E.ON riparte mettendo al centro efficienza e clienti

Per imprese e famiglie, il costo di energia elettrica e gas è sempre più rilevante. E sempre maggiore è la necessità di ridurre e ottimizzare i consumi, motivata da ragioni economiche, ma anche da una più diffusa sensibilità ambientale. Gli operatori del settore non possono quindi più limitarsi alla sola fornitura, ma devono offrire ai clienti anche servizi innovativi e soluzioni su misura per utilizzare l'energia in modo più efficiente, riducendo costi e impatto ambientale. Così E.ON, con l'obiettivo di mantenere la sua posizione di leader del settore energetico, ha implementato una nuova strategia, «Empowering customers. Shaping markets», che prevede la divisione delle attività oggi presidiate dal gruppo in due aziende separate. A partire dal 2016 la «nuova» E.ON si concentrerà sulle fonti rinnovabili, sulle reti di distribuzione e sulle soluzioni per i clienti, mentre le attività di produzione convenzionale di energia, trading globale di energia e di E&P saranno scorporate in una società indipendente: la Uniper.Alla nuova strategia si è allineata anche E.ON in Italia, concentrando le proprie attività nell'ambito di servizi commerciali più efficienti e innovativi agli oltre 700.000 clienti residenziali e business, quale potenziale di crescita su cui puntare. Due elementi caratterizzano l'approccio commerciale di E.ON, in tutti i segmenti: l'ascolto del cliente e l'efficienza energetica, obiettivo da raggiungere attraverso l'offerta di soluzioni su misura. Tutto questo si traduce nel rilancio di iniziative specifiche con l'obiettivo di crescere nei diversi segmenti di mercato. Nel segmento residenziale, durante l'anno sono stati aperti tre nuovi sportelli a Carate Brianza (Monza), Stezzano (Bergamo) e Cittadella (Padova) e un altro si prevede entro fine anno. È appena partita la partnership con «MyBank» per fornire ai clienti un nuovo modo di pagamento delle bollette. Nel segmento industriale, E.ON ha realizzato importanti progetti di efficienza energetica di efficient building e lighting, non ultimo quello per Creval, Gruppo Credito Valtellinese: è stato installato un sistema di freecoling e, per la prima volta in Italia, un sistema di regolazione Smartcool Esm, un innovativo sistema intelligente di controllo dei gruppi frigoriferi che ottimizza l'accensione e lo spegnimento dei compressori. Grazie a questi interventi, Creval potrà beneficiare di un risparmio energetico annuo di circa 135 MWh ed evitare l'emissione di oltre 60 tonnellate di CO2.Per generazione distribuita e cogenerazione, il 2015 ha visto il consolidamento di importanti partnership tra cui quella con Reckitt Benckiser, che il mese scorso ha raggiunto un importante traguardo col completamento e la messa in funzione dell'impianto di cogenerazione di energia elettrica e calore (CHP-Combined Heat and Power) presso lo stabilimento Reckitt Benckiser di Mira. La nuova centrale, dalla potenza di 1,5 MW, è stata realizzata da E.ON Connecting Energies (ECT), business unit del Gruppo E.ON, che offre a livello internazionale soluzioni energetiche integrate di efficienza energetica e servizi nella generazione distribuita per clienti attivi nei settori commerciali e industriali e nel settore pubblico.L'impianto è stato realizzato in meno di 6 mesi e consentirà a Reckitt Benckiser di ridurre del 20% circa i costi energetici annui dello stabilimento e le emissioni di CO2 di 4.300 tonnellate l'anno. «La partnership di successo con Reckitt Benckiser è un esempio concreto del posizionamento di E.ON oggi in Italia e rafforza la nostra presenza nel mercato elettrico italiano - spiega Nicola De Sanctis, ad di E.ON Italia -. Vogliamo continuare a essere un punto di riferimento per i consumatori in Italia, rafforzando la nostra capacità di offrire servizi di qualità e soluzioni innovative e sostenibili». Col nuovo assetto, l'azienda proseguirà nella messa a punto di prodotti e servizi efficienti e su misura, proseguendo con l'approccio finalizzato a mettere i clienti nella condizione di scegliere la fornitura più adatta ai propri consumi ottimizzando le risorse energetiche.