Emergenza maltempo, bomba d'acqua in Emilia. Due dispersi e un morto nel piacentino

In ginocchio la zona tra Alta Valnure e Valtrebbia. Tromba d'aria e allegamenti anche in Liguria. Forti venti si sono abbattuti sul Friuli

Auto inghiottite dall'acqua, ponti crollati, case portate via dalla corrente o inondate di fango. È questa la situazione al momento in provincia di Piacenza, causata delle forti piogge che questa notte sono cadute abbondanti in buona parte dell'Emilia.

La Prefettura di Piacenza sta coordinando i molti interventi in provincia, soprattutto in Valtrebbia e Valnure, dopo l'emergenza allagamenti provocata dalla piena dei fiumi, cui si è aggiunta in mattinata l'attivazione della fase di allarme, da parte della Protezione civile, per sei comuni del Parmense.

L'allerta meteo era stata annunciata sabato dalla Protezione civile dell'Emilia-Romagna: 30 ore dal mezzogiorno di ieri alle 18 di oggi, con l'attivazione della fase di attenzione per temporali di forte intensità, tra l'altro proprio sul bacino Trebbia-Taro e sulla pianura di Parma e Piacenza.

Puntuale, la bomba d'acqua - come ormai i meteorologi chiamano i fenomeni di questo tipo - è arrivata nella notte devastando l'intera valle e provocando forti disagi.

Le cronache della mattina raccontano di un'auto inghiottita dalla piena del fiume e del suo conducente, un ragazzo, che è riuscito a trarsi in salvo nuotando. Un'abitazione nei pressi del torrente Grondana sarebbe letteralmente scivolata nel fiume.

La situazione non permette neanche il regolare intervento del 118, mentre buona parte del territorio è rimasta senza luce, gas e acqua. In molte zone, inoltre, è impossibile comunicare a causa dell'assenza di segnale telefonico.

È crollato intorno alle 11 anche il ponte di Pontedellolio, portando con sé le condutture del gas. Fortunatamente nelle prime ore dell'alba le forze dell'ordine lo avevano chiuso al transito.

Le unità dei vigili del fuoco stanno intervenendo anche con i gommoni per raggiungere le case circondate dall'acqua e trarre i salvo le persone rimaste bloccate all'interno o salite sui tetti.

Fango e detriti cominciano ad accumularsi e a inondare cantine, sottoscala e i locali più bassi delle abitazioni e dei negozi.

Situazione di emergenza anche in Liguria. Una tromba d'aria si è abbattuta su Genova, dove - anche qui - le forti piogge hanno provato allagamenti che hanno richiesto l'intervento dei sommozzatori per il savataggio di alcune famiglie che si sono ritrovate più di un metro d'acqua in casa.

Nell'entroterra ligure è esondato lo Scrivia che ha provocato danni al momento al vaglio della Protezione Civile.

Commenti

killkoms

Lun, 14/09/2015 - 13:23

è il castigo divino per bersani?

Imbry

Lun, 14/09/2015 - 14:52

Ma basta con sta "bomba d'acqua" si chiama alluvione o forte temporale.... basta con sti termini sensazionalistici, per favore!

Libertà75

Lun, 14/09/2015 - 15:16

Se non si fa manutenzione del territorio, questa è la normalità: la natura che si riprende il suo primato! Pensare che Renzi appena insediato aveva sparato sui consorzi di bonifica che gestiscono il flusso delle acque, poi tutto svanii e per fortuna altrimenti ci ritroveremo con le paludi in Italia.

yulbrynner

Lun, 14/09/2015 - 15:45

killkoms il castigo ci vorrebbe x chi come te commenta stupidamente le disgrazie altrui se fossi coinvolto eviteresti queste battute fuori luogo

lamwolf

Lun, 14/09/2015 - 15:47

Il clima è cambiato, il dissesto sul territorio triplicato e interventi ZERO da un paio di decenni. E siamo solo a metà settembre.....

lamwolf

Lun, 14/09/2015 - 15:57

A Renzi piace vincere facile. A New York per il siparietto per la finale delle nostre due tenniste. Nei teatri di devastazione, alluvioni e sbarchi chi l'ha mai visto!...

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 14/09/2015 - 16:34

Non si vorranno sottrarre dollaroni (ehm, euro) per le risorse, no?

Il giusto

Lun, 14/09/2015 - 16:53

L'incuria e l'edificazione selvaggia degli ultimi decenni porta a questo!Troppo facile colpevolizzare l'ultimo arrivato al governo per gli errori degli ultimi decenni!!!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 14/09/2015 - 17:25

No denaro, arrangiarsi, soldi per risorse.

Ritratto di do-ut-des

Anonimo (non verificato)

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 14/09/2015 - 20:49

Tranquilli...lo Stato gli aiuterà con tante risorse...

robertofo

Lun, 14/09/2015 - 22:38

Tranquilli, il presidente del consiglio ha rinunciato a numerosi ricevimenti per recassi in aereo immediatamente sul luogo del disastro! PAGLIACCIO!!!!!!!!!!!!!!!!!

Holmert

Mar, 15/09/2015 - 08:02

Certo il maltempo è imprevedibile e fa danni. Ma in Italia trova terreno fertile per fare macelli, causa una politica del territorio caotica ed in mano a lestofanti e mafiosi. Case costruite a ridosso dei torrenti,pensando che siano sempre dormienti, strade costruite senza saggiare il terreno e facili allo smottamento, montagne e colline disboscate, letti dei fiumi mai più drenati e liberati dagli ostacoli al deflusso delle acque e per di più con alvei cementificati..insomma uno scempio durato anni ed anni. Ed ecco il risultato. al primo vero temporale, sfollati e morti,causa la violenza delle acque straripate dai torrenti e fiumi. Sarà sempre peggio per città e paesi attraversate da fiumi o torrenti.

pastello

Mer, 08/02/2017 - 11:44

I nomi dei paesi interessati no?