Come difendersi dalle multe

Le multe per violazione del codice della strada sono diventate l'ultimo fardello degli italiani. Ecco come districarsi nel ginepraio di autovelox e trappole burocratiche

Le multe per violazione del codice della strada sono diventate l'ultimo fardello degli italiani. Complici i Comuni e i vigili urbani, che inventano sempre nuovi stratagemmi per beccare gli automobilisti, complici i cavilli burocratici e i diritti poco conosciuti dai contribuenti. Per ovviare a questa situazione, il Sole 24 Ore ha pubblicato una guida per difendersi dalle sanzioni e per districarsi nel ginepraio di autovelox e trappole.

Autovelox

L'Italia è l'unico paese occidentale in cui i controlli di velocità vanno presegnalati e resi visibili. Tuttavia, non fatevi ingannare. I controlli a sorpresa ci sono: sia perché si possono fare da un auto della polizia in movimento (anche se sono rari) sia perché sono diversi gli autovelox nascosti o poco visibili. In quest'ultimo caso, è possibile fare ricorso e fare annullare il verbale. Ma ricordatevi di portare delle prove (foto dell'autovelox) così da rendere più sicuro l'appello al giudice di pace. Tra il segnale di avviso di rilevatore di velocità e autovelox deve esserci una distanza minima (250 metri in autostrada, 150 in strade urbane di scorrimento e 80 metri per le altre strade) e una massima (fino a quattro chilometri). Anche una pattuglia della polizia stradale che sta effettuando controlli di velocità deve avere un display di avviso posto a una distanza adeguata.

Occhio alla notifica del verbale

Se avete il timore di aver preso una multa, non è vero che potete sentirvi al sicuro una volta passati i 90 giorni previsti dal Codice della strada per la notifica: le modalità di conteggio dei termini lasciano nell’incertezza per più tempo. Come scrive il Sole24ore, l’ultimo esempio viene da Milano: il Comune - messo in difficoltà dalla mole di verbali da notificare in questi mesi dopo aver attivato sette nuovi autovelox automatici - ha interpretato le norme facendo partire i 90 giorni non più dalla data dell’infrazione, ma da quella in cui i vigili in ufficio visionano il fotogramma. Una interpretazione che potrebbe essere bocciata in caso di ricorso al giudice di pace.

Ticket strisce blu

Attenzione a dove parcheggiate l'automobile. Perché se lasciate scadere il ticket per la sosta sulle strisce blu e non integrate il pagamento per il tempo che rimane il rischio di beccare una multa è altissimo. Infatti, nonostante lo scorso marzo il ministro delle Infrastrutture abbia fatto intendere che non si può applicare alcuna sanzione, la realtà è diversa. E l'Anci non ha mai emanato disposizioni operative. Unico consiglio nel caso in cui prendeste una multa? Fare ricorso alla prefettura (che dipende dal ministero dell'Interno e dovrebbe seguire le linee guida del governo) e non al giudice di pace.

Etilometro impreciso

Purtroppo lo strumento è di per sé impreciso, in quanto non misura direttamente il tasso di alcol nel sangue, ma lo presume da quello che rileva nell'aria respirata. E tale presunzione si fa in base a una formula matematica di dubbia affidabilità. Nonostante ciò, gli agenti non sono tenuti a far eseguire l'analisi del sangue. Ergo, in caso di ricorso, è bene fare una analisi del sangue per conto proprio e portarla al giudice.

Commenti

edo1969

Mer, 13/08/2014 - 10:05

... e pagarla no eh?

edo1969

Mer, 13/08/2014 - 10:06

"L'Italia è l'unico paese occidentale in cui i controlli di velocità vanno presegnalati e resi visibili". Sbagliato, non è vero.

caramella22

Mer, 13/08/2014 - 10:48

Che il vostro giornale (sapendo chi è il padrone) pubblichi certe cose lo posso anche capire, che lo faccia Il Sole 24 ore, che non leggo ma ritenevo serio, mi sembra davvero scandaloso. Come dire che pubblico una guida per rapinare una banca e non farmi beccare. Provare a dire che non bisogna guidare da ubriachi, che non bisogna parcheggiare nei posti per disabili, che non bisogna andare ai 100 in città no eh? e che se lo fai paghi e taci è troppo da conformisti statalisti? Meglio insegnare come farla franca. E poi l'Italia ha il coraggio di protestare per le imposizione dell'Europa. Non ne siamo degni, ecco il problema.

