Diffusione e rischi: cosa sappiamo della malaria

In Italia questa malattia è stata sconfitta negli anni Settanta, ma la zanzara anofele non è sparita del tutto

Il contagio avviene in caso di puntura da parte di un insetto. Nel nostro Paese la malattia è stata debellata completamente negli anni '70. I casi che vengono registrati sono portati soprattutto da turisti che tornano da viaggi senza aver effettuato la profilassi oppure portati da immigrati giunti in Italia. Ma la piccola Sofia pare sia rimasta vittima di un contagio autoctono da una zanzara anofele. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla malaria.

Come ci si ammala?

La malaria si trasmette principalmente attraverso la puntura della zanzara Anopheles. In pratica la zanzara punge una persona infetta e dopo qualche giorno è in grado di trasmettere l'infezione. Molto raramente ci si infetta anche attraverso un contatto di sangue con una persona infetta oppure tramite una trasfusione di sangue. La malattia è provocata dai parassiti protozoi del genere Plasmodium. Si manifesta con febbre alta.

Dov'è diffusa nel mondo?

La malaria è ancora molto diffusa nell'Africa sub-sahariana. Dalla Nigeria al Ghana, dalla Costa d'Avorio al Senegal fino al Camerun, ma anche nel Sud Est asiatico, come in Indocina e nelle zone tropicali dell'America Latina, che comprendono diverse aree del Brasile. Ogni anno colpisce 500 milioni di persone e ne uccide fino 3 milioni. A seconda della zona e del territorio la forma specifica di malaria che colpisce le persone è differente.

Esistono zone a rischio in Italia?

Esistono diversi tipi di malaria che sono stati rilevati in Italia Centro-meridionale come Lazio, Campania, Calabria. Queste zanzare però colpiscono raramente e in modo meno virulento della zanzara Anopheles: la media è meno di un caso ogni due anni. In Italia nel periodo 2000-2008 sono stati rilevati 6.377 casi, di cui 9 di origine autoctona e 6.368 di importazione. Le rilevazioni annuali hanno messo in luce il calo dei casi registrati: dal 2000 al 2008 questo valore è diminuito del 60% tra gli italiani e del 33% tra gli stranieri.

Come ci si cura?

Anche le forme più gravi di malaria sono curabili. Il problema è intervenire tempestivamente ma per un medico è difficile diagnosticare la malaria se il paziente non proviene da una delle aree a rischio. I sintomi sono febbre altissima, brividi potenti, dolore alla schiena. Non esiste un vaccino, la profilassi viene fatta mantenendo una concentrazione plasmatica di un farmaco anti-malarico a livelli bassi: si inizia 1-2 settimane prima del viaggio fino a 4 settimane dopo il ritorno.

Cosa significa contagio autoctono?

Significa che ci si infetta in Italia senza cioè andare in una zona malarica. Ma capire il perché è quasi impossibile. Gli esperti dicono che è un contagio criptico. C'è però stato un caso di contagio causato da una zanzara infetta sopravvissuta nel bagaglio personale di un passeggero proveniente da una zona endemica. Esiste inoltre la malaria aeroportuale che colpisce le persone vicine all'aeroporto: la zanzara Anopheles col suo ceppo di plasmodio all'interno arriva con i container e con le valigie e punge generalmente persone nella zona.

La lotta alla malattia come procede?

Nel nostro Paese la malaria è stata debellata negli anni '20 quando è stata fatta la bonifica ambientale delle zone paludose come l'Agro Pontino o la Sardegna. Prima di allora la malaria era una malattia endemica anche in Italia. Dal '70 i casi di malaria, meno di un migliaio all'anno, sono stati importati dall'estero. In Europa, invece, solo l'anno scorso si è arrivati ad essere liberi dalla malaria. Fanalino di coda era la Grecia dove sono stati rilevati venti casi per due anni di seguito.

Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 07/09/2017 - 08:27

come dice una pubblicita':chiedilo a loro!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 07/09/2017 - 08:29

Dal '70!!!non è sparita del tutto!!! Devo averne vista una molta anziana che si trascinava con un bastone.

VittorioMar

Gio, 07/09/2017 - 08:48

...QUINDI,MORALE DELLA FAVOLA SONO GLI AUTOCTONI CHE INFETTANO GLI ALTRI!!...MA UN TEMPO NON SI FACEVANO LE DISINFESTAZIONI ?

Magicoilgiornale

Gio, 07/09/2017 - 08:57

Quel medico e sanitari senza GUANTI, cosa ci fanno in quel corridoio?

