Efe Bal allo scoperto: "Ora spero che Salvini mi riservi un ruolo sulla prostituzione"

Efe Bal si autocandida, richiamando l’attenzione del leader della Lega: "Spero mi dia un ruolo istituzionale per affrontare il tema della prostituzione"

"Spero che Matteo mi dia un ruolo istituzionale per affrontare il tema della prostituzione vista la mia esperienza in Italia e all’estero". Quel "Matteo" è Matteo Salvini e a parlare è Efe Bal, che si candida così a un posto proprio ora che si è riacceso, con rinnovato vigore, il dibattito sulla regolamentazione della prostituzione e la riapertura delle case chiuse, battaglie del Carroccio.

Efe Bal, intervistata da Adnkronos si racconta: "Tra pochi giorni, il 10 marzo, prendo il mio diploma alla Scuola di Formazione Politica della Lega, ne sono molto felice e mi sembra una bella coincidenza che proprio ora si riaccenda il dibattito sulla regolamentazione della prostituzione, la riapertura delle case chiuse".

La trans di origine turca simpatizza Lega (e Salvini) da sempre: "Io sono leghista da anni e lo stimo da sempre, lui è la persona giusta per arrivare a regolarizzare, a rendere sicura la prostituzione, ha la forza e il consenso che servono. E spero proprio che voglia darmi un ruolo istituzionale per affrontare il tema della prostituzione, vista la mia esperienza in Italia e all'estero, la mia conoscenza di questo settore difficile e complesso. Nel caso diventerei anche un esempio, in tutto il mondo, del fatto che una prostituta può davvero cambiare vita: a maggio compirò 42 anni e mi piacerebbe davvero rendermi utile, cambiare".

Infine, una battuta sul ministro dell’Interno: "Salvini mi piace, come leader e anche come uomo: ha la pancetta, la barba, mi sembra un classico uomo turco e io sono turca: evidentemente sento un richiamo ancestrale".


Commenti

venco

Mar, 05/03/2019 - 15:56

Attento Salvini di non finire al 4% come Bossi.

Macrone

Mar, 05/03/2019 - 18:33

Matteo, va bene la Politica ma gira sempre con le mutande di latta. Meglio prevenire che curare.