Linucs

Mer, 13/08/2014 - 10:50

Pagate, pagate la multa, è lì apposta per fare cassa, altrimenti il comune dove trova i soldi per fornirvi i servizi?

Linucs

Mer, 13/08/2014 - 10:51

IN ITALIA, TANTA VIGLIACCHERIA e conseguentemente tanta chiusura mentale, meschinitá e totale incapacitá di vedere la situazione complessiva del Paese e indicare chiara e coerente la soluzione da seguire ... Nessuno in condizione di comprendere che l´apparato "pubblico" sopra il Paese che muore deve essere ridotto drasticamente, di parlare chiaramente e agire necessariamente per dare impulso alle forze produttive e alla intelligenza ... Il piano inclinato del conformismo e della ottusitá ignorante e prepotente in cui il Paese sta rigidamente precipitando nel disastro é intoccabile ... Si confida che se questa oppressione dell´apparato "pubblico" sopra al Paese c´é stata sempre sia qualcosa di assolutamente "normale" e potrá continuare ad esistere indefinitivamente ... L´importante é non farci troppo caso se per un minimo di repressione, che nella vita é "normale" e meglio ancora "giusta" e in píú avvalorata dalla "supremazia" degli scritti della Carta, sempre piú le fabbriche chiudono, i lavoratori si ritrovano senza lavoro e i giovani sono incanalati alla unica uscita possibile della violenza, della dissoluzione della coscienza, della prepotenza e della delinquenza ... DOVE SI POTRÁ ARRIVARE? ... Nessuno lo puó dire ... Certo é che a distanza di 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, il Muro italiano é piú marcio che mai ... Certo é che per mantenersi in piedi si sforza di trovare la sua salvezza in una rigidezza inaudita... Certo é che non esiste fondo all´Inferno ... Meno che mai per nessun chiuso ammasso di feroci, ottusi e ignoranti pidocchi ... Meno che mai per nessuno che si é risolto a soffocare e uccidere la luce della propria coscienza ... Forse é giá sapere troppo per chi voglia aprire gli occhi.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 13/08/2014 - 10:53

....purtroppo l'imbecillità,la scarsissima visione topografica ci ha portato ad avere un volume di strade che si e no se tutti andassero alla stessa velocità(rispettando come dice qualcuno che NON capisce UN CAZZO..vedi sopra edo1969) che saremmo fermi in colonna dalla mattina alla sera....problema risolto con i verbali...se avessero costruito strade,superstrade,tangenziali ecc. ecc i limiti di velocità sarebbero più alti,il traffico sarebbe più scorrevole e le persone guiderebbero secondo i canoni....purtroppo di imbecilli l'Italia ne è piena...vedi deo 1969

waaw33

Mer, 13/08/2014 - 11:09

a quel genio, che da dell'imbecille a chi la pens diversamente.., e che parla di visione topografica vorrei far notare che anche dove si sono superstrade nel mondo chi viola il codice paga e molto di piu che in italia. Se vuoi violare il codice fallo e paga ma non piangucolare da topografo... Basta che non ammazzi nessuno al di fuori di te e dei tuoi cari e poi paga e taci. O magari parla con qualcuno che ha perso un caro perchè la gente non rispetta il codice e guida veloce o ubriaca, o non da la precedenza al semaforo...

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 13/08/2014 - 11:10

Grilli invece di dire cretinate , se devi pagare una multa è perchè hai fatto un infrazione e quindi pagala. Io non essendo un Bananas faccio così.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 13/08/2014 - 11:15

Io da liberale , avrei una proposta di legge da fare per tutti i Bananas , in caso di ricovero in ospedale chi ha problemi con il fisco per multe non pagate o evasione fiscale , se vuole essere curato paga in anticipo tutte le spese ospedaliere.

meverix

Mer, 13/08/2014 - 11:15

Ho letto i commenti fino ad ora pervenuti. Andiamoci piano perchè siamo passati da un estremo all'altro. Oggi, se vai a cena fuori, non puoi bere neanche un bicchier di vino che se ti beccano vai nei guai. Ma stiamo scherzando? Una cosa è essere ubriachi o alticci, un'altra è bere con moderazione, ma il risultato è lo stesso in termini di infrazione (addirittura se mangi due mon cherì sei a rischio). Per la velocità idem. Nella mia città ho strade a scorrimento veloce con due corsie per senso di marcia. Ho provato a volte a tenere i 50 km orari. Venivo regolarmente sorpassato anche dai "cinquantini" e una volta stavo per essere raggiunto anche da un gruppo di ciclisti indemoniati.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 13/08/2014 - 11:21

