Diritti lgbt, due donne riconosciute madri dopo la fecondazione assistita

È il primo riconoscimento diretto della legge 40 del 2004. Il Tribunale di Pistoia rettifica il rifiuto del sindaco e dichiara "madri" le due donne

Ieri è stata la Corte di Appello di Napoli. Oggi, invece, a riconoscere l'atto di nascita con l'indicazione di due madri è il Tribunale di Pistoia. E quello di oggi è il primo riconoscimento diretto della legge 40 del 2004.

Ecco i fatti. Le due donne avevano fatto ricorso, all'estero, alle tecniche della fecondazione assistita. In seguito, però, il sindaco si è opposto alla loro richiesta di registrare l'atto di nascita del figlio delle due madtri. Ma grazie alla legge 40, le due donne hanno chiesto al Tribunale di dichiarare illegitimo il rifuto del primo cittadino.

Secondo il Tribunale, che ha accolto le argomentazioni delle ricorrenti, la preminenza della tutela degli interessi del minore costituisce il primo e fondamentale criterio utile a delibare ogni questione in materia di status filiationis, nel cui ambito la valutazione in ordine alla meritevolezza della tutela degli interessi degli adulti ad autodeterminarsi e a generare figli rimane solo sullo sfondo". Il Tribunale di Pistoia ha poi ordinato la rettificazione dell'atto, dichiarando le due donne madri del bambino con entrambi i cognomi delle due donne.

Soddisfatta la presidente di Rete Lenford, Miryam Camilleri, secondo la quale ha vinto "la tutela del superiore interesse del minore a instaurare relazioni affettive stabili con entrambi i genitori a prescindere dal loro orientamento sessuale, il riconoscimento che anche per le coppie dello stesso sesso, la filiazione può nascere dal consenso consapevole e irrevocabile ad assumere la responsabilità genitoriale sul figlio, come già previsto per le coppie eterosessuali dalla stessa legge 40".

Commenti

Popi46

Ven, 06/07/2018 - 12:39

Da una gran fetta di mondo la donna è trattata a mo’ di bestiame, dall’altra due maschi o due femmine possono vantare diritti di genitorialita’.... ammetto, mi sento un tantino confusa

Giorgio5819

Ven, 06/07/2018 - 12:56

Il tribunale ha deciso che il minore, indifeso e incapace di esprimere le proprie ragioni, dovrà crescere in maniera anomala e diversa dai suoi simili per volere di un giudice e di due sbagliate della natura...che schifo !

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 06/07/2018 - 13:12

-trattavasi di pura formalità-ed infatti le cose sono andate come dovevano-quelli che non riescono ad accettare queste cose devono capire che il vulnus nel quale si infila qualche coppia gay che pretende gli stessi diritti-ripeto-il vulnus è stato creato dalle coppie etero che a frotte si riversano all'estero per farsi la vacanza "parti in 2 e torni in 3"-coppie etero che per egoismi vari non si rassegnano a ciò che decide la natura e cercano di bypassare una condizione di infertilità-il pertugio dunque-lo hanno aperto le coppie etero-che se solo si rivolgessero agli orfanotrofi-farebbero cosa grata all'umanità intera-cosa cambia tra un bambino adottato ed uno sfornato da una incubatrice umana a pagamento?-il fatto forse che almeno uno dei genitori gli doni un pò di dna?-ma è proprio questo il punto che fa scoppiare queste coppie in futuro-il fatto che chi dona si sente più genitore dell'altro-mentre l'adozione metterebbe entrambi i genitori sullo stesso piano

MOSTARDELLIS

Ven, 06/07/2018 - 13:15

DE ti pareva che anche in questo non doveva intervenire la magistratura a favore dei sinistri.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 06/07/2018 - 13:45

---MOSTARDELLIS--sei un genio---conosci a priori per chi votano queste due donne---ed io ti smentisco---dalla cronaca locale ed interviste rilasciate sembra che le due tipe votino destricolo---questo è il vostro limite---quello di credere che i gay in italia votino tutti a sinistra--hanno fatto un servizio su italia 1 qualche tempo fa --su tutti i circoli e le associazioni gay di destra in italy---non crederesti ai tuoi occhi --swag--

steorru

Ven, 06/07/2018 - 14:03

Mi doamndo quando questa schifezza verrà risolta approvando una legge chiara e non ammendabile da alcun giudice. Un bambino nasce da un padre e una madre, tutte le altre opzioni sono innaturale e da sanzionare.

steorru

Ven, 06/07/2018 - 14:09

Caro el kid ti chiamo per nick in quanto non conosco la tua identità forse non hai il coraggio di esprimere in faccia le tue idee (di cui forse ti vergogni nel tuo intimo) non sono assolutamente d'accordo con qualsiasi proatica di fecondazione eterologa anche tra uomini e donne. Se si vuole un figlio e non si può procreare le adozioni sono sempre accessibili se si hanno i requisiti. Tra persone dello stesso sesso è un atto ignominoso che il nostro ordinamento non prevede e solo grazie a forzature alcuni magistrati regolarizzano. Non amo le persone che forzano le leggi, queste ci sono e non vanno ne forzate ma rispettate. Che il mondo LGBT stia cercando di modificare lo stato attuale fa parte del loro diritto, così come chi come me ha il diritto di non accettare questi cambiamenti per motivi etici, religiosi e morali.

carpa1

Ven, 06/07/2018 - 14:17

... tutela del superiore interesse del minore... Vedremo quando sarà in grado di capire che giudizio darà lui sul mentecatto che si è permesso di prendere una decisione così importante sulla "tutela del minore" mettendo all'angolo i suoi diritti ad avere un padre ed una madre. E così, via avanti di questo passo con lo stravolgimento della natura ad esclusivo interesse egoistico di individui che, in quanto adulti, dovrebbero dimostrarsi anche cresciuti nella testa.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 06/07/2018 - 15:36

povero bambino, quando sarà grande e chiederà del suo papà le due lesbiche cosa risponderanno? perché gli altri bambini hanno il papà e la mamma e invece io ho due mamme? il buon senso non esiste più, ormai comanda l'egoismo di gente malata.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 06/07/2018 - 15:58

Crederò alle due mamme (o ai due papà) il giorno in cui 2 gameti omologhi riusciranno a fecondarsi. Fino ad allora continuerò a considerare deprimenti storie di questo genere.

cir

Ven, 06/07/2018 - 16:06

e il bimbo che nella doccia vide il padre nudo esclamo' con stupore, papa' che pisellone grande che hai !!! Il padre rispose questo e' nulla , non hai ancora visto quello della mamma !!!