Dacca, il fratello prete di una delle vittime: "Islam religione del terrore"

Don Luca Monti, parroco e fratello di Simona, una delle vittime di Dacca: "Alla vostra religione del terrore rispondo con il Vangelo del perdono"

Non c'è nulla, nemmeno la morte della sorella per mano islamica a Dacca, che possa far nascere odio nel cuore di don Luca Monti. Un prete, cresciuto nel messaggio del Vangelo di pace, contro l'islam che ha dichiarato guerra all'Occidente. Che ha macellato sua sorella. Che ha spezzato la vita del bambino che Simona portava in grembo.

Il parroco fratello di una delle vittime di Dacca

Ma se l'odio non può prevalere, questo non significa sia necessario sposare il buonismo di chi vuol far credere che la colpa non sia dell'islam. Che il Corano c'entri poco o nulla. Che non ci sia differenza tra noi e loro. Don Luca Monti lo ha detto chiaramente in un messaggio pubblicato sulla pagina Facebook della Diocesi Sabina, appena sotto la foto della sorella uccisa perché non sapeva il Corano. "Una martire", dice il post della diocesi. Come il figlio che portava in grembo.

"Più che piangere mia sorella che non c'è più - dice don Luca - piango questo mondo bagnato di sangue e ubriaco di violenza. Alla vostra religione del terrore rispondo con il Vangelo del perdono, sperando che questo 'martirio' familiare e il sangue di Simona contribuisca a creare un mondo più giusto e fraterno. L'amore di Dio regna e con esso la fede nella resurrezione. Grazie a tutti. Don Luca Monti".

Non serve altro. Non servono commenti. Solo seguire l'esempio di chi "alla vostra religione del terrore risponde con il Vangelo". Senza buonismi.

Commenti

killkoms

Lun, 04/07/2016 - 10:32

doveva essere uccisa la sorella per scoprire l'acqua calda?

Aegnor

Lun, 04/07/2016 - 10:46

Invece gli scafisti di stato con a capo Braghettone,intensificano i "salvataggi",presto li andranno a raccogliere direttamente sulle spiagge libiche ed egiziane con i mezzi anfibi,vedi mai che qualcuno si bagna i piedi e si prende il raffreddore...

Zizzigo

Lun, 04/07/2016 - 10:56

Spiace correggere questo Sacerdote, ma qui non si tratta di "martirio". I cristiani sono stati assassinati, non potevano farci nulla, anche volendo nessuno di noi conosce il Corano (ci mancherebbe!). Sono stati assassinati solo perché hanno avuto fiducia nella protezione di un Paese completamente indifferente, se non complice.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 04/07/2016 - 10:58

Bontà evangelica o bieca ipocrisia clericale? Certe dichiarazioni mi riescono particolarmente urticanti, prima ancora che incomprensibili.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 04/07/2016 - 11:31

Caro Don Luca, porgendo le mie condoglianze le posso solo dire che ogni vittima ha il suo assassino. La cultura concava del Cristianesimo sta permettendo a quella convessa dell'Islamismo radicale (che non è nato ieri) di farsi strada. Con la castità cristiana (= non far sesso ne figli) tipico valore promosso dalla Chiesa e la tolleranza (porgi al nemico l'altra guancia) si ha solamente una cultura dell'autodistruzione. Mi spiace ma non posso allinearmi con il suo credo con un Dio che mi chiede di favorire il miei assassini. Per fortuna, io non credo. Grazie a Dio.

moshe

Lun, 04/07/2016 - 11:36

... vallo a spiegare al tuo capo franceschiello!

venco

Lun, 04/07/2016 - 11:38

Si perdona un pò, ma è importantissimo difendersi, questo è vero cristianesimo, il buonismo crea mostri.

Ritratto di GiovanniGiuffraTraverso

GiovanniGiuffra...

