Il fascino dell'identificabilità, nel segno della migliore tradizione

Era oltre un ventennio che La Montre Hermès non proponeva una collezione completa per uomo e signora, da aggiungere alle consolidate Arceau e Cape Cod. La nuova linea Slim d'Hermès viene così descritta da Philippe Delhotal, Direttore Creativo della Maison per il segmento orologiero: «Volevamo proporre un orologio classico, elegante, ma contemporaneo allo stesso tempo, un oggetto che potesse attrarre quel pubblico alla ricerca di un segnatempo originale, fortemente espressivo del Dna di Hermès, di elevata qualità in termini di movimento e finiture».Nell'accezione strettamente maschile, lo Slim d'Hermès è declinato in due versioni, l'Automatico con piccoli secondi e il Calendario Perpetuo con indicazione del secondo fuso orario, entrambi su cassa da 39,5 mm in oro rosa e in acciaio (solo l'automatico). Delhotal, nel definire i tratti di questo modello, sottolinea di aver pensato «all'uomo connected, urban, understated e sensibile al design, incline a scegliere prodotti distintivi studiati per attraversare le generazioni». E a fare la differenza nello Slim d'Hermès è indiscutibilmente l'impatto estetico, dominato dal carattere tipografico adottato sui quadranti per definire gl'indici orari a numeri arabi, disegnato dal grafico Philippe Apeloig, da diversi anni collaboratore della Maison. Le cifre sono espresse da un tratto leggero, tanto delicato da esplicitare tratti di discontinuità, configurando ed assemblando in modo originale componenti geometriche, angolari e ricurve.Una logica seguita fedelmente anche nei quadrantini interni dell'Automatico e del Calendario Perpetuo e ripresa nel disegno delle anse, chiuse a «L» per rendere più fluida e naturale la connessione con il cinturino. Evidentemente contenuto nello spessore lo Slim d'Hermès impiega un calibro automatico ultrapiatto H1950 di livello assoluto, realizzato da Vaucher (partecipata da Hermès al 25%), alto soli 2,6 mm: lo stesso movimento costituisce la base del modulo del calendario perpetuo con indicazione del doppio fuso orario, alto 1,4 mm. E l'integrazione verticale de La Montre Hermès, in questi modelli, viene completata dalla partecipazione produttiva di entità controllate della Maison, sia per i quadranti che per le casse. Conclude Delhotal: «Lo Slim d'Hermès individua nuovi codici armonici tra tecnica e stile, tra purezza espressiva e funzionalità».