Drogarsi in gruppo non è reato. Lo stabilisce la Cassazione

Per la Suprema Corte è "penalmente irrilevante" il consumo di gruppo di sostanze stupefacenti. Rigettata una interpretazione più severa della norma

Drogarsi in gruppo? Adesso non è reato. A stabilirlo è stata una sentenza della Cassazione che ha difinito "penalmente irrilevante" l'uso di stupefacenti. Che sia una canna tra amici o la condivisione di qualche grammo di cocaina con un collega di lavoro, poco importa: il consumo.

"È penalmente irrilevante il consumo di gruppo di stupefacenti sia in caso di mandato all’acquisto, sia in caso di acquisto comune", hanno deciso le sezioni unite penali della Cassazione rispondendo al quesito se sia reato il consumo di gruppo di stupefacenti dopo l’introduzione della legge Fini-Giovanardi del 2006. La Cassazione ha distribuito una informazione provvisoria al termine dell’udienza, ma le motivazioni della decisione saranno chiare solo al momento del deposito della sentenza. Ad ogni modo, la Suprema Corte ha dovuto decidere sul contrasto giurisprudenziale in base al ricorso presentato su una sentenza del gup di Avellino che il 28 giugno del 2011 aveva dichiarato non luogo a procedere nei confronti di un uomo perché "il fatto non sussiste". Nel mirino proprio il reato legato all'uso di stupefacenti. Sull’uso di gruppo, dopo l’introduzione della legge Fini-Giovanardi, nel 2006, era sorto un contrasto giurisprudenziale: se la Cassazione, in passato, aveva sempre ritenuto penalmente irrilevante l’uso di gruppo, vi erano state, in tempo più recente, decisioni più severe secondo cui questo, invece, era reato. In pubblica udienza le sezioni unite, presiedute dal primo presidente Ernesto Lupo, hanno appunto deciso che "è penalmente irrilevante in entrambe le ipotesi".

Annunci
Commenti

futuro libero

Gio, 31/01/2013 - 17:16

probabilmente in Cassazione usano farlo in gruppo.

Holmert

Gio, 31/01/2013 - 17:16

Una legge fatta da Fini ,ha prodotto i suoi frutti.Sicuramente incompleta che ha dato adito alla cassazione,sempre in cerca di cavilli,di ridicolizzare il legislatore e di emettere una sentenza inaudita. E' come se dicesse che l'assassinio in gruppo,non è reato,tanto i colpi che si sparano contro il malcapitato, saranno al massimo due a testa. Una volta leggevo che un popolo greco,uccideva il legislatore che aveva prodotto leggi sbagliate. Ormai siamo sicuri che in Italai gente seria e preparta non fa politica,non si mischia. E ci fa rovinare da questi qua.

Ritratto di _alb_

_alb_

Gio, 31/01/2013 - 17:17

Per me uno a casa sua può fare quello che vuole. E lo stato non dovrebbe rompere. E dico questo benché non abbia neanche mai fumato. Però dovrebbe punire severamente atti criminali indotti dall'uso degli stupefacenti. (soprattutto gli incidenti stradali e i furti).

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 31/01/2013 - 17:18

Ma certo, visto che l'obiettivo è quello di drogare tutta l'umanità. ANDATE A CAGARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

emilio canuto

Gio, 31/01/2013 - 17:18

Non si possono mica mettere tutti i deputati in galera! Quando sono in gruppo non è reato noooooo

il nano

Gio, 31/01/2013 - 17:20

chi non fuma in compagnia non è figlio di Maria

stefanopiero

Gio, 31/01/2013 - 17:21

Allora mettiamo su una banda per rapinare banche, tanto il gruppo non fa reato e tanto più che le banche se lo meritano. Sarà per il sovraffollamento delle carceri che accettano reclusioni solo per singoli?

piero

Gio, 31/01/2013 - 17:26

non c'è limite al peggio!

albertzanna

Gio, 31/01/2013 - 17:28

probabilmente i giudici di Cassazione ci hanno il loro interesse. D'altra parte c'è il precedente quel famoso senatore che mandava gli uomini della sua scorta a comperargli la cocaina. Forse la sniffavano in gruppo, quindi stando alla Cassazione, nessun reato. E questi sono gli uomini moralmente superiori che dovrebbero essere d'esempio alla nazione?? Che schifo!!

Ritratto di depil

depil

Gio, 31/01/2013 - 17:31

ormai in Cassazione c'è tutto il pattume dei magistrati rossi, tutti drogati e genitori e nonni di gentaglia drogata e criminale.

blues188

Gio, 31/01/2013 - 17:31

Le solite demolizioni della sinistra. Non si smentiscono mai! A me Berlusconi non piace, ma preferisco votare lui che veder andare al governo la sinistra di Bersani o, peggio ancora, Vendola!

moshe

Gio, 31/01/2013 - 17:33

Ormai siamo al delirio di onnipotenza da parte della magistratura. Mi chiedo a cosa serva un parlamento regolarmente eletto dal popolo che vara leggi, quando poi la magistratura le leggi le rivolta a suo piacimento.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 31/01/2013 - 17:34

una volta provai invidia per quel tizio che uscì da un bagno con tre ragazze tutti sconvolti col sorriso stampato poi ho scoperto che erano 4 perdenti con troppi soldi in tasca. secondo me lo stato prende la stecca altrimenti il consumo non sarebbe diffuso così alla luce del sole.

piero

Gio, 31/01/2013 - 17:34

non c'è limite al peggio!

Ritratto di pediculo

pediculo

Gio, 31/01/2013 - 17:35

Tutto chiaro ! finchè la giustizia ai vari livelli è amministrata così chissà dove si andrà a finire. Non viene interpretato il "comune sentire" dei cittadini che amministra ma ciò che gli agenti ai vari livelli e nelle diverse funzioni credono essere la moda dominate del momento. C'è un abisso fra la così detta giustizia amministrata da questi "servitori" della Repubblica italiana e quella dell'antica Repubblica Serenisssima. Nella sua giustizia civile e penale lo Stato Marciano usava criteri sostanziali, cioè seguiva l’ordine morale orientato ai valori cristiani tradizionali del suo popolo. Questa giustizia dello Stato italiano dove vuole arrivare ?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 31/01/2013 - 17:35

Da tempo si sono bevuti il cervello!!!

ANTONIO1956

Gio, 31/01/2013 - 17:35

che cosa si può dire?? di senteze idiote ormai in Italia siamo abituati a sentirne.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 31/01/2013 - 17:38

Continuo a scriverlo,che la Magistratura è ormai sganciata dal senso comune,e dovrebbe essere elettiva,per restituire equità alle loro sentenze.Questa,come tante altre,è di parte, "buonista" ed assurda.Vedrete che fra non molto "rubare in gruppo",non sarà più un reato...Pazzesco!