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 07/09/2017 - 08:58

questi stanno bluffando per autoassolversi , quella bambina è morta per negligenza o per incompetenza .

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 07/09/2017 - 09:07

La zanzara non sarà sparita del tutto ma se non ha dove attingere come fa a causare la malaria.Prima dell'arrivo di tutte le risorse quanti casi sono successi.???????Se hai una siringa e non hai il liquido per riempirla come fai a causare danno?????????????Smettiamola con questo buonismo.

apostrofo

Gio, 07/09/2017 - 09:27

Va bene . Ce l'avevamo in casa, ma non lo sapevamo ... Va bene così ? La presenza di infetti stranieri (se po' dì ?) è assolutamente casuale. va bene così O meglio: Chissà che i due provenienti dal Burkina Faso non siano stati contagiati dalla bambina deceduta, mai mossa dall'Italia, ancor pima di arrivare in ospedale ? Rivabene così. Quindi, signori garantisti e barbarofili (amanti degli stranieri, per chi non conoscesse il greco o un certo italiano), va tutto bene. Gli stranieri non portano malattie, specialmente i danesi,i tedeschi, olandesi, sanmarinesi, persino quelli del Lichtenstein e via dicendo...

flip

Gio, 07/09/2017 - 09:29

come fa UNA, si e no diplomata con maturità(?) classica, a dirigere un ministero forse il più importante. Quello della Sanità) e non è solo lei che dirige l'orchestra con diplomi comperati. Nell'attuale governo il 99,99999% sono emeriti asini e oche (senza offesa all' intelligente quadrupede e palmipede)

Wintrich

Gio, 07/09/2017 - 09:42

Un altro motivo per rimpiangere chi ha fatto le bonifiche negli anni passati.....

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 07/09/2017 - 09:50

Nessun bananas commenta questo articolo?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 07/09/2017 - 10:19

Leggere, per migliore comprensione di quanto scritto in precedenza, l'articolo: "La zanzara anofele c'è anche a Milano. Le disinfestazioni? Non così efficaci"

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 07/09/2017 - 10:23

Ma siamo sicuri che il protocollo ospedaliero sia stato seguito alla lettera? Perché dare la colpa solo alla zanzara?

ex d.c.

Gio, 07/09/2017 - 10:34

Era stata debellata, ora è tornata a causa della immigrazione selvaggia. Siamo tutti a rischio

Gioviale

Gio, 07/09/2017 - 12:19

A Magicoilgiornale: ci fanno questo: 1) quel medico sembra voler dire: 'State in là'; 2) quei sanitari sembrano commentare un foglio, probabilmente documentazione clinica. ( Lei indossa guanti in questo momento? Perchè dovrebbero averli dei Sanitari in corridoio? :))))

Gioviale

Gio, 07/09/2017 - 12:25

A orione1950. Certo che no, può esser stato il primario a mordere la paziente.

Vostradamus

Gio, 07/09/2017 - 12:42

"In Italia nel periodo 2000-2008 sono stati rilevati 6.377 casi, di cui 9 di origine autoctona e 6.368 di importazione." Ossia, lo 0,14 % dei contagi è locale, e il 99,86 % è portato da fuori. Per non parlare della tubercolosi farmacoresistente, dell'hiv, della meningite (che è endemica in africa centrale), della scabbia e altre schifezze di cui ci eravamo faticosamente liberati. Giusto oggi, altri due immigrati in ospedale a Napoli per malaria. Curarli a casa loro, non andrebbe bene?

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 07/09/2017 - 12:44

----ex d.c.---perchè non ti fai la profilassi a colazione visto che tremi come una foglia dalla paura ?----vai poi all'ikea e comprati delle zanzariere all'uopo---swag

Ritratto di maustufo.

maustufo.

Gio, 07/09/2017 - 12:54

Ho letto che una zanzara non anofele puo essere vettore della malattia da un’altra persona infetta.In questo caso il rischio di diffusione sarebbe altissimo.Se questo fosse vero il ministro della salute è responsabile delle mancata profilassi nei confronti dei clandestini.Gli italiani che vanno all'estero fanno la profilassi...gli extracomunitari clandestini che arrivano in italia non sono controllati.Abbiamo al governo degli incompetenti.

rokko

Gio, 07/09/2017 - 14:05

maustufo, hai letto malissimo. Solo la anofele è portatrice di malaria. Altra cazzata, gli italiani che vanno all'estero e fanno la profilassi, ma quando mai ? Solo pochi, quelli più coscienziosi.

