Il Dalai Lama tra gli sfollati:"A Mirandola è un disastro,dovete essere determinati"

La massima guida spirituale tibetana nel Modenese per pregare per le vittime del sisma: "Ho pregato per voi da quando ho saputo del terremoto"

Una preghiera per le vittime del terremoto e per tutte quelle persone che, nelle zone colpite dal sisma, soffrono. Il Dalai Lama arriva a Mirandola per offrire una preghiera speciale per le vittime del sisma che ha colpito l’Emilia il 20 e il 29 maggio, per i loro familiari e per tutti i senzatetto. La notte intanto è trascorsa senza scosse: l’ultima registrata dalla rete sismica dell’Ingv, di magnitudo 3.1 e a una profondità di 5,7 chilometri, è delle 22.18 di ieri, con epicentro nell’area di Finale Emilia.

Questa mattina il Dalai Lama è atterrato all’aeroporto Marconi di Bologna proveniente da Ginevra. Ad attenderlo una delegazione mirandolese e il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani. A Mirandola, con il sindaco Maino Benatti, ha visitato da posizione di sicurezza la chiesa di San Francesco e il campo allestito dalla Regione Friuli Venezia Giulia, che ospita 400 terremotati. Per diversi minuti dopo la visita alla zona rossa della città, il Dalai Lama ha salutato la folla che lo aveva atteso in fondo a piazza Costituente. Sotto un sole cocente, il leader spirituale buddista ha stretto mani e incoraggiato i presenti, soprattutto giovani. "Dovete essere determinati - ha commentato il Dalai Lama - solo questo vi aiuterà a costruire una nuova casa e a tornare a guardare al futuro". "Ho visto case e industrie distrutte arrivando qui. È un disastro. Ho pregato per voi da quando ho saputo del terremoto e mi trovavo a Udine", ha poi detto rivolgendosi agli sfollati del "campo Friuli". "Appena ho avuto l’occasione sono venuto qui. Vedendo questa distruzione - ha aggiunto il Dalai Lama - ho provato profondo dispiacere. In passato ho visitato altri posti dove ci sono stati disastri naturali e ho sempre convinto le persone a pensare al futuro".

Il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia Luca Ciriani, ha ufficializzato uno stanziamento di circa un milione come sostegno alla popolazione emiliana. Lo stesso Dalai Lama ha donato 50mila euro alla Croce Rossa Italiana dell’Emilia-Romagna per le operazioni di soccorso. Dopo la breve sosta nel Modenese, la massima guida spirituale tibetana è attesa a Matera, per una visita alla Città della Pace per i Bambini, un progetto di accoglienza voluto dal premio Nobel per la pace Betty Williams e finanziato dalla Regione Basilicata, quindi a Milano, dopo la figuraccia del sindaco Giuliano Pisapia sulla proposta di cittadinanza onoraria naufragata nell’aula consiliare.

Commenti

Profe

Dom, 24/06/2012 - 15:21

Il sindaco comunista Pisapia ha calato le brache di fronte all'arroganza della Cina, rifiutando al Dalai Lama la cittadinanza onoraria della città di Milano per vigliaccheria sua e della sua giunta! Quella stessa Cina che negli anni '50 ha sottomesso con la violenza delle armi il Tibet e ha imprigionato, torturato e ucciso milioni di tibetani inermi! ONORE ad un grandissimo uomo come il Dalai Lama che vive in esilio in India da quegli anni terribili e VERGOGNA per quell'omuncolo di Pisapia!!! Come emiliana mi sento profondamente onorata per la visita generosa e affettuosa di un uomo la cui statura morale e spirituale non ha eguali al mondo!

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 24/06/2012 - 15:27

E' stato accolto dal popolo molto meglio di NAPOLITANO !! Lui dona 50.000 euri , il papa 500.000... quasi quasi mi faccio monaco e abbraccio la sua fede !!

clamor

Dom, 24/06/2012 - 15:29

E’ impossibile non ammirare questo grande uomo, forte di spirito, coraggioso e di altissimo livello morale. L’impersonificazione della vera pace.

voce.nel.deserto

Dom, 24/06/2012 - 15:36

W Pisapia che lo pospone all'arroganza del potere cinese!Concordo con Profe anche se metto al primo posto un tedesco vestito di bianco.

arkangel72

Dom, 24/06/2012 - 16:46

@ Profe: da milanese concordo con te e sottoscrivo tutto! Auguri all'Emilia.

niklaus

Dom, 24/06/2012 - 18:35

#3 clamor : L’impersonificazione della vera pace? Si tratta di un colossale imbroglio in cui il Dalai Lama gioca oggi la sua parte. Un esempio: la setta buddista di Aum e' responsabile di assassini di massa a sfondo religioso; il suo capo Shoko Asahara, condannato a morte in Giappone, e' amico personale del Dalai Lama, che si e' sempre rifiutato di condannare i crimini della setta. Che l'Occidente si butti nelle braccia del Buddismo - e proprio nella piu' buia e perversa versione lamaista - rappresenta in Occidente la nemesi storica dell'ateismo.

gianni59

Dom, 24/06/2012 - 18:34

#1 Profe (813) "Il sindaco comunista Pisapia ha calato le brache di fronte all'arroganza della Cina.." purtroppo non è solo il sindaco Pisapia, ma tutto l'occidente...e per un semplice fatto, assolutamente non ideologico...il denaro.

eloi

Dom, 24/06/2012 - 19:05

Vasco Errani riceverà la scomunica da Pechino.

andrea24

Dom, 24/06/2012 - 22:17

Ma quale ideologia rappresenterà costui per essere così conclamato quasi a furor di popolo(una sorta di cinesizzazione ideologica),per non parlare degli "storici" apologeti dell'indipendentismo tibetano,slogan anch'esso,ma senza una minuzia di realismo e contestualizzazione avanzata.Bene la rinuncia alla cittadinanza onoraria da parte del Comune di Milano,il cui fattore positivo,sicuramente estrapolabile, è un colpo allo slogan e al marketing(che sia di tipo politico o ideologico, oppure entrambe le cose),che bene ha trovato spazio e terreno ideale nel nostro Occidente relativista ed in chiave assolutisticamente anti-cattolica.

Ritratto di fornacchia

fornacchia

Lun, 25/06/2012 - 09:05

"dovrete essere determinati, lavorare tanto, solo così riavrete la vostra casa" Ci voleva addirittura il Dalai Lama per dire tali ovvietà.

Valeriobio64

Lun, 25/06/2012 - 09:56

Dalai,ma chi preghi?Zavai lama, fate voi offerte ...

fossog

Mar, 26/06/2012 - 16:20

Se mai dovesi venire colpito da un terremoto nella zona in cui abito, non credo che sarei capace di sopportare oltre al danno, ai disagi, alla solita assenza dello stato, ANCHE la ipocrita istrionica presenza di tanti inutili che chiaccherano per show personale e vantaggio personale o di setta. Dal papa cattolico a quest'altro papa buddista, fino ai politicanti che portano chiacchere di facciata e mai fatti, CREDO CHE GLI TIREREI UNA FUCILATA. Meglio quindi per me e per loro che non mi capiti mai una simile tragedia doppia.