Così i jihadisti beneficiavano dei sussidi pubblici italiani

Il jihadista in una intercettazione: "Sto pensando di lasciare questo Paese nel caso i Servizi Sociali taglino il mio sussidio sociale"

Il Mullah Krekar durante una protesta

Il 12 novembre di quest'anno viene eseguita una ordinanza della Procura di Roma datata luglio 2015 la quale, dopo quattro anni di indagini, intercettazioni e pedinamenti, da un colpo alle azioni della cellula jihadista italiana facente capo alla organizzazione Rawti Shax, il cui leader spirituale risulta essere il Mullah Krekar. Krekar, già appartenente al gruppo islamico Ansar al Islam considerato vicino ad Al Quaeda, con un passato di proselitismo jihadista anche in Italia, dal 2012 risulta incarcerato in Norvegia per minacce a diversi politici locali che ne chiedevano invano l'estradizione in Iraq. Nell'operazione "Rawti Shax" vengono arrestati 17 presunti jihadisti, sette dei quali rilasciati pochi giorni dopo dalla Procura di Trento, alla quale per competenza viene affidato il caso. Tra i fermati, l'iracheno Abdul Rahman Nauroz, residente in Alto Adige dal 2008, per il quale arriva un ordine di custodia cautelare in carcere, essendo il suo arresto già stato eseguito nel gennaio di quest'anno, per via di una rapina commessa ai danni di un pachistano bolzanino che nel 2008 si era rifiutato di ospitarlo.

Nell'ordinanza di quasi 1200 pagine, gli inquirenti spiegano le vicissitudini che hanno portato Nauroz ad essere considerato la mente della cellula italiana. Nauroz arriva la prima volta in Italia nel 2008, in quanto espulso dalla Norvegia per aver fornito false generalità. Arrivato a Bolzano, chiede asilo politico all'Italia presentando un documento riportante la minaccia di morte rivoltagli da parte di Ansar al Islam. Ovvero, quella stessa organizzazione guidata dal Mullah Krekar che Nauroz conosceva bene, vista la devozione che di li a poco avrebbe mostrato pubblicamente verso il suo leader. Per queste minacce, nell'aprile del 2009 Nauroz ottiene lo status di rifugiato politico, vedendosi assegnato un alloggio in comodato d'uso gratuito in un residence signorile di Merano. Nel novembre del 2011, la Questura si accorge che la documentazione presentata dal profugo curdo-iracheno - il quale nel frattempo ottiene anche un contributo dai servizi sociali per il suo mantenimento – era palesemente falsa. In una irruzione nella sua abitazione, mentre i Ros lo stanno intercettando già da un anno, i funzionari della Questura di Bolzano sequestrano i documenti che provano la falsificazione nella richiesta di asilo politico.

Nonostante l'irruzione della Polizia, Nauroz non si scompone, e continua imperterrito la sua azione di proselitismo jihadista, spostandosi dalla vicina moschea meranese alla casa di un amico bolzanino, dove ne terrorizza i figli, spiegandogli che lui e il padre si sarebbero immolati in nome di Allah. In tutto questo tempo, diventa amministratore della chatroom Kurdistan Paimangay Mawardy alla quale partecipa il comitato direttivo dell'organizzazione jihadista. Una chatroom trans nazionale che sembrerebbe creata anche e non solo per organizzare non precisate azioni terroristiche in Europa. E proprio dalle migliaia di ore di intercettazioni all'interno di questa chat segreta che i Ros ottengono infinità di informazioni sulla costituzione della cellula autodefinitasi jihadista: scoprendo il suo sistema di finanziamento e come la destinazione di alcuni fondi fosse riservata alle famiglie dei martiri. Tra le conclusioni della Procura, c'è la convinzione di avere scoperchiato anche il sistema di reclutamento di combattenti jihadisti da inviare sul fronte siriano, del quale Nauroz sembra responsabile. Tutto questo immane lavoro investigativo coinvolge le procure di mezza Europa, tra le quali, anche quella tedesca, che in una riunione di EUROJUST del 2011 riscontra una forte convergenza investigativa con le indagini di parte italiana. Invece, sfugge del tutto alle istituzioni italiane l'assenza di Nauroz dal territorio italiano tra il luglio del 2010 e il capodanno del 2011, quando l'iracheno torna in Italia dopo un periodo di detenzione in Francia per essere stato pizzicato a trafficare clandestini iracheni.

