Così banche e stato spiano i cittadini

Gli istituti di credito acquistano dati sui probabili clienti, mentre lo Stato rafforza l'esercito degli 007 della Pa

Spiati in banca e spiati a lavoro. L'esercito di silenziosi 007 lavora senza sosta per scoprire tutti i nostri segreti. Per capire quanto sia ormai violata la nostra privacy basti pensare alle società di investigazioni che lavorano per conto degli istituti bancari.
Si tratta di società che calcolano il “rischio” commerciale dei soggetti. Ricordano tutto della vita di tutti. Per il mondo della finanza è pane quotidiano. Come racconta quifinanza, in pratica, le società di due intelligence schedano tutti i cittadini: imprenditori, politici, professionisti o chiunque altro abbia avuto, in qualche modo, problemi con l’amministrazione o la giustizia. Formano tante schede per ognuno di loro con la stessa facilità con cui si crea una cartella sul desktop del computer, e in queste schede viene archiviata ogni informazione raccolta da detective “fisici” presenti sul territorio.
Queste informazioni vengono vendute alle banche. Alcune (informalmente e sottovoce) hanno ammesso un abbonamento “flat” con questi 007 moderni. Così, anche i più piccoli reati, quelli dei tanti ormai depenalizzati, finiscono negli archivi delle società di due intelligence. All’estero, laddove il diritto alla privacy non può arrivare, tutti i tuoi scheletri nell’armadio, anche i peccati venali, vengono conservati. E non c’è modo di cancellarli.

Ma la corsa allo spionaggio tocca anche la pubblica amministrazione. Questa volta per la lotta all'assenteismo. Sono circa 1200 gli 007 della Pa che si occupano dell'assenteismo nel settore pubblico. Con un emendamento al disegno di legge di riforma della pubblica amministrazione, governo e Parlamento hanno deciso il passaggio all'Inps dei controlli sui dipendenti pubblici oggi affidati all'Asl. In questo modo verrebbe incrementata la lotta all'assenteismo. I primi controlli sono già scattati e a quanto pare i medici fiscali si danno un gran da fare. Le tecniche per scoprire i "furbetti" dell'assenteismo sono tante. Ad esempio è questione di uno sguardo: il medico controlla come il dipendente si toglie via un maglione costatando se il movimento è coerente con la patologia denunciata. Insomma sia a lavoro che in banca la spia continua a controllarci in un "grande fratello" continuo che ha come vittima la nostra privacy.

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 17/03/2015 - 13:54

La migliore spia è il (la) collega che vuol far carriera azzoppandoti.O la moglie insoddisfatta.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 17/03/2015 - 14:02

Se tutte queste schedature sono al fine di stanare possibili furbetti in diversi campi, non mi sembra cosa grave. Se invece queste schedature sono fatte allo scopo di entrare nella vita privata di un cittadino, questo é intollerabile. Qualcuno si crede molto furbo, ma di furbi nel mondo odierno ci sono a chili ed è molto facile "Entrare in questi archivi" manipolare e mischiare i dati come carte da poker.

Solist

Mar, 17/03/2015 - 14:31

questa è la conseguenza e la conferma che in italia si vive sopratutto di affari loschi! propongo di cambiare il primo articolo della costituzione con: l'italia è fondata sulla truffa

Tuthankamon

Mar, 17/03/2015 - 15:00

Come per le telecamere ovunque. Mi va bene. Pero' devono controllare i mafiosi e i camorristi che muovono milioni di Euro e non solo il mio conto corrente o quello di un portatore di handicap che prende (in tutto) 600 Euro al mese!!!! E' inutile che controllano, come al solito la maggioranza dei cittadini italiani, mentre in giro ci sono migliaia di persone espulse sulla carta, ma ben presenti sul territorio!!

Rossana Rossi

Mar, 17/03/2015 - 15:48

Una buffonata totale.....non si è mai saputo tutto di tutti come da quando c'è la 'privacy'..........

beale

Mar, 17/03/2015 - 15:56

il solito lamento degli impotenti. la burocrazia è una metastasi che dopo aver fagocitato tutta la politica, mira ad impadronirsi anche dell'anima dei cittadini. Saremo governati da regolamenti emanati dalla elite burocratica e giudicati da computers. siamo trattati tutti alla stessa stregua, automi che devono osservare quanto scritto nei manuali. I comportamenti deviati saranno eventualmente sanzionati dopo averne verificato l'utilità "sociale".siamo ormai al "pianeta delle scimmie"; la differenza? Le scimmie hanno avuto le palle per ribellarsi!

flip

Mar, 17/03/2015 - 16:22

al limite mi può anche stare bene. e visto che la cosiddetta "privacy" è andata a farsi friggere, tutte le informazioni su tutti, con nome e cognome, via numero di telefono, reato commesso, ecc. siano pubblicate sui quotidiani, sui settimanali, dai telegiornali,eccetera cosi anche noi miserabili, in quanto non abbiamo commesso reati o altro e non godiamo della gloria dello spionaggio o della ruffianata, veniamo informati.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 17/03/2015 - 17:04

ah ah che stataccio tutti controllati fino alle mutande ma negri e musulmani e rumeni entrano ed escono come "colibri"..ma vaf

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 17/03/2015 - 17:31

Si chiama comunismo. Questi metodi sono stati sperimentati, verificati e adottati nella DDR. Poi compri una biro e ti fanno firmare il foglio per la privacy....ma che vadano affanc.....

canaletto

Mar, 17/03/2015 - 17:36

Non lo sapevo!!!!!!! ormai siami spiati anche quando andiamo al WC. Tempo fa pensavano di inserire il PISCIOMETRO per farci pagare in funzione della pipi che facciamo. La privacy????? cos'è???? ormai siamo in pieno comunismo pero' certe persone non bisogna toccarle (Prodi, Monti, politici vari, industrialotti rossi che hanno tutto in paradiso (fiscale) e noi cxxxxxxi a pagare le gabelle ai ciarlatani

torodamonta

Mar, 17/03/2015 - 18:13

Perché non vengono a controllarmi quanti peli ho nel buco del cu..

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 17/03/2015 - 18:29

E chi uccide oggi quella stessa "Privacy", tanto voluta dai compagni di Renzi per non farsi scoprire all'epoca in cui è stata svelata al pubblico l'affittopoli romana e mettere a tacere i giornalisti de' "il Giornale"? Lo stesso Renzi e la sua parte politica sinistra. Come si vede, fanno e disfanno le leggi a seconda delle loro convenienze. Evviva l'Italia democratica.

mariolino50

Mar, 17/03/2015 - 18:37

stenos Invece chi usa usa questi mezzi da decnni sono gli americani, vedi Nsa e Echelon, nella ddr mettevano qualche microfono, questi controllano tutto di tutti, poi il nome si può dare di vario tipo, forse grande fratello, libera democrazia poca.

mariolino50

Mar, 17/03/2015 - 18:37

stenos Invece chi usa usa questi mezzi da decnni sono gli americani, vedi Nsa e Echelon, nella ddr mettevano qualche microfono, questi controllano tutto di tutti, poi il nome si può dare di vario tipo, forse grande fratello, libera democrazia poca.

Ritratto di rapax

Anonimo (non verificato)