Fa 5mila foto sotto la gonna, i giudici: "Danno non provabile"

Per i giudici non c'è stata alcuna violenza: "Le donne sono rimaste completamente ignare di essere filmate"

Ha fotografato oltre 5mila donne sotto la gonna. Per farlo usava una macchina fotografica nascosta in un tubo di cartone. È stato pizzicato con le mani nella marmellata il 20 agosto 2013, in Stazione Centrale. Ieri, però, nonostante le innumerevoli prove è stata prosciolto da qualsiasi ipotesi di reato. I giudici del tribunale di Milano lo hanno, infatti, ritenuto innocente perché "il danno non è provabile" dal momento che le donne erano "ignare e anonime".

Come raccontato dal Corriere della Sera, quando la guardia è stata beccata a portare avanti la propria "passione per il cinema neorealista", i carabinieri hanno scoperto "un nascondiglio strutturato per preservare l’integrità del realismo delle scene filmate" e evitare che "una persona ripresa consapevolmente perda spontaneità". Tutto chiaro? Mica tanto. Il tribunale di Milano non è, infatti, riuscito a trovare una casella giuridica per punirlo dell'immorale vizietto. Secondo i giudici, infatti, il reato non comporta un danno dal momento che le donne "sono rimaste completamente ignare di essere filmate". Non solo. L'impossibilitatà di essere identificate "induce a ritenere non provato il nocumento arrecato dalla condotta" della guardia.

Per i giudici il guardone non può nemmeno essere punito per violenza privata dal momento che le 5mila donne non aveva "percezione di essere state riprese". E quindi, sempre per le toghe, non sarebbe stata lesa la loro libertà psichica. Pertanto la guardia è stata assolta e si è evitata la condanna a due anni e anni mesi di carcere.

Commenti

cgf

Gio, 30/07/2015 - 11:51

ovviamente il 'corpo del reato' (e non solo 'quel' corpo) è stato ATTENTAMENTE VISIONATO SOTTO OGNI ASPETTO prima di arrivare a tale conclusione, immagino che, come da prassi, sia si.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 30/07/2015 - 12:05

Una giustizia che va per conto suo ...

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Gio, 30/07/2015 - 12:10

Fra poco, in Italia ed in Europa, qualcuno riterrà di dover scrivere la "Carta dei diritti del depravato" con la quale sdoganare vizi e vizietti delle varie categorie di pervertiti. Sono sicuro che, almeno in Italia, diventerà immediatavente una urgenza legislativa nel nome della civiltà, della libertà, della democrazia, ecc. ecc.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Gio, 30/07/2015 - 12:17

Dove lo vendono quel tubo?

Raoul Pontalti

Gio, 30/07/2015 - 12:34

Se il fatto non è previsto dalla legge come reato non può esservi condanna. Elementare, ma non per i bananas.

honhil

Gio, 30/07/2015 - 13:00

E neppure hanno potuto fargli la raccomandazione di smetterla, i giudici. Visto che quel suo vizietto è del tutto innocente. O no?

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 30/07/2015 - 13:19

Che si mettessero una gonna lunga o i pantaloni...

rossini

Gio, 30/07/2015 - 13:39

Una volta tanto una sentenza ineccepibile e piena di buon senso. Se la donna non si è accorta di essere stata ripresa, mi volete dire dov'è il danno? E se non c'è stato danno perché punire penalmente?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 30/07/2015 - 14:04

Beh diciamo che i bananas del 1° della classe avrebbero magari previsto una legge ad hoc.Non è difficile nemmeno per i trinariciuti.Parlatene alla boldrina,la kyenge credo sia fuori dal discorso.

lamwolf

Gio, 30/07/2015 - 14:16

Spero che un cxxo delle fotografate possa essere identificato nella compagna di chi non ravisa illecito nella faccenda. Che schifo!

FRANZJOSEFF

Gio, 30/07/2015 - 14:27

HA FOTOGRAFATO CELLULITE? OTTIMO COME INDAGINE SANITARIA

eldorado1711

Gio, 30/07/2015 - 14:28

Volevo chiedere al giudice.. se mi scopo una che dorme, e la mattina dopo non ricorda niente, ho commesso un reato ?