Ritratto di vraie55

vraie55

Gio, 07/09/2017 - 14:09

a rischiare di più sono i lettori babbei

fer 44

Gio, 07/09/2017 - 14:12

@ Magicoilgiornale- 08:57 La scorsa estate, in "Cermania" sono andato con un mio amico e il mio pich-up a portare in una discarica specifica delle lastre di eternit opportunamente imballate e sigillate in un saccone da loro fornito (a pagamento) Vuoi ridere: gli addetti alla ricezione (3 di cui uno sull'autogru) indossavano tute bianche, guanti e calzari protettivi, ma NESSUNA MASCHERINA SUL VISO ! Ha Ha Ha ! Come vedi, tutto il mondo è paese!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 07/09/2017 - 14:13

@maustufo. "Gli italiani che vanno all'estero fanno la profilassi." Falso. Solo l'anno scorso più di 200 nostri connazionali sono tornati dai luoghi di lavoro o villeggiatura con la malaria. Gli extracomunitari che arrivano con barconi e simili non possono essere portatori del ceppo di malaria che ha causato la morte della piccola a Brescia perché semplicemente morirebbero nel viaggio e mi chiedo poi che tipo di profilassi dovrebbe essere fatta per una malattia che sul nostro territorio non può praticamente essere trasmessa. Purtroppo si scoprirà che c'è qualche leggerezza dietro la morte della piccola.

g.ringo

Gio, 07/09/2017 - 14:16

Si può dire che questo ennesimo problemino non c'era prima di questa incontrollata gestione migratoria?

fer 44

Gio, 07/09/2017 - 14:17

@maustufo- 12:54 NO, ABBIAMO AL GOVERNO DEI CRIMINALI !!!!

ex d.c.

Gio, 07/09/2017 - 14:32

La profilassi dovevamo farla alle frontiere. Dall'inizio dovevamo accogliere solo immigrati che potevamo immediatamente collocare in posti di lavoro dopo averne controllato i documenti, per quanto possibile, e lo stato di salute . Come facevano i Paesi evoluti con i nostri emigrati

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 07/09/2017 - 14:39

@Magicoilgiornale - chiedilo alla Lorenzin.

Pietro2009

Gio, 07/09/2017 - 15:18

Tutta colpa dei migranti!!! Eternit 3000 morti l’anno e 34000 siti da bonificare. Nel 2015 - 3500 morti per incidenti stradali. 86.000 morti l’anno causa tabacco. L’Eternit è stato inventato dai migranti, le auto sono tutte fatte dai migranti e possono andare anche a 200 km/h e il limite è di 130 e che dire dei tabaccai che sono anche loro tutti migranti e ci obbligano a comprare le sigarette. Si! Ci stanno uccidendo i migranti!!!

Vostradamus

Gio, 07/09/2017 - 15:28

Spiacente per il commente partito in anticipo. Dicevo, a casa loro saranno, per forza di cose, automaticamente "integrati" (dove ci si può integrare meglio che a casa propria?) e vivranno comunque in condizioni migliori.

tuttoilmondo

Gio, 07/09/2017 - 16:10

Ho letto che i nostri migranti venivano tenuti sulle navi per 40 giorni prima di sbarcare. E' vero? Ma cosa vuol dire migrazione? La migrazione la fanno i popoli, ossia le famiglie, padri, madri, figli, nonni. Invece le invasioni le fanno i guerrieri, soldati, giovani di sana e robusta costituzione in età da leva militare. Giovani ed affamati non solo di cibo. La Storia dice che l'intxxxazione non esiste. Esiste la convivenza, a volte pacifica, ma spesso non pacifica. E' per questo che ognuno deve stare a casa sua. I babbei dicono che gli invasori portano la ricchezza. E' strano che nessuno se ne sia accorto. In Ungheria non ho visto un nxxxo, uno zingaro, ma solo tre mendicanti, in tutta Budapest. A Praga e a Tampere è lo stesso. Insomma... questa ricchezza non la vuole nessuno. Che siano loro i babbei? Non credo.

tuttoilmondo

Gio, 07/09/2017 - 17:02

Non posso scrivere nxxxo. Corretto in "nxxxo". Non posso scrivere intxxxazione. Corretta in "intxxxazione". Non posso manifestare un mio pensiero. Altro che malaria. La pazzia si sta diffondendo velocemente. Che Dio salvi l'Italia.

