Due anni nell'inferno di Conetta. L'ex base scoppia: 1.600 profughi

Minniti aveva annunciato un intervento, ma intanto il centro continua ad ammassare stranieri. Tra rissa e paura

Conetta (Ve) - A due anni dall'insediamento dei primi migranti a Conetta cosa è cambiato? Niente. Anzi è pure peggio. Siamo entrati mercoledì nel campo di «accoglienza» per la terza volta e questa è stata la peggiore. L'aria comincia a farsi pesante non appena si arriva nell'ex base militare che da luglio 2015 ospita i migranti. Si era partiti con una cinquantina poi le cifre si sono quintuplicate. Ad aprile 2016 erano quasi 700, a settembre 900 e ora si raggiunge la quota dei 1.600.

Il ministro dell'Interno Marco Minniti a marzo scorso aveva detto che avrebbe fatto qualcosa ma tre mesi sono passati e ancora niente. Anzi, in questi giorni forse ne saranno trasferiti ben trenta. Il campo base di Conetta rimane un fazzoletto di terra dimenticato dal Governo ma non dalla cooperativa che lo gestisce, la Edeco, ex Ecofficina. Una cooperativa, la Ecofficina, già finita sotto inchiesta per truffa, falso e maltrattamenti, che negli ultimi anni è passata a fatturati con cifre a sette zeri. Appena si accede dentro la base la situazione è insostenibile. Caldo, afa, sudore che cola e la terra che rigurgita polvere. I migranti sono ammassati, grondanti, boccheggianti, alcuni girano a petto nudo, altri si riparano il capo con un asciugamano, altri urlano, confabulano in un miscuglio di lingue non comprensibile che crea solo tensione. Qualcuno comincia a dare in escandescenza, qualcun altro ha gli occhi rossi pieni di rabbia e sudore. Alcuni migranti sono lì da due anni. Due anni per avere i documenti e se qualcuno non ottiene la protezione fa ricorso, così i tempi si allungano. Appena si accede ai dormitori, sono dieci tende e in ognuna dormono in centinaia, si vedono letti ammassati, accatastati uno sopra l'altro, alcuni coperti da tavole di compensato. Alcuni bagni sono lerci, un untume acquitrinoso, in qualche doccia scorre un liquido giallognolo che si riversa sul pavimento. E poi la puzza. Un odore acre, ributtante che perfora il naso e difficilmente se ne va. I migranti ci accolgono nei dormitori con una protesta. Nei loro cartelli c'è scritto: «The population of Cona camp is too much» (A Cona siamo in troppi).

Una situazione ingestibile. Una convivenza impossibile soprattutto per gli scontri tra etnie e religioni. Per fare un menù che potesse andare bene per tutti ci sono voluti sei mesi. Sono quindici etnie diverse ed esattamente un anno fa in sei finirono in ospedale a Chioggia con le teste rotte e i volti sanguinanti. I nigeriani cristiani se la presero con i pachistani e gli afghani musulmani. Si colpirono come bestie, usando coltelli, asce, bastoni e spranghe. Tanta fu la paura dei residenti. Un paesino di 197 anime, immerso nella totale campagna veneta, tra Venezia, Padova e Rovigo. Un paesino dove ancora la gente gira con i trattori, si spacca la schiena nei campi e innaffia i raccolti mentre a pochi metri si consuma l'assurdo della non accoglienza italiana.

Commenti
Ritratto di sachiel333

sachiel333

Lun, 10/07/2017 - 08:15

Governo di schiavisti : BLOCCO NAVALE IMMEDIATO , RIMPATRIO DI 1000 CLANDESTINI AL GIORNO PER UN ANNO SE VOGLIAMO RIPORTARE LA SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO, ALTRIMENTI SARANNO GUAI SERI MA MOLTO SERI! TUTTO IL RESTO SONO SOLO SEGHE MENTALI!

FRATERRA

Lun, 10/07/2017 - 09:27

TRASMETTERE QUESTI FILMATI NEI PAESI DI PARTENZA NON PROVOCARLI E ILLUDERLI A VENIRE. A PRESTO SI RIVOLTERANNO E CI SARA' SPARGIMENTO SI SANGUE ITALIANO CON BUONA PACE DEL DIVERSAMENTE PAPA.....

