"Ecco quali cibi non mangiare ​se non volete morire avvelenati"

L'affondo di Roberto Moncalvo, presidente della Coldiretti: "Sui cibi il primo nemico ce l'abbiamo in casa, è la Ue"

Non usa mezzi termini Roberto Moncalvo, presidente della Coldiretti. Nella sua intervista a Libero, Moncalvo attacca l'Europa e i paesi del Nord Europa, troppo attenta ai prezzi bassi che alla qualità dei cibi che mangiamo. "La differenza tra una fiorentina e una bistecca texana - dice - come quella tra il nostro olio extravergine e una margarina confezionata da qualche multinazionale nordica, può essere la stessa che passa tra la vita e la morte".

La lotta contro l'Ue

Moncalvo, intervistato da Pietro Senaldi, spiega i motivi di questa sua dura affermazione. "Il primo nemico ce l'abbiamo in casa, è la Ue, che sacrifica l' agricoltura utilizzandola come merce di scambio per privilegiare altri settori negli accordi internazionali". Per la precisione, Bruxelles preferisce privilegiare "esportazione in settori considerati chiave come la farmaceutica e il comparto metalmeccanico abbiamo aumentato la quantità di prodotti ortofrutticoli importabili senza dazi da Paesi che utilizzano pesticidi che l'Italia ha messo fuori legge da decenni perché cancerogeni".

I cibi stranieri che entrano in Italia

Di esempi di accordi commerciali per liberalizzare l'ingresso nel mercato italiano di prodotti stranieri ce ne sono a bizzeffe. "L' olio tunisino, le fragole e i pomodori marocchini, i carciofi e le zucchine egiziani - elenca Moncalvo - Abbiamo fatto accordi commerciali sulla pelle dei cittadini, che sul banco si trovano prodotti a basso costo perché avvelenati e ottenuti con uno sfruttamento del lavoro al limite della schiavitù. Ma attenti anche al grano che arriva dal Canada: lì hanno poco sole e lo fanno seccare con il glifosate, che è cancerogeno".

La Diet Coke meglio del parmigiano reggiano

Ed è proprio sulla qualità del cibo che si gioca la lotta dei nostri agricoltorti. Infatti arriviamo al paradosso secondo cui alcune etichettature considerano dannosi i buoni prodotti italiani e ottimali preconfezionati industriali di altri Paesi."Sei multinazionali americane - spiega il presidente della Coldiretti - stanno promuovendo in Europa un sistema di etichettatura nutrizionale a semaforo, fuorviante e discriminatorio, per sconsigliare l' acquisto di prodotti naturali a vantaggio di cibo preconfezionato. L'Inghilterra impone a ogni prodotto un' etichetta, verde, gialla o rossa a seconda di quanto faccia bene o male. Risultato? Il nostro prosciutto di Parma e le forme di Reggiano hanno il bollino rosso mentre la Diet Coke ha quello verde e l' export italiano di olio di oliva verso la Gran Bretagna è calato del 12% in un anno".

"L'Ue dorme"

Un modo per risolvere il problema sarebbe introdurre "a livello europeo l'obbligo di indicare l' origine dei prodotti, il che ci agevolerebbe molto, visto che in tutto il mondo si sa che il cibo italiano è il più sano oltre che il più buono, e darebbe un' informazione onesta al consumatore". Ma così non avviene. "L'Ue dorme", dice Moncalvo. "Come nell' accordo Ceta con il Canada, che toglie valore alla stragrande maggioranza dei nostri prodotti Dop, costringendo i nostri prodotti tipici a convivere sullo scaffale con le loro imitazioni, per cui per esempio uno può fare il prosciutto in Quebec e chiamarlo "San Daniele" o fare il formaggio in Arkansas e chiamarlo "Parmesan"".

Ecco quali cibi evitare

Ecco dunque quali cibi devono essere evitati se non si vuole rischiare "un quotidiano avvelenamento del corpo": la prima indicazione sono i "cibi venduti a prezzi troppo bassi per essere credibili". "Dietro di essi - spiega Moncalvo a Libero - spesso si nascondono rischi per la salute, l'ambiente e anche lo sfruttamento. Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall' ortofrutta sudamericana a quella africana, fino ai fiori del Kenya. Quasi un prodotto agroalimentare su cinque che arriva in Italia dall' estero non rispetta le normative in materia di tutela dei lavoratori vigenti nel nostro Paese. I prodotti low cost sono spesso il risultato di ricette modificate, uso di ingredienti di minore qualità o metodi di produzione alternativi. Per non parlare dei famosi insaccati tedeschi: in Germania esistono allevamenti dove convivono stipati anche 200mila maiali, ciascuno con mezzo metro quadrato a disposizione. Per evitare che si ammalino, li curano preventivamente bombardandoli di farmaci, che noi assumiamo quando mangiamo i loro wurstel e salumi. Se poi andiamo in Africa e Cina, la situazione peggiora: siamo ai vertici mondiali per insicurezza alimentare con l' uso di prodotti chimici vietati in Italia da decenni".

