Farmaci: da settembre il "bugiardino" diventa digitale

La Federazione Ordini dei farmacisti italiani: si potrà gratuitamente prendere visione dei "bugiardini" tramite email e con un’app per smartphone

Dite addio ai foglietti illustrativi delle medicine. Saranno consultabili via mail o con un'App. È questa la nuova iniziativa annunciata dalla Fofi, la Federazione Ordini dei farmacisti italiani. "Le nuove modalità di gestione dei lotti di farmaci interessati da modifiche del foglietto illustrativo hanno rappresentato un passo avanti indiscutibile - spiega il presidente Andrea Mandelli - Restava un ultimo aspetto da razionalizzare, e cioè la consegna da parte del farmacista del nuovo foglietto illustrativo in formato cartaceo, che presentava delle difficoltà per il farmacista e per il cittadino. Però da settembre sarà disponibile una piattaforma informatica attraverso la quale il cittadino potrà accedere al nuovo foglietto illustrativo in modo rapido e
senza gli inconvenienti dovuti alla conservazione di un documento di svariate pagine".

"Il sistema - spiega una nota della Fofi - permetterà al cittadino, con l’ausilio del farmacista, di accedere semplicemente e gratuitamente al foglietto illustrativo aggiornato in due modi, a sua scelta: o tramite email, oppure con un’App per smartphone (iPhone e Android)". "Per questa iniziativa abbiamo chiesto il patrocinio di Aifa e ministero della Salute - sottolinea Mandelli - e siamo convinti che rappresenti non solo una risposta all’altezza dei tempi a un problema oggettivo, ma anche un ulteriore momento di crescita del rapporto tra i cittadini e i farmacisti e tra questi e la Federazione. Infatti, al di là dell’applicazione attuale, la piattaforma crea un canale che veicolerà altre informazioni sanitarie di interesse generale rivolte al paziente. È un altro tassello della nostra opera di sempre maggiore integrazione del farmacista nel processo di cura e assistenza sul territorio".

Commenti

Lucaferro

Mar, 04/08/2015 - 14:48

smettiamola con questa farsa della digitalizzazione ovunque ed a ogni costo spacciata per beneficio; il cittadino non deve essere costretto a fare cose che non vuole o spendere inutilmente. Basta! Sono solo grandi balle propinate alla collettività inerme e rincoglionita. Che il bugiardino rimanga il classico foglietto che da sempre tutti sono in grado di leggere. E che non si parli di risparmio.... con quel che le case farmaceutiche si fan pagare le medicine!

Gioa

Mar, 04/08/2015 - 15:19

Lucaferro. PAROLE SANTE!!. IL BUGIARDINO DEVE ESSERE APPUNTO ACCESSIBILE A TUTTI ANCHE PERCHE' IL PIU' DELLE VOLTE NON E' AFFATTO "BUGIARDINO" MA VERITIERO....

Reci

Mar, 04/08/2015 - 15:44

Considerando che più si va avanti con l'età e più si consumano medicinali, non credo che la percentuale di ultrasessantenni che usano lo smartphone come un quindicenne accedendo anche alle email sia tanto alta; non è che eliminando la carta i costi certo che si abbassano, e le difficoltà per gli utenti invece aumentano?

vince50

Mar, 04/08/2015 - 16:21

Le case farmaceutiche sulla quantità rispamieranno,però in questo modo non tutti sapranno che cosa ingurgitano.Col pretesto e l'alibi della tecnologia,partoriscono idee "apparentemente strampalate".