tant’è che viene trovato perfino nelle mummie di migliaia di anni fa. Il DNA Nucleare, viceversa, NELLO STATO LIQUIDO, si DEGRADA ENTRO DUE SETTIMANE, cosa scientificamente provata. E' IMPOSSIBILE CHE ci fosse il DNA Nucleare di Bossetti dopo tre mesi, E' IMPOSSIBILE che i due DNA fossero separati naturalmente. Tale DNA E' FORTEMENTE SOSPETTO, sotto tutti i punti di vista.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 19/10/2017 - 16:27

La NATURA (sperma, sangue, saliva, sudore, urina, ecc.) o RNA non si conosce nel caso Bossetti, il che è un'ALTRA ANOMALIA IMPOSSIBILE. Difatti tale Natura ha la PERSISTENZA di 8 o 10 volte di più del DNA Nucleare, il che vuol dire che durava qualcosa come dalle 16 alle 20 settimane, RISPETTO alle DUE settimane del DNA Nucleare. La conseguenza logica è che la domanda da farsi è com'è possibile che NON SI TROVI TALE RNA mentre si TROVA IL DNA CHE DURA MOLTO DI MENO? UN ALTRO MIRACOLO!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 19/10/2017 - 16:31

Secondo la Procura Bossetti dopo avere sequestrato Yara si è diretto a SUD al campo di Chignolo d'Isola dove, secondo loro, è avvenuto il delitto. La Vodafone, VICEVERSA, CERTIFICA che il telefonino di Yara si è diretto a NORD verso Brembate di sopra. In pratica Bossetti si sarebbe dovuto dividere in due per andare in due punti opposti e lontani, l'uno dall'altro, almeno 15 Km. Questa è una PROVA che Bossetti non c'entra niente ma hanno fatto finta che non esistesse.

Zizzigo

Gio, 19/10/2017 - 16:45

La testimonianza del ca22o di un telefono spento. Come si può basare una condanna all'ergastolo sulla memoria di una batteria scarica?

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 19/10/2017 - 17:07

A mio avviso il DNA da solo non dovrebbe essere una prova sufficiente e sicura al di là di ogni ragionevole dubbio già per il fatto di essere "trasportabile" e specie se (apparentemente) non ripetibile. Dovrebbe essere un valido indizio/aiuto per l'ottenimento di prove inconfutabili e non solo deduttive. – (2° invio)--

tonipier

Gio, 19/10/2017 - 17:20

" CI TROVIAMO CON INCAPACI INDIVIDUI SVUOTATI" Se questa è una prova ufficiale...il signore non ha commesso niente.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 19/10/2017 - 17:21

E gia.... i processi si fanno con i pettegolezzi da bar non con tesi giuridiche. POVERA ITAGLIA.

gneo58

Gio, 19/10/2017 - 18:10

l'ho detto e lo ripeto, troppi soldi spesi, troppo tempo perso, qualcuno dovevano prendere per non fare una figuraccia.

paco51

Gio, 19/10/2017 - 18:35

se è colpevole dimostrato nella legalità buttare la chiave! ma è stato alterato un principio fondamentale le prove non si acquisiscono senza l'imputato! se passa questo la giustizia è andata , possono fare le prove a mia insaputa e poi sono considerate valide e mi condannano! E' una nuova legge ad personam. E' pericoloso se non si riforma il codice penale e la procedura penale. Troppo potere ai magistrati.

grisfran

Gio, 19/10/2017 - 18:38

Scusate il Sig. Bossetti non ha un alibi, il suo dna è sul corpo di Yara, il suo furgone bianco si aggira nello stesso giorno davanti alla palestra di Yara, sul corpo di Yara c'è della calce tipica del suo lavoro, così le ferite sono state praticate da un cutter da muratore,inoltre nel computer di Bossetti sono evidenti le ricerche "tredicenni per sesso" ed altri indizi. Ma che volevate un selfie di Bossetti mentre Yara muore? E' colpevole.

Raoul Pontalti

Gio, 19/10/2017 - 18:39

Imperversa come sempre lo scimunito che tira in ballo l'RNA (acido ribonucleico) che non c'entra un tubo con il DNA (acido deossiribonucleico) non sapendo di cosa stia parlando e si inventa la storiella del tuorlo e dell'albume dimenticando che basta rompe l'uovo per accorgersi come sia semplicissimo e naturalissimo separare l'albume dal tuorlo senza ricorrere al laboratorio e se poi si lascia andar giù per il lavandino l'albume con il casso che lo si ritrova per la frittata pur ovviamente l'uovo in origine avendo tuorlo, albume e guscio. Il DNA mitocondriale poi non ha nulla a che vedere con quello nucleare per natura, origine, forma, localizzazione endocellulare e significato biologico, così come una mia pentola in alluminio non ha nulla a che vedere con i cerchioni pur in alluminio della mia autovettura.

grisfran

Gio, 19/10/2017 - 18:50

Scusate il Sig. Bossetti non ha un alibi. Il suo Dna è sugli indumenti di Yara. Il suo furgone bianco si aggirava proprio in quel giorno fuori alla palestra della vittima. Sul corpo di Yara c'erano tracce di calce e le ferite sono state procurate da un cutter tipico dei muratori. Nel suo computer ci sono ricerche correlate a tredicenni per sesso ed altri indizi...ma cosa volevate che Bossetti si facesse un selfie mentre Yara moriva. Dalle intercettazioni perfino sua moglie non gli crede...E' giusto che sia in galera.