Commenti

oracolodidelfo

Lun, 14/05/2018 - 10:39

Roberto Moncalvo, coraggio! Sbatta queste notizie in faccia ai fantocci prezzolati che affermano che non possiamo fare senza la UE e l'Euro che ci hanno salvato!

Andrea Balzarotti

Lun, 14/05/2018 - 10:43

"La differenza tra una fiorentina e una bistecca texana..." Un altro gabbapopoli che spara falsità come mantra per il popolino di pensionati del bar sottocasa. C'è mai stato in Texas a studiare ? Ci ha mai vissuto ? E allora di che blatera ? I bistecconi texani sono buonissimi ed economicissimi rispetto ai bistecchini nostrani costosissimi ed insapori ancorchè di 'scottona'... ma va là, ma va là...

titina

Lun, 14/05/2018 - 10:51

I ricercatori cercano qualcosa che sconfigga il cancro, tutto lavoro inutile se non si fa PREVENZIONE. E purtroppo non possiamo fare a meno di mangiare porcherie.

jaguar

Lun, 14/05/2018 - 10:56

Possibile che nessuno dei nostri cervelloni si renda conto che nella Ue l'Italia ha solamente il ruolo di zerbino.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 14/05/2018 - 11:20

Condivido pienamente quanto scritto.

chebarba

Lun, 14/05/2018 - 11:35

LASCIATE AGLI INGLESI IL CEDDAR AI TEDESCHI I WUSTERL NON CAPISCONO NULLA.. IL GUAIO E' CHE I DETRATTORI LOCALI HANNO SEMPRE DA INFANGARE L'ITALIA, MA MI PARE CHE OVUNQUE CI SIA IL PEGGIO DEL PEGGIO IN POLITICA, SANITA', CULTURA, TELEVISIONE, PRODUZIONE ECC ECC

killkoms

Lun, 14/05/2018 - 11:46

la sacra ue dei pidioti!

gneo58

Lun, 14/05/2018 - 11:55

l'articolo, che ricorre saltuariamente, non lo leggo neanche, il problema sara' vostro, per quello che mi riguarda compro solo italiano al 100% altrimenti la merce puo' rimanere sugli scaffali, olio acquistato una volta all'anno al frantoio (ci vado apposta) formaggi direttamente dal contadino che li produce, frutta e verdura dove so chi l'ha prodotta e dove lo ha fatto ecc ecc., se tutti facessero cosi' le cose cambierebbero eccome, anche per i nostri agricoltori.

cecco61

Lun, 14/05/2018 - 12:05

Il vero problema è lo scopo delle etichette. La Diet Coke è naturalmente verde perché non contiene zucchero mentre prosciutti e parmigiano contengono grassi, e quindi dannosi (alla linea e se uno ne mangia un chilo al giorno). Far capire alla gente che lo zucchero fa meno male degli edulcoranti, che i grassi sono comunque necessari, e che anziché sostituirli con schifezze basterebbe mangiarne un po' di meno è cosa ardua.

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Lun, 14/05/2018 - 12:06

@chebarba. Sì, sì, insulta pure gli inglesi e i tedeschi, loro almeno non mettono gli assassini a condurre programmi televisivi su una rete pubblica. L'Italia sarebbe il meglio in politica, sanità e cultura? Ragioni proprio con la panza.

ruggerobarretti

Lun, 14/05/2018 - 12:48

Moncalvo...Coldiretti... UE.... Stessa banda altro che ciance!!!

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Lun, 14/05/2018 - 13:41

@Andrea Balzarotti, perfettamente d'accordo con te. Ho vissuto vari anni in Usa e posso assicurare che, a parità di prezzo, la carne è di qualità superiore a quella italiana, Scottona o Chianina che sia, nomi suggestivi per giustificare prezzi astronomici che negli Usa non vengono neanche sfiorati. In particolare, la bistecca cucinata in padella resta integra e non rilascia mezzo litro di acqua come spesso accade con quella italiana, che alla fine praticamente si lessa

maurizio50

Lun, 14/05/2018 - 14:11

Caro Presidente della ColDiretti, tutte le cose da Lei elencate entrano in Italia e nelle nostre case grazie alle scelte scellerate dei governi catto comunisti, sostenuti anche dalla Federazione dei Coltivatori Diretti. E cambiare orientamento politico, piuttosto che lamentarsi un giorno sì e l'altro pure????

vaigfrido

Lun, 14/05/2018 - 14:22

Effetto del nostro peso in europa ... a cosa è servito avere la bella statuina della Mogherini e non invece un commissario alle politiche agricole ?

