Il cuore del piccolo Francesco

Non c'è nulla di più triste della morte di un bambino. Ma quanto è accaduto a Messina, nella tragedia, ha un valore profondo, che mi ha davvero colpito, come immagino abbia colpito ogni italiano.

Il coraggioso gesto del piccolo Francesco Filippo, che ha perso la vita nel tentativo di salvare da un incendio il fratellino Raniero - un atto che sarebbe ammirevole in un adulto - è addirittura emozionante e commovente perché compiuto da un ragazzo di soli 13 anni.

Sono vicino al dolore e all'angoscia dei genitori e dei familiari. Da genitore, posso immaginare cosa significhi perdere dei figli, soprattutto in un'età così giovane. Non credo possa esistere nella vita umana un dolore più profondo.

A loro posso solo dire una cosa: devono essere fieri di avere avuto un figlio come Francesco, dell'educazione che gli hanno dato, dei valori che hanno saputo trasmettergli.

Questo non lenirà il dolore del papà e della mamma, ma devono sapere che Francesco non è morto invano, anche se non è riuscito a salvare il fratello: il suo sacrificio ricorda a tutti noi, in qualsiasi età della vita, che esistono valori e sentimenti profondi, irrinunciabili, assoluti, che proprio per questo vanno al di là della vita stessa. In una società che ci appare dominata dall'egoismo, dall'indifferenza, dalla disonestà, dalla sopraffazione, un gesto di un bambino ci dimostra che esiste un'altra Italia, fatta di generosità, di solidarietà, di coraggio, di spirito di sacrificio e soprattutto amore.

Il gesto di Francesco è il simbolo di quest'Italia, e non dev'essere dimenticato: mi auguro che la scuola media da lui frequentata sia dedicata al suo nome, e che la sua storia venga raccontata in tutte le scuole d'Italia.

Spesso in politica, in televisione, sui giornali si parla dei giovani come di un problema: le nuove generazioni sarebbero confuse, prive di punti di riferimento, allo sbando. La cronaca ci racconta di episodi di violenza, di bullismo, di sopraffazioni messe in atto da giovanissimi, nelle scuole, nei confronti di insegnanti o di coetanei più deboli. Esiste anche questo, senza dubbio, ed è molto grave, ma Francesco ci ha dimostrato che i ragazzi italiani sono ben altro: forse proprio da loro, da ragazzi come Francesco, dal suo grande cuore generoso, dobbiamo imparare a tornare a credere nella possibilità di un mondo migliore.

La grande lezione del Vangelo, «se non diventerete come i piccoli, non entrerete nel Regno dei Cieli», dimostra oggi il suo straordinario valore, per tutti, credenti e non credenti: un insegnamento morale e civile che riguarda ogni essere umano.

E dal Cielo, il piccolo Francesco ce lo ricorderà ogni giorno.

Commenti

Martinico

Dom, 17/06/2018 - 09:36

Tristissimo avvenimento. Articolo ben scritto. Dispiace che non richiama l'attenzione dovuta. R.I.P dolcissimo bambino insieme al tuo fratellino.

edo1969

Dom, 17/06/2018 - 10:37

Onore a un piccolo straordinario eroe. Ora lasciamo il posto al dolore privato ma i suoi familiari sappiano che tutta l’Italia li abbraccia.

Mogambo

Dom, 17/06/2018 - 10:39

E i bambini libici che tu hai fatto bombardare e morire, in combutta con quell'immondo ex inquilino del Quirinale?Non avevano anche loro diritto alla vita come questi due bambini messinesi?Buffone ipocrita...

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 17/06/2018 - 11:14

Il destino ha voluto che stessero ancora insieme. Spero spensieratamente,lassù.

cir

Dom, 17/06/2018 - 11:56

VERISSIMO MOGAMBO.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 17/06/2018 - 12:16

Ecco, è a giovani come questi che bisognerebbe intitolare le vie e le aule del senato, capito compagni di sinistra? Non a chi lancia estintori o bottiglie molotov in testa alla gente! Averne tanti di ragazzi come il piccolo Francesco! Francesco la tua morte ci rattrista, ma ci rallegra il fatto che uno come te sicuramente è in paradiso e vivrai per sempre, infinitamente più delle stelle del cielo!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 17/06/2018 - 13:14

Forse §Mogambo§ non sa o si è “dimenticato” che il golpe a Berlusconi è scaturito proprio per la sua opposizione alla guerra in Libia tanto voluta da Sarcosy e appoggiato con grande gioia dal nostro “beneamato” PDR Napolitano che ancor oggi trama e trama e trama.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 17/06/2018 - 13:16

Che il piccolo eroe che Dio ha accolto tra le sue braccia, diventi per noi il simbolo della bellezza e del coraggio della gioventù italiana. Nel dolore che strazia la famiglia, sia balsamo la vicinanza e l’ammirazione per questo angelo, di tutto il popolo italiano. Bellissimo Angelo, sei nella pienezza dell’amore di Dio. E’ l’unico messaggio che mi auguro scenda a mitigare tanto dolore. Un abbraccio a mamma e papà da una nonna. Rosella