Nauroz può così godersi gli ultimi giorni dei famosi mercatini di Natale, continuando a percepire quel sussidio comunale che lo status di rifugiato gli garantisce. Di li a poco, ormai intercettato in ogni secondo della sua vita, Nauroz organizza all'amico kosovaro Eldin Hodza un viaggio in Siria a fianco dei combattenti jihadisti. E in un momento di depressione, viene intercettato dai Ros parlare con un amico, al quale confida: "Beh, sto comunque pensando di lasciare questo Paese nel caso i Servizi Sociali taglino il mio sussidio sociale". Come detto, nel gennaio di quest'anno, il jihadista iracheno viene arrestato, dopo quasi cinque anni di permanenza sul territorio italiano, durante i quali non risulta mai avere lavorato e non avere ancora acquisito padronanza della lingua italiana. Per questo, nell'ordinanza d'arresto la Procura ha disposto la traduzione in curdo delle 1998 pagine d'indagine.

Commenti
Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 27/11/2015 - 16:50

Half-Ano nel frattempo continua a dormire, sognare e prendere per i fondelli gli Italiani.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 27/11/2015 - 16:51

Ovvero COME PRENDERE PER IL CULO le "autorita" Italiane e vivere felici e contenti facendo PROSELITI!!!lol lol Tutti a pelare le patate in qualche caserma bisogna mandarli quelli che hanno concesso questi benefit ad un DELINQUENTE come questo. E invece come al solito col gioco dello SCARICABARILE non paghera nessuno, tanto PAGA PANTALONE!!! Pax vobiscum.

Ritratto di FalceMartello

FalceMartello

Ven, 27/11/2015 - 16:56

E quindi bisogna tagliare i sussidi sociali a tutti solo perché ne beneficiava anche un delinquente jihadista?

Ritratto di daybreak

daybreak

Ven, 27/11/2015 - 16:58

Qualche tempo fa non ricordo chi disse-Vi conquisteremo con le vostre leggi e con il ventre delle nostre donne e mentre gli Italiani autoctoni perdono casa e lavoro questi li si tratta con i guanti bianchi dandogli casa e sussidi.COMPLIMENTI.

rossini

Ven, 27/11/2015 - 16:59

Io l’ho sempre pensato. Vogliamo ridurre l’immigrazione? Rendiamo l’Italia un paese inospitale. Niente sussidi, pensioni, alloggi, farmaci gratuiti agli immigrati. Si devono convincere che venire in questa Italia, che, fra l’altro, dal punto di vista economico, non ha gli occhi per piangere, non è affatto conveniente e che è meglio andare altrove. Facciamo come la FIAT che, negli anni 60, faceva insegnare agli studenti di ingegneria del Politecnico di Torino a progettare i cessi delle fabbriche bui, freddi, angusti e scomodi per indurre gli operai a soggiornarci il meno possibile.

Adinel

Ven, 27/11/2015 - 17:00

Vergogna Stato Italiano! , che non sapete governare la Nazione! Ma che cultura avete voi che ci governate?? solo l'interesse del vostro stipendio e possibilmente l'interesse dei convegni?! Solo e sempre dialogare ?! controllare mai?! Scusarsi se sbagliate neppure? Cambiare persone non competenti neppure? Dovrebbe per caso la magistratura prendere le decisioni poi per voi?! Per poi essere nuovamente criticata???

Rossana Rossi

Ven, 27/11/2015 - 17:00

Ringraziamo la sboldrina che ci spella di tasse per coltivarci le serpi in seno......venite, venite che ci sono i fessi che vi mantengono.........

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 27/11/2015 - 17:01

Smettiamola di fingere! Crediamo che il lodo Moro sia ancora in vita, tutto qui. Si spiega così il comportamento del pdc e del Papa che se ne va in Africa, scamiciato e senza cautele. Occhio però potreste anche sbagliare. I terroristi palestinesi erano una cosa ed il lodo funzionò, eccome, questi non so bene cosa siano ma potrebbero anche essere diversi. Un consiglio, fatevi coraggio, parlateci e chiedete di rincalzare l'antico lodo perché ci fate rischiare la catastrofe.

