Straniero prende a pugni agente Lo sfogo: "Basta, siamo stanchi"

Sono stati necessari quattro uomini della polizia ferroviaria per immobilizzare lo straniero, che ha opposto strenua resistenza. Protesta del Sap: "Siamo stanchi di queste continue aggressioni. Ci chiamano violenti. Ci accusano di abusi. Chi invece subisce davvero violenza, ogni giorno, nella totale indifferenza, siamo noi"

Ancora un'aggressione alla stazione ferroviaria di Empoli (Firenze), dove un agente della Polfer è stato preso a pugni da un cittadino straniero, che dopo ha opposto una strenua resistenza al fermo.

Una vicenda che porta nuovamente all'attenzione il degrado che da tempo imperversa nella zona, spesso frequentata da malviventi. Soltanto alcuni giorni prima, per fare un esempio, le forze dell'ordine erano dovute intervenire per sedare una sanguinosa lite fra nigeriani.

Nigeriano è anche il protagonista della violenza commessa sabato mattina. Ancora ignote le ragioni che hanno provocato la furia dello straniero, che ha reagito con violenza senza alcuna reale motivazione. Intorno alle 10:30 un agente della Polfer è uscito dall'ufficio ed è stato aggredito dal giovane, che gli ha sferrato un pugno sulla nuca.

Immediato l'intervento dei colleghi del poliziotto, che hanno dovuto lottare per bloccare l'extracomunitario. In tutto sono quattro gli uomini in divisa rimasti feriti nel tentativo di immobilizzare ed arrestare il facinoroso. Quest'ultimo, un 24enne nigeriano già noto per altri episodi di violenza, è stato affidato agli operatori del 118, chiamati per sedare l'africano, sempre più agitato. Poco dopo, secondo quanto riferito dalla stampa locale, è sopraggiunta anche un'automedica.

Il 24enne, dichiarato in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, è stato quindi trasportato all'ospedale San Giuseppe di Empoli, dove ha ricevuto assistenza psichiatrica. Accompagnati in pronto soccorso anche i quattro poliziotti feriti. Uno di questi, la prima vittima del nigeriano, ha ricevuto una prognosi di 15 giorni.

Sul caso è intervenuto il segretario del sindacato autonomo di polizia (Sap) di Firenze Massimo Bartoccini, la cui nota è stata riportata da "Gonews.it". "Siamo stanchi di queste continue aggressioni verso chi indossa una divisa. Ci chiamano violenti, ci accusano di abusi. Chi invece subisce davvero violenza, ogni giorno, nella totale indifferenza, siamo noi chiamati a garantire la pubblica sicurezza in territori sempre più difficili e con sempre meno poliziotti, come in questo caso il Posto Polfer di Empoli. Siamo stanchi di aspettare i taser bloccati dalla burocrazia lenta. Vogliamo avere la dignità di svolgere il servizio sapendo di avere una tutela sopra la testa e non essere mandati allo sbaraglio", ha concluso Bartoccini.

Commenti

vottorio

Lun, 23/09/2019 - 01:08

In un paese civile il Poliziotto è "sacro" e chi osa sottrarsi con violenza deve essere punito con la massima severità. Ma il problema spesso sono i magistrati buonisti che, per vili servizi ideologici offendono la Giustizia creando pessimi precedenti.

leopard73

Lun, 23/09/2019 - 06:59

QUESTO COS'È SE NON RAZZISMO AL CONTRARIO!!!!

killkoms

Lun, 23/09/2019 - 08:24

Per il sinistrume i membri delle ffoo debbono fare da punching ball per gli esagitati di turno!

amicomuffo

Lun, 23/09/2019 - 08:31

come già scritto, ci deve scappare il morto immigrato per fare colpo! Allora vedremo, come al solito, tutti i buonisti con il sedere al caldo e lontani anni luce dai problemi quotidiani della gente, stracciarsi le vesti e domandarsi perchè è successo, ma come mai ecc. ecc.un film già visto che non farà neanche più notizia!

ilcapitano1954

Lun, 23/09/2019 - 08:44

Infatti, partendo dal fatto che sono contrario a qualsiasi tipo di violenza, quando (casi rari) uno o più italiani picchiano uno straniero allora l'italiano è razzista ieri mezzogiorno ilTg5 la messa come prima notizia nel TG. Invece quando uno straniero (in particolare sono le risorse africane) violenta un italiano, poliziotto o altro, non è razzismo anzi bisogna capirlo, poverino, non va nemmeno in galera perchè secondo il magistrato non era a conoscenza che quella violenza in Italia non si poteva fare. grazie agli adepti della sinistra.

Beaufou

Lun, 23/09/2019 - 09:07

Alle forze dell'ordine è ora di dare regole d'ingaggio chiare, ed è ora di sottrarle all'arbitrio della magistratura ordinaria. L'ordine pubblico non è gestibile attraverso forze di fatto delegittimate dal primo pxxxa di giudice a caccia di visibilità a buon mercato.

odioikomunisti

Lun, 23/09/2019 - 09:25

Dovete essere VOI a ribellarvi!!! certo che state zitti per paura di perdere il posto le cose non cambieranno mai! sottomessi e tenuti in pugno da razzisti al contrario!! i razzisti solo questi delinquenti che possono pure permettersi di farlo perchè in questo paese malato la magistratura tutela i delinquenti e penalizza gli italiani onesti!!!! RIBELLATEVI!

andy15

Lun, 23/09/2019 - 09:31

Toscani, continuate a votare PD e leggerete cose analoghe tutti i santi giorni.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Lun, 23/09/2019 - 09:33

Qui il problema è che se muore un agente di pubblica sicurezza, dopo il funerale e le proteste tutto torna come prima, risorsa a spasso grazie al giudice comprensivo, ma se dovesse per caso tirare le cuoia un africano, vedremmo bodlrini e stato maggiore dle PD scendere in piazza, polizia violenta, colpa di Salvini e lacrime a fiumi per uno che non ci pagherà la pensione... il movimento degli ipocriti detesta le forze dell'ordine, di cui fa ampio uso, ma difenderli di fronte a queste situazioni non sia mai... prima gli africani, italiani vaffa...

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 23/09/2019 - 11:33

comunicato del regime rosso: un paio di settimane e ritornerai come nuovo.