Cremona, violenza choc: viene aggredita in casa e massacrata di botte

Una ballerina romena di 33 anni è stata aggredita e malmenata nella sua abitazione di via Volturno

È stata aggredita e massacrata di botte nella sua casa di via Volturno, a Cremona. È la disavventura vissuta da Alexandra C., una ballerina romena di 33 anni, che lo scorso mercoledì è stata vittima di un'inaudita violenza tra le mura di casa.

Stando a quanto lei stessa ha raccontato alle forze dell’ordine, una volta ripresa conoscenza all'Ospedale Maggiore dove è stata medicata, sarebbe stata picchiata senza pietà la mattina di mercoledì 6 febbraio da due persone.

La donna stessa ha postato sul proprio profilo Facebook le foto del suo volto tumefatto e insanguinato: non ha subito violenza sessuale.

La 33enne ha sporto denuncia e ora la polizia è impegnata nelle indagini per risalire ai responsabili della brutale aggressione, forse per vendetta. L'ipotesi più accreditata dagli inquirenti, infatti, è proprio quella di un'azione punitiva nei confronti della donna, anche se non si esclude che possa essersi trattato di una rapina finita male.

Alexandra, dal canto suo, non ricorda nulla: "Non ricordo nulla, solo l'ombra di due uomini e poi, quando mi sono svegliata, il sangue ovunque. Devo essere svenuta per le botte. Ricordo solo le ombre di due persone che si allontanavano".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/02/2019 - 12:07

Ci siamoimportati tutto il male del mondo. Hanno capito che siamo solo dei fessi e la legge sta dalla loro parte.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/02/2019 - 12:10

Non c'è una città che non sia infestata da delinquenti.

ginobernard

Lun, 11/02/2019 - 14:44

"Ci siamoimportati tutto il male del mondo. Hanno capito che siamo solo dei fessi e la legge sta dalla loro parte" in effetti c'è una tolleranza impressionante verso i delinquenti ... credo che un motivo sia anche la estrema interpretabilità di una legge. Ciò che non è oggettivo diventa soggettivo ... male molto male.