Come sempre c'è qualcuno che polemizza per principio, senza leggere, l'articolo non è destinato a chi deve frodare, ma a come difendersi nel caso in cui ci si senta frodati da queste istituzioni"imbroglione", come sempre i comunisti non capiscono neppure quel che leggono o non leggono neppure, poveracci, caramella22 smetti di ciucciarla è composta da droga

Il giusto

Mer, 13/08/2014 - 11:23

serramana...ma dato che la situazione è quella da te prospettata cosa facciamo?Se le strade sono strette aumentiamo o diminuiamo la velocità?Dai,illuminaci....1 invio 11.22

Non so

Mer, 13/08/2014 - 11:24

Cavoli, ma scopriamo che in Italia, leggendo alcuni commenti, ci sono un sacco di cittadini integerrimi, .. magari senza patente, ma integerrimi ... fino quando tocca a loro! Ridicoli

Non so

Mer, 13/08/2014 - 11:26

@ Caramella22, ... caramella, magari di quelle che sanno di sciroppo della tosse!!! Ma ora dico io, cosa c'entra Berlusconi, siete proprio malati, ... e ridicoli, vi prendete in giro da soli!

Ritratto di federalhst

federalhst

Mer, 13/08/2014 - 11:33

@Edo e Caramella - ad esprimere certi concetti su questa testata si rischia di passare per pazzi o per comunisti, non vorrete mica rispettare la legge! E dove siamo, in Germania? Cribbio, ha ragione serramana64, l'italia è piena di imbecilli che rispettano i limiti e le regole, i veri furbi sono quelli che se ne sbattono e si scolano 1 litro di vino prima di mettersi al volante, tanto l'etilometro si sa che è impreciso e poi facciamo ricorso.

Ritratto di ADM

ADM

Mer, 13/08/2014 - 11:34

Oh, articolo interessante! Vado a comperare il Sole 24ore!!! Ma...vi siete persi...questa! Ci è arrivata, in questi giorni, da Equitalia, una multa da pagare di 500E...presa da mia figlia...nel 2007!!! E' vero, la macchina era intestata a mio marito, niente passaggio...non ha voluto pagarlo!!! Non ci abbiamo fatto caso! Nel frattempo...nessuna notifica da parte di alcuno! Almeno...a noi non è arrivato nulla! Ora, dopo ben 7 anni...arriva il conto dell'oste! 7 anni...per notificare? Mio marito si sta interessando...ma, contattare Equitalia, è come contattare...il Diavolo! Premetto che le città sono diverse! Ma anche i Carabinieri di...colà...non danno risposte chiare! Qualcuno...sa dare una risposta? Grazie!

Ritratto di ADM

ADM

Mer, 13/08/2014 - 11:34

Oh, articolo interessante! Vado a comperare il Sole 24ore!!! Ma...vi siete persi...questa! Ci è arrivata, in questi giorni, da Equitalia, una multa da pagare di 500E...presa da mia figlia...nel 2007!!! E' vero, la macchina era intestata a mio marito, niente passaggio...non ha voluto pagarlo!!! Non ci abbiamo fatto caso! Nel frattempo...nessuna notifica da parte di alcuno! Almeno...a noi non è arrivato nulla! Ora, dopo ben 7 anni...arriva il conto dell'oste! 7 anni...per notificare? Mio marito si sta interessando...ma, contattare Equitalia, è come contattare...il Diavolo! Premetto che le città sono diverse! Ma anche i Carabinieri di...colà...non danno risposte chiare! Qualcuno...sa dare una risposta? Grazie!

