Dramma a Vigevano, finanziere uccide la moglie e poi si toglie la vita

L'uomo di 55 anni, ha accoltellato a morte la compagna e poi ha puntato contro di se la pistola di ordinanza. In casa c'era la figli minorenne

Nuova tragedia familiare; un uomo di 55 anni, finanziere in servizio presso la compagnia di Corsico (Milano), ha ucciso a coltellate la moglie di 38 anni e poi ha puntato contro di se la pistola di ordinanza facendo fuoco e uccidendosi.

L'omicidio suicidio è avvenuto poco prima della mezzanotte di ieri sera nella villetta di proprietà della coppua in via Ivrea, nella prima periferia di Vigevano. In casa, al momento dei fatti era presenta anche la figlia di 11 anni. Ancora da chiarire con precisione il motivo per cui la cappia si sia vista ieri sera e se il gesto dell'uomo sia dovuto ad un raptus di follia o se ci sia la premeditazione di compiere l'omicidio-suicidio. Da quanto si apprende, i due si erano separati da poco tempo e il 55enne, molto geloso, non accettava l'intenzione della donna di chiudere la relazione. La donna aveva deciso di tornare a vivere nel suo paese di origine, Cassolnovo, pochi chilometri distante da Vigevano e aveva già trovato una sistemazione.

Sulla vicenda indagano gli agenti di polizia del commissariato di Vigevano.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 02/05/2019 - 14:00

nel tragico evento,per fortuna non è stata usata l'arma da fuoco d'ordinanza,se no li sentivi i buonisti,fancazzisti e sinistroidi vari!!