Cresce la povertà in Italia: 100mila indigenti in più in un anno

Su cinque milioni di italiani in difficoltà, 670 mila sono in Lombardia. La situazione peggiore è per i minori

Il tasso di povertà in Italia continua a crescere. È quanto emerge dal bilancio sociale 2015 del Banco Alimentare della Lombardia.

Gli italiani in difficoltà sono quasi cinque milioni, di cui 670mila solo in Lombardia, 100mila in più rispetto all'anno precedente. Il Banco Alimentare è riuscito ad aiutare oltre 209mila persone in difficoltà attraverso una rete che conta 1254 organizzazioni.

Il dato più allarmante riguarda i minori: oltre 60mila bambini e adolescenti, circa un minore su tre, ricorrono ai pasti donati dall'associazione, di cui 13mila solo a Milano. Il Banco Alimentare della Lombardia è riuscito nel 2015 a donare 34 milioni di pasti equivalenti (500 g di alimenti) grazie alle migliaia di tonnellate di cibo recuparate e raccolte. Rappresentano il 22% in più rispetto all'anno precedente. Le persone assistite hanno potuto in media beneficiare dell'equivalente di un pasto adeguato almeno ogni due giorni che è il requisito minimo per uscire dalla soglia della deprivazione alimentare.

"Ogni giorno al Banco Alimentare della Lombardia possiamo contare su donazioni di cibo, servizi e denaro di persone che mettono a disposizione con passione il loro tempo e le loro risorse - commenta Roberto Vassena, presidente del Banco Alimentare della Lombardia - insieme ai nostri dipendenti, i volontari contribuiscono quotidianamente al progetto per aiutare chi ha bisogno. Sono 718 i volontari stabili, oltre 230 le aziende che ci hanno sostenuto con donazioni di beni, servizi ed elargioni liberali e 585 le aziende che nel 2015 hanno donato alimenti, compresi quelli destinati ai bambini in età pediatrica che sono tra i più costosi e difficili da reperire. Senza tutti loro non sarebbe stato possibile raggiungere nel 2015 questi importanti risultati".

Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali, salute e diritti del comune di Milano, ha dichiarato: "La collaborazione ormai decennale e concreta con il Banco Alimentare della Lombardia ha un enorme valore per la nostra città, come dimostrano i numeri. Una sinergia questa, tra pubblico e privato, di grande valore sociale ed esempio positivo di efficiente gestione delle emergenze sociali della nostra città".

Ai commenti di Majorino si aggiungono quelli del direttore generale di autonomia ed inclusione sociale della regione Lombardia, Paolo Favini: "I risultati rappresentano un notevole segnale di cambiamento dell'approccio alla solidarietà: il lavoro di squadra può davvero fare la differenza, offrendo prospettive concrete a una parte rilevante dei poveri della nostra regione, in particolare ai più piccoli, gli adulti di domani".

"I dati del Banco Alimentare della Lombardia - conclude il professor Vito Moramarco, direttore dell'alta scuola impresa e società dell'università Cattolica - sono la dimostrazione di come anche nel non profit fare sistema fra cittadini, aziende e istituzioni, che in questi anni hanno risposto con grande entusiasmo e determinazione, è uno dei modi più efficaci per promuovere un percorso virtuoso di generazione di valore condiviso: un vero caso di scuola di impresa delle carità".

Commenti

routier

Ven, 14/10/2016 - 08:37

Ma come fanno ad esserci degli autoctoni in miseria se abbiamo ricchezze tali da poterci permettere di dare 35 euro al giorno a milionate di extracomunitari clandestini?

VittorioMar

Ven, 14/10/2016 - 09:41

.....a sensazione personale ,sono molto di più(purtroppo),ma la vera realtà sociale nascosta è il numero degli indigenti che non si curano e non possono acquistare farmaci salvavita,quindi con un aumento dei decessi!!... se a quanto sembra,nella legge finanziaria che si sta preparando,con ulteriori tagli alla Sanità i l'introduzione dei ticket,....ma si risparmierà sulle Pensioni...!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 14/10/2016 - 09:54

Quando uno Stato sposta le proprie risorse nell'accogliere stranieri che non avrebbero titolo di essere qui a discapito dei propri cittadini, allora siamo in uno Stato ingiusto e pericoloso.

Martinico

Ven, 14/10/2016 - 10:35

Capitalismo = Molto denaro per pochi. Comunismo = spartizione della povertà per tutti.