ulanbator10

Mer, 13/08/2014 - 11:43

Caramella 22 : I casi sono due caro Caramella22, o Lei non guida un'auto, oppure e' in malafede. Il 90% degli autovelox non viene piazzato per prevenire incidenti, ma per fregare il guidatore al quale per 100.000 motivi sfugge la segnalazione, che tante volte non c'e', in tratti di strada senza alcun pericolo per nessuno alla velocita' normalmente impostata. Gli autovelox sono piazzati sulle circonvallazioni,o inizi citta', con velocita' permesse artatamente ridotte dal Comune di turno per fare cassetta. Mai visto un autovelox in centro Citta' dove una velocita' di oltre 50 Km/ora e' sicuramente perisolosa, semplicemente perche' nei centri abitati veri, il pericolo e' percepito dal guidatore cittadino onesto, ed automatimante quasi tutti stanno nei limiti. In questi casi dove chi supera i limiti e' veramente da perseguire, la fa sempre franca, invece una massa di onesti lavoratori che deve usare l'auto per lavorare o per recarsi al lavoro e' giornalmente perseguitata da questi Comuni, in banca rotta continua, che pur di non licenziare o ridurre le spese, rubano, col consenso della legge, a persone che per il 99% non sono automobilisti delinquenti , ma solo sfortunati ,e vittime di uno Stato che non sa piu' a quale santo votarsi per trovare soldi per mantenere i propri assurdi previlegi. ( Un esempio che credo valga un po' per tutta Italia : Abito in un piccolo Comune del Nord Italia di cica 3.000 abitanti, che ha un apparato comunale che non eroga nessun particolare servizio diverso dalla normali incombenze di un piccolo Comune, impiegando la bellezza di 26 dipendenti-che come si vede avviene non solo al Sud dell'Italia- Ebbene questo Comune ha un Budget Multe a Bilancio per il 2014 di ca. €. 350.000,00. Non e' difficile capire anche per il sig. Caramella22, che questo Sindaco ed il Capo della Polizia Municipale , che hanno previsto un'entrata di tali dimensioni, per portare a pareggio i conti comunali, faranno qualsiasi manovra pur di incamerare le multe sufficienti a far quadrare i conti. Mai a nessun politico verra' in mente di licenziare dei dipendenti non necessari o tagliare spese per consulenze ad amici e sponsor. E' molto piu' facile usare l'Autovelox anche grazie a persone come Caramella22, che ne appoggiano l'operato in nome del rispetto delle regole e tutte le altre panzanate sulla sicurezza stradale, quando anche una scimmia, sa benissimo perché i sindaci ordinano in continuazione nuovi autovelox. Sta a noi farli smettere con le buone ( nuovo partito che combatta questi abusi sugli automobilisti), oppure con le cattive ( ognuno scelga il modo che ritiene piu' opportuno )

Mario-64

Mer, 13/08/2014 - 11:45

E provare semplicemente a non prenderle le multe ,magari ,chesso' ,rispettando le regole del codice della strada ?? Paese meraviglioso ,quelli che "pretendono" di non pagare le multe sono gli stessi che pretendono di essere curati in un ospedale pubblico o di mandare i figli alla scuola pubblica. Cioe' ,le regole le rispetto solo finche' mi fanno comodo. Fantastico.

lanchele

Mer, 13/08/2014 - 11:55

L'utilità di questo articolo è uguale a zero. Ma come si fa a metterlo sull'home page? Ma fate una ricerca approfondita prima di scrivere banalità. Lo sapete che le multe inviate per posta sono nulle?

Triatec

Mer, 13/08/2014 - 12:07

caramella22 @ Ora che ci ha ricordato chi è il padrone di questo giornale, siamo molto più tranquilli. Smetteremo di bere, di parcheggiare sulle strisce gialle, di andare a 100 Km orari in città, rispetteremo strisce pedonali e semafori faremo il possibile affinché anche noi bananas possiamo riuscire ad essere bravi e rispettosi delle regole quanto voi!! Ma va.. va.. va!!

beppechi

Mer, 13/08/2014 - 12:33

linucs ma il tuo pusher abituale è in ferie?

caramella22

Mer, 13/08/2014 - 12:36

Non so Un condannato per frode fiscale forse un pochettino, ma proprio solo un pochettino, è collegabile ad un articolo che insegna come non pagare le multe. meverix Un conto è dire che alcuni divieti sono eccessivi, e lo dico anch'io, ma tant'è, se esiste una regola e io contravvengo lo faccio a mio rischio e pericolo. Mica sono santa, anch'io ho preso delle multe per eccesso di velocità, posso anche pensare che non erano giustificate, ma se andavo ai 90 e il limite era dei 70 son tutti cavoli miei, lo sapevo, è andata male e ho pagato stando ben zitta. L'alternativa è farsi eleggere e proporre una legge che cambi le regole, vedi tu.

federossa

Mer, 13/08/2014 - 12:37

al sgarCARAMELLA22, Lei è proprio il TRAVAGLIatO di turno. Prima di commentare, cerchi di leggere e, soprattutto, di CAPIRE. Buon Ferragosto

caramella22

Mer, 13/08/2014 - 12:40

ulanbator10 Solo per sua informazione guido da decenni, non sono in malafede e non sono nemmeno un scimmia. Non ho insultato nessuno e gradisco non ricevere insulti solo per aver detto che le regole si rispettano. Sentitamente ringrazio.

