Enrico Mentana su Facebook: "Non si va in guerra perché lo ha deciso qualcuno"

Nel suo messaggio sul social: "Fu proprio Renzi a ricordare che l'Italia è contro blitz e strike non concertati"

Enrico Mentana interviene nel dibattito sull'eventualità di un aiuto militare alla Francia nella sua campagna in Siria e usa parole molto critiche. In un lungo intervento su Facebook il direttore del TG La7 spiega il suo punto di vista.

"Hollande dichiara che la Francia è in guerra e chiede la solidarietà attiva dell'Europa, in base all'articolo 42.7 del Trattato della UE. Se questo si dovrà tradurre nella partecipazione ad azioni belliche credo che il nostro paese dovrebbe dire di no. Non si fa una guerra perché l'ha deciso la Francia, così come - con piena ragione - la Francia disse di no alla guerra in Iraq che volevano Bush e Blair".

Il giornalista poi riporta alla memoria quanto successo solo un mese e mezzo fa, onde evitare che qualcuno se ne dimentichi: "Quando Parigi decise di bombardare le postazioni Isis in Siria, sette settimane prima degli attacchi di venerdì scorso, fu proprio Renzi a ricordare che l'Italia "è contro blitz e strike" non concertati, e che bisognava evitare una Libia bis, cioè il capolavoro alla rovescia creato dai bombardamenti anti-Gheddafi attuati già allora dalla Francia".

Mentana però, non abbraccia il pacifismo senza se e senza ma, ma puntualizza come la guerra non debba essere né una scelta di pancia né una scelta abbracciata solo perché fatta da qualcun altro: "L'Isis fa riferimento ai bombardamenti francesi di queste settimane nella rivendicazione degli attacchi di venerdì. E allora: massima solidarietà a Parigi, ma gli atti di guerra si decidono insieme, e non con la politica del fatto compiuto. E sia chiaro: non per paura o pacifismo cieco. C'è nella storia sempre un momento in cui la guerra si fa inevitabile, per i valori in cui si crede. Ma non quando e perché l'ha deciso un altro."

Commenti

entropy

Mar, 17/11/2015 - 13:45

Con tutto il rispetto ma chi se ne frega del pur parzialmente condivisibile parere di Mentana ? Io lo seguo solo nelle spoglie dell'avatar Crozza. Chi lo segue ? Ha fondato un partito ?

Libertà75

Mar, 17/11/2015 - 13:55

Mentana è diventata un pressapochista ad immagine e somiglianza di Renzi. Io posso capire dover difendere colui che non ha idee, ma sostenere che la guerra si decide assieme e non si segue chi la invoca è una frase totalmente vuota. Ovviamente si deve decidere, ma per decidere se ne deve discutere. Infatti, se Mentana fosse intelligente chiederebbe al Parlamento italiano di discutere in fretta che posizione prendere. Purtroppo a seguire il parolaio si diventa parolai, cosa che è anche l'involuzione più triste che può prendere un giornalista.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 17/11/2015 - 14:00

Eccovi servito il terrorismo REATTIVO. Basta seguire La7 per capire dove tira il loro vento.

Maura S.

Mar, 17/11/2015 - 14:21

Un altro parolaio. come il presidente del consiglio???????????, che non sa più che pesci pigliare e parla e sparla continuamente.

bruna.26

Mar, 17/11/2015 - 14:56

Alla guerra si risponde con la guerra. E' folle pensare di risolvere la situazione con droni o altri interventi che uccidono anche vittime innocenti. Bisogna mettere gli scarponi in Africa.

bruna.26

Mar, 17/11/2015 - 14:58

Alla guerra si risponde con la guerra. E' assurdo pensare di reagire con droni o altri mezzi ce creano solo vittime innocenti.

bruna.26

Mar, 17/11/2015 - 15:00

Alla guerra si risponde con la guerra. E' assurdo pensare di reagire con droni che fanno solo vittime innocenti

montenotte

Mar, 17/11/2015 - 15:15

Non sento soluzioni alternative e quali: trattiamo col Califfo?, Ci arrendiamo in anticipo? Offriamo milioni per evitare attentati? Distruggiamo un pò di chiese? Mettiamo l'Islam come nostra religione e il burka alle nostre donne? Un'altro buffone.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 17/11/2015 - 15:19