Lun, 04/07/2016 - 11:44

Bontà evangelica. Quest' uomo obbedisce al precetto di Cristo: "Amate i nemici, pregate per quelli che vi perseguitano". E' la forza di Cristo che trattiene dal desiderio di rendere il male per male, desiderando il bene e la redenzione dei malvagi. Tutti saremo giudicati sull' amore. Saluti

manolito

Lun, 04/07/2016 - 11:49

i preti e il disastro bergoglio non vivono la realtà quotidiana delle persone che lavorano--loro quattro benedizioni e basta --- vorrei sentirli quando non hanno più contributi dai poveri ingenui fedeli--sono ricchi per lavoro di altri non certo il loro

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 04/07/2016 - 11:51

Dietro questa storiella del perdono si celano in realtà cose molto meno onorevoli; pavidità e codardia.

conviene

Lun, 04/07/2016 - 12:19

Questo fratello di una sorella massacrata l'ho sentito parlare con grande dignità. Nel suo post non ha fatto altro che ripetere le parole di Gesù sulla croce " PERDONA LORO PERCHE' NON SANNO QUELLO CHE FANNO". Sapendo che lo sanno ma che accecati dall'odio non sanno fermarsi. Vero esempio di dignità e compostezza nel grande dolore. Sentite condoglianze reverendo

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 04/07/2016 - 12:41

Il male va combattuto, non perdonato; lo dicono anche le Sacre scritture. Sono questi preti confusi che stanno producendo danni enormi. Gente che si accorge del pericolo sono quando ci sbatte la testa, o li tocca personalmente; e forse nemmeno così, visto che continua a parlare di perdono.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 04/07/2016 - 12:47

Non mi risulta che nei testi sacri dove si parla di "lotta fra il bene ed il male" ci sia scritto che bisogna "perdonare" il male. Avrà mai letto l'Apocalisse di Giovanni? Ma dove studiano i preti moderni (e certi Papi), fra i lupetti boy scout, o sul manuale delle Giovani marmotte?

little hawks

Lun, 04/07/2016 - 13:03

Certo, il sacerdote ha detto quello che doveva dire e gli fa onore. Chi ci amministra deve però farsi carico del bisogno di pace della nostra gente, bisogna che vengano emanate leggi che ci tutelino, leggi che impediscano il radicamento di questa ideologia demoniaca che troppi continuano a chiamare religione, anche se non hanno mai letto il Corano. Intanto chiariamo che non può avere la cittadinanza italiana chi propugna idee antitetiche ai principi della nostra Costituzione, poi chi non ha la cittadinanza ed il permesso di soggiorno SE NE DEVE ANDARE!!!

ziobeppe1951

Lun, 04/07/2016 - 13:32

Caro Giano....12.47.....una cosa è osservare i testi sacri, un'altra è seguire la testa "pensante" oltretevere

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Lun, 04/07/2016 - 13:47

DI PERDONARE LE BESTIE E I CARNEFICI NE HO PIENE LE TASCHE. BASTA FARE GLI AGNELLI!!! CONTRO I LUPI CI VOGLIONO I PASTORI MAREMMANI!!!!!!LA CHIESA CATTOLICA DEVE METTERSI A CAPO DELLA RESISTENZA ANTISLAMICA, ALTRIMENTI DEVE TACERE!!!!

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 04/07/2016 - 13:51

il tuo capo vestito di bianco cosa dice?? sono suoi fratelli. percui anche tuoi fratelli!

Chattanooga

Lun, 04/07/2016 - 14:18

@Giano. Il male va combattuto, è vero. Ma si combatte con il perdono, altrimenti esso prolifera. La grande ipocrisia della quale la civiltà occidentale è succube, è che questa finge di "perdonare" quando in realtà *ignora*. Il primo passo per perdonare è riconoscere il male dove esso di nasconde, e descriverlo come tale senza infingimenti. Scegliere di non farlo non significa essere buoni; significa essere vigliacchi.

fisis

Lun, 04/07/2016 - 14:48

Sono d'accordo sulla definizione di islam religione del terrore.

nordest

Lun, 04/07/2016 - 15:04

Bergoglio è uno dei tanti responsabili .

venco

Lun, 04/07/2016 - 15:16

Giano, è vero, si puo perdonare solo chi sbaglia e poi si pente del male che ha fatto, e non lo deve fare piu

Maver

Lun, 04/07/2016 - 15:58

Il limite del "Porgi l'altra guancia" è insito nel fatto stesso che rimane una scelta attuabile a livello esclusivamente personale. Sembra che i cattolici non vogliano entrare nel merito della questione ma questo non esime dal chiedersi con quale diritto sarà mai possibile privare un innocente della difesa di cui ha diritto; in modo particolare ogni qual volta sara affidato alla tutela di qualcuno (pensiamo ai bambini e alla responsabilità degli adulti nei loro confronti).