Libertà75

Gio, 30/07/2015 - 14:41

@Pontalti, ma cosa centrano i bananas? lei è proprio diversamente intelligente... Quelli che vedono reati dove non ci sono, sono i cocomeros come lei, ricorda il caso Ruby? Saluti a lei cocomeriota capofila

GINO_59

Gio, 30/07/2015 - 14:46

Rammento quando quelli di striscia hanno fatto un test anonimo ai parlamentari. Condannati! Era un semplice test antidroga. anche anonimo.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 30/07/2015 - 15:10

Sono d'accordo con la sentenza emessa, per quanto strana essa possa sembrare. Donne ignare e anonime, non identificantibili dalle mutande e dalle cosce. E' impossibile condannare per una cosa del genere. Nemmeno il fatto che ha usato un aggeggio particolare può essere condannabile, se non su denuncia inesistente di una delle dirette interessate del tutto ignote.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 30/07/2015 - 16:14

Però ammettiamo che ci vuole coraggio. Insomma le cronache e le strade sono piene di stupri, rapine, furti, estorioni, e in maggioranza fatti da stranieri, e i nostri giudici si interrogano se sia o meno reato fotografare qualche mutande... PAZZESCO!!!

epesce098

Gio, 30/07/2015 - 17:15

Ma quello che ha scattato le fotografie è forse andato lì bendato? Lui l'ha vista la persona ripresa, potrebbe anche conoscere nome e cognome, potrebbe anche rivelarlo ad altri. Sapendo chi è la persona fotografata, potrebbe anche usare la foto per suo uso e consumo.

roberto.morici

Gio, 30/07/2015 - 17:23

Ci sarà pure un aspetto giuridico nella vicenda. Io, da occasionale spettatore, sarei più interessato all'impatto visivo dell'episodio. Certe fisime da leguleio mi soddisfano pochissimo.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 30/07/2015 - 17:38

Chi s'accontenta... gode.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 30/07/2015 - 17:38

POVERE DONNE PENSARE CHE SENZA DI ESSE NON ESISTEREBBE IL GENERE UMANO SULLA TERRA.

Tikitaka

Gio, 30/07/2015 - 18:22

Che personaggio!

accanove

Gio, 30/07/2015 - 20:18

..ineccepibile

LadyMavalà

Gio, 30/07/2015 - 20:53

il pensiero di BenFrank Che si mettessero una gonna lunga o i pantaloni... anche con la gonna lunga puoi riprendere se sei ripreso con un tubo dal sotto...e poi non capisco perché le persone normali devono avere comportamenti limitati per difendersi dagli sciroccati....

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 30/07/2015 - 22:00

Stamattina (sera li) la mia compagna si è presentata con un paio di HOT PANTS che non richiedevano la necessita di nessun tubo, per vedere cosa c'era sotto. Il TUBO era invece richiesto per altro COMPITO, che mi sono precipitato a SVOLGERE!!!lol lol Saludos dal Nicaragua FELIX CAPITTOOO PROF altro che il Ron De Caña qui ci vuole solo la CAÑA!!!ROSICA ROSICA

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Gio, 30/07/2015 - 22:23

NATURALMENTE LE PARTI INTIME DELLE MOGLI E DELLE FIGLIE DEI GIUDICI NON ERANO STATE FOTOGRAFATE ALTRIMENTI L'ERGASTOLO NON GLIELO TOGLIEVA NESSUNO !!!!!

pilandi

Gio, 30/07/2015 - 23:11

BenFrank anche tu potresti metterti un bavaglio così eviteresti di sparare cxxxxxe immani.

pilandi

Gio, 30/07/2015 - 23:13

Libertà75 si in effetti questo reato e la prostituzione minorile sono praticamente la stessa cosa...ma era alto il seggiolone dal quale sei caduto?

unz

Ven, 31/07/2015 - 00:22

evidentemente tra le 5000 donne non c'era nè la mamma nè la figlia del grande magistrato.

Libertà75

Ven, 31/07/2015 - 14:12

@pilandi, se la magistratura ha detto che il fatto non sussite vuol dire che non c'è stato reato. Posso capire che lei avendo sbattuto la testa più volte per il dispiacere, ed essendo rimasto diversamente intelligente, ora cerchi di assegnare agli altri il suo livello di intelligenza. Ma come dimostrato, glielo restituisco in quanto lei è imbattibile! Augurandole una pronta guarigione, la saluto.

HappyFuture

Sab, 29/10/2016 - 07:36

@Giovanni da Udine, SEI UN PROFETA!