canaletto

Mer, 13/08/2014 - 13:48

Per un autovelox non segnalato sono in causa con un comune e un giudice di pace che dovrebbe pulire i cessi. Il giorno dell'udienza il comando vigili ha portyato le foto del cartello che non c'era. siccome mi sono difeso da solo, ho eccepito che le foto non portavano la data e l'ora di effettuazione e quel che è peggio erano state scattate un lasso di tempo differente, quindi false. Il giudice ha detto che tali eccezioni sonoirrilevanti ecc. ecc. solite stronzate. sono in appello dal 2013 e la primaudienza è fissata nel 2015....... a cosa serve la data e l'ora sulla foto se non viene presa in considerazione????? la casta della giustizia e quella dei comuni è tutta una mafia ma vado fino in fondo a costo di denunciarli per falso

Lino.Lo.Giacco

Mer, 13/08/2014 - 13:55

quanto siamo imbecilli!!! chi sostiene che bisogna pagare chi, che bisogna protegersi. nessuno dice che gli autovelox nati per tutelare l'incolumita' dei cittadini siano pedoni o autisti. invece gli autovelox sevononper fare cassa per i comuni, per arricchire i gestiri e far fare la cresta a molti vigili compiacenti e disonesti. degli incidenti, dei morti fotte poco ai sindaci o agli agenti,infatti quado tu chiami per segnalare incroci pericolosi dove quasi tutti passano col rosso e a velocita'' e tratti cittadini con limite dei 50 dove le bestie automunite filano a 80/90 con rischi elevatissimi nessuna risposta nessun sindaco, vigile si sente coinvolto ad aiutare i pedoni, mentre vanno a nascondere gli autovelox dietro i cespugli, dietro una curva dove il limite e' di 50 km e se tu passi a 57 ti arriva la letterina con la notifica parlo di strade che sono delle lande desolate,. provate a passare sulla 106 ionica comuni con due vigili uno al mattino e l'altro di pomeriggio appollaiati dietro le sterpaglie che ornano la strada a caccia di polli. una ennesima vergogna di questo fallito paesello.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 13/08/2014 - 14:44

RAPINATORI LEGALIZZATI. AL RICCO POCO IMPORTA DI PRENDERE UNA MULTA AL CODICE DELLA STRADA (Una Via di salvezza o scappatoia poi la troverà pure) MA A QUEI TANTI LAVORATORI che prendono 800 o più Euro al mese tanto per spravvivere Lui e la sua famiglia, come farà ?? E così anche tutta quella povera gente che si "ARRAMPICA" ASFISSIATA DALLE TASSE E CONTRIBUTI VARI e che per i tanti pensieri, preoccupazioni ed anche poca coltura e scaltrezza si sentirà inerme per una reazione. Con questi metodi poco legittimi sarà sempre il POPOLO POVERO che SOCCOMBERA'. MA DELLE STRADE ITALIANE PIENE DI BUCHE E PERICOLI VARI, PERCHE' NESSUNO NE PARLA ?? Perchè i MAGNACCI ed i POTENTI comandano sempre solo loro.

sbrigati

Mer, 13/08/2014 - 14:58

Come al solito salta fuori il signor B: Ma cosa c'entra? Con buona pace dei "bravi ed integerrimi" anticav ( che non mancano mai a commentare questo giornale),questo articolo spiega con pochi esempi, come A NORMA DI LEGGE si può contestare una multa che si reputi ingiusta. Punto e basta! Metter tutto sulla politica dimostra quanto siete patetici.

Triatec

Mer, 13/08/2014 - 15:08

Le multe restano una voce di entrata fondamentale per far quadrare i conti dei comuni. Nei bilanci di previsione dei comuni, le entrate derivate da multe vengono determinate partendo dal dato dell'anno precedente e maggiorate del 20%, 30% rispetto all'anno precedente. Insomma le auto sono il bancomat dei comuni, per la gioia di chi è contento di pagarle!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 13/08/2014 - 15:31

