La denuncia azzurra: "Compravendita in atto Verdiniani indecenti"

Gasparri e Minzolini all'attacco, appelli al Colle e a Grasso Minacce di esposti in procura: "Questi tengono famiglia"

Un'emorragia sospetta quella dal centrodestra al movimento di Denis Verdini. Dopo l'addio di Francesco Amoruso e Domenico Auricchio di Forza Italia, traslocano tre fittiani che avevano accusato Silvio Berlusconi di essere troppo morbido con Matteo Renzi e ora finiscono tra le braccia dell'ex coordinatore azzurro alleato del premier: i senatori Saverio Romano e Pino Galati, il deputato Peppe Ruvolo. Alla Camera nasce la componente Ala dentro al gruppo Misto, perché in tutto sono 7 i deputati verdiniani che ufficializzano l'addio a Fi: oltre a Romano e Galati, D'Alessandro, Abrignani, Faenzi, Parisi e Mottola. Tutti spiegano la scelta in politichese, con nobili parole, ma per gli azzurri si muovono solo per interesse, per rancore o per «tengo famiglia». Parlano senza mezzi termini di «compravendita», «campagna acquisti indecente», uno «schifo», i capigruppo Paolo Romani e Renato Brunetta, che si appellano al Quirinale, al presidente del Senato Pietro Grasso e alla magistratura. Le accuse pesanti ai transfughi vengono ripetute in Aula, con aggiunta di particolari, da Maurizio Gasparri e Augusto Minzolini.

Bruciano soprattutto quelle contro Amoruso. Uno che viene da lunga militanza di destra, ha sei legislature alle spalle, ha collaborato con Pino Tatarella, era definito un «gasparriano» e ora raccoglie insulti sul web. Brucia come uno schiaffo l'accusa di «comportamento miserevole», che proprio Gasparri gli lancia in Aula, gridandogli di vergognarsi: «Vorrei che restasse agli atti degli Senato e mi assumo la responsabilità di quello che dico, che il suo passaggio, come quello di altri, non è dovuto a sofferenze culturali. Ad Amoruso del Patto del Nazareno, a cui ha dedicato una nobile dichiarazione, non gliene è mai fregato niente: gli interessavano le consulenze per i familiari, probabilmente».

Anche Minzolini, nel suo intervento, ci va giù pesante. Denuncia l'aria «pestifera» che si respira «nei corridoi del palazzo», dove si «parla di presidenze di commissione o di rimpasti di governo». Cita il portavoce dei verdiniani Vincenzo D'Anna, dicendo che «le riforme non si votano per interesse personale» e poi Amoruso, Eva Longo. Aggiunge: «Non si può votare una riforma costituzionale perché “tengo famiglia”, caro Auricchio, né si può votarla per amicizia o, caro Bondi, per rancore».

Nel pieno del dibattito sulle riforme il clima s'infiamma e i verdiniani contrattaccano, sfidano gli azzurri ad «andare in procura», chiedono le dimissioni di Gasparri da vicepresidente del Senato, preannunciano una mozione di sfiducia. Si appellano a Grasso perché non consenta «gratuite accuse di mercimonio e altre ingiurie nei confronti dei colleghi».

Ma il vaso di Pandora è scoperchiato e quel che non si dice in Aula, si racconta nei corridoi. C'è chi ricorda la frase ammiccante di Auricchio in Transatlantico, quando già si parlava di un suo cambio: «Io sono un commerciante». Chi parla apertamente del «piatto di lenticchie» offertogli, con un posto di lavoro per il figlio. Di Amoruso, si dice tra gli azzurri che al timore di non essere ricandidato e di trovarsi a fine corsa si aggiungerebbero problemi coniugali che lo avrebbero spinto a «tradire». Dentro all'Aula, intanto, sono strilla e urla tra il leghista Stefano Candiani che attacca per la «compravendita di senatori» e D'Anna. Il M5S parla di «suk indecente» e chiede a Grasso di «andare fino in fondo a questa storia e di non chiudere gli occhi davanti a questo ignobile mercato delle vacche».

Commenti

glasnost

Gio, 24/09/2015 - 08:37

Ma il pugnace woodcock, 1)è distratto o dorme? 2)è andato in pensione? 3)opera solo contro Berlusconi?