lavieenrose

Gio, 19/10/2017 - 22:21

raul pontalti ma chi le da iul diritto di dare dello scimunito a chui non la pensa come lei? Mio nipote dirige un prestigioso laboratorio di ricerca genetica in america, è uno dei primi genetisti a livello mondiale e sul caso gambirasio ha sempre scosso la testa dicendo che certe cavolate si possono fare e dire solo in Italia e che è inamissibile che non vi siano più campioni da controanalizzare e questo la dice lunga sulla serietà delle analisi svolte

seccatissimo

Gio, 19/10/2017 - 23:17

x Maximilien1791 Gio, 19/10/2017 - 13:00 Tu devi avere lo stesso DNA della inetta letizia ruggeri che chiaramente in malafede e con una incredibilie ottusità ha contribuito in modo determinante a condannare all'ergastolo un innocente quale è il Bossetti !

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 19/10/2017 - 23:24

lavieenrose - Lei crede a un bel po' di favole...Compresa quella che le ha fatto credere suo nipote circa le sue credenziali ( "è uno dei primi genetisti a livello mondiale")... Ma va la`...? E chi sara` mai...? (occhio alla privacy!)

aredo

Gio, 19/10/2017 - 23:49

@lavieenrose: purtroppo non solo in Italia si abusa massicciamente del test DNA in ambito giuridico con condanne basate di fatto su prove false, spesso costruite in laboratorio su ordine dei giudici e magistrati. Sono tantissimi i casi documentati negli USA, in Australia, in Canada ed Europa.

ziobeppe1951

Ven, 20/10/2017 - 00:26

lavienrose....perdonalo, non sa quello che dice... è un trombato nato

Raoul Pontalti

Ven, 20/10/2017 - 01:04

@lavieenrose invece di vantare innominati nipoti geniali genetisti e direttori di prestigiosi laboratori esteri produci un documento di cotale nepotanza debitamente sottoscritto. Lo scimunito poi è tale non perché non la pensa come me ma perché spara minchiate colossali di cui potrà renderti edotto il geniale nipote se non ti fidi di quanto io ho scritto che peraltro dovrebbe essere patrimonio comune anche dei semplici liceali. Cosa c'entri l'RNA lo sa solo lo scimunito (piuttosto sai tu cosa sia l'RNA e a cosa serva e in quanti e quali tipi si suddivida? se non lo sai è perfettamente inutile che tu mi rompa gli zebedei a tutela dei somari tuoi pari).

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 20/10/2017 - 02:01

Rif. Raoul Pontalti 18:39 - - - El Sior "Ocio-Che-so-Tuto-Mi" è semplicemente patetico e sufficientemente ridicolo. – Se ha qualcosa da confutare lo faccia, ma il fatto che voglia puntualmente ridicolizzare i commenti altrui dal basso della sua prosopopea, dimostra quanto questo essere sia un povero insetto fastidioso, tedioso e molesto.

lento

Ven, 20/10/2017 - 08:09

La facolta' di non rispondere alle domande dei giudici e' sempre la migliore ! Ma ci pensate ,se risultava che i dna voluti dalla pm col motorino non erano validi ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 20/10/2017 - 09:00

Ecco il modo per non fare l'ergasolo. Si dichiari di sx, del PD. Che in quel giorno leggeva l'Unità....sempre che c'era in edicola.

Raoul Pontalti

Ven, 20/10/2017 - 16:20

Il latrante dlla gabbia 14 del canile di Abidjan è meglio che pensi all'incaglio e disincaglio delle navi che non a discutere di DNA non sapendone un tubo (e così dell'RNA).

squalotigre

Ven, 20/10/2017 - 17:03

Raul Pontalti - tralasciando le varie porcherie ammesse in tribunale dagli esperti della Procura che vanno dai kit scaduti alla non registrazione delle operazioni di reperimento e di analisi come si può condannare una persona perché la moglie è fredifraga all' ergastolo? O considerare prova decisiva un DNA che è stato esaminato dai soli esperti della Procura in modo maldestro ? Ma per favore....

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Lun, 23/10/2017 - 20:15

Io non so se Bossetti sia innocente o colpevole (probabilmente colpevole). Non sono un penalista, ma se si assume a prova di colpevolezza l'incongruenza di cio' che l'imputato ricorda o non ricorda, allora lo stato di diritto viene meno, per far posto all'etica del sospetto come principio fondante di ricerca della verita'! La verita' si ricostruscie con prove oggettive, non su congetture

Libertà75

Mar, 31/10/2017 - 11:09

Ho letto il dibattito su questo articolo, mi faccio un'idea di come sia andata in tribunale, paro paro... Chi solleva dubbi legittimi, lo fa argomentando e ponendo considerazioni scientifiche. L'accusa invece parte da un tentativo di svilimento e disconoscimento della controparte, per poi continuare a dire "DNA e non sa dirci dov'era". In uno stato di diritto, dovrebbe essere l'accusa a dimostrare la colpevolezza attraverso incidenti probatori e non illazioni (ricerche pedopornografiche inesistenti, passaggio ripetuto in zona col furgone inesistente, ecc...)

Anonimo (non verificato)

Mar, 31/10/2017 - 12:47

Chiedere ad alf ano quando dichiarò in TV l abbiamo preso,li e stato condannato Bossetti. La poveraccia della Ruggeri ha fatto il resto.

Anonimo (non verificato)