Massimo Bocci

Gio, 31/01/2013 - 17:38

Sarà' un pronunciamento a personam !!

roliboni258

Gio, 31/01/2013 - 17:39

si vede che lo fanno anche loro,

francescoud

Gio, 31/01/2013 - 17:41

Mi sembra molto diseducativo, non tanto per gli adulti che lo fanno consapevolmente (?) ma per ragazzi e ragazzini che da ora in poi si sentiranno "autorizzati" a farlo senza nemmeno temere conseguenze di tipo legale. Al peggio proprio non 'è fino in questo paese, co la p minuscola!

noani

Gio, 31/01/2013 - 17:42

non sarebbe ora di sciogliere e chiudere questo club privé?

vince50

Gio, 31/01/2013 - 17:43

Io non sò cosa sia la droga ne voglio saperlo.Ma dal momento che chi ne fa uso non ha problemi a reperirla,potrà sembrare assurdo ma dovrebbero venderla nella farmacie.Risultato "probabilmente" prezzo più basso e disinteresse della criminalità a rifornire, quindi meno spacciatori e meno gente in galera da mantenere.Ma lo sò tutto questo è scandaloso,molto meglio spacciare in tutta libertà.

Roberto Casnati

Gio, 31/01/2013 - 17:45

Ma che si fumano in gruppo i magistrati? A giudicare da questa ed altre sentenze i magistrati sopno sempre strafatti. Un principio legislativo valevole in tutto il mondo definisce l'associazione a delinquere come aggravante di un reato e non un'attenuante! In sostanza se io rubo un pollo sono solo un ladro di polli (come i nostri governanti), ma se mi metto con altri due amici uno dei quali fa il "palo" e l'altro tiene il sacco che io riempio di polli, questa è associazione a delinquere (come MPS e governo), con tutte le aggravanti del caso. Magistrati buffoni!

liberitutti

Gio, 31/01/2013 - 17:47

ahaha.. a farne uso di gruppo è stato il parlamento italiano.. una legge intera ficcata in un decreto d'urgenza per le olimpiadi invernali.. e blaterate di democrazia.. imparate a confrontarvi servi della libertà (Sua)

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 31/01/2013 - 17:47

All'aeroporto di Singapore, allo sbarco si deve compilare la solita cartolina con i dati personali. Tutto scritto in nero, salvo l'ultima riga in rosso che recita: Attenzione: Secondo la legge di Singapore ai trafficanti di droga viene irrogata la pena di morte. VA BENE COME COMMENTO ?

liberitutti

Gio, 31/01/2013 - 17:57

Se le droghe leggere fossero legalizzate ad uso personale chi vuole si coltiverebbe una pianta in casa e chi invece ne produce tonnellate corrompendo polizia magistratura e politici diventando miliardario rimarrebbe fregato.. ah già l'imperativo morale della difesa della salute degli altri.. avete ragione. Perchè non un bel proibizionismo sul vino che uccide molto + delle droghe?

gianni59

Gio, 31/01/2013 - 17:57

d'altronde in Parlamento non hanno mai arrestato nessuno e hanno vietato anche i controlli sui membri....

delcio

Gio, 31/01/2013 - 17:57

Con simili sentenze ho idea che l'Italia sia un paese senza speranze, purtroppo. Si vede che in cassazione (minuscolo) fanno largo uso di queste sostanze. Sono allibito!

Marcello58

Gio, 31/01/2013 - 17:59

bella cosa...... Allora, se così dev'essere, lo stupro di gruppo non è penalmente rilevante, così come il furto in gruppo, il vandalismo di gruppo..... e chi più ne ha più ne metta ! No, non credo che la magistratura sia più una parte 'affidabile' e moralmente corretta di questo sgangherato Stato. E' necessario rifondarlo, dalle fondamenta....... Ma chi ne è capace ? E sopratutto, chi lo vorrebbe davvero ? Pochi, pochissimi, purtroppo. Allora tenetevi stretto ciò che avete voluto e permesso, ma senza fiatare e lamentarvi !

steacanessa

Gio, 31/01/2013 - 17:59

provo sempre più ribrezzo per l'intero ordine giudiziario. E pensare che anni or sono avevo un sano rispetto per l'istituzione.

ildirettore

Gio, 31/01/2013 - 18:00

I nomi di questi componenti della cassazione, sono noti o si presentano travisati e sotto falso nome? Forse è meglio dargli una controllata e fargli le analisi ogni volta che si riuniscono.Controllare ciò che mangiano e specialmente quello che bevono e sniffano? Ultimamente hanno fatto delle leggi porcata che un controllo non farebbe male.

pigiobrini

Gio, 31/01/2013 - 18:00

Così come è riportata, la notizia non può che suscitare impressioni estremamente negative ed ha dell'incredibile.

liberitutti

Gio, 31/01/2013 - 18:02

x francescoud: Supponiamo che suo figlio, preso dalla polizia con - diciamo - canne per 20 persone perchè festeggia qualcosa.. La legge attuale prevede da 3 a 7 anni di reclusione.. e lei ci dice che lo vorrebbe in carcere?? Ma vi rendete conto che il carcere lo deve fare chi commette un REATO? che in questo paese non va in carcere uno con 40 processi per frode al fisco e ci deve andare uno che si fa le canne?? Perchè pensate che sia giusta una legge inflessibile? Bene! La prossima volta che parcheggia male le togliamo la patente, l'auto e la teniamo rinchiusa in carcere per 5 anni.. in fondo LEI SAPEVA BENISSIMO che non avrebbe dovuto parcheggiare così..