Mandatelo in prima linea assieme ai cantanti ed attori stupidi, viziati ed chic!! Questoi sono la rovina della società che ha perso totalmente contatto con la realtà e sopratutto la ragione!!! altro che talk show stupidi a pensiero unico e cantanti sognatori!! PRIMA LINEA!!!

giampiroma

Mar, 17/11/2015 - 15:25

questa volta sono d'accordo con Mentana. e poi, da sabato in poi si parla solo della Francia ,delle sue rispettabilissime vittime, tutti i silenzi,i colori francesi dappertutto etc. ok sono morti 129. pochi giorni prima erano morti 240 russi civili anche essi con bambini, sempre con attentato islamico. non mi sembra ci sia stata la stessa attenzione.

antipifferaio

Mar, 17/11/2015 - 15:49

Ormai l'Italia è infestata di parolai e pacifisti... Mi dispiace per Mentana che reputo uno dei pochi giornalisti con la schiena quasi dritta, ma di fronte a tutti quei ragazzi morti ammazzati ci viene a fare la morale se sia giusto o no partecipare ad una campagna militare contro il terrorismo. Il problema forse è che Mentana sente l'avanzare delle destre o quantomeno del bisogno di una politica estera interventista solitamente sostenuta dalla destra e questo non gli va...Quando le carte si scoprono, si capisce finalmente il bluff dei giocatori...

redy_t

Mar, 17/11/2015 - 16:06

Trovo il parere di Mentana (un noiosissimo giornalista) molto condivisibile.Vedremo però cosa succederà quando cominceranno a sparare per le strade di Roma.

peter46

Mar, 17/11/2015 - 16:10

Willy Wonker...camerata e company.Ma li leggete gli articoli(montenotte compreso)e le dichiarazioni riportate?Perchè veramente pensate che bisogna andare con gli scarponi in Siria?Per fare altre 'porcate'?E più di quanto hanno e stanno facendo coloro che i vs amici,saudo-turco-franco-americano,hanno 'killerato'in quei luoghi e che neanche putin riesce a 'rinormalizzare'?Prima linea contro chi se non c'è uno stato ben definito e se da combattere c'è i 'cani' armati da loro ma ormai 'scioltisi'unilateralmente dagl'impegni?Ma date ascolto a Giampiroma,cavolo se il 'realismo' non è il vs forte.

tonipier

Mar, 17/11/2015 - 16:10

"IL CANCRO VA ESTIRPATO" Il buonismo fa parte in questi casi da imbonitori e bricconi.

ELZEVIRO47

Mar, 17/11/2015 - 16:50

Mentana ha ragione. Gli atti di guerra si decidono insieme, e non con la politica del fatto compiuto o, peggio, con la pretesa di imporre e non di chiedere, che sono storicamente un po' i segni distintivi della presunta superiorità (grandeur) francese.

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 17/11/2015 - 16:51

Mentana non ricorda che c'è l'articolo 42 del Trattato UE che lega gli Stati membri se uno di essi è attaccato. E la Francia è stata attaccata.

pinosan

Mar, 17/11/2015 - 17:42

Mandiamoci Mentana a trattare con l'is.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 17/11/2015 - 17:49

Ma chi cavolo è costui per dirci cosa fare o non fare. Certo la guerra è una cosa schifosa e noi Italiani con la pancia piena , governi inadeguati e pacifisti tanto al chilo poiché fa trend ne abbiamo una paura viscerale.In quanto alle vittime russe solo ieri la Russia ha ammesso la tesi dell'attentato altrimenti si trattava di un incidente aereo come molti altri dove nessuno s'è stracciato le vesti. Ora presa la decisione di eliminare ( speriamo)gli aspiranti califfi vedano di andare sino in fondo ed eliminare quel macellaio di boko haram.Tutti i paesi credenti al profeta,a parte i problemi causati dagli invasori Europei sono secoli che si scannano fra di loro o si calpestano scusandosi dandoci la colpa. Mentana farebbe bene a fare chiarezza su costoro.

giosafat

Mar, 17/11/2015 - 17:52

Ma chi se ne futfut di Mentana. Come tutti ha il diritto di dire quello che pensa...e di essere bellamente e giustamente ignorato.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 17/11/2015 - 18:22

Peter46, il problema è che i giornalisti sono solo dei ruffiani ed i politici degli imbecilli corrotti! La soluzione è semplice ma ci vuole pure il sacrificio! L'alternativa è la sottomissione al Mohamed!! Mi sta anche bene ma non alle condizioni che voglino loro, per me un dio vale l'altro! Bisogna sporcarsi le mani elliminando anche chi finanza, I sauditi e turchi!!

