Delfino trovato morto sugli scogli a Ostia

È meglio non toccarli per evitare il rischio di epidemia, come sottolineato dalla onlus Oceanomare Delphis

Dopo i tre delfini trovati morti una settimana fa a Viareggio e in Versilia, oggi un altro esemplare ha perso la vita a Ostia ed è stato rinvenuto su una scogliera tra il porto e Fiumara Grande. La notizia è stata riportata da Il Messaggero.

La onlus Oceanomare Delphis, che dal 2011 cura il progetto dei Delfini Capitolini, ha sottolineato l’importanza di non toccare l’animale e nemmeno di avvicinarsi perché c’è il rischio di epidemia. A questo proposito gli istituti zooprofilattici di Lazio Toscana si metteranno al lavoro per comprendere quale sia stata la causa della morte del mammifero. La onlus ha fatto sapere che uno dei fattori principali del decesso potrebbe essere il morbillivirus, così come è stato per i delfini morti in Toscana. La segnalazione del cetaceo morto a Ostia è arrivata da un cittadino e il timore di Oceanomare Delphis è che possa essere uno dei Delfini Capitolini, che sono parte del progetto di monitoraggio dei cetacei del litorale romano tra Fiumicino, Ostia e Torvaianica.

Come detto, una settimana ne erano morti due a Viareggio e uno in Versilia, facendo salire a 40 il numero di mammiferi deceduti dall’inizio dell’anno. Era stato il morbillivirus ad averli uccisi come dimostrato dalle analisi del dipartimento di scienze fisiche terra e ambiente dell'Università di Siena e dell'Istituto zooprofilattico sperimentale. I tecnici avevano anticipato l’avvio di nuove indagini per verificare eventuali legami tra il virus in corso e le epidemie che si erano riscontrate nel 2013 e nel 2016. Inoltre, le analisi hanno rilevato dei livelli elevati di policlorobifenili organoclorurati utilizzati come insetticidi. Questo fattore potrebbe aver abbattuto le difese immunitarie dei cetacei rendendoli facilmente attaccabili dal virus.