Ergastolo al fondatore dell'Amazon della droga

Il fondatore di Silk Road, sito di commercio elettronico che garantiva anonimato, condannato da un tribunale federale di Manhattan per traffico di droga

Ross W. Ulbricht, fondatore del sito Silk Road

Aveva creato un sito internet divenuto famoso perché, al suo interno, si vendevano ogni tipo di droghe e altre sostanze illegali, sfidando le leggi in vigore in quasi ogni angolo del mondo. Ora Ross W. Ulbricht è stato condannato all’ergastolo. Trenunto anni anni, dopo essere stato giudicato colpevole a febbraio Ulbricht è stato condannato da un tribunale federale di Manhattan per il suo ruolo in quello che è stato descritto dai giudici come "il perno di un’impresa di traffico di droga digitale in tutto il mondo".

Secondo le indagini attraverso il sito "Silk Road" sarebbero stati fatti affari per un volume di oltre un miliardo di dollari. La scorsa settimana Ulbricht, con una lettera al tribunale in cui ammetteva i suoi errori, aveva chiesto che non gli venisse dato l’ergastolo.

Silk Road, chiuso più di una volta dall'Fbi, era un sito di commercio elettronico che funzionava garantendo l'anonimato attraverso il software Tor. Oltre alla droga vi si potevano trovare in vendita diversi prodotti ritenuti di contrabbando dalla maggioranza delle giurisdizioni mondiali. Qualcuno aveva definito Silk Road come "l'Amazon delle droghe". Acquisti e vendite erano fatte con i Bitcoin, moneta elettronica che permette riservatezza e discrezione. Per evitare pericolose fluttuazioni del tasso di cambio tutti i prezzi erano legati al dollaro Usa. Insomma, scambi con moneta elettronica ma occhio ai soldi "veri" per i trafficanti di droga del web.

Commenti

billyserrano

Sab, 30/05/2015 - 12:18

In Italia, gli avrebbero dato si e no, due anni con la condizionale, e magari un soggiorno in qualche hotel di lusso.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 30/05/2015 - 12:37

"Ross W. Ulbricht con una lettera al tribunale,in cui ammetteva i suoi errori, aveva chiesto che non gli venisse dato l’ergastolo". Visto che ha ammesso le sue colpe per i misfatti compiuti, fosse un Uomo, avrebbe dovuto chiedere in cambio la Pena di morte. Quello che meritano tutti quelli come lui ed i rispettivi clienti!

pastello

Sab, 30/05/2015 - 12:40

Non so chi è l'autore del titolo tremendamente sbagiato. E non voglio saperlo.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Sab, 30/05/2015 - 14:17

Ergastolo? pena insufficiente