Divorzio breve, via libera dal Senato

Per presentare domanda bastano 12 mesi in caso di giudiziale e soltanto sei per la consensuale. Ora il testo passa alla Camera

Nuove modifiche alla legge che regola il divorzio. Il Senato, infatti, con 228 voti favorevoli (11 contrari e 11 astensioni) ha approvato il ddl sul divorzio breve, accorciando i tempi per dirsi addio.

Vediamo quali sono le novità più importanti. Stralciato il cosiddetto "divorzio lampo", che consentiva di saltare a piè pari la separazione. Non servono più gli attuali tre anni di separazione per presentare la domanda di divorzio, ma bastano dodici mesi in caso di giudiziale e soltanto sei mesi per la consensuale. Il ddl ora torna alla Camera per l’approvazione definitiva (purché non ci siano nuove modifiche).

Non sono mancate le reazioni politiche. "Dopo tanti tentativi andati a vuoto nelle scorse legislature - sottolinea Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia alla Camera - stavolta siamo vicini al traguardo. È una legge doverosa in linea con i tempi e con gli altri paesi, è un passo avanti di civiltà giuridica e sociale. Dato che - prosegue - nella sostanza resta confermato l’impianto già approvato dalla Camera dieci mesi fa, credo che la terza lettura potrà essere rapida e che presto dunque si arriverà al voto definitivo". Valeria Valente, deputata Pd e presidente del Comitato Pari Opportunità della Camera: "È una norma di civiltà che il nostro Paese aspettava dal 2003. Personalmente avrei preferito che nel testo approvato non si rinunciasse al divorzio diretto ma se il rischio era quello di non portare a casa questo importante risultato, per adesso va bene così". E ancora: "Un enorme passo in avanti - spiega - è stato compiuto e questo sia in termini di umanizzazione delle procedure relative alla separazione sia in termini di abbreviamento dei tempi processuali".

Soddisfatto anche Luca D’Alessandro, deputato di Forza Italia e già relatore del testo quando ebbe il primo via libera di Montecitorio: "L’approvazione da parte del Senato del divorzio breve rappresenta una splendida notizia. Auspichiamo che la Camera dei deputati sappia approvare definitivamente la legge in tempi brevissimi".

Commenti

Luigi Fassone

Mer, 18/03/2015 - 14:00

Dai,confessa che,a forza di facilitazioni ( segue da presso le "depenalizzazioni" in campo delinquenziale) l'auspicio dei modernisti,che stanno in ogni campo,dai Vendoliani ai Renzini,è quello di poter annullare un matrimonio con un semplice "CLIC" !

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 18/03/2015 - 14:26

non mi stupisce. il parlamento che e' composto da gentaglia che non sa cosa voglia dire fedelta' non ha alcuna difficolta' a promuovere un divorzio a tempi stretti...

bruno.amoroso

Mer, 18/03/2015 - 15:56

marco piccardi: meglio di quei divorziati del centro dx che sfilavano per la salvaguardia della famiglia!! (sic). Salvo poi trovarli a letto con prostitute minorenni

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 18/03/2015 - 17:33

@bruno.amoroso per me centro destra e centro sinistra, quando si parla di parlamento italiano e' la stessa zuppa.