Alessio2012

Ven, 14/10/2016 - 10:37

Ho una vicina di casa che vive con 0 euro... è aiutata dai genitori anziani... Non esce mai, si vergogna della sua situazione. Nessuno conosce la sua situazione, solo io. Di certo lo Stato non indagherà su di lei... preferisce seguire quelli che di soldi ne hanno un po', tipo Corona, così glieli porta via...

rossini

Ven, 14/10/2016 - 11:45

Quei 100.000 poveri in più avrebbero potuto essere 100.000 poveri in meno se Renzi, Alfano e la Boldrini, con l'aiuto di Bergoglio, avessero accolto in Italia 100.000 migranti in meno. Meditate gente, meditate. E al referendum andate a votare per votare NO.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 14/10/2016 - 12:00

Con la prora di questo governo crescerà ancora. Ci stanno rovinando giorno dopo giorno. Forse ci sveglieremo....

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 14/10/2016 - 12:05

SONO IN AUMENTO NON C'E' NIENTE DI NUOVO. TOLTE LE RISORSE (ECONOMICHE) A FAVORE DEI CLANDESTINI NEL PAGARE GLI HOTEL

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 14/10/2016 - 12:09

Equazione perfetta @rossini. Aggiungerei soprattutto se non si fossero accolti in modo INDISCRIMINATO e pseudo buonista.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 14/10/2016 - 13:24

Le politiche pd cominciano a fare effetto.

timoty martin

Ven, 14/10/2016 - 13:55

Un dato che il PD non vuole ne sapere ne vedere. Questo governo PD/comunista si preoccupa SOLO degli immigrati, del loro benessere e di dar loro 35€/giorno ed anche il passaporto.

Tarantasio

Ven, 14/10/2016 - 14:16

100.000 solo in Lombardia, secondo statistiche ufficiali e di comodo, per tranquillizzare tutti gli altri. In realtà la percezione della propria condizione di povertà ormai è comune a tutta la cosiddetta classe media

agosvac

Ven, 14/10/2016 - 15:41

E' più che ovvio che, crescendo il numero dei clandestini che il Pd ed altri si ostina a chiamare profughi, cresce anche la povertà visto che tanti bei soldini sono dirottati dagli italiani agli stranieri!!! Evviva il Governo Pd!!!!!

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 14/10/2016 - 16:23

E' esattamente l'applicazione del komunismo, tutti poveri eccetto i capi politici. La storia del mondo dimostra questo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/10/2016 - 16:55

Questo articolo andava posto in ALTO in prima pagina non RELEGATO in FONDO!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/10/2016 - 16:57

100.000 INDIGENTI ITALIANI in piu e 100.000 AFRICANI MANTENUTI in piu!!!!!lol lol

Renee59

Ven, 14/10/2016 - 17:59

E chi se ne frega dei poveri italiani, abbiamo i rifugiati da mantenere, a 5 stelle, vero Franceschiello e presidente Sboldrina?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 14/10/2016 - 18:22

Questa è la vostra uguaglianza, comunisti?

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 14/10/2016 - 18:32

Ringraziamo per queste statistiche i nostri "politici" che sono bravissimi a mantenere privilegi e lo sono altrettanto a farci diventare tutti più poveri.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 14/10/2016 - 18:53

Ma come, Renzi ha detto che andava tutto bene, che il lavoro cresceva, pure il Pil, scendeva la disoccupazione, ecc. ecc., che c'erano soldi per tutti, che avanzavano pure. Sarà stata una balla allora? L'ennesima?

gionnicappa

Ven, 14/10/2016 - 19:36

E che notizia e' mai questa di 100.000 poveri in piu' ditelo a RENZI Bergoglio Boldrini Alfano e atutti quelli della sinistra buonisti e alla caritas e alle cooperative e a tanti paraventi italiani che sfruttano la situazione fino a quando continuamo a mantenere questi clandestini nullafacenti usurpatori delinquenti

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Ven, 14/10/2016 - 23:18

IL NUMERO DEI POVERI É DESTINATO A SALIRE FINCHÉ ABBIAMO QUESTO GOVERNO, FINCHÉ SIAMO NELL'EU E FINCHÉ CONTINUIAMO AD ACCOGLIERE MANTENIAMO EXTRACOMUNITARI NULLAFACENTI