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 24/09/2015 - 08:48

Con tutti i politicanti che si è comprato il suo partito il Gasparri potrebbe avere il pudore di starsene zitto.

giovauriem

Gio, 24/09/2015 - 08:52

caro Gasparri , la campagna acquisti la possono fare tutti , escluso Berlusconi , mentre al contrario(per ristabilire la democrazia dei giudici rossi)la legge severino viene applicata solo a Berlusconi, tutti gli altri non ne possono usufruire ,come vedi in italia esistono i contrappesi democratici .

castagna

Gio, 24/09/2015 - 09:08

Mi sembra di essere nel campionato di calcio italiano. Almeno in quel c'e' una data per compravendite. Poveri esseri ignobili attaccati cosi alle poltrone dabuttare via la loro dignita' personale e politica (se mai ne hanno)intutto questo lamagistratura chiudera' gli occhi . Mica vanno dal berlusca. Ecco un motivo in piu' xche' non andro' mai piu' a votare. Gia' lo faccio da anni. Gente noi non contiamo meno di niente, quindi perxhe' sprecare qualche ora . Lo dedico alla famiglia

vinvince

Gio, 24/09/2015 - 09:31

Bla bla bla !!! È sempre successo è sempre succederà. Se volessero davvero arrestare questo schifo di mercato avrebbero già fatto leggi per impedire i travasi. Non vi pare ?

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 24/09/2015 - 09:36

La verità sta venendo a galla giorno dopo giorno la maggior parte dei nostri parlamentari se ne fottono altamente di chi li ha eleletti e del partito che li ha presentati prendono e arraffano quello che possono come dei ratti nella cambusa. Così tra abusivi che governano e banderuole al vento che li assecondano l'Italia, con i milioni di problemi che ha sta affondando insieme all'Europa! Italiani svegliatevi alle prossime elezioni!

montenotte

Gio, 24/09/2015 - 09:45

Oltre ad essere infami e traditori del mandato che hanno ricevuto, devono provare a vivere con 1600€ di pensione al mese e questo vale a tutti i livelli di centrodestra o centrosinistra. Questi hanno capito che almeno fino al 2018 avranno lo stipendio garantito e allora si adeguano prima di scomparire. Esempi c'è ne sono stati.

i-taglianibravagente

Gio, 24/09/2015 - 09:46

Verdini e D'anna sembrano il gatto e la volpe nel Pinocchio di monicelli.....2 straccioni vagabondi erranti al freddo e al gelo in cerca di vittime per il mangiafuoco renzi. tristi figuri ...tutti.

vince50_19

Gio, 24/09/2015 - 09:47

Gasparri questo è un argomento double face, inutile parlarne più di tanto finché costituzionalmente esisterà il NON vincolo di mandato. A sx fanno gli strabici ma si sa che, ad es. nel 1998 ben VENTISETTE leghisti (costolette delle sinistra? .. ahahahaha.. ) fuoriusciti - dietro chissà quali mirabolanti promesse, fecero nascere il primo governo D'Alema. Allora nessuno gridò allo scandalo e non vi fu alcuna inchiesta giudiziaria. Quasi viene da pensare che le migrazioni politiche da dx a sx sono ok, il contrario no..

i-taglianibravagente

Gio, 24/09/2015 - 09:49

Vincolo di mandato subito! altro che palle...tutte le volte ci tocca assistere a transumanze di bestiame avariato da sx a dx e viceversa...non e' DEMOCRAZIA.

cangurino

Gio, 24/09/2015 - 09:49

@castagna: non andare a votare? OK, ma poi non ci si può lamentare di quello che succede. Ci sono partiti dove questo mercimonio è meno significativo. Non ci fosse la lega, voterei forza nuova, comunque un partito di autentica opposizione, per dare un segnale ai politici di professione. Invece il pd, con quello che sta combinando, prende 1/3 dei voti abbondanti. Grazie anche al grande astensionismo degli elettori di CDX.

montenotte

Gio, 24/09/2015 - 09:53

Castagna hai ragione. Quasi,quasi ci sto pensando anch'io, ma è quello che vogliono i sinistrati perchè con un'astensione del 50% loro con poco più del 30% governeranno per almeno vent'anni. Non sono stupidi hanno calcolato che lo "zoccolo duro" li voterà sempre e comunque.

procto

Gio, 24/09/2015 - 09:59

Caos centrodestra, solo macerie e presto prevedo picchiata sotto il 10% nei sondaggi. Certo che anche con chi rimane (tipo Gasparri) è dura pensare a un futuro radioso per FI

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 24/09/2015 - 10:15

La cosa che dovrebbe preoccupare di più Minzolini, Gasparri e F.I. é che dall'inizio della legislatura hanno perso al senato quasi il 50% dei senatori, qualsiasi sia il motivo (attacati alla poltrone il più probabile) andando avanti di questo passo quando si arriverà alle elezioni nel 2018 rimarrano Romani, Bernin, Gasparri, Minzolini. Io se fossi Romani (e Berlusconi essendo il capo sfortunatament intoccabile di F.I.) sarei preoccupato. Qualcosa sicuramente non funziona più in F.I se molti senatori, pur sapendo che la loro carriera politica é alla fine, si allontanano da Berlusconi.