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 31/01/2013 - 18:05

Fin che il consumo viene incentivato , ci saranno sempre più drogati,eeeeeeee sempre più spese sanitarie. Ma si sa ,per diminuire le spese sanitarie, occorre evitare di mangiare, magri e belli, non fumare ??? ma come???? il fumo no! e sniffare si!?!?!? C'è qualche cosa che non torna . Mi sembra una "legge ad personam".

liberitutti

Gio, 31/01/2013 - 18:07

bobirons: seriamente, mi dica.. che problema le crea un gruppo di persone che si ritrovano e fumano? ne ha mai viste? ha mai parlato con loro? perchè come commento va bene anche (wikipedia su Singapore) "Nel 2004 Lee Hsien Loong, il primogenito di Lee Kuan Yew, divenne il terzo Primo Ministro, tutt'ora la vera democraticità di Singapore è da dimostrare e le elezioni sembrano decisamente manipolate dal fortissimo controllo sui media e sulle stesse opposizioni detenuto da alcune famiglie, soprattutto la famiglia Lee" .. ma lei .. sempre di un padrone televisivo ha bisogno?

finedelmondo

Gio, 31/01/2013 - 18:09

Ma di quali droghe si parla? Canne? Coca? Pastiglie? Eroina?? Tutte????

liberitutti

Gio, 31/01/2013 - 18:10

ahah.. vabbè ma state male.. un conto è il reato di "possesso ai fini di spaccio" un conto è il reato di "uso personale". Qui si dice solo che se tu compri 20 merendine per la gita che fai con i tui 19 amici NON SEI un supermercato.. ne volevi fare un uso personale e sei stato incaricato di comprarle per tutti.. è così difficile?

gamma

Gio, 31/01/2013 - 18:13

Queste sentenze della cassazione non fanno altro che rendere sempre più difficile il compito dei genitori. Come si fa ad educare i figli al rispetto delle regole, al rispetto di se stessi e della propria salute se le massime autorità giudiziarie avallano comportamenti potenzialmente lesivi e autolesivi. La cassazione probabilmente non si rende conto che persone che da soli hanno in genere comportamenti innocui, invece se sono in gruppo si comportano diversamente e possono diventare pericolosi per se stessi e per gli altri. Basti ricordare il fenomeno hooligans. I ricercatori inglesi evidenziarono come la maggiorparte degli hooligans erano nella vita di ogni giorno ottime persone ma in gruppo e sotto l'effetto di alcoolici e droghe diventavano delle bestie capaci di qualsiasi nefandezza. Senza contare, infine, che gli spacciatori saranno molto molto felici a seguito di questa illuminata sentenza.

angelal82

Gio, 31/01/2013 - 18:15

Ma che senso ha tutto ciò ? Legalizzatela oppure no. Punto e stop. Ma non ne parliamo più. Poi ognuno si prenda le responsabilità per la propria e altrui vita.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Gio, 31/01/2013 - 18:15

LA legge finigiovanardi e' un a boiata pazzesca... solo dei mentecatti possono dire che la cannabis e l'eroina sono uguali... e l'alcol allora??? nelle discoteche vendono fiumi di super alcolici e ogni sabato qualche ragazzo ubriaco ci lascia sempre le penne.. ... che buffoni...

deluso

Gio, 31/01/2013 - 18:16

liberalizzare le droghe = rilanciare il turismo non ci fosse la chiesa...

atzori pietrino

Gio, 31/01/2013 - 18:18

Certamente in Cassazione lo fanno in gruppo e prima di essere scoperti hanno messo le mani avanti:Che gentaglia!

Luigi.Morettini

Gio, 31/01/2013 - 18:21

Evidentemente Ernesto L*** si droga in compagnia. Logico no?

Ritratto di Rolando

Rolando

Gio, 31/01/2013 - 18:21

Per la verità non è più una aggravante. "Farsi" da soli od in compagnia prevede la stessa pena, mentre prima il numero era un aggravio.

mussatti lorenzo

Gio, 31/01/2013 - 18:21

non sono d'accordo, perchè la droga danneggia la salute e crea dipendenza psicologica e pure economica.

foreversilvio77

Gio, 31/01/2013 - 18:23

siete tutti dei bigotti statalisti. in un vero paese liberale uno dovrebbe poter fare quello che gli pare se non fa danno agli altri! volete tutti lo stato che vi faccia da mamma e che vi dica : non fare così che fa male. ma saranno ca...i miei se voglio sniffare, o fumare marjuana o sigarette, se scolarmi 5 litri di vodka e mangiare carne tutti i giorni. so che fa male e allora? se lo voglio fare DEVO poterlo fare! questa è libertà cari miei bigottoni.

Gianfyz

Gio, 31/01/2013 - 18:24

Probabilmente,perché in camera di consiglio,questi magistrati si fanno una canna di gruppo!!!!!

giottin

Gio, 31/01/2013 - 18:24

Se drogarsi in gruppo non è reato io proporrei di darne ad ognuno una massiccia dose gratis fino a farli sciogliere!

Gianfyz

Gio, 31/01/2013 - 18:25

Probabilmente,perché in camera di consiglio,questi magistrati si fanno una canna di gruppo!!!!!

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Gio, 31/01/2013 - 18:29

X futuro libero: mi hai fatto scompisciare dalle risa - Grazie!

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Gio, 31/01/2013 - 18:33

Ma certo che è lecito! Se così non fosse bisognerebbe chiudere ogni centro sociale, con un danno incalcolabile per la cultura. E poi é in linea con la logica interpretazione della magistratura, tanto quanto è lecito stuprare le ragazze con jeans attillati, o da comprendere uno stupro operato da stranieri dell'est o del nord Africa , perché hanno culture e tradizioni diverse e crescono in famiglie disagiate, allo stesso modo se la violenza la fanno i figli di papà in branco, perché si annoiano e non si sentono amati dai genitori. Fate domande stupide, è come se qualcuno dicesse che la polizia deve intervenire, in modo violento contro chi distrugge città durante i convegni degli imperialisti capitalisti!? Nooo esercitano in modo creativo il loro dissenso .... E poi che modo è di porre questa domanda? Dove la mettiamo la sacralità delle toghe? Oltre a loro solo la costituzione italiana (la più bella del mondo..) e le tavole di Mosè sono state portate direttamente da Dio sulla terra!! Mica sono cose da umani, qui si parla di divina infallibilità

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Gio, 31/01/2013 - 18:33

Speriamo che i loro figli e nipoti si dedichino a questo passatempo con grande passione e dedizione totale. Imbecilli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Silvano Poma

Gio, 31/01/2013 - 18:36

Ormai la magistratura è totalmente impazzita, non ci si può più meravigliare di nulla. La vera piaga italiana è la Giustizia che non furziona, anche perchè lasciata all'arbitrio di magistrati che impongono le proprie opinioni personali e la propria ideologia forzando l'interpretazione e l'applicazione dei codici.

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Gio, 31/01/2013 - 18:38

chissà quanto costa una licenza per mettere su una fumeria di gruppo? hi hi hi.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Gio, 31/01/2013 - 18:38

RACALE capitale d'italia!