cangurino

Mar, 17/11/2015 - 18:32

Mentana mi sta particolarmente antipatico, con quell'aria e tono saccente, ma su questa breve analisi, a mio parere, non è in errore. Chiaramente il terrorismo va combattuto e con pugno di ferro, alla Putin, non certo alla Obama - Hollande. La Francia, per bieco opportunismo militare e petrolifero, ha fatto danni enormi in tutti i conflitti in cui si è imbarcata negli ultimi 2 anni (non parliamo degli USA). Ed i cocci sono in gran parte nostri (profughi e presunti tali, danni ad Eni in Libia ecc.) Con i bombardamenti dal cielo (modello USA - Francia), si spendono tanti soldini e si fanno molti danni indiscriminati, tipo ospedali emergency. Quale miglior assist agli imam predicatori di odio islamici?

LAMBRO

Mar, 17/11/2015 - 18:34

SI E' BEVUTO IL CERVELLO..PECCATO! SEMBRAVA UNA PERSONA DI BUON SENSO.

linoalo1

Mar, 17/11/2015 - 18:52

Mentana???E chi è????Forse un Saggio???O,più verosimilmente,un Sinistrato Sfigato????

Ritratto di Atreju

Atreju

Mar, 17/11/2015 - 20:32

Perchè andare così lontano? Tanto tra un pò se ne accorgeranno i benpensanti sinistrorsi della TV...la guerra sarà anche in Italia!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 17/11/2015 - 21:16

Quindi secondo lui non è ancora arrivato il momento in cui la guerra è inevitabile: forse ci vogliono 1290 morti e 3000 feriti? O un attacco stile 11 settembre?

giovanni951

Mar, 17/11/2015 - 21:45

il gasato ha parlato

squalotigre

Mar, 17/11/2015 - 22:38

peter46- bisogna andare in Siria ed anche in Libia con gli scarponi per gli stessi motivi per i quali si è andati con gli scarponi in Normandia: per eliminare e distruggere non solo una forza nemica ma una forza che minaccia la libertà, la vita, la cultura, l'arte , la religione ed i costumi di popolazioni civili che vogliono continuare a vivere senza fare un salto indietro di parecchi secoli. Churchill riferendosi a coloro che come lei invocavano la pace a Monaco, disse che avevano barattato la dignità con la pace e adesso avevano la guerra ed avevano perso la dignità. Nessuno vuole la guerra così come nessuno vuole una cancrena; se però capita di contrarla bisogna amputare. Si muore altrimenti, se ne faccia una ragione.

peter46

Mer, 18/11/2015 - 09:03

squalotigre...bisogna che in Siria e Libia ci vadano i 'buoni' islamici per dimostrarci che un'eventuale 'fiducia' possa essere possibile e soprattutto che dimostrino a se stessi ed a noi che c'è una distinzione di ruoli all'interno dello stesso Islam:terrorismo fanatico da un lato e desiderio di 'collaborazione' laica dall'altro.Certamente che in virtù di 'tecnologia' da non consegnare completamente nelle loro mani dobbiamo esserci anche noi,ma con le 'ali',non con con gli scarponi.Sempre 'comprendendendo' noi che non possiamo più dividere i loro territori singolarmente nelle solite TRE parti:super,super senza piombo e gasolio.Ma lei veramente pensa che finora non abbiamo fatto null'altro che 'casini' ad ogni intervento?(1)

peter46

Mer, 18/11/2015 - 09:38

squalotigre...le ricordo comunque che il mio commento voleva puntualizzare che non bisogna commentare sparando 'slogan' anti Mentana(ordine del proprietario per certi commentatori?),ma 'attenersi' al solo 'contendere' e non entrare sull'uomo 'a prescindere'."Massima solidarietà a Parigi,ma gli atti di guerra si decidono ASSIEME,e non con la politica del fatto compiuto",ed aggiungo io,'visti i precedenti'.Lei non condivide questo pensiero di Mentana?Tutto il resto 'divagato' rientra nella categoria 'pugnette mentali':e non c'è più da perdere tempo per le p.......,proprio no.Su Normandia e dintorni non si sa mai che non ci siano altre 'occasioni'...o più tardi.