Il fedelissimo di Renzi: "Non gestisco io la pagina di News", Ma viene smentito

Da settimane si pensava che dietro alla pagina "Matteo Renzi news" ci fosse l'ex capo della comunicazione digitale dell'ex premier Alessio De Giorgi. Che ora incappa in una gaffe

È lui o non è lui? Si accende il mistero sull'identità dell'amministratore della pagina Facebook "Matteo Renzi News", con ben 67mila followers, riportato d'attualità da una piccola gaffe che sta facendo discutere il web.

Da mesi infatti si discute su chi ci sia dietro la pagina che supporta l'ex premier, a volte con toni molto accesi e decisamente antigrillini. Fra i più appassionati in questa "caccia alla primula rossa", anche il giornalista del Foglio Lorenzo Borga.

Che, in parte anche grazie a un colpo di fortuna, potrebbe aver risolto la questione: incalzando Alessio De Giorgi - ex responsabile della comunicazione digitale di Renzi quando quest'ultimo era presidente del Consiglio - Borga lo ha indotto ad una gaffe rivelatrice.

In uno scambio di battute su Facebook, l'ultima riposta al giornalista viene pubblicata proprio dal profilo "Matteo Renzi news", come se De Giorgi avesse dimenticato di "sloggarsi" dal profilo che - a quanto pare - potrebbe amministrare.

De Giorgi ha poi cancellato la propria replica, ma il web non perdona e gli screen hanno immortalato la risposta del mistero. Smascherando, forse, l'autore di una delle pagine con cui l'ex premier potrebbe orchestrare la propria strategia comunicativa.

Commenti
Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 02/06/2017 - 16:49

E adesso lo arrestano?

leo_polemico

Ven, 02/06/2017 - 17:00

E' una mia opinione personale, ma sono sicuro che tutti coloro che, personaggi pubblici, sono molto attivi su internet, abbiano un "alter ego" elettronico che agisce a nome e per conto loro. Se poi questi "alter ego" sono più di uno, è molto facile che si scoprano gli altarini e che salti fuori la verità.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 02/06/2017 - 17:33

Ahahah Che figura di me@da...poveri sxxxxxxxxxi che finaccia...

routier

Sab, 03/06/2017 - 07:29

La povertà mentale di certi politici è conclamata dal fatto che spesso usano i cosiddetti "gost writer" (aiutante lessicale)