Lo curò con l'omeopatia e il bimbo morì. Medico (sospeso) lavora ancora

Massimiliano Mecozzi aveva curato l'otite di un bimbo di 7 anni usandolo solo l'omeopatia. Il piccolo era poi morto per una encefalite

Massimiliano Mecozzi aveva curato l'otite di un bimbo di 7 anni usandolo solo l'omeopatia. Il piccolo era poi morto per una encefalite e, per questo, il medico omeopata è finito davanti all'Ordine dei medici di Pesaro, presieduto dal dottor Paolo Battistini. Che ieri sera l'ha sospeso per sei mesi. Ma, come fa notare il Corriere della Sera, la desisione non sarà applicata immediatamente. Mecozzi potrà, infatti, andare avanti a fare il medico dal momento che può decidere di impugnare il provvedimento di fronte ad organismo d'appello nazionale.

La decisione è stata presa ieri sera dalla commissione disciplinare presieduta da Battistini, che aveva immediatamente aperto un procedimento sulla vicenda. "Ci siamo riuniti - racconta Battistini all'Adnkronos Salute - Mecozzi si è presentato insieme a due legali e abbiamo contestato loro gli addebiti. Uno degli avvocati ha presentato le sue controdeduzioni, ma il medico non ha assolutamente parlato anche perché, a detta dei legali, essendoci un processo in corso preferiva non rispondere alle nostre domande". La Commissione si è riunita è ha deciso all'unanimità per la sospensione. "Mecozzi ha ora la possibilità entro trenta giorni di presentare appello rispetto al provvedimento alla Cceps per sospendere il dispositivo. Il provvedimento - precisa Battistini - diventa esecutivo dopo che si esprimerà la Commissione centrale degli esercenti le professioni sanitarie o fra trenta giorni, se Mecozzi deciderà di non ricorrere alla Commissione". Fino ad allora, ad ogni modo, potrà andare avanti a fare il medico.

Le contestazioni avanzate dall'Ordine sono di tipo deontologico. Nell'intervista all'Adnkronos Salute Battistini cita l'aricolo 15 e "l'insistenza con cui il medico ha trattato il bambino con rimedi omeopatici senza passare alla terapia tradizionale, e la mancanza del consenso informato, perché dalle testimonianza che abbiamo il collega non ha spiegato ai genitori con dovizia di particolari i possibili rischi del perdurare di questa terapia omeopatica".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

Anonimo (non verificato)

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 29/07/2017 - 20:49

fosse successo in Germania questo medico non potrebbe più fare neppure l'infermiere

Dordolio

Dom, 30/07/2017 - 05:49

Trovo molto interessante ed istruttiva questa pronuncia dell'Ordine. Correggetemi, ma mi sembra un caso assolutamente isolato. Di medici incapaci - e condannati generalmente a pene risibili dai tribunali - ce ne sono in quantità. Ma l'Ordine sembra non pronunciarsi quasi mai, a mia memoria, in questi casi. Come mai? Forse perchè questo medico (vero) praticava l'omeopatia. E quindi è stato assimilato ad uno sciamano. Bello ed istruttivo. Altri massacratori invece (non stregoni) continuano bellamente ad esercitare. Intoccabili ed intoccati.

rudyger

Dom, 30/07/2017 - 08:04

la galera no! la signora magistratura indaga ? la lorenzina non dice niente ? sospeso per sei mesi, sarà stato almeno denunciato. Ma il medico aveva l'assicurazione contro gli "infortuni" sul lavoro.

Happy1937

Dom, 30/07/2017 - 09:21

E cosi`potrà andare avanti ad ammazzare altri poveri disgraziati che stoltamente si affidano a lui.