Ritratto di filospinato

filospinato

Lun, 14/05/2018 - 15:34

"Sui cibi il primo nemico ce l'abbiamo in casa, è la Ue" FINALMENTE UNO CHE DICE LA VERITA'

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Lun, 14/05/2018 - 16:30

la coldiretti, per connivenze politiche, ha contribuito pesantemente alla distruzione del mondo contadino. Mondo contadino inteso come piccolo coltivatore o piccolo allevatore, favorendo la grande industria e le grandi aziende agricole in mano a grandi gruppi. Adesso dobbiamo leccarci le ferite. Per i consumatori suggerisco di fare spese nei mercati rionali (ce ne sono ovunque) dopo un pò di tempo si impara a conoscere personalmente chi è un contadino e chi un commerciante. La qualità si vede chiaramente e la si annusa. Provare per credere. Io mi ritengo fortunato perché ho la possibilità di produrmi autonomamente 80% del fabbisogno familiare e me ne frego della EU del Texas, Cina ,Africa ecc.. VIVA IL CONTADINO!!! SCARPE GRANDI E CERVELLO FINO...

giovanni951

Lun, 14/05/2018 - 17:39

purtroppo molta gente, per scelta forzata o ignoranza, sceglie il prodotto che costa meno. E non si fa certo domande sul perché costa poco o da dove arriva.

cgf

Lun, 14/05/2018 - 18:07

Moncalvo non HA MAI mangiato una bistecca texana, tra la mucca argentina e la vacca texana (beh anche Nebraska) non so cosa sia meglio, di certo, se lo lasci dire, migliori della Chianina, sono tutte bestie che vivono 24/7/365 sempre all'aria aperta, mangiano SEMPRE FORAGGIO FRESCO, vacche che camminano. L'aspetto è marmoreo e la cottura lenta, molto lenta, almeno 30 minuti alla griglia per averla al sangue come una fiorentina, conferisce un sapore eccezionale! Sugl'insaccati, anche carne di maiale, gli do ragione visto più che altro cosa mangiano i maiali, diversamente da quelli che ho visto negli USA, nutriti ad erbette ed insalatine, mi creda, il prosciutto è nettamente migliore del ns Parma, molto buono indubbiamente, ma non certo il miglior prosciutto al mondo (e nemmeno in Italia). Vada a vedere dove Ranieri di Monaco, il principe Carlo, etcetc vanno a fare shopping. A proposito di morire avvelenati, la terra dei fuochi che produce tanti vegetali?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 14/05/2018 - 18:20

Tutto giusto, tutto sano, tutto corretto, tutto educato, tutto innocuo, tutto mite nella nostra sventurata Italia; siamo stati messi su questa terra per essere ammazzati dall'altra parte del mondo: più aggressiva e violenta!

petra

Lun, 14/05/2018 - 19:29

Siamo d'accordo ma come si fa a sapere che il prosciutto di Parma non utiizza maiali che vengono dalla Germania, visto che come dicono, non produciamo abbastanza maiali in Italia e l'etichettatura sull'origine del prodotto non viene indicata?

petra

Lun, 14/05/2018 - 19:30

Ma non ci avevano detto che Martina era uno dei migliori ministri dell'agricoltura che mai avessimo avuto? Sai se fosse stato il peggiore!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 14/05/2018 - 19:31

Comunque io mangio solo roba italiana e non delle coop rosse.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Lun, 14/05/2018 - 19:55

Ma fatemi il piacere .....le carni americane meglio di quelle italiane.....dovete mangiare veramente male voi.....gli americani con una percentuale elevatissima sono obesi proprio perché mangiano quelle schifezze di carni pompate di steroidi e quant'altro

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 14/05/2018 - 20:34

Non sono un intenditore su tutto, ma mangio bistecche americane da 35 anni e sono ancora vivo. E sono convinto che sono superiori a quelle italiane.

Dordolio

Lun, 14/05/2018 - 20:51

Sono contento di apprendere dai lettori vissuti negli USA che la carne che lì si mangia è eccellente. Ma TUTTA? O solo quella che i suddetti privilegiati hanno degustato (magari in qualche farm bio)? In America gli animali sono imbottiti di antibiotici e di farmaci vari, e viene detto chiaramente e in modo del tutto ufficiale (per questo ci facciamo problemi ad importarla). Che poi abbiano trovato prodotti scadenti qui in Italia ci credo. Allora cambino macelleria, perchè quella buona si trova anche da noi. Ma ahimè NON ovunque...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 14/05/2018 - 22:43

Avete visto quei bei pomodori rossi e maturi che troviamo tutto l'anno sui banchi di frutta? Sapete da dove vengono? Dal Belgio noto paese per il suo clima mite e caldo con il sole che in pieno inverno si alza alle 5 e tramonta aldilà delle rigogliose colline lussureggianti oltre le 19,30... ai miei tempi quelle terre erano note per la produzione di cavoli e barbabietole, com'è cambiato il clima! A quando la produzione di banane ed ananas?