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 27/11/2015 - 17:01

Bene, ottimo, tagliateli a tutti quelli che non sono italiani, chissà che non tornino tutti da dove sono venuti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 27/11/2015 - 17:07

VEDETE COME è GENEROSO IL PD? E VOI VI LAMENTATE..

fedeverità

Ven, 27/11/2015 - 17:16

Sussidi di STATO!!! Voi siete tutti matti!!! MALEDETTI X SEMPRE!

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Ven, 27/11/2015 - 17:17

Auguro a chi lascia patire il freddo e la fame agli italiani poveri, per garantire tanti benefici a questa gentaglia,di cadere nella miseria piu nera ,ed essere costretto a mendicare anche per un pezzo di pane !(rivolto a chi siede in poltrone statali )

Il giusto

Ven, 27/11/2015 - 17:26

Arrivato nel 2008,nel 2009 casa e sussidio!Va a ramengo la linea politica che dice che i cattivi sono arrivati con Renzi!

windpd

Ven, 27/11/2015 - 17:29

semplicemente assurdo, son rimasto senza parole!

eloi

Ven, 27/11/2015 - 17:35

FalceMartello Non è possibile tagliare i fondi dei servizi sociali a tutti. Come vivrebbero i suoi amici acculturati dai centri sociali?

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 27/11/2015 - 17:39

Vorrei dire a questo figuro di non preoccuparsi. Sicuramente i nostri prodi magistrati troveranno il modo, il cavillo, la postilla, la sentenza di qualche corte per poterlo rilasciare e fargli avere il suo contributo (arretrati compresi si capisce) ed il suo alloggio. Sono solo gli italiani che nel frattempo possono crepare di freddo e fame: esemplare è il caso di quel cittadino che viveva in macchina e per il quale IL GIORNALE ha fatto un articolo qualche tempo fa.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 27/11/2015 - 17:40

Credo che ci sia un errore nel titolo,"beneficiano" e non beneficiavano.

moshe

Ven, 27/11/2015 - 17:41

Di cosa ci si meraviglia, ormai i sussidi pubblici a cani e porci che sono venuti in Italia a farsi mantenere, sono nella norma!

antonmessina

Ven, 27/11/2015 - 17:42

afgano e boldrini lo sanno?

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 27/11/2015 - 17:43

Un paese con un 40% di zecche e parassiti vari,dove volete che finisca,i politici rispecchiano il popolo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 27/11/2015 - 17:45

Tho è "ricomparso" il TROLL. Basta solo TOGLIERLI AI NON ITALIANI I SUSSIDI Cocomeriotas!!! Pax vobiscum.

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 27/11/2015 - 17:47

Fino a quando avremo a comandarci gente alla boldri, trinariciuti di disersa estrazione, politici in generale impegnati a risolvere i propri interessi, fino a quando tutto ciò sarà realtà in questo paese ridotto a latrina non potrà che accadere quello che ogni giorno è sotto i nostri occhi (per non parlare di altre diavolerie probabilmente ben camuffate e sconosciute al grande pubblico). A questo punto, con grandissimo rammarico forse è il caso di dire: ben vengano i conquistatori tagliagole, almeno con le maniere forti e secondo i loro dettami metteranno a posto le cose.

elgar

Ven, 27/11/2015 - 17:49

Praticamente dobbiamo socializzare il mantenimento sine die in "cassa integrazione" di questa gente che non ha perso il lavoro ma viene qui perchè ci stanno i fessi che non protestanto per le imposizioni di questa sinistra che fa l'"anima bella" coi soldi di tutti. Poi per tutti i servizi "scadenti" guarda caso, non ci sono soldi. C'è la crisi... bisogna pure rivedere l'assegno pensionistico e mandare la gente in pensione più tardi per mantenere legioni di vari Mohamed. che non lavorano e stanno in albergo a cinque stelle con colazione pranzo e cena garantiti. A sbafo ed alla faccia degli italiani. Purtroppo in Italia c'è il Vaticano e la sinistra terzomondista e pauperista che ancora non si rende conto e dà del razzista a chiunque sia contrario a questo bengodi a carico dell'intera comunità. Inoltre tanti di questi dopo averli ospitati e mantenuti ce l'hanno pure a morte con noi. Nel senso vero del termine.