Blueray

Lun, 10/07/2017 - 09:38

Chi ha consentito e incentivato l'invasione dell'Italia aprendo le porte indiscriminatamente a tutte le etnie del resto del pianeta è un manipolo di delinquenti di sinistra che vanno processati per alto tradimento applicando pene severissime a imperitura memoria delle future generazioni

GVO

Lun, 10/07/2017 - 09:39

ma e farli lavorare a pulire lavare tenere in maniera almeno decente i posti che li ospitano è mica da avere paura a chiedere queste cose....peccato che se dici questo gli imbecilli buonisti ti danno dello sfruttatore o del negriero...!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 10/07/2017 - 09:44

UNA SINISTRA DI DELINQUENTI HA COSTRUITO IN ITALIA L´INFERNO.

Ritratto di Vogelspinnen-ChrisLXXIX

Vogelspinnen-Ch...

Lun, 10/07/2017 - 09:52

Tutte queste cose succedono perchè manca più Unione Europea, Euro, NATO, lobby Vaticane, globalismo ecc Come dico sempre, ci vuole più accoglienza e integrazione tout court (valori belli, nobili, sacri e ineluttabili) ma anche più diritti per la Comunità ROM (da sempre vittima di turpi e infondati pregiudizi) e per la comunità Trangender. Ci vuole più Islam e più Gay Prides (diritti civili e dottrina che sono assolutamente conciliabili), ma ci vuole anche più "gender" shows nelle scuole. Ci vogliono più politici preparati e difensori dell'Italia come Pisapia, Sala, Renzi, Boldrini, e più intellettuali come Vecchioni, Scalfari ecc e più soprattutto, "Papa Francesco". Solo allora l'Italia sarà perfetta. Perfetta. P-E-R-F-E-T-T-A Signori.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 10/07/2017 - 10:03

Cari cland..risorse,si state vicini.vicini,potete accoglier altri fratelli e fare contenta la coop!Su collaborate, se no fate piangere anche la presidenta!!

carpa1

Lun, 10/07/2017 - 10:03

Girare documentari e trasmetterli sulle TV satellitari in modo che possano vederli nei paesi di origine. Non parlo della RAI e neppure di Mediaset, Sky ecc. ormai allineate, nel raccontare balle, ai media di stato. Ci vorrebbe qualche TV veramente indipendente che ci dia una mano a sputtanare questa sx i cui gangli malefici si sono infiltrati ovunque (persino nei cervelli di milioni di italiani).

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 10/07/2017 - 10:29

Avanti coi barconi, bisogna raggiungere e superare il punto di saturazione, avanti, avanti. Mi attendo in giornata nuovi monitii e ammonimenti papali all'accoglienza.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 10/07/2017 - 10:39

#carpa1- 10:03 Malauguratamente persino le TV a diffusione nazionale come ad es. Rete 4 hanno improvvisamente interrotto programmi come "Dalla vostra parte" per sostituirli con versioni annacquate come "Dalla vostra parte - Le storie". A pensar male, anche di qualche sedicente "anticomunista", si fa peccato. Però, spesso, ci si azzecca.

Ritratto di Kjitt

Kjitt

Lun, 10/07/2017 - 10:39

X i minorati Dem questa sarebbe accoglienza, integrazione e che altro ?

carpa1

Mar, 11/07/2017 - 08:41

@Memphis35 10.39. E' proprio vero che la notte porta consiglio. Oggi infatti ho una visione diversa da ieri e penso che forse sia meglio così perchè, se fossero ancora sul satellite, sarebbero capaci di trasmettere riprese sulle spiagge dove i clandestini se na stanno tranquilli sbracati sulle sdraio, riveriti e serviti da belle ragazze in bikini, bevendo bibite fresche, leggendo (si fa per dire) i giornali, fumando sigarette con tutte le amenità ch la vita di spiaggia può offrire. Tutto questo tanto per far vedere come la sx italiana sia buona ed invitare altri ospiti a spese nostre.