De Falco: "Io destituito. C'erano disapprovazioni di un mio superiore"

Il comandante della Capitaneria di Porto parla al Senato in merito al trasferimento subito: "Il nuovo incarico non ha alcuna valenza"

Il capitano Gregorio De Falco al porto dell'Isola del Giglio

"Dopo 20 anni di servizio, essere pagato per nulla non mi va". A parlare è il comandante Gregorio De Falco al Senato in merito alla decisione del Comando generale della Guardia Costiera di trasferirlo dal suo incarico. "La cosa non mi fa certo piacere - ha aggiunto De Falco -. In un incarico come quello che mi hanno dato non c'è alcuna responsabilità diretta". E afferma di essere stato "sottoposto ad una pressione mediatica enorme, alla quale ho sempre cercato di sottrarmi".

È amareggiato il comandante durante la sua audizione al Senato e racconta di non voler giudicare l'episodio anche se, dopo la vicenda della Costa Concordia, "ci sono state disapprovazioni da parte di un mio superiore". "Io non giudico ma osservo, - ha continuato De Falco -. E alla fine si verifica questo provvedimento". Raccontando di quella notte ha ricordato di come "fu un soccorso difficilissimo, mai affrontato prima e la Pubblica Amministrazione ha dimostrato di essere pronta ed efficiente". E poi attacca il suo trasferimento: "È il punto d'arrivo di un percorso che assume la connotazione di vessazione. Questo non è un avvicendamento, è una sostituzione con destituzione", perché questo nuovo incarico, ha detto, "non ha più alcuna valenza". Per quel che riguarda l'eventuale decisione di lasciare le Capitanerie, De Falco ammette che l'ipotesi "al momento è astratta ma può trovare concretezza nel momento in cui questo lavoro per me non dovesse avere più alcun significato".

Per il comandante delle Capitanerie di Porto, Felice Angrisano, quello di De Falco è "un avvicendamento ordinario e fisiologico" perché "gli incarichi non possono essere mantenuti sine-die e l'amministrazione non può accordare ad un singolo ciò che nega ad altri in pari condizioni". "Mi addolora - ha proseguito Angrisano - che il comandante De Falco è ricorso alla stampa e mai, mai, ha offerto le sue doglianze ai suoi superiori, pur consapevole dei doveri a cui il suo status di militare lo impegna".

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mer, 08/10/2014 - 17:19

Schettino for president..........De Falco al gabbio......mi ricorda tanto una cosa successa in Palestina 2000 anni fa....volete...o......

giovanni PERINCIOLO

Mer, 08/10/2014 - 17:28

Il nuovo incarico é anche troppo per lui! In un paese serio sarebbe stato semplicemente mandato fuori dalle palle!

onroda

Mer, 08/10/2014 - 17:31

Il Senato ascolta il Capitano DE FALCO,riflettiamo un momento.Se tutte le lamentele di tutti i Capitani che sono in Italia vengono sottoposte ai nostri Senatori allora è ben chiaro che questo Paese è destinato alla completa rovina.Oggi infatti il Senato dimostra la sua totale inutilità.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 08/10/2014 - 17:45

che cazzo sta succedendo all'Italia?

swiller

Mer, 08/10/2014 - 18:03

Magari il suo superiore e un genere di persona tipo schettino.

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 08/10/2014 - 18:13

De Falco, stia calmo, cazzo, non renda opaca la sua immagine e mi dia retta: Carnival farebbe un colpo mediatico ad averla come comandante di navi da crociera, non necessariamente sotto il nome Costa e se lei saprà giocarsela bene potrebbe fare carriera in quel settore. Il crocierismo turistico quest'anno è in calo, ma è un settore che ha risentito poco della crisi e si riprenderà bene nei prossimi anni, come prospettano gli analisti.