BIASINI

Gio, 31/01/2013 - 18:40

Ricorda molto l'esproprio proletario: basta essere in tanti. Chissà perchè allora lo stupro di gruppo è reato! La logica è la stassa.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Gio, 31/01/2013 - 18:40

si in gruppo ma mettiamoci d'accordo subito, gira a sinistra e se avete mangiato il pollo, verrete tenuti d'okkio.

janry 45

Gio, 31/01/2013 - 18:41

E meno male che sono saggi e se non fossero stati saggi che cosa avrebbero deciso? a questo punto svecchiamo la corte, nominiamo una decina di ventenni, che si accontentano anche della decima parte del loro stipendio.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Gio, 31/01/2013 - 18:42

@gianniverde. tesoro, la droga non si beve.

Paul Vara

Gio, 31/01/2013 - 18:44

Chiedetelo ai parlamentari (di destra come di sinistra)...

silverio.cerroni

Gio, 31/01/2013 - 18:50

@- Stiamo raccogliendo i frutti di ciò che fu seminato negli anni sessanta-settanta. Non sono loro i precursori; Prima di loro, lo hanno fatto già gli altri, rendendo lecito gli illeciti. La fine, della civiltà Occidentale, è iniziata da un pezzo e raggiungerà, fra non molto, il punto di non ritorno. Ma a loro, cosa interessa! Hanno vissuto e bene pure.

Benado

Gio, 31/01/2013 - 18:50

alb, lo Stato non dovrebbe rompere,uno a casa puo'fare quello che vuole,anche drogarsi? Non ha detto una cazzata?

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Gio, 31/01/2013 - 18:52

manca il buonsenso in Italia a tutti i livelli, ho commentato parecchie volte che la PA andrebbe rivoltata come un calzino, non mi arrabbio più perchè oltremodo ne và di mezzo la mia salute ci rido su certe notizie mentre il mio cuore piange.

Ritratto di Tora

Tora

Gio, 31/01/2013 - 18:53

...ergo, lo spaccio di gruppo è legale!

edoo

Gio, 31/01/2013 - 18:55

Legalizzazione. Meno soldi alla criminalità, più allo stato. Almeno ce ne guadagno indirettamente anch'io non fumatore.

Stella

Gio, 31/01/2013 - 18:58

Una sentenza insensata!

Amelia Tersigni

Gio, 31/01/2013 - 19:06

Inaudito!. Ma questo è il risultato della "Giustizia" che esce dalle norme della nostra tanto "decantata" Costituzione. A quando una riforma radicale ??. Tra le altre incongruenze gli avanzamenti di carriera per...anzianità. Ma un "deficiente" invecchiando non diventa ...intelligente !!!!.

Franchino33

Gio, 31/01/2013 - 19:07

Aggiungerei: chi del gruppo ha acquistato la droga deve però esibire in caso di controllo lo scontrino fiscale del venditore della stessa.

Ritratto di Adele Di Marsico

Adele Di Marsico

Gio, 31/01/2013 - 19:07

La droga e' droga..........o forse in compagnia gli effetti si annullano???mah!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 31/01/2013 - 19:10

Io la droga la legalizzerei... Avere uno stato narcotrafficante, metterebbe in crisi la criminalità locale. Il proibizionismo non serve a niente, tanto chi si vuol drogare si droga ugualmente, ma almeno si fanno soldi a palate e possiamo sperare in una riduzione delle tasse. Poi è ridicolo vietare la droga, ma permettere la vendita di super alcolici e delle sigarette, senza considerare che la mariuana può esseere usata in ambito medico.

disalvod

Gio, 31/01/2013 - 19:11

NON CI SONO PAROLE.SE TUTTO VA BENE SIAMO ROVINATI.CHE VERGOGNA!!!COSA SUCCEDE NEGLI ALTRI PAESI?

Triatec

Gio, 31/01/2013 - 19:15

In Italia non c'è limite al peggio!! Chi nomina i componenti della cassazione? Sono quelli che si vestono con i mantelli rosso porpora, ermellino e cappello nero? Ah..ah.. ho capito...ho capito

ireago

Gio, 31/01/2013 - 19:23

Che bel messaggio rassicurante per i giovani. Siate buoni, viva i bonisti. Chi ci salverà più dalla loro pietà? Astro

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Gio, 31/01/2013 - 19:28

CHE SCHIFO!

etasrl

Gio, 31/01/2013 - 19:30

mi sembra che non ci siano novità :fumare sigarette è sempre stato lecito e,fino a poco tempo fa ,anche altamente incentivato. sarebbe auspicabile introdurre una patente sanitaria a punti,come per la guida ,per alleggerire la responsabilità del SSN verso chi opta per questi atti autolesionistici ,per lo meno a partire dall'età della ragione che non vedrei assolutamente oltre il cinquantesimo anno.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 31/01/2013 - 19:30

Beh! La cosa è già applicata nelle manifestazioni pubbliche. I manifestanti si lanciano in violenze varie, vedi Genova e Roma, e nessuno si sogna di condannarli, anzi, spesso diventano eroi o vittime. Perciò cosa c'è di strano se dicono che fumando la droga assieme non si fa reato? Secondo il pensiero rivoluzionario se una cosa la fai individualmente sei colpevole ma se la fai in gruppo sei un rivoluzionario ed esente da accuse. La Cassazione non fa altro che adeguarsi al pensiero dominante, la legge e la giustizia sono solo un optional per il privato e non per il rivoluzionario.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Gio, 31/01/2013 - 19:31

Mps dovrebbe essere assolta, hanno fatto il buco di gruppo!

takeiteasybaby

Gio, 31/01/2013 - 19:32

legalizzazione subito della cannabis e libertà di coltivarla. Quattro milioni di consumatori italiani lo chiedono. Non è mai morto nessuno dall'uso della cannabis, dall'uso/abuso di tabacco e alcool in centinaia di migliaia.

gewzki

Gio, 31/01/2013 - 19:33

Distorcere la realtà è il vostro lavoro: la notizia era sulla marijuana e voi mettete foto di piste di coca. Vi si potrebbe definire semplicemente come un.. Bluf!

mauroge

Gio, 31/01/2013 - 19:36

Sono ormai anni che la magistratura continua ad essere benevola con drogati e droga. Forse sarebbe bene che i magistrati, per cautelare la società civile veramente, facessero test anti droga per verificare se la loro benevolenza sia iper garantismo o complicità più o meno ricattata. Vadano anche a leggersi i pareri sulle droghe anche "leggere" dell'Organizzazione Mondiale della Sanità forse più competente di "centri sociali" e gruppi similari.

eglanthyne

Gio, 31/01/2013 - 19:37

COME COME COMEEE????? E' PROPRIO VERO,MANICOMIO E' SCRITTO FUORI!

spillo

Gio, 31/01/2013 - 19:39

premesso che la droga è come un cancro e questo oramai dovrebbero saperlo tutti. Ritengo che una persona maggiorenne voglia drogarsi sia libero di farlo , però dovrebbe essere considerato pienamente responsabile delle azioni da esso compiute come qualsiasi altra persona senza alcuna attenuante ,anzi con eventuali aggravanti. Dopodichè vi sono due strade da scegliere : una è quella della regolamentazione e l'altra quella della proibizione , quest'ultima se si vuole percorrerla occorre farlo senza mezze misure . Il fatto è che a tutti va bene lasituazione attuale che è la peggiore di tutte

eovero

Gio, 31/01/2013 - 19:40

allora domani possono fare una rapina in banca in gruppo tanto non è più reato?! ma scusatemi non è la stessa cosa?ma chi fa queste leggi non è che sia da manicomio?

