"Cura" i malati con gli insulti, medico denunciato a Cagliari

L'Ordine dei medici ha radiato una sedicente dottoressa che però continua ad esercitare la professione perché il giudizio è ancora pendente

Insulti ai pazienti per curare il cancro. Sembra una (atroce) barzelletta ma purtroppo non lo è. Soprattutto quando si scopre che c'è di mezzo un medico.

A Cagliari c'è una medico-santone che propone agli ammalati di tumore una incredibile terapia verbale a base di parolacce e continua ad esercitare la professione nonostante la radiazione dall'Ordine dei Medici perché la sentenza di appello è ancora pendente.

La storia, dai contorni surreali, l'ha raccontata la Nuova Sardegna: a finire nell'occhio del ciclone è una sedicente "esperta" di medicina olistica e terapie alternative. Che a quanto pare aveva raccolto intorno a sé un discreto numero di pazienti a cui prometteva guarigioni miracolose se solo si fossero lasciati insultare con il lessico più fiorito che si potesse immaginare.

La donna, per quanto già radiata dall'Ordine dei medici di Cagliari, è stata denunciata ai Nas e alla Guardia di Finanza anche dall'Ordine dei medici di Torino. L'accusa è quella di "abuso della credulità popolare diffusione di notizie false, esagerate e tendenziose che creano allarme fra i cittadini".

"Il medico - spiega il presidente dell'Ordine di Torino Guido Giustetto - non deve sottrarre la persona assistita a trattamenti scientificamente fondati e di comprovata efficacia per di più in un contesto di totale asimmetria informativa: il medico ha l’obbligo di capire tempestivamente quando sia il caso di interrompere i metodi non convenzionali eventualmente adottati e di ricorrere tempestivamente agli strumenti della medicina ufficiale, in modo da garantire al paziente le più idonee condizioni di sicurezza ed efficacia della cura."