Iacobellig

Mer, 08/10/2014 - 18:14

De Falco farebbe bene a non lamentarsi. Se per vent'anni ha goduto di stipendio sicuro si può condiderare fortunato. Con l'intervento sul naufragio della concordia che il mondo ha sentito è saltata fuori la sua incompetenza professionale. Il comandante Schettino bene farebbe a pirtarlo in giufizio per le esternazioni e affermazioni che certamente non s'addicono ad un ufficiale!

killkoms

Mer, 08/10/2014 - 18:21

@onroda,se pensiamo alle interrogazioni al parlamento italiano ed europeo per juve-roma,vuol dir che ancora vale ciò che disse decenni fa churchill degli italiani!e cioè che andiamo alla guerra come ad una partita di calcio,e ad una partita di calcio come alla guerra!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 08/10/2014 - 18:46

poraccio.... due capitani che si accusano a vicenda, e sono entrambi di sinistra.... :-) lo specchio riflesso della situazione che avviene dentro il PD!!!!! :-)

Iacobellig

Mer, 08/10/2014 - 18:49

de falco può ritenersi fortunato se continua a lavorare e prendere lo stipendio. in un'azienda privata sarebbe già stato licenziato. la sia incompetenza professionale è venuta alla luce dopo vent'anni solo oerchè c'è stato il naufragio della concordia. le esternazioni e le affermazioni, da vero incompetente, rivolte al comandante Schettino non s'addicono certamente a un ufficiale. bene farebbe il com.te Schettino a citarlo in giudizio per l'attacco di de falco che tutto il mondo ha avuto sentire fino alla nausea grazie ai giornalisti. cosa pensa de falco che ha dato prova in quell'occasione della sua competenza professionale? non si puanga addisso, è solo fortunato a prendere ancora lo stipendio!

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mer, 08/10/2014 - 19:35

certo che schettino ha delle super protezioni. catecumeni? massoni?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 08/10/2014 - 19:50

Qui non si tratta di rivalutare un pusillanime come Schettino, si tratta di valutare il comportamenti che ebbe il De Falco. Se ancora oggi pensa d'esserci comportato bene, allora deve essere buttato fuori a calci dalla marina. Schettino ci ha diffamato e De Falco ha fatto pubblicità in tutto il pianeta. Sono un ambo secco sulla ruota dei poveretti.

MARCO 34

Mer, 08/10/2014 - 20:01

Dopo tanto tempo mi ripresento per fare alcune precisazioni: 1-Grosseto non ha una Capitaneria (in quella città non c'è il mare) 2 - Competente per il Giglio è L'Ufficio Circondariale marittimo di Porto Santo Stefano

celuk

Mer, 08/10/2014 - 20:12

de falco la pianti di fare la vittima! cazzo!

vince50_19

Mer, 08/10/2014 - 20:23

Comandante Angrisano, a parte quelli che non conoscono come vanno a finire certe faccende nel mondo delle stellette (che al contrario conosco e bene) e che dicono un sacco di amenità, non se ne esca con quella frase "Mi addolora che il comandante De Falco è ricorso alla stampa e mai, mai, ha offerto le sue doglianze ai suoi superiori, pur consapevole dei doveri a cui il suo status di militare lo impegna". Non intenerisce nessuno, guardi.. Allora bando alle ciance, lo mandi a giudizio e proponga una punizione adeguata se ha violato qualche regola dello status di militare che poi è quello che prevede, comprese le sue inutili e pubbliche doglianze! D'altro canto lei sa benissimo che se quelle doglianze fossero rimaste nel "tipico" riserbo militare, sarebbero state del tutto ignorate. Meglio un po' di "vociare" extra moenia, piuttosto che un lamento che sarebbe passato del tutto inosservato. Avanti così De Falco, rompa questa specie di silenzio fastidioso che nasconde chissà sicuramente qualcosa di odioso e pregiudizievole nei suoi confronti.

vince50_19

Mer, 08/10/2014 - 20:24

Comandante Angrisano, a parte quelli che non conoscono come vanno a finire certe faccende nel mondo delle stellette (che al contrario conosco e bene) e che dicono un sacco di amenità, non se ne esca con quella frase "Mi addolora che il comandante De Falco è ricorso alla stampa e mai, mai, ha offerto le sue doglianze ai suoi superiori, pur consapevole dei doveri a cui il suo status di militare lo impegna". Non intenerisce nessuno, guardi.. Allora bando alle ciance, lo mandi a giudizio e proponga una punizione adeguata se ha violato qualche regola dello status di militare che poi è quello che prevede, comprese le sue inutili e pubbliche doglianze! D'altro canto lei sa benissimo che se quelle doglianze fossero rimaste nel "tipico" riserbo militare, sarebbero state del tutto ignorate. Meglio un po' di "vociare" extra moenia, piuttosto che un lamento che sarebbe passato del tutto inosservato. Avanti così De Falco, rompa questa specie di silenzio fastidioso che nasconde qualcosa di odioso e pregiudizievole nei suoi confronti.