carvan1234

Gio, 24/09/2015 - 10:20

Certo che da quando Berlusconi sembra voler seguire la linea Brunetta, una occasione che sia una, per passare per poco svegli (e sono molto, ma molto, limitativo) non la perdiamo. Si stanno facendo le riforme per cui ci si è sempre battuti e, non solo perdiamo l'occasione per poter fare valere il fatto di aver contribuito a farle, anche, magari e soprattutto contro la sinistra estrema, ma ci siamo praticamente associati con essa. Risultato FI in frantumi, le riforme, fortunatamente si faranno, ma noi ancora una volta saremo passati per gli "intelligenti" de villaggio.

egi

Gio, 24/09/2015 - 10:20

Ubidoc-- Se non vuole fare la figura di m...a ci può dire chi sono??? prima di scrivere si dovrebbe usare il cervello.

Rossana Rossi

Gio, 24/09/2015 - 10:28

Caro ubidoc tu dimentichi un particolare. Berlusconi è stato condannato per il presunto mercato delle 'vacche', voi capre rosse del pd cosa ne dite? Pensate di essere condannati anche voi oppure potete mercanteggiare come meglio vi pare tanto siete protetti dal partito e dai magistrati?........non è certo Gasparri che si deve vergognare.......fate sempre le vergini ignare ma siete più sporchi degli altri.......

Duka

Gio, 24/09/2015 - 10:52

INDECENTE, SCHIFOSO MERCATO DELLE VACCHE- Ora stiamo a vedere se ABBIAMO DAVVERO UN NUOVO PRESIDENTE-

bruna.amorosi

Gio, 24/09/2015 - 10:53

quante storie mica al governo cè Berlusconi capite perchè oggi i miei attacchi alla magistratura ? sono loro che si svergognano da soli fanno della Costituzione carta straccia purchè sia x loro tornaconto . quì dovebbero mettere in galera anche i portieri dei tribunali .

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 24/09/2015 - 10:54

Il caravanserraglio parlamentare bisognerebbe fosse investito da un ciclone e spazzato via definitivamente con tutti gli indecenti personaggi che lo frequenta. Il popolo sovrano lo è solo sulla carta costituzionale, come dire carta da macero.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 24/09/2015 - 10:54

Voi di Forza Italia fate appelli a Mattarella e Grasso e minacciate, a quanto sembra solo minacciate, denunce alle procure? E anche se fosse? Chi vi ascolterà? Chi vi darà soddisfazione? Chi se ne impiperà di voi? E poi, mica fate parte del club "Sinistra". Non avverrà nulla di come è avvenuto invece per i finti reati, creati ad arte e ad iniziativa d'ufficio, di Berlusconi, perseguitato (ma ancora lo è) per più di vent'anni ed ultimamente processato anche per acquisto di senatori, pensa un po', quando, a non voler andare troppo indietro, da almeno il 2011 fin ancora ad oggi in parlamento sta accadendo questo ed altro da parte avversa e nessuna procura interviene d'uffico; di come è avvenuto per Bossi ultimamente e per altri ancora di centrodestra. ... (1 - continua)

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 24/09/2015 - 11:01

Quando la stampa scrisse che Berlusconi cercava di conquistare voti dell'opposizione in Parlamento, la procura di Roma aprì subito un'inchiesta, basandosi solo sulle indiscrezioni di stampa. Se però la compravendita la fa la sinistra, la chiama con un altro nome in inglese e la procura (forse non conoscono l'inglese), stranamente, non interviene. Ora Gasparri "minaccia esposti in procura". Ma cosa minaccia, quelli si muovono solo in un verso. E poi, Gasparri, cosa vuol minacciare? Avete consentito il golpe di Napolitano senza fiatare, anzi sostenendo il suo governo Monti non votato dal popolo. Ha ripetuto il trucchetto con Renzi, e voi niente, anzi fate l'accordo del Nazareno e tenete in piedi il ciarlatano toscano che nessuno ha votato. Allora, cosa vuole minacciare? Ma piantatela, buffoni.