Luigi Farinelli

Gio, 31/01/2013 - 19:41

Lo smantellamento delle società occidentali prosegue senza soste, sulla spinta dell'ultralaicismo e permissivismo europei. Il futuro individuo androgino (divenuto bisessuale a furia di messaggi -subliminali e non- e lavaggio del cervello) sarà il perfetto schiavo della società del consumismo illimitato, in piena costruzione presso la massoneria internazionale che allinea banchieri, finanzieri "creativi", speculatori e, soprattutto, "filantropi" alla Rothschild, Rockefeller o Soros. Con un simile individuo, asessuato, libertino, egoista, solo diritti e niente doveri e nichilista, ricattabile con droghe e sesso, debole e misogino, facilmente controllabile, il governo di una "elite" autoproclamatasi guida "illuminata" del popolo schiavizzato, imbelle e femminizzato coronerà il sogno secolare della massoneria realizzando finalmente la "Repubblica Universale" (vedi alla voce "Nuovo Ordine Mondiale").

roncadello58

Gio, 31/01/2013 - 19:43

Se la cassazione emette questa sentenza incredibile, possiamo veramente dire che siamo alla frutta.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 31/01/2013 - 19:44

La sentenza è perbenista e nello stesso tempo sottilmente raffinata: fumare in gruppo viene considerato come una valorizzazione dello "stare in compagnia". Come farsi una braciolata o giocare a scopone scientifico. Come andare in gita o lasciarsi andare, tutti insieme, ad ogni "emozione". La conclusione, per il deprimente pensar comune, è che lo "spirito della comitiva" è talmente fondamentale da far passare in secondo piano quello che, a tutti gli effetti, è un reato!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 31/01/2013 - 19:46

Stavolta hanno sbagliato. Oltre alla marjuana dovevano legalizzare le olgettine di gruppo. Così tutto era più etico e morale

A T

Gio, 31/01/2013 - 19:49

Sniffare spinellare in compagnia non è reato? A ringraziare di cuore sono: - categorie di tossici ai vari livelli: da "alta società" agli ambienti dello spaccio. - le uniche categorie imprenditoriali che non risentono della crisi: Mafia; Ndrangheta; Camorra; Sacracoronaunita ed altre minori.

peroperi

Gio, 31/01/2013 - 19:53

Grazie alla droga le mafie si procurano in nero almeno 100 miliardi di euro all'anno ( in venti anni il debito pubblico) togliendoli al circuito commerciale. Grazie a questi giudici le mafie continueranno a straguadagnare.

VermeSantoro

Gio, 31/01/2013 - 19:54

Ogni tanto sfornano sentenze del ......remando contro il buonsenso.

gyxo

Gio, 31/01/2013 - 20:03

Le cazzate della ca"zz"azione.Ho capito che la droga fa male solo a chi la usa in solitario chi invece la usa in gruppo fa bene.Ma emeriti cazzoni ,la droga uccide oppure no?Sembra che se presa in gruppo si trasformi in medicina.Ma vi rendete conto da che DEFICIENTI siamo giudicati?E napolitano l'eroe dei monti(tanto che ha fatto i monti senatori a vita)tace,tace,tace.Anche se è stato fregato dal monti che a sua volta, assieme a lui comunistaccio, ha fregato tutti gli italiani meno abbienti e spinto al suicidio molti imprenditori in difficoltà e poi ha detto che in Grecia si ammazzavano di più.Che sensibilità ha questo metallaro devastante e senza scrupoli!Ha solo fatto enormi disastri e qualcuno forse seguendo le indicazioni dei pizzini di letta detto enrico o del saltimbanco da circo che risponde al nome appropriato di CASINI o del giuda escariota FINI.Siete devastanti ed incompetenti.Siete competenti solo quando avete d'aumentarvi gli stipendi e pensioni astronomiche ,difendere le caste e sottrarre i beni morali e materiali altrui.MA NON VI SUICIDATE MANICA DI BALORDI?.Bonjour tristesse.

Maurizio Brollo

Gio, 31/01/2013 - 20:11

Dopo questa sentenza se qualcuno aveva dei dubbi ora non ne ha più. Siamo una Nazione alla deriva. D'ora in avanti , probabilmente, si potrà aprire un locale dove la gnte si droga IN GRUPPO, tanto non è reato.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 31/01/2013 - 20:27

X liberitutti - Egregio, primo, non ho bisogno, ne desidero, ne accetterei mai un padrone, televisivo, di sezione, crociato o che altro vuole. Secondo, le droghe hanno il triste effetto di rovinare il cervello, molto più dell'alcool ed altri elementi eccitanti. Per Singapore, non so le lei ci è mai staot, io si, alcune volte e l'assicuro che il loro sistema, imperniato su una moltitudine di gente in uno spazio assolutamente ristretto, ha generato un modo di vivere che rispetta tutti, soprattutto il prossimo. Se le sembra una frase incerta, allora le fornisco un'altra spiegazione: la libertà di ognuno è illimitata con il solo confine che cessa laddove inizia quella degli altri. Il presidente di Singapore é un autocrate ? La repubblica di Singapore é costituita in democrazia rappresentativa, se vuole un po' sul tipo di quella britannica. Niente ubriachi, niente drogati, niente sporcizia per le strade, niente aggressività ecc. Ma forse lei preferisce la democraticità cinese o nord coreana ? Fra l'altro, detengono un primato nel trasporto aereo, la SIA è una fra le migliori linee aeree internazionali (niente traffico interno, cribbio l'isola è solo tre volte più grande dell'Elba), hanno uno dei sistemi sanitari più avanzati nel mondo, un bassissimo impatto ambientale - un quarto della superficie è costituito da parchi nazionali. E lei mi vorrebbe dire che un posto così non ha il diritto di tutelarsi da aberrazioni come la droga ? Suvvia, non scherzi, se lo facessero anche in Italia forse mafia e camorra, con tutto l'indotto, sarebbero da tempo svuotate di ogni potere. Stia bene, e mangi una caramella, fa meno male di uno spinello.