PELOBICI Mer, 13/08/2014 - 11:21 Come sempre c'è qualcuno che polemizza per principio, senza leggere, l'articolo non è destinato a chi deve frodare, ma a come difendersi nel caso in cui ci si senta frodati da queste istituzioni"imbroglione", ............ scusami se superi un limite di velocità non è che c'è un imbroglio lo superi e punto

mar75

Mer, 13/08/2014 - 16:32

E se invece evitaste di prendere multe come fanno tutti gli altri? Bella la frase di chiusura rivolta a chi prende una multa per guida in stato di ebrezza: "Ergo, in caso di ricorso, è bene fare una analisi del sangue per conto proprio e portarla al giudice." Secondo voi il giudice è così deficiente da accettare come prova un campione di sangue che il multato si preleva da solo magari il giorno dopo la multa quando il livello alcolico nel sangue è ridisceso a zero? Il giudice vi riderebbe in faccia! Se l'etilometro segnala che si è sopra la soglia è inutile che vi arrampichiate sugli specchi con la storia che misura il livello di alcol nel respiro e non nel sangue e poi ricava il livello nel sangue mediante "una formula matematica di dubbia affidabilità", la legge è quella e la conoscono tutti senza bisogno di fare i furbi. Poi quando succedono gli incidenti per guida sotto l'effetto di alcolici vi lamentate. Ci sono quelle persone che prima causano un grave incidente, magari mortale, poi scappano e dopo 3 giorni si presentano dai carabinieri con l'avvocato e dicono di essere scappati per paura. Ovviamente se la causa era l'alcol dopo 3 giorni non c'è più traccia nel sangue e il tipo non viene accusato anche di guida in stato di ebrezza.

Ritratto di giusdange2

giusdange2

Mer, 13/08/2014 - 16:37

Bene l'articolo. Di fronte a verbali per violazioni del C.d.S. che destano perplessità circa la responsabilità del guidatore, giusto utilizzare lo strumento di legge previsto: ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace.

griso59

Mer, 13/08/2014 - 16:51

Sono andato con la famiglia nel ferrarese per una gita al mare portando soldi a ristorante e bar , risultato tre multe da 50 euro l'una circa per aver superato di pochi km il limite dei 70. Risultato non ci andro' mai piu' e spero che i consumi in quella zona spariscano e che i ristoranti bar alberghi di quella zona falliscano tutti questo e' il risultano che ottengono i comuni e lo stato con le loro multe assurde. Spero nel deserto ai lidi ferraresi.

blackbird

Mer, 13/08/2014 - 17:01

Il controllo del rispetto delle regole non dovrebbe essere fine a sé stesso, ma dovrebbe servire a migliorare la sicurezza della circolazione stradale e prevenire gli incidenti. Troppi limiti e divieti sono messi sulle strade senza alcun criterio. Anni fa andavo dalle parti di Ferrara su una strada extraurbana in cui vigeva il limite di 50 km/h. Rispettando tale vincolo venivo superato da tutti, autocarri pesanti inclusi. Poi leggendo un giornale locale appresi che il limite era stato imposto date le disastrose condizioni del manto stradale, per precauzione contro possibili cause per danni agli autoveicoli provocati dalle buche! Un'altra volta volevano multarmi perché trasportavo "cose" (dei pannelli di legno compensato) con un veicolo omologato per il trasporto di "persone", questo però accadeva nel 2012! Una volta fui "sequestrato" per due ore dalla polizia stradale perché il mio veicolo aveva sì tre anni di età, ma aveva subito una "visita e prova" per l'installazione del gancio di traino subito dopo l'acquisto e quindi, secondo gli agenti, avrei dovuto ripetere la "visita di revisione" ogni due anni da quella prima "visita"! Per i sudditi italiani difendersi dall'ignoranza e prepotenza del potere è sacrosanto!

Ritratto di federalhst

federalhst

Mer, 13/08/2014 - 17:25

@griso59 - Ha provato, dico per dire, a rispettare il limite di velocità? Almeno quando a bordo strada ci sono appesi dei misteriosi pezzi di ferro dipinti di bianco con scritto CONTROLLO ELETTRONICO VELOCITA'?

ulanbator10

Mer, 13/08/2014 - 17:26

Caramella22 .Voglio rispondere ancora a Caramella22 : quando una persona tira in ballo Silvio Berlusconi per un articolo come questo, che peraltro non insegna come farla franca, non e' una scimmia, e' vero e' una persona piena di odio che troverebbe qualsiasi spunto pur di offendere Berlusconi e chi lo vota. Si guardi attorno e se non si accorge che gli autovelox sono usati solo ed esclusivamente per fare cassa ( legga i bilanci dei Comuni italiani e si accorgera' che oltre il 60 % pareggia i conti con gli incassi delle multe ) probabilmente non e' in mala fede, e' solo tonta. Inoltre si legga giornali consoni alla sua personalita' e non si inacidisca l'umore tentando di cercare tutte le pecche di un giornale che non ama. A tutti capita di leggere in Internet anche giornali la cui linea politica non e' condivisa, ma la maggior parte si rende conto che non ha alcun diritto di insultare un giornale che neppure compra e che ha tutto il diritto di scrivere quello che vuole, purche' abbia lettori veri che pagano le notizie lette.