Koch

Gio, 07/09/2017 - 17:09

I turisti che si recano in zone endemiche per la malaria ci sono sempre stati e nessuno ha mai attribuito loro l'importazione della malaria, anche perché quasi tutti, prima della partenza, si sottoponevano a profilassi antimalarica, la quale era addirittura richiesta obbligatoriamente da alcuni stati. Ora sembra che qualcuno voglia considerarli responsabili dei casi di malaria nel nostro paese, addirittura c'è chi arriva ad asserire che la malaria in Italia non era mai scomparsa. Tutti però, ne parlano solo ora, comprese le autorità sanitarie, che fino a ieri parlavano di malaria come malattia debellata !

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Gio, 07/09/2017 - 17:13

@atuttoilmondo: I babbei non sono babbei perche' le "risorse" portano davvero ricchezza. Lo stato paga 35 Euro al giorno per l'assistenza al migrante, la coop rossa o bergogliona gliene da' 2.5, quindi in tasca ai compagni (o agli "utili idioti" cattolici) restano 32.5 Euro puliti puliti.

tuttoilmondo

Gio, 07/09/2017 - 17:20

Qualcuno scrive che una persona infettata in Africa nuore sul barcone prima di arrivare in Italia. E' una sciocchezza. L'incubazione può arrivare a 21 giorni. C'è tutto il tempo di portare la malaria in italia. Non per niente esiste la "quarantena".

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Gio, 07/09/2017 - 17:54

Cari Italiani gioite per adesso. Perche io ho visto la Lebbra negli ospedali Britannici anni fa`!!

Pietro2009

Gio, 07/09/2017 - 18:04

@tuttoilmondo Gli Ugonotti portarono in Svizzera la sapienza orologiaia. Quando entrarono in Spagna i conquistatori arabi e berberi offrirono condizioni migliori ai contadini, tanto che i baschi si allearono coi berberi pur di non avere i franchi nel loro territorio. Gli Ebrei Apostoli di Gesù il Cristianesimo nell'Impero. I Borboni alla Reggia di Caserta il bidet che i Savoia non conoscevano, tal Romeo ing. napoletano a Milano l'Alfa Romeo, i Romani qua e la gli acquedotti, i greci la filosofia, i persiani il Codice Hammurabi, Fermi ecc la Bomba partito intuendo le leggi razziali, Steve Jobs figlio di un rifugiato siriano inventore di Apple...ecc è sufficiente?

rokko

Gio, 07/09/2017 - 18:14

tuttoilmondo, la malaria c'è nell'Africa centrale, prima di arrivare alle coste libiche e tunisine c'è da attraversare una zona inospitale per le zanzare oltre che per l'uomo. Altro che 21 giorni

tuttoilmondo

Gio, 07/09/2017 - 18:19

Pilsudski Gio, 07/09/2017 - 17:13 - i babbei, o utili idioti di leniniana memoria, non sono quelli che ci mangiano, è ovvio: sono quelli che sostengono i loro parassiti a due gambe, perché poi... tutta la giostra finisce in tasse da pagare. Come mai i magiari non abboccano? Né i finnici? Ne i cechi? Né... insomma... nessuno? Milioni di teste di cavolo aspettano ancora un messia rosso che li liberi dal bisogno. Non hanno capito che se non sudi e non guadagni non magni. Dicono ancora che il padrone è cattivo. Lo hanno combattuto per mezzo secolo e... si chiedono perché non c'è lavoro. Utili idioti, babbei, vuoti a perdere. Purtroppo ce ne sono a milioni. Tutti concentrati in Italia. All'estero mica sono così.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 07/09/2017 - 18:31

E'chiaro che la Malaria come tuztte le altre malattie infettive vendono portate in Italia e in Europa dall'Africa a mezzo 'migranti'. Quersto sta alla base della corsa alle vavccinazioni nelle scuole. Il Governo sa benissimo il perchè ma non lo vuol fare sapere perchè non è "politically correct".

tuttoilmondo

Gio, 07/09/2017 - 18:44

Pietro2009 Gio, 07/09/2017 - 18:04 --- Nel 1865 il Gen. Lee si arrende al Gen. Grant. Poi si arrende (per me il miglior Gen. suddista) Joseph Johnston, e per ultimo il Gen. Taylor. Insomma... finisce la guerra di secessione. Sono passati quasi due secoli, ma... i neri liberati ancora non si sono integrati. Non lo saranno mai. E poi: indiani e pachistani (quanti morti); Hutu e tutsi (quanti morti); ebrei e palestinesi (quanti morti); cristiani e musulmani (quanti morti; sciiti e sunniti (quanti morti); baschi e spagnoli; Cattolici e protestanti (quanti morti in Irlanda, paese civile); e... tutti!!! La integggrazione non esiste. Perciò... scambi culturali e basta. Ognuno al suo paese. A meno che uno non ci mangi. In qualche modo. Oppure è un babbeo o utile idiota. Questo è il mio pensiero.