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 04/07/2016 - 17:32

Certo che quando ti toccano da vicino le parole di circostanza vengono dimenticate ed esce il lato umano.

attilaunnoita

Lun, 04/07/2016 - 17:52

@Italia Nostra: Non fare figli porta all'autodistruzione: è vero. Ma niente dice al cristiano di non fare figli, anzi! Porgere l'altra guancia nel Vangelo non vuol dire quello che tu pensi: Vuol dire solo che non bisogna cercare la vendetta per i torti subiti. Non vuol dire affatto rinunciare a lottare per un mondo migliore e conforme alla volontà di Dio. Solo, la lotta non deve essere violenza contro gli altri uomini. Penso proprio che tu non credi perché hai un'idea alquanto distorta della religione. Perché non studi il catechismo?

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 04/07/2016 - 18:08

Bergoglio è un illusionista, dà la colpa di ogni orrore al traffico di armi... Difendersi dal male è un dovere, specie quando ad essere minacciati sono i deboli e gli indifesi. Il porgere l'altra guancia non significa soccombere passivamente alla protervia e all'odio assassino. Bugiardo!

Ritratto di enniodorissa

enniodorissa

Lun, 04/07/2016 - 18:27

porgere altra guancia ma nn solo....come ha ordinato la mummia...occorre addirittura fare scelte coraggiose, vale a dire piu moschee piu accoglienza piu migranti! piu integrazione e meno sovranita......piu guance da porgere, porgere anche il gozzo se necessario

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 04/07/2016 - 20:07

attilaunnoita 17:52 – "Porgi l'altra guancia" – In effetti, quasi tutti distorcono il significato di questa frase che non vuol dire affatto "Cala i tuoi pantaloni, ché più cali più scopri il deretano (e lo prendi in quel posto)". All'epoca di Gesù, un padrone quando voleva schiaffeggiare un suo schiavo lo faceva con il palmo della mano; se lo faceva con il dorso si abbassava al livello dello schiavo perdendo la sua dignità. Quindi, porgere l'altra guancia era un gesto di sfida (e non di sottomissione) poiché se il padrone voleva schiaffeggiarlo ancora, sarebbe stato obbligato a farlo con il dorso (manrovescio) intaccando in tal modo il suo onore ed avrebbe pertanto/presumibilmente cessato di schiaffeggiarti.

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 04/07/2016 - 20:21

Per i tanti creduloni che popolano questo Forum. Ma come potete ancora credere alle fandonie create epropagate dalla setta dei cristiani che al suo attivo ha gia il dissolvimento dell'impero Romano...e non e' poco. UN ESSERE INFINITO ETERNO ONNIPRESENTE ONNISCENTE ONNIVORO CHE POI NECESSITA DEGLI ESSERI UMANI.-)lol lol Molice LINYI shandong China

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 04/07/2016 - 20:36

Se ci dovessimo basare solo sulla legge del "perdono" o del "non odio", senza far seguire a questi una ferma azione di difesa, fattiva ed in tutti i sensi, allora faremmo bene a dichiararci sconfitti già da adesso. La legge del "non odio" o "del perdono", quest'ultimo più attinente alle prerogative divine, non difende le nostre vite terrene e gli stati dai criminali incalliti, ma solo da eventuali azioni malvagie provenienti da persone animate di buona volontà a capire.

MgK457

Lun, 04/07/2016 - 21:11

E' giusto dici il vero Don Luca, ma ora ALZATI E COMBATTI PER TUA SORELLA E IL NIPOTE CHE PORTAVA IN GREMBO: DATTI DA FARE PER FAR VIETARE L'islam.islam= RELIGIONE DEL diavolo, SE NON L'HAI CAPITO CHE PRETE SEI???

Trinky

Lun, 04/07/2016 - 21:50

meno male che conviene perdona perchè non sanno quello che fanno mentre noi, che sappiamo benissimo quello che fanno, dovremmo applicare verso di loro la legge del taglione.........

