Facebook censura un nudo di Leonardo Da Vinci ed è polemica

ll social network di Mark Zuckerberg ha tagliato la parte di un'opera di Leonardo Da Vinci, "L'angelo incarnato", raffigurante il corpo nudo del soggetto. Facebook: "Non sono ammesse le nudità, anche se per motivi artistici o educativi"

"L'insensata mannaia della censura del tribunale dell'inquisizione informatica ha decapitato la riproduzione. È un fatto gravissimo che calpesta brutalmente e violentemente la piena libertà di espressione artistica". Silvano Vinceti, presidente del Comitato per la valorizzazione dei Beni Storici, Culturali e ambientali, usa parole molto forti per denunciare il comportamento di Facebook, colpevole di avere tagliato la parte "nuda" di un quadro di Leonardo Da Vinci, "L'angelo incarnato". Come riporta Adnkronos l'opera, un disegno a carboncino, raffigura un adolescente ermafrodita con una capigliatura femminile e il membro maschile eretto. Si ritiene che il ragazzo rappresentato sia Gian Giacomo Caprotti, detto Salai, allievo e forse anche amante di Leonardo.

L'opera, "caricata" dalla pagina Facebook "L'invisibile nell'arte" come immagine di copertina, è stata automaticamente decapitata della sua parte inferiore grazie all'algoritmo di cui il social si serve per eliminare subito ogni forma di nudità e pornografia. Ma per Silvano Vinceti, ideatore e curatore del progetto "L'invisibile nell'arte" finalizzato a scoprire e documentare una serie di misteri legati a Leonardo e alla sua produzione artistica, non ci sta. "È un fatto gravissimo che calpesta brutalmente e violentemente la piena libertà di espressione artistica e il diritto degli utenti di Facebook d'approfondire la conoscenza dei dipinti di Leonardo".

Facebook ha risposto così alle rimostranze di Vinceti: "Non sono ammesse immagini con contenuti caratterizzati da posizionamenti sessualmente suggestivi o che mostrano molta nudità (anche se per motivi artistici o educativi) a causa della loro natura altamente sensibile". Spiegazione che non convince il presidente del Comitato per la valorizzazione dei Beni Storici, Culturali e ambientali, che si sfoga così: "La motivazione addotta è vergognosa, ridicola, degna dei sistemi autoritari di marca nazista, fascista e comunista. Per secoli si è combattuto per la libera espressione artistica e l'occhio censore del social network ha vestito i panni del peggior oscurantismo della storia recente. Maggiore violenza e offesa a Leonardo da Vinci non si poteva fare".

Per Vinceti, la libertà di espressione artistica ha la precedenza su tutto. Per difenderla e promuoverla, l'esperto di Leonardo Da Vinci annuncia che "procederemo immediatamente ad una raccolta firme rivolta alle Istituzioni Europee ed Italiane perché venga tutelata la libertà di espressione artistica e di divulgazione delle opere di tutti gli artisti. Si stanno predisponendo altre iniziative per l'affermazione di un principio non calpestabile".

Commenti
Ritratto di michageo

michageo

Sab, 07/09/2019 - 12:16

ma, avete guardato il "telecomandato" Montezucchero con la faccia da consumatore di Selfie, abile insieme ai suoi sodali nel metter le mani nelle saccocce ingenue del mondo, con la cultura preanalfbeta tipica dell'americano medio, che però quando viene in Europa scopre appunto cos'è la cultura , la libertà che ne deriva, anche , anzi, soprattutto di pensiero cosa che infastidisce alquanto le Vestali del pensiero unico acritico,Facebook:anticamera Orwelliana

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 07/09/2019 - 13:08

facebook? Ma è un sito ipocrita e bacchettone come si fa a prenderlo sul serio? solo gli sciocchi vi accedono giornalmente

ziobeppe1951

Sab, 07/09/2019 - 13:08

ISLAMBOOK

Ritratto di Walhall

Walhall

Sab, 07/09/2019 - 13:08

Chissà se la medesima sorte capiterà alla Venere di Milo o La Nascita di Venere del Botticelli, le Tre Grazie del Canova, Apollo e Dafne del Bernini...chi si vergogna dell'arte del corpo, si vergogna del Grande Architetto. Per questo Facebook è un Ade virtuale con il suo Lete, idoneo a obliare l'intelligenza e l'evoluzione dell'essere.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 07/09/2019 - 13:36

Ma sono figli di grandissimi cogli la prima mela che non hanno mai capito una mazza di Arte con la A maiuscola.Sono solo dei poveri disgraziati che mi fanno pena.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 07/09/2019 - 14:14

Felice di non essere iscritto a quella porcheria di fessibuk

lorenzovan

Sab, 07/09/2019 - 14:19

lolol..sono i riultati di quando per risparmiare si affida agli algoritmi la decisione sull'attivita' umana... io sono stato bannato ..in quanto facevo ironia e l'ironia era stata capita dall'algoritmo come una affermazione..Il futurio nero si avvicina..quandos aremo giudicati e condannati seriamente dalle macchine !!!!!

carlottacharlie

Sab, 07/09/2019 - 15:06

Se l'umanità non riuscirà capire che la salvezza è nel dire: No, grazie, non ci tengo diventare ameba, non mi iscrivo, oppure mi tolgo dal moloch- la salvezza sarà di pochi, quelli che nei vari romanzi sono sempre i salvatori dell'umanità decimata da guerre carestie ed idiozie.

Silpar

Dom, 08/09/2019 - 20:21

fb? una banda di imbecilli senza arte ne parte,cosa volete che ne sappiano di Dante Leonardo Botticelli sono talmente legati al political corect, che se scrivi *prostituta* ti cancellano, se scrivi peripatetica ti denunciano, perche non sanno cosa vuol dire..devi scrivere;*una signora dai facili costumi** ma non e' la stessa cosa???. lo scopino, si deve chiamare **operatore ecologico** e' piu elegante,,, ma sempre scopino resta!!! un cieco** non vedente**?? ma sempre cieco e', che imbecilli... scusate differentemente intelligenti!!!!!!