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mar, 15/05/2018 - 01:09

Purtroppo Moncalvo ha ragione da vendere.

Dordolio

Mar, 15/05/2018 - 07:04

@Alberto43: ha dimenticato un prezioso dettaglio. I pomodori a cui lei allude - belli, rossi e maturi a e prodotti in serra in Belgio - si riconoscono subito... perchè sono tutti assolutamente uguali. E NON SANNO PROPRIO DI NIENTE. Sono praticamente insapori. E ci siamo detti tutto.

brob67

Mar, 15/05/2018 - 07:35

Una volta quando la moglie ti tradiva c'era il cosiddetto delitto d'onore. Poi ci siamo modernizzati ed è arrivata la separazione e il divorzio. In questi casi senza nemmeno dover dare gli alimenti. l'Italia si trova nella stessa situazione ma i suoi governanti pare vogliamo continuare a essere traditi e voler vivere con le corna di cervi

brob67

Mar, 15/05/2018 - 07:50

X A. Balzarotti: Lei sa cosa sono gli anabolizzanti?

ruggerobarretti

Mar, 15/05/2018 - 08:37

Martina cosa??? Martina non si e' interessato minimamente del dicastero ed i risultati si sono visti. Milioni e milioni di euro destinati al comparto agricolo andati in fumo. Ripeto la Coldiretti non la racconta giusta. Questo articolo e' uno specchietto per le allodole, solo propaganda per confondere i non addetti ai lavori.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 15/05/2018 - 09:05

L'errore dell'italiano medio è difendere i propri prodotti dileggiando quelli altrui. In realtà in Italia ci sono tantissimi prodotti eccellenti, e ovviamente cari, così come ci sono tantissimi prodotti eccellenti all'estero, spesso un po' meno cari. La qualità è sempre stata roba per ricchi, fin dall'antichità. Ai poveri, che non hanno tempo né danaro per cercare la qualità, spetta l'arduo compito di sopravvivere in un mercato avvelenato.

pc1966

Mar, 15/05/2018 - 09:45

Balzarottiiiiiiiii!!!! ma ti sei chiesto perche sono bistecconi invece che bistecche di taglia naturalmente normale? ASINOOOOOOOOOOOOOO tornatene in Texas e restaci vivrai a lungo !!

pc1966

Mar, 15/05/2018 - 09:50

Bettytudorrrrrrr ti sei mai chiesta/o come mai ? allevamenti immensi e tu mi parli di acqua ? torantene anche tu in Texas. si vede come sono sani gli Americani

cameo44

Mar, 15/05/2018 - 10:11

Di tutto questo dobbiamo dire grazie alla UE ancora difesa nonostan te i tanti danni causati al nostro Paese non si tratta di protezio nismo o difendere il proprio orticello come qualcuno dice ma solo difendere la salute dei cittadini primo dovere dello Stato ma innan zi ai tanti miliardi chi se ne frega se la gente muore prevedo la risposta comprate Italiano ma come fa a comprare Italiano chi ha una pensione di cinquecento euro al mese? è costretta a comprare merce a basso costo un altro fallimento di questa Europa dove vi sono paesi in cui la manodopera costa cento e paesi che costa 1000 uno dei tanti motivi per cui le industrie delocalizano creando disoccupazione nel nostro paese

chebarba

Mar, 15/05/2018 - 11:36

bettytudor, la convinzione cretina che all'estero sia tutto meglio e rose e fiori è una convinzione provincilissima di chi non ragiona neanche con la panza ed è buono a lamentarsi tout court del suo paese, senza conoscere il proprio e quello che osanna e soprattutto senza far nulla per migliorare, o battersi perché il proprio venga tutelato (come fanno gli altri paesi)in linea di massima son buoni a mettere lo sporco sotto il tappeto...contro l'ovvia obiezione so di cosa parlo per esperienza personale e professionale.

chebarba

Mar, 15/05/2018 - 11:42

bettytudor, bisogna vedere che carne compri e da chi la compri, i truffatori sono ovunque

chebarba

Mar, 15/05/2018 - 11:44

la carne americana e su americana è molto buona occorre saper sceglier, cosa centra tutto ciò con una politica scellerata fatta di inutili simbologie che nascondono le corrette etichettature, i valori nutrizionali, le adulterazioni, le contraffazioni e la provenienza dei prodotti? considerato poi che purtroppo chi non ha i mezzi deve necessariamente acquistare dei prodotti di infima qualità?