Ritratto di scaligero

scaligero

Lun, 04/07/2016 - 22:06

Ma questi preti come ragionano? Con la storia del perdono non si va da nessuna parte. Cristiani si, carne da macello no. E' molto difficile perdonare chi ti vuole uccidere!

ziobeppe1951

Lun, 04/07/2016 - 22:41

Chattanooga...da dove kazzo sei uscito, non è che sei franceschiello sotto mentite spoglie

uberalles

Lun, 04/07/2016 - 23:10

E gli esorcisti? Perché non provano a perdonare il diavolo invece di scacciarlo?

angelovf

Lun, 04/07/2016 - 23:14

È vero che un prete così deve esprimersi, ma proprio per questo nostro modo di pensare loro si stanno espandendo a dismisura e aspettano il momento per uccidere. Nessun perdono, qui non si tratta di un incidente stradale involontario, questi uccidono in nome di un Dio, e con premeditazione e anche torturando le vittime. Dobbiamo liberarci di questi mostri, anche la politica deve pensare che non sono esenti dal essere trucidati da cani infedeli. Gli immigrati che non sfuggono guerre vanno espulsi, e non c'è giustificazione della lunga attesa per i riconoscimenti, le razze si conoscono a vista, cosa c'entrano i i ricorsi fino al terzo grado? Si vede chiaramente chi è pakistano, marocchino, o keniota, somali ed altro, i fattori somatici si conoscono. Perché non dicono chiaramente che vogliono ospitare l'intera Africa , e continuare questo schifoso mercato di esseri umani?

Tipperary

Lun, 04/07/2016 - 23:47

Finché la gente non viene toccata nei money e nella pelle non si rende conto di niente. Poi apre gli occhi. È sempre stato cosi'

zeuss

Lun, 04/07/2016 - 23:51

Don Luca, massimo rispetto per questa orrenda tragedia, così come leggo il pensiero ed il perdono, Non vorrei che così facendo, si incoraggino le bestie ad effettuarne ancora, tanto verranno perdonate. Le mie più sentite condoglianza.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 05/07/2016 - 00:46

Il silenzio politicamente corretto del Papa su questi massacratori di cristiani è SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO.

unz

Mar, 05/07/2016 - 00:59

convertitevi a Cristo se proprio vi serve una fede. Amore Pace e Perdono contro l'eterno alto medioevo in cui vivete

mariod6

Mar, 05/07/2016 - 02:57

Tanto, cari politici, non hanno mica ammazzato un vostro parente; erano solo 9 italiani in un paese lontano.... Quando ne ammazzeranno 9 di voi culi di pietra attaccati alle vostre poltrone, forse vi renderete conto che i voti dei vostri ospiti ed i soldi delle cooperative non proteggono dai mitra. Allora forse capirete cosa provano gli italiani che si sentono in pericolo anche a casa propria a causa di tutti questi parassiti e assassini che ci stiamo tirando in casa.......

Efesto

Mar, 05/07/2016 - 06:36

La maggior parte dei commenti è stupido, ignorante e volgare. La morte è una cosa seria e non si può infliggere solo per la diversità di pensiero, religioso o meno che sia. Gli islamici, sulle loro convinzioni, vogliono costruire un mondo migliore, come i cristiani d'altronde. Solo che il mondo mussulmano elimina l'avversario, quello cristiano vuole accoglierlo. Don Luca Monti è un vero cristiano, lucido e cosciente. I vermi sono quelli che non hanno il coraggio di riconoscerne l'onestà di pensiero.

angelovf

Mar, 05/07/2016 - 07:54

Sono i preti che stanno aggravando ulteriormente la situazione, un tempo la chiesa difendeva la cristianità con tutti i mezzi, adesso i preti ospitano nelle nostre chiese chi ci vuole trucidare, il motivo è che adesso la chiesa è molto cambiata, sono di sinistra è molto vicini ai centri sociali e a tutti quelli che stanno contro la comunità. È una vergogna.

Ernestinho

Mar, 05/07/2016 - 08:04

Si perdonano le persone UMANE, non le BELVE!

Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 05/07/2016 - 09:13

Vi ricordate dell'uomo della provvidenza? Questa è la nostra chiesa, ambigua e ipocrita.

Tino Gianbattis...

Mar, 05/07/2016 - 10:12

Al posto di tante parole bisogna accettare l'idea che siamo in guerra e il nemico va trattato come tale.