vince50_19

Mer, 08/10/2014 - 20:24

Comandante Angrisano, a parte quelli che non conoscono come vanno a finire certe faccende nel mondo delle stellette (che al contrario conosco e bene) e che dicono un sacco di amenità, non se ne esca con quella frase "Mi addolora che il comandante De Falco è ricorso alla stampa e mai, mai, ha offerto le sue doglianze ai suoi superiori, pur consapevole dei doveri a cui il suo status di militare lo impegna". Non intenerisce nessuno, guardi.. Allora bando alle ciance, lo mandi a giudizio e proponga una punizione adeguata se ha violato qualche regola dello status di militare che poi è quello che prevede, comprese le sue inutili e pubbliche doglianze! D'altro canto lei sa benissimo che se quelle doglianze fossero rimaste nel "tipico" riserbo militare, sarebbero state del tutto ignorate. Meglio un po' di "vociare" extra moenia, piuttosto che un lamento che sarebbe passato del tutto inosservato. Avanti così De Falco, rompa questa specie di silenzio fastidioso che nasconde qualcosa di odioso e pregiudizievole nei suoi confronti.

aaantonio5555

Mer, 08/10/2014 - 20:40

Signor De falco ,lei non è un eroe ha fatto il suo lavoro. Non si lamenti come un bambino ,ubbidisca e basta.

ulanbator10

Mer, 08/10/2014 - 20:41

E' incredibile. Leggere i commenti che mi precedono sembra che De Falco sia un delinquente e Schettino, seppur non nominato piu' di tanto, un diffamato. Ma siete tutti pazzi o direttamente coinvolti negli interessi di Schettino e contro quelli di De Falco. Tenete presente che quel bifolco di Schettino ha nascosto la verita' a De Falco fino all'inclinazione della nave di 30 gradi. Militari della mi....., che cavolo poteva fare De Falco. Prendetevela con quell'infame di Schettino che è senz'altro il maggior responsabile dei morti del naufragio.

marcomasiero

Mer, 08/10/2014 - 21:10

@swiller il superiore di DeFalco è un uomo con così tante palle che messi insieme tu e gli altri che scrivono per sentito dire non ne fate una mezza ... DeFalco sei patetico !!! non sai indossare un' uniforme e del resto da Nomina Diretta quale sei, ovvero semplice laureato in legge che ha vinto un concorso passando per l' Accademia Navale sentendone solo l' odore, (forse), non hai la benchè minima idea di cosa sia l' etica militare e soprattutto lo SPIRITO di CORPO altrimenti noto come CAMERATISMO, per il quale te ne saresti rimasto zitto !!! sei solo attento alla tua carrieruncola e alle tue soddisfazioni personali. inoltre saprai benissimo come alcuni di noi sanno, che le operazioni di quella notte sono state cooordinate da altri Ufficiali Superiori che anche se hanno preso l' encomio solenne sono rimasti doverosamente in silenzio. Il fatto è che ben presto credo "salirai" o "scenderai" in politica e la cosa puzza lontano mille miglia come qualche decennio fa fece tale Falco Accame che andò a servire poi i "rossi" ... che pena !

Ritratto di pediculus

pediculus

Mer, 08/10/2014 - 21:43

Ah, no, caro comandante De Falco, che mi fa ? Adesso bisogna sbatterla fuori ! Si pensava fosse una perdona valida ma alla fine l'"affare Concodia" ha messo in evidenza le sue scarse doti di marinaio con le stellette e di Ufficiale. Fuori dal c...o !

