Esodo estivo: ecco i giorni da bollino nero e i provvedimenti per ridurre i disagi

Presentato al Viminale il piano Viabilità, un programma che comprende il calendario dell'esodo estivo con i giorni da bollino nero e rosso ed i provvedimenti finalizzati ad alleggerire il traffico

I giorni del meritato riposo estivo si avvicinano sempre più. Come ogni anno, per prevenire le criticità legate all’esodo delle vacanze e ridurre i disagi, è stato diffuso il Piano Viabilità, un programma che comprende il calendario delle partenze estive e del conseguente rischio ingorghi sulle strade ed i provvedimenti finalizzati ad alleggerire il traffico. Il piano è stato presentato al Viminale alla presenza, tra gli altri, del capo della polizia, Franco Gabrielli.

Sabato 3 agosto e sabato 10 agosto sono indicati come i giorni da bollino nero nei quali si prevedono le maggiori criticità. Bollino rosso, invece, per i restanti weekend di luglio e per tutti quelli di agosto, cui si aggiungono i pomeriggi di venerdì 2, venerdì 9 e venerdì 23 agosto.

Anche a settembre sono previste alcune giornate critiche da un punto di vista del traffico. Bollino rosso per domenica 1, per la mattina di sabato 7 e per il pomeriggio di domenica 8. È in questi giorni, compresa l’ultima domenica di agosto, che si concentreranno i rientri degli italiani dalle vacanze.

Nel calendario sono, inoltre, riportati anche i divieti di circolazione per i mezzi superiori alle 7,5 tonnellate, stabilite a seconda dei giorni e delle fasce orarie.

In concomitanza con l’esodo estivo saranno attivate tutte le misure di vigilanza per garantire la massima sicurezza ai viaggiatori. Anas, che gestisce circa 30 mila chilometri di strade italiane, prevede la presenza di 2.500 addetti con 1.100 automezzi e l’utilizzo di oltre 5mila telecamere fisse e un migliaio di pannelli a messaggio variabile.

La stessa Anas, per alleggerire il traffico riducendo i disagi, ha cercato di chiudere il maggior numero di cantieri aperti prima dell’inizio dell’esodo. È previsto che ne resteranno attivi 17 sulle autostrade e 10 sui raccordi, 15 in Sicilia (sull’A19 Palermo-Catania), altri due sulla Palermo-Mazara e l’A19 direzione Alcamo-Trapani. Sei cantieri resteranno invece aperti sul raccordo Sicignano-Potenza, uno ciascuno su quelli tra Ascoli e Porto d’Ascoli, Perugia e Bettolle, Salerno e Avellino e per Benevento.

Sorvegliate speciali saranno le arterie che di solito sono quelle più trafficate nel periodo estivo. Tra queste ci sono l’A2 Autostrada del Mediterraneo, più conosciuta come la Salerno-Reggio Calabria; l’A19 Palermo-Catania; l’A29 Palermo-Mazara del Vallo in Sicilia; la statale 148 Pontina in Lazio (da poco tornata alla gestione dell’Anas, dopo essere stata affidata a enti locali); i raccordi autostradali RA13 e RA14 verso i valichi di confine con la Slovenia; l’itinerario E45, che interessa Emilia-Romagna, Umbria e Toscana; e le strade statali Aurelia, Adriatica, Carlo Felice (in Sardegna), del Lago di Como e dello Spluga, della Val di Trebbia (tra Genova e Piacenza), Jonica (Reggio Calabria-Taranto), Tirrena Inferiore (Napoli-Reggio Calabria), della Valle d’Aosta e Romea (Ravenna-Mestre).

Anche Autostrade ha predisposto il suo piano per fronteggiare l’esodo estivo, aggiungendo sulle tratte di sua competenza nuovi tutor con tecnologia SICVe-PM.

Le nuove tratte autostradali controllate dai tutor sono 9 e si trovano sull’A1 tra Modena Sud e l’allacciamento A14, in entrambe le direzioni, sull’A4 tra Dalmine e Capriate e tra Capriate e Cavenago in direzione Ovest, sull’A8 nel tratto Castellanza-Busto Arsizio in direzione Nord, sull’A13 tra Ferrara Nord e Ferrara Sud e tra Ferrara Sud ed Altedo in direzione Sud e sull’A14 tra Castel San Pietro e Imola (direzione Sud) e nel tratto Bari Nord-Bitonto (direzione Nord).

I nuovi sistemi consentono di misurare la velocità media sul tratto autostradale di competenza permettendo, allo steso tempo, una scansione in maniera più precisa le targhe così da di risalire più facilmente al titolare dell’auto.

I viaggiatori che desiderano informarsi sullo stato del traffico potranno ascoltare i bollettini dell’Anas trasmessi dalle radio partner, come Rai Isoradio e Radio Rai o guardarli da emittenti a diffusione più limitata e dal canale Tgcom24.

Inoltre, sono stati messi a disposizione il numero telefonico unico 800.841148, attivo 24 ore su 24, il sito stradeanas.it/info-viabilità/vai e l’app, insieme con i social network, dove verranno postati aggiornamenti con l’hashtag #esodoestivo2019.

Commenti

Popi46

Ven, 19/07/2019 - 10:27

Ma non c’è una grave crisi economica con tanti disoccupati, fuga di cervelli,pensioni da fame, costi micidiali per energia e servizi, milioni di poveri,ecc,ecc? E poi i bollini neri? Qualche cosa non mi quadra