vince50

Ven, 27/11/2015 - 17:55

Evidentemente non era ancora abbastanza informato,avrebbe potuto andare dai sindacati e indire uno sciopero.Non è possibile che gli venga tagliato il sussidio ma che schifo di paese è,ospitare una canea di disgraziati senza mantenerli a dovere?.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 27/11/2015 - 18:01

da quando hanno messo i sussidi, incentivi, bonus, servizi gratis, appartamenti quasi gratis,se non proprio gratuiti, si sono riversati tutti i Italia compreso gli italiani che avevano già poca voglia di lavorare. Sicuramente i sinistroidi diranno, che sono le leggi che lo permettono. Ma nessuno che li elimina. Il welfare, il welfare, parolicchia già non italiana, ma tradotto togli alla classe media e regala ai fancazzisti e speculatori come lo sono gli stranieri. Bella roba! Ma dare un lavoro visto che sono retribuiti, no e!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 27/11/2015 - 18:03

IL GIUSTO carissimo, quei sussidi furono ISTITUITI con il S/governo Prodi 1 che ha "PARTORITO" anche la Turco/Napolitano tanto per chiarire. Poi è VERO che quando abbiamo governato NOI abbiamo sbagliato a NON abolirli,errore che non ripeteremo non appena gli Italiani ci ridaranno la opportunita di ritornare al governo. Salutami la bella Verona. Pax vobiscum.

steluc

Ven, 27/11/2015 - 18:10

Welfare italiano solo a cittadini italiani . Svaniscono come neve al sole.

fedeverità

Ven, 27/11/2015 - 18:11

FalceMartello Dobbiamo dare i sussidi a che VERAMENTE ha bisogno e no a: TERRORISTI IMMIGRATI ( non aventi diritto) ROM (non aventi diritto) Invece si a: FAMIGLIE IN DIFFICOLTà PROFUGHI(i veri profughi) Italiani e non aventi diritto

erie51

Ven, 27/11/2015 - 18:25

Allora taglia SUBITO , e fuori loro!!

lamwolf

Ven, 27/11/2015 - 19:15

L'incompetenza e inconcludenza vergognosa dilagante di certe amministrazioni dovrebbe far dimettere tali personaggi. Che schifo!...

semprecontrario

Ven, 27/11/2015 - 19:16

che bello farci prendere per il culo

smoker

Ven, 27/11/2015 - 20:05

Incarcerato in Francia , espulso dalla Norvegia e l'Italia gli concede l'asilo , la casa e sussidi ( altrove ho letto 2.000 euro mensili per via dei numerosi figli ) .Da non credere. L'articolo non spiega se i sussidi li prende tuttora.

smoker

Ven, 27/11/2015 - 20:12

Rossini : concordo. Inoltre , mi chiedo se è previsto togliere la cittadinanza a chi è stata incautamente concessa , in caso di adesione al terrorismo.

Malacappa

Ven, 27/11/2015 - 21:13

Bisogna tagliare i sussidi sociali a chi non e' ITALIANO,i mussulmani li vadano a chiedere a allah.

nunavut

Sab, 28/11/2015 - 00:28

@ il giusto ammettiamo che sia arrivato sotto il gov.Berlusconi ma le leggi che permettevano tali incongruenze chi le ha emanate e votate? IO non lo so e penso neanche lei dunque prima ci informiamo e poi tiriamo le conclusioni dovute.

nunavut

Sab, 28/11/2015 - 00:32

@ il giusto dimenticavo di chiederle quante volte ha sentito i politici,che si trovavano in difficoltà,dire ma le leggi sono state emanate e votate dal partito avverso e non dal mio(anche se sapendo che non erano buone le hanno mantenute in vigore!!),dunque rifletta su quello che le ho scritto.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 28/11/2015 - 00:38

E nonostante tutte queste prove schiaccianti i bietoloni di Trento lo hanno pure lasciato libero asserendo che le prove non erano sufficenti?? O che s'erano fumati????

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 28/11/2015 - 06:02

Ari eccolo il TRINARICIUTO - Ma vai a mietere il grano va.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 28/11/2015 - 23:25

Com'è possibile che una parte dei miei connazionali continuino a sostenere un GOVERNO DI ABUSIVI IMPOSTO SENZA VOTAZIONI DA UN COMUNISTA E CHE ARRIVA A DARE SUSSIDI A CHI CI VUOLE TAGLIARE LA TESTA. ITALIANI, VI SIETE RINCRETINITI?