Giorgio Mandozzi

Gio, 24/09/2015 - 11:17

Con rammarico, debbo ammettere che ha ragione Renzi sull'inutilità del parlamento, camera e senato, visto quello che succede. Intanto, vista la situazione, non capisco perché non si faccia un'unica camera di soli 50/100 componenti. Farebbero molto prima a mettersi d'accordo! Il nostro voto sarà sempre più inutile se non viene istituito il vincolo di mandato. Senza questo è inutile andare a votare. Serve solo a dare un vitalizio a questi ladri e nullafacenti!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 24/09/2015 - 11:18

E un po' di autocritica per i criteri con cui sono stati selezionati , a suo tempo, questi individui...no, eh?

19gig50

Gio, 24/09/2015 - 11:24

Ai sinistri e ai loro complici è permesso tutto? Il Presidente della Repubblica, garante delle istituzioni che dice… o continua il suo silenzio?

obiettivo75

Gio, 24/09/2015 - 11:27

per alleviare (ma non risolvere del tutto) i voltagabbanismi occorrerebbe: 1) fine del vitalizio - molti sono lì solo per far passare la legislatura, costi quel che costi; 2) vincolo di mandato - rompi con il partito che ti ha eletto ? ok sei costretto alle dimissioni dal parlamento. ma figuriamoci se faranno mai riforme di tal genere. ricordiamoci che San Mangione nacque prima di Cristo.

cameo44

Gio, 24/09/2015 - 11:41

Ancora una prova che la vera riforma da fare senza perdere tempo è quel la di vietare il cambio di casacca in corso d'opera gli acquisti ci so sono sempre stati e sempre ci saranno con una differenza se a farli è il centrodestra interviene la magistratura se lo fa il centrosinistra è lecito e morale motivo per cui la magistratura tace o è assente

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 24/09/2015 - 11:44

Egregio carvan1234, a queste "riforme" crede solo lei. Probabilmente neppure lo stesso Renzi è cosí straconvinto della sua bontá...

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 24/09/2015 - 11:48

Chi la fa l'aspetti. Vi ricordate di Razzi e Scilipoti ?

i-taglianibravagente

Gio, 24/09/2015 - 11:52

Speriamo che qualcuno proponga presto, almeno di fare il referendum per poter avere alla fine il VINCOLO DI MANDATO....sappiamo bene che i referendum in italia non servono ad un merita cippa e poi comunque i parlamentari fanno sempre quello che vogliono, ma almeno con la scusa del referendum cominceremmo a parlarne "SERIAMENTE".

Palladino

Gio, 24/09/2015 - 12:04

che massa di ipocriti,banderuole vuote e senza un minimo di dignità.Che schifezza di individui.Povera Italia.

Atlantico

Gio, 24/09/2015 - 12:05

Non servono le minacce di presentare un esposto, servono gli esposti, firmati e depositati. Ovviamente se si ha qualcosa di più di voci e chiacchiere. Se no diventa un boomerang. Certo, a meno che non spunti un senatore che dica di essere stato pagato, ne documenti i correlati movimenti bancari e ne assuma le conseguenze penali. Come fece De Gregorio, per esempio. Aspetto con ( nessunissima ) fiducia. Ma sono invece certo che si tratta solo di latrati.

Giorgio1952

Gio, 24/09/2015 - 12:06

Per impedire "il suk indecente" o "mercato delle vacche" che dir si voglia, basterebbe introdurre nel regolamento la clausolina chi non è più d'accordo con il partito in cui è stato eletto, si dimette ed al suo posto entra il primo dei non eletti. Ma non lo faranno mai!!

antipifferaio

Gio, 24/09/2015 - 12:13

Ma adesso vorrei capire cosa diranno i giuduci al preocesso di Berlusconi per l'acquisto di senatori e vari nella scorsa legislatura... E' molto probabile che il processo venga archiviato visto che paradossalmente si sta ripetendo lo stesso REATO sotto il loro naso. In caso contrario ne vedremo delle belle...povero ballista, ormai non ne azzeca più una!

maurizio50

Gio, 24/09/2015 - 12:28

Sarà un caso ma tutti questi cambiacasacca sono dell'Italia del Sud!!Pura coincidenza????