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/10/2014 - 22:20

Mi verrebbe da usare la stessa frase usata da De Falco con Schettino: "Obbedisca, cazzo!". La differenza è che Schettino non era agli ordini di De Falco mentre De Falco, come militare è agli ordini dei suoi superiori. Non solo è ricorso ala Stampa, denigrando gli ordini dei suoi superiori ma adesso è addirittura finito al Senato! Se tutti i subordinati dell'esercito dovessero agire nella stessa maniera di De Falco si aprirebbe un contenzioso sia sulla Stampa che in Istituzioni tipo Senato da mettersi le mani nei capelli! E' ovvio che la sua assegnazione era a tempo determinato, molti altri militari hanno avuto l'avvicendamento in tempi più brevi e addirittura con destinazioni lontane, perché mai De Falco dovrebbe essere speciale? Per la sua aurea di successo per un comportamento telefonico che definire osceno è dire cosa da poco? Il sospetto che abbia usato la voce grossa con il povero Schettino, nei guai già di suo dopo aver fatto il meglio che poteva, per coprire le sue responsabilità e quelle della capitaneria di porto nel non aver impedito inchini vari, mentre si attaccavano a multare pattini, scooter d'acqua e motoscafi per la stessa cosa. I Carabinieri, informati da un passeggero, l'hanno informato del naufragio mentre lui si trovava a Prato e i suoi uomini di Livorno stavano giocando a scopa, mentre sarebbero dovuti essere i primi in assoluto non solo a sapere la cosa ma addirittura a impedire l'inchino della nave, visto che con gli apparati tecnologici odierni potevano seguire tranquillamente le rotte di tutte le grosse navi, oltre che di quelle piccole. E' come se all'aeroporto di Malpensa o a quello di Fiumicino la Torre di controllo venisse avvisata dai carabinieri che un aereo che gironzolava nella loro area di controllo fosse caduto vicino a loro senza che loro nemmeno se ne fossero accorti! Con la famosa telefonata famosa ha scaricato tutte le responsabilità sulle spalle di Schettino, facendo fare alla capitaneria di Livorno addirittura la figura da eroi, roba da matti! Francamente preferisco mille volte un Comandante come Schettino a guidare una nave, con la calma olimpica dimostrata in tute le fasi della crisi, che un fuori di testa come De Falco. Nelle situazioni d'emergenza serve il sangue freddo e il raziocinio e non la collera e lo scarica barile. In quanto alle responsabilità su Schettino molti ignorano che la colpa fu del timoniere indonesiano, un islamico, sparito dalla circolazione, che per ben 13 secondi decisivi fece tutt'altro, rispetto a quello che ordinava Schettino. E' stata fatta una prova scientifica su quanto trovato sulla scatola nera della nave ed ecco com'è accaduto e come sarebbe stato, con una ricostruzione scientifica fatta con i dati della scatola nera, se il timoniere avesse obbedito: http://www.concordiaveritas.org/spezzone-video-intervista-codacons/

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mer, 08/10/2014 - 22:46

giovanni PERINCIOLO ma scherzi o fai sul serio ??? ma per caso ti sei fumato la me rd a che ti esce dalla testa ? se fossimo in un paese serio tu saresti rinchiuso in un manicomio ......ma roba da matti boh boh

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mer, 08/10/2014 - 22:51

legendo i commento ora ho capito perché l'Italia va a pu ta ne......la colpa non è solo dei politici ma anche di certa gentaglia con la paglia in testa al posto del cervello

GimmeSong

Gio, 09/10/2014 - 01:31

Se ha sbagliato l'opinione pubblica gradirebbe una spiegazione come perchè si costruisce una torre di controllo in zona collisione navale

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 09/10/2014 - 01:36

In Italia quando uno dimostra di valere qualcosa e di fare il proprio dovere nel migliore dei modi SUSCITA IMMANCABILMENTE LE INVIDIE DI CHI VALE MENO DI LUI E SA DI ESSERGLI INFERIORE.