Linucs

Mer, 13/08/2014 - 19:27

Quanta gente con la testa ammazzata a forza di educazione civica, vittime dei campi di rieducazione...

Linucs

Gio, 14/08/2014 - 09:30

Il commento di "antonioball73" risplende di una miseria propria.

carpa1

Gio, 14/08/2014 - 11:15

@caramella22. Lei ha segnalato diverse cose giuste. Però, come tutti gli aministratori tanto solerti nel comminare multe per i più disparati motivi, più per far cassa che per prevenire incidenti, ha dimenticato alcune delle cose più importanti. E mettere ordine nella giungla della segnaletica stradale no eh? Adeguando i limiti di velocità all'effettiva scorrevolezza delle stesse; troppo comodo mettere il limite di 50 Km all'inizio del territorio comunale e quello di fine all'uscita del territorio stesso. Oppure mettere un limite di 30 Km causa strada sconnessa e lasciarcelo per anni senza sistemare il fondo stradale. Oppure (come ad esempio succede tra Colico e Chiavenna) mettere una pletora di cartelli di inizio 50, fine 50 e inizio 70, o fine 70 ed inizio 50, magari distanti tra loro 50 o 100 mt, se non addirittura sul medesimo palo (mi chiedo a che serve mettere sul medesimo palo fine 50 ed inizio 70! basterebbe inizio 70, risparmiando il costo del fine 50, o no?): si tratta di una selva di cartelli che costano un botto e fanno solo confusione tanto che a volte, siccome tra l'altro mentre guidi devi anche guardare la strada di tanto in tanto e non solo i cartelli dei limiti di velocità, non ti ricordi più neppure se stai viaggiando entro i limiti. In barba alla legge si sono pure inventati quello che recita "controllo velocità su tutto il territorio comunale". Sarebbe meglio che, per prevenire incidenti, anzichè rompere sempre con le solite balle della "velocità causa di tutti i mali", togliessero la patente a quanti (e sono più di quanto si immagini), entrando in autostrada, invece di accelerare sulla corsia di ingresso, si immettono sulla corsia di marcia alla supersonica velocità di 50/60 Km/h; questi cretini, non si rendono conto del pericolo che creano, si credono prudenti perchè procedono a bassa velocità. La legge prevede pure che la segnalazione di limite di velocità debba essere posta dopo ogni incrocio onde permettere, a chi si immette dall'incrocio, di sapere quale sia il limite. Provate un po' a far mente locale quando viaggiate e vedrete quante volte questa norma non viene rispettata da chi ne ha la responsabilità!

Ritratto di massiga

massiga

Gio, 14/08/2014 - 14:13

Grazie. Siete proprio i paladini dell'illegalita'. A quando un bel articolo su come evadere le tasse e farla franca?

carpa1

Gio, 14/08/2014 - 16:12

Se i nostri amministratori mettessero lo stesso impegno per scovare gli evasori e far loro pagare il dovuto quanto ne mettono con autovelox, t-red (taroccati con giallo troppo breve per poter essere considerati legali) e quant'altro, forse non saremmo qui a parlarne. Certo, l'autovelox, un click ed il lavoro è fatto e l'introito è garantito senza troppa fatica, nè lavoro, e soprattutto senza quell'odioso doverci mettere la faccia di fronte a chi conosci (e mi riferisco in particolr modo agli amministratori locali dove nella maggior parte dei casi, piccole città e paesi, ci si conosce un pò tutti ed avresti mille modi per verificare se paghi il dovuto a fronte di introiti e tenore di vita). I dispositivi elettronici sono anonimi e, soprattutto, colpiscono chi non vive nel circondario dal momento che le voci si propagano rapidamente e chi ci abita sa benissimo dove sono collocati.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 14/08/2014 - 16:53