Pietro2009

Gio, 07/09/2017 - 18:46

#@tuttoilmondo Gli Ugonotti portarono in Svizzera la sapienza orologiaia. Quando entrarono in Spagna i conquistatori arabi e berberi offrirono condizioni migliori ai contadini, tanto che i baschi si allearono coi berberi pur di non avere i franchi nel loro territorio. Gli Ebrei Apostoli di Gesù il Cristianesimo nell'Impero. I Borboni alla Reggia di Caserta il bidet che i Savoia non conoscevano, tal Romeo ing. napoletano a Milano l'Alfa Romeo, i Romani qua e la gli acquedotti, i greci la filosofia, i persiani il Codice Hammurabi, Fermi ecc la Bomba partito intuendo le leggi razziali, Steve Jobs figlio di un rifugiato siriano inventore di Apple...ecc è sufficiente?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 07/09/2017 - 19:04

@Omar - stavamo pendendo dalle tue labbra, grande scienziato. ma almeno ci capisci qualcosa? O non sapevi cosa scrivere d'alro se non le solite offese generiche? Mi diletto anch'io allora, prendi bananas.

Divoll

Gio, 07/09/2017 - 19:22

Ora anche le zanzare malariche arrivano da clandestine. Grazie UE, grazie PD, grazie Boldrini, Kyenge, ONG e buonisti vari: la morte di questa povera piccola e la salute rovinata degli altri due bambini l'avete sulla vostra coscienza, interamente. E questo senza contare la riapparizione di TBC, scabbia e molto altro.

vottorio

Gio, 07/09/2017 - 19:53

le risorse di Laura Boldrini che vengono in massa senza alcun controllo anche sanitario per pagarci le pensioni, provengono proprio in prevalenza dalle zone sub-sahariane dell'Africa, zone altamente endemiche. come può avvenire il contagio è oggetto di indagine degli esperti, ma una cosa è certa che l'invasione di africani ha coinciso con il rigurgito di malattie debellate da diversi decenni.

massimo.augusto

Gio, 07/09/2017 - 20:00

Non esiste solo la malaria. L'intera famiglia di un mio conoscente è stato infettata da uno 'strano' virus che, per non so quale ragione, risulta pericoloso solo alle persone anziane. La moglie, infatti, ha subito dei gravi danni al timpano di un orecchio e adesso ha serie difficoltà di equilibrio. In seguito si è accertato che il virus era stato diffuso in famiglia dalla piccola nipotina, la quale a sua volta era stata infettata dalla amichetta africana sua compagna di giochi. Al mio conoscente il virus provocò una paralisi temporanea alla gamba sinistra che per poco non gli causò un incidente automobilistico. Questo dimostra che non ci dicono la verità sulle malattie che importiamo insieme ai cosiddetti 'migranti' e la ragione è evidente.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 07/09/2017 - 20:01

...elkid...non sapevo riuscissi a vedere le persone...dici appunto che vedi ex.dc che trema come una foglia.....EVITA DI INALARTI COSE STRANE...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 07/09/2017 - 20:18

Nessun commento dal mangia bananas di Omar?

Pietro2009

Ven, 08/09/2017 - 08:53

@tuttoilmondo 18:44 gli uomini non sono delle statue non sono delle rigide ideologie o religioni non sono costretti dentro dei confini non sono nemmeno il colore della loro pelle che secondo un recente studio e’ diventata bianca circa 8000 anni fa. Sono sangue carne pulsioni sentimenti ottimamente interscambiabili chi li osserva e ascolta si accorge e attenzione non si integra ma si incontra, si incontrano in tutti quei luoghi e popoli da lei citati...si sposano e fanno figli, ovunque. Certo è vero anche che non c’è piu sordo di chi non vuol sentire. Viaggiano in pace e in aereo da pochi decenni dia tempo di incontrarsi. PS come lei non intendo in nessun modo accettare infibulazione e altre pratiche e costumi “imprigionati” o lesive della dignità umana, incontro: forte della propria cultura ma capace di confrontarsi apprezzare e FAR apprezzare la propria. Sincera buona giornata.