Disabile costretta da Ryanair a lasciare a terra la carrozzina

Elena Paolini è stata costretta a partire senza: "Scioccata, ma non potevo fare altro"

Una studentessa italiana, iscritta al Westminster College di Londra, è stata costretta a viaggiare senza la sua sedia rotelle, perché Ryanair, nota compagnia aerea per i viaggi low cost, non ne ha consentito l'imbarco a causa del particolare tipo di batterie del motore, non permesse sul volo.

È cominciato così il viaggio di Elena Paolini, ragazza disabile costretta sulla sedia rotelle, che il 23 settembre scorso ha dovuto lasciare all'areoporto di Ancona la sua carrozzina, nonostante avesse già volato con la stessa compagnia.

La ragazza indignata dall'accaduto, decide di denunciare l'ingiustizia su facebook: "Cara (si fa per dire) Ryanair, due giorni fa ho preso un volo Ancona-Londra. Durante il check-in i membri dello staff hanno iniziato a guardare e controllare la mia sedia rotelle a motore. Poi un uomo con tono autoritario mi dice che ha appena chiamato Dublino e che Ryanair non mi consente di imbarcarla, perché il tipo di batterie non è indoneo poiché contenenti dell'acido al loro interno".

E continua: "Non ci potevo credere quando mi hanno detto che avrei dovuto arrangiarmi con la mia sedia a rotelle manuale e spedire, invece, con il corriere quella con le presunte batterie non autorizzate. Ma sfortunamente è proprio quello che ho fatto, non avendo altra scelta".

Elena poi racconta come appena tornata a casa ha controllato il contenuto delle batterie e ha scoperto che il presunto acido, non era altro che gel, sostanza invece permessa.

La studentessa italiana ha anche segnalato delle inadeguatezze della compagnia nell'accompagnamento delle persone disabili ai propri voli, segnalandone i ritardi e la cattiva organizzazione che una volta le ha addirittura fatto perdere il volo.

Commenti

angelo1951

Sab, 01/10/2016 - 16:10

Disabili oppure no, neri o bianchi, maschi o femmine: a me danno fastidio tutti coloro che pretendono sia lor dovuto sapendo che invece (tutti gli altri lo fanno) vi sono regole da rispettare.

Linucs

Sab, 01/10/2016 - 17:21

"Ryanair"

Gius1

Sab, 01/10/2016 - 18:02

angelo1951# Mi dispiace solo che tu non sia disabile (almeno per un po ) e provare che non e´giusto subire dei torti e che non sia colpa tua.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 02/10/2016 - 00:03

beh, facciamogli almeno gli auguri per gli studi.

TonyGiampy

Dom, 02/10/2016 - 01:52

Se le batterie non possono veramente essere imbarcate per motivi di sicurezza c'e' poco da discutere, la regola va rispettata.Dispiace per questa ragazza ma la compagnia deve tutelare l'incolumita' di tutti i passeggeri.Tuttavia,Ryanair e' stata spesso coinvolta in polemiche con bagagli,ritardi e altro e questo non giova alla sua immagine.Non voglio far pubblicita' ma quando torno a Roma io utilizzo sempre Alitalia.Molti ne parlano male ma io non ho mai avuto problemi di nessuna natura.E' un po' cara ma si viaggia bene.A conti fatti mi sembra molto strano che una compagnia aerea faccia pagare un biglietto 25,30 euro e salirci mi metterebbe l'ansia!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 02/10/2016 - 02:35

Beh Ryan non é nuova a queste colossali cretinate.

miu67

Dom, 02/10/2016 - 09:20

angelo 1951 commento inqualificabile, ha ragione Gius1 dovresti provare prima di parlare.

Ritratto di llull

llull

Dom, 02/10/2016 - 10:04

@gius1: io invece vorrei vedere te se fossi costretto a subire le conseguenze di un qualsiasi tipo di incidente causato dal mancato rispetto di norme di sicurezza standardizzate. Tali norme non sono fatte per danneggiare qualcuno o per creare disagi (che a volte é necessario sopportare) bensì per la salvaguardia della vita e della sicurezza generale. Nel caso specifico, poteva imbarcare la carrozzina lasciando a terra le batterie ricomprandole in U.K.

fer 44

Dom, 02/10/2016 - 11:04

Cara Elena Paolini, mi dispiace per l'accaduto! Però, per evitare possibili futuri disagi, ti consiglio di farti rilasciare dal costruttore della sedia a rotelle, o da quello delle batterie, che le stesse sono al gel e sigillate, quindi idonee ad essere imbarcate su un aeromobile! Purtroppo una batteria normale al piombo può rilasciare in volo, vapori pericolosi!

guido.blarzino

Dom, 02/10/2016 - 13:09

Concordo con fer 44. Quando ha comprato la carrozzella doveva farsi rilasciare l'omologazione al volo. Oggi deve essere tutto certicato ma questo concetto è ancora lontano dalla cultura popolare. È sempre colpa degli altri. Non capisco poi altri interventi gratuiti contro ryanair. Si tratta di una compagnia dichiaratamente low cost. Tutti gli aeroporti cercano un contratto con ryanair. Vi siete mai chiesti il perché? Prima di criticare, meglio informarsi. Servono critiche costruttive, non distruttive.