"Despota, avida e attraente": la scrittura di Wanna Marchi

La personalità di Wanna Marchi tratta dalla sua scrittura esprime un carattere estroverso, forte e determinato

La personalità di Wanna Marchi tratta dalla sua scrittura esprime un carattere estroverso, forte e determinato dove forti aspirazioni e sentimenti contraddittori stanno alla base della sua complessa personalità. La Marchi possiede una grafia energica e piena di slancio, che ci permette di capire la vera essenza del personaggio, comprese le sue contraddizioni. Donna dal carattere forte, fermo, risoluto ed egocentrico, è dotata di un tipo di intelligenza concreto e operativo, tanto da portarla ad esprimere le idee con determinazione, sagacia e astuzia. Ella ha da sempre puntato molto sulla “scalata sociale”, senza però mai perdere di vista l’incontro con l’altro. Le apparenti contraddizioni del suo comportamento la portano ad alternare modi amicali e accattivanti ad altri verbalmente aggressivi.

La determinazione e la voglia di uscire dall’anonimato la spingono a non “mollare mai l’osso”, tanto che troverà sempre il modo per riscattarsi. L’affabulazione e la capacità di trasformarsi come un “camaleonte” per raggiungere gli obbiettivi che si è prefissati, non limita la sua originalità tanto che usa tali mezzi a seconda dell’interlocutore che ha di fronte: sa essere dolce, accattivante, attraente e magica con le persone, despota, e combattiva verso chi minaccia il suo “credo”, ma anche piagnucolosa e lamentosa quando deve muovere a pietà qualcuno. Sa usare con proprietà d’intenti e di linguaggio il cosiddetto savoir-faire, che sa utilizzare con perizia! L’avidità può condizionare tutta la sua esistenza, valutando in modo esagerato le proprie capacità, portate avanti con maestria e nella consapevolezza delle sue doti ammaliatrici. Così il denaro e la ricchezza sono diventati per lei fonte di sicurezza e di compensazione di un passato non risolto. Per concludere si può dire che Wanna Marchi è stata spinta dall’avidità e dal bisogno di sicurezze economiche, che può rasentare l’ingordigia e la smania di essere sempre protagonista della propria vita. Lei non ama cedere mai!

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 08/10/2016 - 13:45

Causalmente ho assistito per alcun minuti alla TV tra Costanzo e la Marchi, un VOMITEVOLE dialogo, è vergognoso che quest squallida donne, putridume della società debba ancora apparire pubblicamente sulle TV,se questa è la relatà della vita ITALIOTA, siamo messi molto male, dimostrando al cittadino che più sei sporca, ladra, ruffiana e disonesta ottieni pubblicità per fati apparire come qualcosa di speciale, certo nel negatività dell' esistenza umana,

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 08/10/2016 - 13:45

Causalmente ho assistito per alcun minuti alla TV tra Costanzo e la Marchi, un VOMITEVOLE dialogo, è vergognoso che quest squallida donne, putridume della società debba ancora apparire pubblicamente sulle TV,se questa è la realtà della vita ITALIOTA, siamo messi molto male, dimostrando al cittadino che più sei sporca, ladra, ruffiana e disonesta ottieni pubblicità per fati apparire come qualcosa di speciale, certo nel negatività dell' esistenza umana,

un_infiltrato

Sab, 08/10/2016 - 13:51

Più semplicemente, due loschi figuri (per i disattenti, non esiste l'accezione "losche figure") da dimenticare. Punto.

brunicione

Sab, 08/10/2016 - 14:31

Despota, avida, mi stanno bene, ma chi dice "Attraente", o è cieco, o è assatanato, o non capisce niente, quasi quasi gli mando la foto di mia moglie così capirà che ca22ata ha detto.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 08/10/2016 - 17:14

Non mancano mai quelli che assecondano il linciaggio tout court. Facendomi trovare d'accordo con Vittorino ANDREOLI che definisce internet una cloaca. Evi Crotti ha poi tutti i connotati della psicologa maleducata e non solo. Natura sociale retriva, incapace di saper estrarre dal prossimo le qualità migliori, per marcata personale radice invidiosa, rivela tutti i limiti del suo essere, nel suo aspetto inquietantemente lombrosiano. Wanna Marchi non rincorre i degradati connotati identitari attribuitile, bensì esprime di sé un'energia positiva trasmessa a milioni di persone gratuitamente, al tempo delle incriminate sue performance televisive. Lo spirito di combattività che Wanna Marchi esprimeva ha influenzato positivamente a vivere sfidando le incertezze dell'esistenza. -riproduzione riservata- 17,14 - 8.10.2016

Ritratto di alelepri

alelepri

Dom, 09/10/2016 - 10:09

Deve essere stata la maestra imbonitrice di Renzi. In quel caso complimenti. Renzi ha imparato cosi' bene a fregare il popolo che ha ampiamente superato la maestra.

marcs

Dom, 09/10/2016 - 10:58

ATTRAENTE? MA L'AVETE GUARDATA BENE?