Ritratto di Imperius

Imperius

Gio, 31/01/2013 - 20:30

Quindi se uno spacciatore viene fermato con 20gr di cocaina potrá dire che é destinata per uso di gruppo con i suoi amici e non potrà essere arrestato!

rokko

Gio, 31/01/2013 - 20:44

Holmert, paragonare uno spinello all'omicidio di gruppo è da ricovero immediato. Chiamo io il 113?

rokko

Gio, 31/01/2013 - 20:49

Ho trovato molto sensati i commenti di _alb_, liberitutti, Rolando ed angelal82. Per il resto lasciamo perdere.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Gio, 31/01/2013 - 20:50

I magistrati non si toccano! E la cassazione è il sacro gotha, oltre a loro solo Mosè e la costituzione italiana, ricevono l'investitura direttamente da Dio!! Mica roba da umani fallibili. E poi che modo di porre la questione!? Insinuate forse che ci sia qualcosa che non va?? È allora avanti!!contestiamo anche il diritto di stupro delle ragazze con i jeans e così via dicendo pretenderete di concedere ai poliziotti di usare le maniere forti, con chi mette a ferro e fuoco le nostre città o non verrà riconosciuto il diritto al furto per ragioni etniche!! Di cos'altro potrebbero occuparsi nei campi nomadi?? E se non ci si può drogare in gruppo cosa volete? Forse far chiudere i centri sociali ?

vfangelo

Gio, 31/01/2013 - 21:03

Ma chi sono questi irrespnsabili? Lo dico sempre che quando falnno il concorso in magistratura i cantidati devono essere controllati anche nel buco del c..o,da dove viene,cosa ha fatto durante la vita e all'unversità,se proviene dai centri sociali o è un non global,insomma tutto,non è giusto chiedere a un tutore dell'ordine i buoni requisiti se non si chiedono a chi deve applicare la legge. Sicuramente,queste persone che hanno senteziato questo non sono sicuramente buon padri di famiglia oppure difendonono la "categoria" dei n.......i

rokko

Gio, 31/01/2013 - 21:06

L'articolo non spiega bene la questione (nessun giornale comunque lo ha fatto, per quello che ho visto). La legge diceva che non è reato il consumo "esclusivamente" personale delle droghe, la cassazione ha dovuto interpretare se quell' "esclusivamente" si riferisse al consumo personale (e quindi 20 persone che fanno ciascuno consumo della droga fanno 20 consumi personali, oppure al fatto di consumare da solo, e quindi il caso di cui sopra non sarebbe consumo personale. La cassazione ha interpretato per la prima, e secondo me è di buon senso, perché 20 persone che si fanno uno spinello nello stesso posto è evidente che non stanno spacciando droga.

fiducioso

Gio, 31/01/2013 - 21:06

La prossima sentenza renderà legale anche lo stupro di gruppo.

rokko

Gio, 31/01/2013 - 21:07

L'articolo non spiega bene la questione (nessun giornale comunque lo ha fatto, per quello che ho visto). La legge diceva che non è reato il consumo "esclusivamente" personale delle droghe, la cassazione ha dovuto interpretare se quell' "esclusivamente" si riferisse al consumo personale (e quindi 20 persone che fanno ciascuno consumo della droga fanno 20 consumi personali, oppure al fatto di consumare da solo, e quindi il caso di cui sopra non sarebbe consumo personale. La cassazione ha interpretato per la prima, e secondo me è di buon senso, perché 20 persone che si fanno uno spinello nello stesso posto è evidente che non stanno spacciando droga.

rokko

Gio, 31/01/2013 - 21:07

L'articolo non spiega bene la questione (nessun giornale comunque lo ha fatto, per quello che ho visto). La legge diceva che non è reato il consumo "esclusivamente" personale delle droghe, la cassazione ha dovuto interpretare se quell' "esclusivamente" si riferisse al consumo personale (e quindi 20 persone che fanno ciascuno consumo della droga fanno 20 consumi personali, oppure al fatto di consumare da solo, e quindi il caso di cui sopra non sarebbe consumo personale. La cassazione ha interpretato per la prima, e secondo me è di buon senso, perché 20 persone che si fanno uno spinello nello stesso posto è evidente che non stanno spacciando droga.

rokko

Gio, 31/01/2013 - 21:13

L'articolo non spiega bene la questione (nessun giornale comunque lo ha fatto, per quello che ho visto). La legge diceva che non è reato il consumo "esclusivamente" personale delle droghe, la cassazione ha dovuto interpretare se quell' "esclusivamente" si riferisse al consumo personale (e quindi 20 persone che fanno ciascuno consumo della droga fanno 20 consumi personali, oppure al fatto di consumare da solo, e quindi il caso di cui sopra non sarebbe consumo personale. La cassazione ha interpretato per la prima, e secondo me è di buon senso, perché 20 persone che si fanno uno spinello nello stesso posto è evidente che non stanno spacciando droga.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Gio, 31/01/2013 - 21:25

Liberitutti, sono i dementi come lei che rovinano i giovani. Se avesse mai parlato con qualche medico che si occupa di drogati, saprebbe che: 1. Non esistono droghe leggere, è un'invenzione della politica e degli scemi come lei; 2. Non tutti gli spinellatori come lei diventano tossici allo stato terminale, ma è praticamente impossibile trovarne uno che non abbia iniziato cosí; 3. Gli spinelli, oltre a provocare numerosi danni (vedi punto 1), essendo droghe provocano forti alterazioni della personalitá; 4. Mentre, anche se troppo lentamente, chi beve alcolici sta imparando e accettando di non guidare dopo averli consumati, ció non accade con i peretta come lei, che vanno in giro fatti e accoppano il prossimo loro, ritenendo di non aver fatto nulla di male facendosi; 5. Chi beve un bicchiere di vino non cerca una fuga dalla realtá e non altera la sua percezione della stessa, chi si droga fa proprio questo, rinunciando a vivere e lottare. So di avere solo sprecato tempo (vista l'arroganza e la stupiditá dei suoi commenti), ma tanto le dovevo, almeno per controbilanciare la spazzatura ideologica e morale da lei versata su queste pagine.