Marcolux

Gio, 09/10/2014 - 02:56

Caro De Falco, non bisogna pestare i piedi alla camorra. Tu l'hai fatto e questo è il risultato. Lo Stato non esiste più da parecchio tempo. L'Italia è un Paese ormai perduto.

michaelsanthers

Gio, 09/10/2014 - 05:23

leggendo i commenti m'è venuta la depressione,questo paese premia l'ignavia e offende l'onestà dei pochi...amen

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 09/10/2014 - 07:33

Il superiore di De Falco è probabilmente un fan di Schettino e quindi ha voluto salvare il suo eroe. Comunque la Carnival ha affidato il timone ad un malese che confondeva la destra con la sinistra e non parlava l'italiano e quindi doveva capire l'inglese partenopeo di Schettino.Adesso c'è pure il boom delle crociere!!!! Cose da pazzi!!!!

EstremaRiluttanza

Gio, 09/10/2014 - 07:36

De Falco non frigni, rammenti che indossa delle stellette e tenti di comportarsi di conseguenza. I suoi alti lai, le sue geremiadi, sono indegni di un Ufficiale.

cicero08

Gio, 09/10/2014 - 08:08

De Falco destituito per aver fatto al meglio il proprio dovere. Tavecchio incollato alla poltrona dopo aver procurato onta e disonore al calcio nazionale. Questo è il Bel Paese!

maesto

Gio, 09/10/2014 - 08:26

Ora de Falco non solo è presuntuoso, ma anche offensivo nei confronti di tutti i colleghi che destinati ai molteplici compiti non operativi "sono pagati per non fare nulla". Grazie de Falco da parte di un ex collega che nei 40 anni di servizio ne ha fatti solo 20 (non tutti insieme, ma a periodi alterni) operativi e che è stato senza far niente per gli altri venti. E poi quella sera in quanti erano in sala operativa asciutti ed al caldo? gli altri erano lì per scusa? Non è che il nostro Comandante sia sotto sotto parente di de Magistris?

LOUITALY

Gio, 09/10/2014 - 08:37

La Marina Militare tradisce i suoi uomini! Patria ed Onore del ex ministro Di Paola: non aver mosso un dito, non aver proferito parola ed aver avvallato il rimpatrio dei due Marò rapiti in India! Meglio smantellare la Marina piuttosto che vedere questo scempio vergognoso.

mariolino50

Gio, 09/10/2014 - 08:55

IO per un pò ho fatto il sottofficiale in marina, e quando arriva l'ordine di trasferimento prendi e vai zitto zitto, perchè funziona così, specialmente gli ufficiali non stanno mai più di due tre anni nel solito posto. Questo qui poi non era nemmeno un "vero" ufficiale, non ha fatto l'accademia navale, usi a obbedir tacendo è il motto che seguono tutti i militari, altrimenti che cambino mestiere, come ho letto se poi costui è avvocato vorrei sapere che conosce di navigazione, come me che ero infermiere.

Angel59

Gio, 09/10/2014 - 09:00

Costui è stato proclamato eroe nazionale per i fatti sciagurati della nave naufragata all'isola del giglio. Vorrei solo comprendere in cosa consiste il suo eroismo,forse nell'aver detto una parolaccia a quel codardo di comandante? Mi pare che quella notte De Falco abbia assolto più o meno bene il suo dovere per il quale è retribuito adeguatamente ma quali gesta eroiche abbia compiuto quella tragica notte proprio non riesco a capire! Di certo ho capito che fra non molto avremo un altro soggetto che andrà a saziarsi a nostre spese nella opulenta greppia della politica in parlamento. Italia sei proprio incorreggibile e ingovernabile....giovani o vi decidete a fare una seria rivoluzione oppure scappate via da questa nazione di barbari!!

CamilloP.

Gio, 09/10/2014 - 09:05

@r.peddis: Perinciolo ha passato la vita in mare come comandante prima e come dirigente di una primaria compagnia di navigazione. Lui sa di cosa parla, non commenta per sentito dire, lei può dire altrettanto? Si informi presso i marittimi invece che dai giornalisti e scoprirà che il suo eroe è considerato professionalmente un incapace. Il che non significa approvare l'operato di quel deficiente di Schettino.

