Viterbo, si getta senza vestiti dal secondo piano per sfuggire all'incendio: grave 31enne

Una donna di 31 anni si è lanciata, senza vestiti, dal secondo piano di una palazzina per sfuggire all'incendio divampato in casa. Le sue condizioni sarebbero gravi

Si lancia nuda dal secondo piano di una palazzina per sfuggire all'incendio divampato nel suo appartamento ma batte la testa sull'asfalto: è grave un donna di 31 anni.

Accade tutto in pochi minuti. Le fiamme alte, il fumo e l'aria irrespirabile. Così, costretta dalle circostanze, una ragazza sudamericana si è gettata nel vuoto nel tentativo di mettersi in salvo dal rogo che stava devastando la sua casa. Stando a quanto si apprende dalla testata giornalistica online Viterbonews24, i fatti sarebbero occorsi nella notte appena trascorsa, attorno alle ore 3, in via Lucchi, nel quartiere San Faustino.

La persona coinvolta nell'incendio, A.D.L. le iniziali del suo nome, braccata dalla lingua di fuoco che avvampava repentinemente sotto i suoi piedo, si è lanciata, senza vestiti, dalla finestra del secondo piano di una vecchia palazzina. Ma nel rovinoso impatto contro l'asfalto ha riportato un grave colpo alla testa. Per questo motivo, le sue condizioni sarebbero critiche.

A darne l'allarme, è stato l'equipaggio di una gazzella del nucleo radiomobile dei carabinieri. Al momento dell'accaduto, infatti, gli uomini dell'Arma si trovavano nella vicina piazza San Sacrario quando hanno avvertito un forte odore di fumo esalare in zona. Dunque, sono accorsi in via Lucchi e hanno assistito all'intera, terribile scena. Immediato l'allarme ai sanitari del 118 e ai Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto in tempi record. La trentunnene è stata trasportata tempestivamente in ospedale con codice rosso.

Sono occorse circa due ore per spegnere le fiamme. Gli inquirenti stanno provando a ricostruire la dinamica della vicenda pertanto, sarebbero ancora ignote le cause dell'incendio. Non si esclude nessuna pista.