Ritratto di Manieri

Manieri

Gio, 31/01/2013 - 21:39

Quando si riunirà per la prossima udienza, anche il gruppo che compone la corte di cassazione potrà passarsi pubblicamente ed impunemente una canna.

voidzero

Gio, 31/01/2013 - 22:14

i commenti sono indecenti. la cassazione non ha cambiato la legge. l'uso personale con questa legge è illecito amministrativo e non penale. la cassazione ha stabilito che l'uso di gruppo è assimilabile all'uso personale e non alla cessione, pertanto non è reato. Il mondo è pieno di ignoranti. Votate Berlusconi Votate.

pgbassan

Gio, 31/01/2013 - 23:04

Ma sta Cassazione peggiora sempre più. Ne inventano una ogni giorno. Poi la droga è droga. Punto.

pgbassan

Gio, 31/01/2013 - 23:10

atzori pietrino: grande.

Martin Lutero

Gio, 31/01/2013 - 23:11

Come mai non c'è una legge che impone alla Casta Magistratica severi controlli psichici, mentali e gli esami del sangue e delle urine una volta al mese per controllare se usano le canne o altre sostante tossiche "DI GRUPPO O SINGOLARMENTE" !!

Nonmimandanessuno

Gio, 31/01/2013 - 23:11

Non credo non esista altro paese al mondo dove la magistratura si impegna in tutti i modi a non farne gli interessi come da noi.

pgbassan

Ven, 01/02/2013 - 00:00

Ma sta Cassazione peggiora sempre più. Ne inventano una ogni giorno. Poi la droga è droga. Punto.

gcf48

Ven, 01/02/2013 - 00:27

altro che. é un reato di gruppo

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 01/02/2013 - 01:24

Ci risiamo. Giudici che si mettono al di sopra del parlamento ed interpretano le leggi secondo un'ottica decisamente ideologica. Il relativismo di sinistra sta uccidendo anche il significato etimologico delle parole. ABBIAMO UNA GIUSTIZIA DIVERSAMENTE EQUA.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 01/02/2013 - 01:26

Vuoi vedere che tra un po' SE TI UBRIACHI IN GRUPPO NON TI RITIRANO PIU' LA PATENTE?

guidode.zolt

Ven, 01/02/2013 - 02:29

Ma neanche se ci fosse il sole di Luglio a picco alle 14.00 mi sarei aspettato una simile "minchiata" ... mandate in Cassazione i cani antidroga...

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Ven, 01/02/2013 - 05:44

Ho sempre piu fiducia nella giustizia,Oggi hanno aggiunto una vera chicca .grazie domani avviso figli e nipoti che se vogliono farsi di coca e spararsi un po di eroina, lo facciano sempre in nuumero non inferiore a tre.Siete veramente illuminati

aquila.libera

Ven, 01/02/2013 - 07:33

Vergognoso. Questa sarebbe la Magistratura che difende i diritti dei cittadini onesti? Veramente difende i diritti dei criminali e dei debosciati.Questa sentenza creerà inevitabilmente l'alibi legislativo per non reprimere e condannare coloro che commettono reati e spacciano droga a danno dei minori dell'attuale e delle prossime generazioni. Suicidio culturale e sociale.

Gianfranco Rebesani

Ven, 01/02/2013 - 07:39

vorrei far notare a "foreversilvio77"che non è essere bigotti avere una contrarietà sull'uso della droga, in gruppo o da soli.Teoricamente si potrebbero abolire tutte le leggi che ci governano.Non serve una legge,basterebbe il senso comune delle cose.Rubare,stuprare,mantenere la destra quando si guida...chi negherebbe che queste cose,in una società civile,dovrebbero far parte del senso comune e del rispetto verso gli altri. Scendiamo per terra.Si ruba,si stupra,si arriva a uidare in contromano in autostrada... malgrado le leggi.La proibizione delle droghe,TUTTE,è sacrosanta. Vuoi "farti"? padronissimo . Il fatto è che dopo la cannabis arriva qualche cosa di più pesante,sempre di più,con dosi sempre maggiori. A questo punto finisce la tua libertà di singolo. Vai a far danno ad altri,inizi a rubacchiare,prima in casa e poi per le droghe pesanti i costi aumentano e dal furtarello arrivi anche ad uccidere per pochi euro.Non è essere bigotti essere contrari,tout court,alle droghe! Pensaci

soldellavvenire

Ven, 01/02/2013 - 08:15

@ ovidio gentiloni - le rispondo punto a punto, sono un medico che si occupa di tossicodipendenti, primo, esistono "droghe leggere" secondo la classificazione del ministero della salute e della polizia, solo che la legge non ne fa distinzione dalle altre: esse sono la cannabis ed i suoi derivati naturali; i cannabinoidi sintetici sono considerati alla stregua di farmaci, come gli altri stupefacenti. secondo, non tutti gli alcolisti, diventano alcolizzati, ma tutti gli alcolizzati hanno cominciato con un bicchiere di vino. terzo, le alterazioni della personalitá ricercate volontariamente sono qualcosa che lei sbandiera evidentemente solo per se stesso: si chiama "libero arbitrio"; le altre sono patologie di competenza della psichiatria. quarto, quelli che perdono il controllo dell'auto, caro signore, sono gli alcolizzati. quinto, chi fuma uno spinello non cerca la fuga dalla realtá: vuole solo gustarsi il piacere dell'ebbrezza passeggera non differentemente da chi gusta una buona bottiglia. sesto, a leggerla pare proprio che la personalitá alterata sia la sua, vista la supponenza e la sicumera che solo una profonda ignoranza ed una superficialitá forse dovuta ad un eccesso di perbenismo o ad una frustrazione inconscia che le consiglio,( ma non la obbligo, certamente,) di curare. giá, si faccia una canna e vedrá che l'odio che trasuda dal suo commentare sparisce...