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 24/09/2015 - 12:38

@antipifferaio, Lei non comprende un concetto elementare: una cosa è cambiare partito in conseguenza di patti corruttivi (per es. denaro, com'è successo con De Gregorio), sanzionabili ai sensi del codice penale, altra cosa è cambiare partito per convincimento politico. Nel secondo caso il parlamentare può sempre invocare l'art. 67 della Costituzione, secondo il quale il parlamentare rappresenta la Nazione (e non il partito) ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato. Quello che sta succedendo adesso non sarà moralmente rispettoso delle aspettative degli elettori, ma è già successo innumerevoli volte, e non è perseguibile penalmente. Non vedo poi come il giudice possa archiviare il processo di Berlusconi sulla base di questi ultimi cambi di casacca, non c'è alcun nesso fra tali eventi.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 24/09/2015 - 12:43

@ egi. Non chieda a me quel che tutti sanno salvo lei. Illumini momentaneamente la sua ignoranza chiedendo informazioni ad un certo De Gregorio.Mi sembra sia in galera. Chieda a lui.O ai giudici che hanno condannato Berlusconi a tre anni per il "mercato delle vacche"o compravendita di senatori. Non lo chieda a Scilipoti o Razzi che non le direbbero nulla per timidezza.

carvan1234

Gio, 24/09/2015 - 12:46

X mvasconi. Se per lei non sono riforme il fatto di sapere la sera stessa delle elezioni chi governerà il Paese senza intoppi, per la legislatura successiva, e l'eliminazione di quel bicameralismo perfetto che ci ha fatto perdere anni e ridicolizzato difronte al mondo, mi dica cosa intende lei per riforme.

bruna.amorosi

Gio, 24/09/2015 - 13:01

MARINO BIROCCO ma voi kompagni dite di essere onesti allora come la mettiamo ? chi vi da il diritto di criticare gli altri se siete uguali??

pietrom

Gio, 24/09/2015 - 13:47

Art. 67 della Costituzione: "... il parlamentare rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato." - Quindi nella Costituzione (la più bella del mondo!) c'e' scritto che gli eletti possono tranquillamente tradire gli elettori. E poiché per cambiare la Costituzione ci vuole una larghissima maggioranza, questa non cambierà mai. Ergo, urge una RIVOLUZIONE!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 24/09/2015 - 14:29

@pietrom, ma di quale rivoluzione parla? Il divieto del vincolo di mandato è tipico di tutte le Costituzioni degli Stati moderni, con pochissime eccezioni (Portogallo, Panama, Bangladesh e India). Anche l'UE è attestata su questo divieto, raccomandando agli Stati di evitare il vincolo di mandato. Si guardi la voce "mandato imperativo" su Wikipedia, Le potrà essere utile. P.S. Gli Stati socialisti facevano eccezione a questo discorso, nelle loro Costituzioni era previsto il mandato imperativo. Si potrebbe tornare al comunismo ...

vince50_19

Gio, 24/09/2015 - 14:55

Dulcis in fundo, durante questa legislatura i cambi di casacca sono stati oltre 200! Ognuno, a prescindere dal partito di partenza e di arrivo, se vuole può fare le più opportune valutazioni circa l' "alto tasso" di serietà e di moralità (in altre legislature la musica non si differenzia più di tanto) dei parlamentari italiani. Viene da pensare che la cosa più importante, per costoro, sia la cadrega-la pensioncina. Degli italiani, quelli che sono in difficoltà se ne fo@@ono altissimamente, pensano ai "poveri" migranti, rifugiati etc. Quasi quasi mi commuovo di fronte a questi slanci che più pelosi non potrebbero essere.. Se almeno dimezzassero le cadreghe e di conseguenza tutto il personale che ruota intorno a sta gente, sarebbe un notevole risparmio di euro. Almeno quest'ultimo obbiettivo, con una limitazione a due legislature (poi fuori da ogni consesso politico), potrebbe essere raggiungibile senza strapparsi le vesti..

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 24/09/2015 - 18:54

Non credo sia questione di "vincolo di mandato" o di "perdita di occasioni" o di altra corbelleria da parte di Forza Italia. Tenuto conto che, secondo l'opinione di alcuni commentatori ben avveduti, lo scompiglio in questo movimento-partito è stato quasi sicuramente voluto dal leader, almeno in quest'ultimo scorcio di tempo. Probabilmente perché, non potendo continuare a metterci la sua faccia per sostenere Renzi e volendolo ancora fare, come lo è stato per Letta, per continuare a sostenerlo, avrà pensato di sfasciare... (1 - continua)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 24/09/2015 - 18:55

...Forza Italia, ora col distacco di Alfano e compagni ed ora con quello di Verdini e compagni, tanto poi, a cose fatte, sarebbero potuti tutti costoro ritornare all'ovile ed avrebbero trovato il loro leader a braccia aperte, come è stato per esempio per la De Girolamo, pronto a candidarli di nuovo. E, quindi, la fuga continua ancora. Altra cosa è stata la fuga di Fitto. Fanta-politica? Forse. Come diceva Andreotti, "a pensar male si fa peccato," secondo almeno la mentalità di un bigotto qual era,"ma spesso s'indovina". (2 - fine)