L'ultima volta che sono stato in Italia Febbraio 2013 ho noleggiato una SMART e per andare a riportarla dopo circa un mese sono passato sul Viale Fulvio Testi (quello piu comunemente conosciuto come Viale Zara) a Cinisello Balsamo. Un mese fa (anno e mezzo dopo) la mia ex moglie mi scrive che è arrivata una multa a casa sua DOVE NON SONO PIU RESIDENTE DA ANNI!!!! MORALE PER DISSANGUARE LA GENTE I COMUNI ITALIANI NE INVENTANO DI TUTTI I COLORI !!!!!Hanno "SCAVATO" per un anno e mezzo per riuscire a trovare un indirizzo dove recapitare la MULTA!!! Magari fossero così solerti con altre operazioni!!! Saludos

titina

Ven, 15/08/2014 - 10:53

Per non pagare la multa è sufficiente rispettare la legge, questo consiglio non lo vedo scritto.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Ven, 15/08/2014 - 10:56

....@ilgiusto...dovrebbe far entrare il suo Q.I più in profondità quando legge....la questione non è che tu debba o meno pagare le multe(lo devi fare x forza...altrimenti sono cazzi amari)siamo nel 2014 e x raggiungere un qualsiasi posto da dove parti ci impieghi di più che non quando andavi a cavallo...svegliati dal torpore...invece di costruire strade,dove ci sono ci mettono le penalizzano inserendo aiuole spartitraffico,rallentamenti,dossi ecc. ecc. e tutto questo x cosa?...x farti prendere le multe....anno 2014 in autostrada si viaggia con i limiti di 130 km/h....con le auto che fanno adesso pinne di dispositivi di sicurezza,xnon parlare del rapporto velocità di un auto e di un tir a pieno carico...130 l'auto appunto 90/100 il tir...svegliati dal torpore che io non sto dicendo che si deve andare a 100 all'ora in paese

Ritratto di Markos

Markos

Ven, 15/08/2014 - 12:22

massiga SEI UN INTUBATO STATALE ? MA DI QUALI TASSE PARLI COMPAGNO SE SIAMO ALLA MISERIA . VOI COMUNISTI STATALI CI AVETE ROVINATO , SIETE DEI PARASSITI VIVENTI , VIVETE NEL POSTO STATALE A SCROCCO DEL LAVORO DEGLI ALTRI , E POI VENITE NEI GIORNALI ONLINE E CI PRENDETE ANCHE PER IL CULO . MA NON CONTENTI DEL RISULTATO AVETE RIEMPITO L'ITALIA DI ALTRI PARASSITI COME VOI COMUNISTI PORTANDO QUI TUTTA LA FECCIA DI MEZZO MONDO.

Linucs

Ven, 15/08/2014 - 13:56

Anche il commento di massiga pare il rigurgito di un'educazione civica andata male. Se la guida spiega come "evadere il fisco legalmente", va da sé che non potrà essere opera dei "paladini dell'illegalità", descrivendo modi legali per evitare che la propria pensione non finisca a sfamare "somali" ed altra bella gente di passaggio sulle coste.

precisino54

Sab, 16/08/2014 - 09:03

X ADM, mia cara purtroppo quanto lamenti è un classico: la legge è fatta in modo da gabbare il cittadino specie nei casi come il tuo che magari avresti voluto ma, non avendo saputo, si trova a pagare interessi ed altre corbellerie accessorie, dico è fatta ma doverei più correttamente era fatta, ora non escludo siano peggiorate le situazioni, con l'intervento di norme capestro a favore di Equitalia. Il punto è che sicuramente delle volte è impossibile raggiungere il destinatario della notifica per cui la norma del codice, prevede un "finzione tecnica" per cui rispettando la procedura prevista la notifica si ha per effettuata correttamente, attenzione ribadisco "finzione tecnica" in quanto chissà perché qualcuno in passato ha deciso che un determinato iter burocratico equivalesse ad una notifica che avesse raggiunto correttamente il risultato di portare legalmente a conoscenza dell'atto. Ahimè la vicenda si fa ulteriormente più complessa quando, come nel caso delle notifiche per multe in ambito stradale, scattando la norma in ambito civile prevede un procedura meno rigida, le notifiche sono demandate non agli operatori degli appositi uffici UNEP (ufficio notifiche e protesti) ma ai comuni postini o alle poste private che ...... non avendo un utile dall'operazione, si scocciano di fare i due tentativi di accesso in orari diversi, così prevede la norma, e affiggono l'avviso, che vorresti avere in mano, "all'albo pretorio del comune", se poi come nel tuo caso la sanzione è stato elevata in altro comune stai certa che è avvenuto proprio così anche se tuo marito è persona conosciuta, non si fa la "cortesia" ad un'altro comune anzi a cittadino di altro comune. Tutto questo per spiegare il perché, ma come limitare il danno è buio pesto, e forse non c'è modo: hai visto mai la PA non trattare il cittadino come suddito? Ciao .p