Ritratto di Manieri

Manieri

Ven, 01/02/2013 - 10:05

@soldellavvenire, se è vero che lei è un medico, cosa che dubito molto a giudicare dai fantasiosi paralogismi che adduce nel raffrontare gli effetti e i motivi di assunzione di alcool e droga, ripeto, se è vero che lei è un medico, allora appartiene a quel folto gruppo di suoi colleghi che, tradendo la deontologia della propria professione, falsano le cognizioni da tempo consolidate riguardanti i danni cerebrali e l'alterazione perdurante della personalità e della coscienza causati dall'assunzione di sostanze psicotrope, compresi i cannabinoidi i quali, essendo liposolubili, si fissano alle cellule neuronali in modo duraturo. Quindi, caro soledellavvenire dei miei stivali, prego solo di non risvegliarmi un giorno in un ospedale e trovarmi davanti ad un grembiule bianco del par suo: ignorante, presuntuoso, vizioso e puzzolente di mariagiovanna.

cgf

Ven, 01/02/2013 - 10:26

in gruppo ci dovrebbe essere l'aggravante e non la depenalizzazione, anzi, visto che siamo in Italia, aggiungerei l'associazione a delinquere (reato sconosciuto in molti ordinamenti all'estero)

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Ven, 01/02/2013 - 10:34

soldellavvenire, è preoccupante che lei sia un medico, davvero! Solo una precisazione: io, probabilmente diversamente da lei, non odio proprio nessuno! Me la prendo quando vedo e sento gente che parla di droga come se fosse acqua fresca, invitando anche al consumo. Questa, se permette, è imbecillità! In ogni caso, mi pare che i pareri di suoi "colleghi" (virgolette perché secondo me quelli si che sono medici, lei non so) sono di persone non ideologizzate e che hanno molti anni di esperienza nel settore. Alla madre di un caro amico caduto nelle sue innocue droghe hanno detto proprio quanto riporto, aggiungendo di non farsi infinocchiare da chi la mena con classificazioni, droghe leggere e pesanti e tante altre balle come le sue. La droga è droga, questo è stato il messaggio, e dal basso della mia inesperienza medica (mitigata dal buon senso e dall'esperienza di vita), sono sicuro che avessero ragione loro. Anche i risultati hanno corroborato questa mia sensazione. Non le dico di non farsi una canna e di bersi un buon bicchiere, sono certo che sarebbe fiato sprecato.

A T

Ven, 01/02/2013 - 10:56

Egregio soldellavvenire medico che si occupa di tossicodipendenti, lei che dichiara: "quelli che perdono il controllo dell'auto, caro signore, sono gli alcolizzati" è a conoscenza delle cronache recenti e meno recenti? evidentemente no poichè essendo lei persona estremamente precisa avrebbe ravvisato almeno un vizio di incongruenza, nel ribattere alla convinzione di chi (per fortuna molti compreso il sottoscritto) ritiene che la droga(senza distinzioni) sia il male assoluto della nostra epoca per implicazioni fisiche, morali e sociali.

Dysguest

Ven, 01/02/2013 - 12:49

L'ignoranza che regna fra questi commenti è sconcertante. Continui attacchi e battute (persino prive di nesso col fatto) ad una categoria che puntualmente dimostra di prescindere da ogni populismo nello svolgere il proprio lavoro: la magistratura. Si sveglino i poveri che ancora abboccano alla favola del complotto dei giudici, e imparino una cosa: compito del magistrato è applicare la legge, non fare felice chi con la legge stessa non è d'accordo. Non esiste il reato del consumo, mettetevelo in testa. E' il parlamento a non averlo mai voluto. La legge non prevede sanzioni nei confronti dell'uso di qualsiasi sostanza, ne consegue una doverosissima esclusione di condanna per chi so droga. Chi sostiene che drogarsi è reato farebbe meglio a tacere evitando di dimostrare la pessima figura dovuta alla propria avulsione dalla realtà e ad un ignoranza che fa ribrezzo.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 01/02/2013 - 14:23

@Dysguest. se gente come te continuasse a scrivere qui finirebbe il divertimento... lascili in pace per favore... lascia che credano... lasciaci ridere!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Ven, 01/02/2013 - 14:33

Per fortuna che c'è gente intelligente ed educata come dysguest e ferdnando55! Modesti, poi! Qualche commento su chi fa l'apologia della canna no? Sono divertenti anche loro?

Ritratto di Manieri

Manieri

Ven, 01/02/2013 - 14:39

@Dysgust, l'ignorante è lei. Qui si tratta di drogarsi in gruppo, non di drogarsi semplicemente ed il permesso accordato segna un ulteriore passo verso quel degrado umano che dà ragione agli animalisti quando preferiscono le bestie ai propri simili. Capito dysgust? E' lei che fa schifo.

Dysguest

Ven, 01/02/2013 - 15:37

PER Il signore dal nick name Papapeppe che dovrebbe informarsi prima di commentare sarcasticamente. In primis, la costituzione e la legge sono opera di organi diversi dalla magistratura. E la magistratura non è sacra ma soggetta soltanto alla legge. Drogarsi è lecito in gruppo o non. Non esiste una legge che lo vieti. Anche se qualcuno la vorrebbe il punto è che non c'è. E' semplice. Superfluo dire quindi che non si puo condannare. Notevole ignoranza dimostrata anche dal paragone inesatto con il caso dei jeans. Mai sostenuto da alcun magistrato che sia lecito lo stupro coi jeans. Il caso trattava di un contesto(sfido chiunque qui a descrivere atti processuali e deposizione delle parti) in cui il giudice ha ritenuto infondata la tesi dello stupro perchè RELATIVAMENTE A QUEL CASO i jeans rendevano impossibile quanto accusato. Quindi è stata negata la tesi dello stupro. Lo stupro rimane un reato con o senza jeans caro il mio povero Papapeppe, ma si condanna solo quando lo stupro viene compiuto, non in caso contrario. Dire che il magistrato ha considerato lecito stuprare coi jeans è da poveri ignoranti che farebbero meglio a tacere.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Ven, 01/02/2013 - 16:39

Allora: al disgustoso @disgust, la costituzione italiana (la più bella del mondo, per benigni e i suoi compensi) è sacra ( a voi) ogni qualvolta che chicchessia si permetta di sollevare anche la più legittima opposizione, gli viene sbattuta in faccia per zittire a prescindere. Sacra per me non lo è di sicuro in quanto figlia del suo tempo, il passato del tristissimo dopoguerra. Poi devo sentire da lei, che la magistratura ,la legge la applica?? Ma dove..? In Inghilterra forse... Nel bel paese la legge viene interpretata fantasiosamente e se una legge non piace ai compagni magistrati, viene da questi avversata combattuta con una spocchia e un arroganza degne di Clarinetto e Napoleon che poi, voi è i vostri accoliti pretendiate di aver di fronte solo cavalli Gondrano e pecore belanti...beh scordatevelo. Poi è indubbio che la frase pronunciata sia " perché la prova è insufficiente e contraddittoria" ed è anche indubbio che ,sia stata eufemisticamente infelice,tanto da suscitare indignato scalpore. Ma la corte d'appello di Napoli asserendo che la ragazza era consenziente , fa una scuola di giurisprudenza che fa schifo e c'è da vergognarsi come un cane, ad essere rappresentato istituzionalmente da figuri del genere! In quanto a mettere a tacere il sottoscritto ci vogliono argomenti, meglio articolati del suo blaterare. Povero ignorante di un comunista!