madboy

Gio, 09/10/2014 - 09:07

defalco un pagliaccio, che ha organizzato unteatrino per salvarsi il culo. benissimo hanno fatto a rimuoverlo.ove mai non avesse organizzato quella tarantella, il medesimo è privo dell'attitudine al comando, non con quei toni si fanno eseguire ordini a sottoposti che teoricamente rischiano la vita. il soldato con un buon comandante muore felice per una causa che probabilmente neanche conosce! schettino è un altra storia.

francesco de gaetano

Gio, 09/10/2014 - 09:26

Quello che gli contesto al comandante De Falco perchè non ha impedito alle navi di crociera di avvicinarsi alla costa per effettuare l'inchino alla cittadinanza dell'isola del Giglio.Trattandosi di un integerrimo militare della Marina Italiana doveva opporsi a questa rappresentazione sapendo il comandante del pericolo che poteva verificarsi e che puntualmente si è verificata. Perchè non ha alzato la voce verso la classe politica locale che gradiva l'inchino.Con il naufragio della Costa Concordia è fallito il comandante Schettino ed è fallito anch'egli per non aver saputo dirigere la Capitaneria di Porto dell'isola del Giglio.Un consiglio ! Si goda la pensione.

capitanuncino

Gio, 09/10/2014 - 09:26

Gli avvicendamenti ogni due anni circa sono normali. Può anche capitare che un incarico non piaccia all'interessato, ma non sta all'interessato scegliere. La notorietà,dovuta al caso "Concordia", non credo debba dare particolari privilegi,anche il fatto di aver fatto il proprio dovere non costituisce eroica eccezione, ma normalità (almeno dovrebbe essere così). Quindi il Comandante, da buon militare, dovrebbe soltanto "Obbedir tacendo".

onurb

Gio, 09/10/2014 - 09:34

De Falco con la sceneggiata orchestrata per il cambio di incarico sta perdendo tutta la stima e la considerazione che gli avevo dato dopo aver ascoltato la telefonata fatta a Schettino. Sono stato militare anch'io per 31 anni e mi sarebbe piaciuto rimanere sempre al reparto operativo a scorrazzare per i cieli con l'aeroplano. Ma, purtroppo, la carriera militare è fatta di tanti cambi di incarico e di trasferimenti. Finché la cosa non mi ha creato difficoltà né disagio sono rimasto in Aeronautica, quando ne ho avuto le scatole piene me ne sono andato a fare un lavoro autonomo. Non ho chiamato giornalisti per denunciare soprusi inesistenti, non ho rotto le palle al parlamento per raccontare storie inconsistenti: semplicemente ho compilato la richiesta di congedo e me ne sono andato. Questo, invece, si crede un indispensabile, una specie di divinità intoccabile. De Falco, fa' come tutti i bravi militari: mettiti sull'attenti e obbedisci all'ordine.

linoalo1

Gio, 09/10/2014 - 09:42

Nessuno ha ancora denunciato le colpe della Capitaneria di Porto,Di Falco per primo!Noi,cittadini di Terraferma,siamo continuamente controllati da diversi Corpi di Polizia che,se sgarriamo,ci multano od arrestano!In mare,questo compito è affidato,maggiormente,alla Capitaneria di Porto!Questa,dovrebbe controllare e,se del caso,perseguire!Perchè io,con una barchetta a motore,al mare,se oltrepasso le apposite boe,dove ci sono,vengo subito fermato dalla Capitaneria di Porto e,come minimo,multato salatamente?Perchè,la Capitaneria di Porto,fino a prima di questo disastro,ha sempre permesso il famoso Inchino a diverse Navi?La colpa è solo di Schettino o c'è anche un Concorso di Colpa della Capitaneria di Porto,Di falco compreso?La Logica farebbe pensare più ad un Concorso di Colpa!Non è forse, che Di Falco venga spostato appunto per evitare che un rompiballe come me,metta il dito nella piaga?Il Rododentro!

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 09/10/2014 - 16:16

CamilloP.la devo chiamare avvocato visto che parla a nome di Perinciolo ??' non bisogna passare una vita in mare per capire certe cose ....sa molte volte il sale corrode il cervello . mi sa spiegare come mai solo ora De falco è un incapace e non è stato rimosso prima dal suo incarico???' cosa ancor più grave se fosse come dice lei perché un incarico di tale responsabilità è stato affidato ad un incapace ???