Giuseppe-il-pecuro

Dom, 17/06/2018 - 13:20

Mogambo, fino a prova contraria il comando delle forze armate è del presidente della Repubblica... La guerra è stata voluta per interesse economico dell'Inghilterra e, soprattutto, della Francia.

stesicoro

Dom, 17/06/2018 - 13:32

Pubblicare un commento come quello di "Mogambo", così fuori luogo e pregno di falsità, non significa essere liberali bensì essere dei veri idioti, meritevoli soltanto di un licenziamento in tronco.

gedeone@libero.it

Dom, 17/06/2018 - 14:06

Piccolo eroe, ora sei con gli Angeli del Paradiso insieme al tuo adorato fratellino.

carpa1

Dom, 17/06/2018 - 14:56

Carissimi Mogambo e cir, avete avuto un splendida occasione per tacere e l'avete stupidamente persa.

cir

Dom, 17/06/2018 - 15:15

karpa . sei il nulla.

cgc

Dom, 17/06/2018 - 15:22

Voglio sperare che il Presidente della Repubblica conferisca a questo ragazzo la Medaglia d'Oro al Valore Civile. Riposa in pace piccolo eroe.

edo1969

Dom, 17/06/2018 - 16:16

mogambo e cir, una cosa è essere contro Berlusconi da un punto di vista politico e volerla buttare sempre in politica, un’altra cosa invece è scrivere un commento da vermi come il vostro di fronte ad una circostanza come questa. Fate schifo.

Ritratto di pigielle

pigielle

Dom, 17/06/2018 - 16:17

@MOGAMBO ...cert0 che, come sciaccallaggio, stai veramente battendo tutti. degno rappresentante di quella casta che ha sfasciato l'ITALIA. A TE, POVERO PICCINO E A TUO FRATELLO, POSSANO SORRIDERTI GLI ANGELI E FAR SENTIRE LA TUA PRESENZA A MAMMA E PAPA'.

glicineverdemela

Dom, 17/06/2018 - 16:33

Presidente Berlusconi, non perde mai occasione per dimostrare sensibilità e amore verso il prossimo. Parole vere le sue, che sicuramente scalderanno il cuore di questi genitori. Nella drammaticità di questo evento leggere le sue righe é una carezza all’anima. Grazie

cir

Dom, 17/06/2018 - 17:34

ipocriti quelli che hanno criticato mogambo. ha dettola verita'-

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 17/06/2018 - 18:51

@ Rosella Meneghini: grazie per le sue parole, che credo esprimano al meglio il sentimento della stragrande maggioranza degli italiani. Il piccolo eroe con il fratellino sono certamente nella gloria di Dio. Chi ha avuto disgrazie simili in famiglia, che arrivano improvvise come il fulmine, conosce l'immensità del dolore dei famigliari di Francesco Filippo e Raniero. Un abbraccio.

Vidok

Dom, 17/06/2018 - 18:51

Mogambo e Cir, l'avete fatta fuori dal vaso; ho seri dubbi che anche all'inferno abbiano difficoltà ad ospitarvi. A proposito d'ospitalità, ma è mai possibile che non si riesce in circostanze simili a bloccare questi tipi di commenti... è questione di dignità!

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Dom, 17/06/2018 - 20:06

Mogambo e Cir Come siete squallidi... sia dal punto di vista storico, ma SOPRATTUTTO UMANO

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 17/06/2018 - 20:28

@Mogambo, mi rattrista profondamente il contributo che Lei dà alla deriva maleducata e violenta (almeno nelle parole) che sta avendo questa società! - Ne approfitto per un caro saluto a @Rosella che rileggo sempre volentieri!

Ritratto di pao58

pao58

Dom, 17/06/2018 - 21:04

Lasciate perdere gli sciacalli e non commentateli, cercano solo visibilità e per trovarla non si fermano davanti a nulla. Eppoi con la loro presenza fanno rimarcare ancor di più la differenza tra il loro cuore striminzito e quello del piccolo Francesco: ovunque sia spero che stia bene come merita...

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 17/06/2018 - 21:25

§gianky53§ Penso che solo chi ha cuore di pietra possa non provare sentimenti simili. Grazie per le sue belle parole. Che la vita le sorrida con generosità. Rosella

Italia73

Dom, 17/06/2018 - 21:56

Che pena le persone che strumentalizzano una simile notizia, vergognatevi

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 17/06/2018 - 22:07

Ciao Rosario, ti penso in buona salute e pieno di speranza che ci viene dalla fermezza di Salvini. Auguri di ogni bene e un caro saluto. Rosella

LeghistaCaddhipulinu

Dom, 17/06/2018 - 23:48

@Mogambo. Io non sono un sostenitore di Berlusconi ma ricordo BENISSIMO che gli fu forzata la mano per aggregarsi alla guerra contro la Libia. Aveva appena concluso un accordo molto vantaggioso con Geddhafi e quei fetenti di francesi forzarono l'Italia, invocando la "solidarietà europea", ad allinearsi. Ora spero cho con Salvini questa sottomissione faccia parte del passato.