Femminicidio, il parroco: "È colpa delle donne"

Sconcerto a Lerici per l'affissione del manifesto che "accusa" le donne di meritarsi il peggio per essersi allontanate dalla famiglia

Il parroco di San Terenzo di Lerici, don Piero Corsi

Polemica nel comune ligure di Lerici per un manifesto affisso sul portone della chiesa dal parroco don Piero Corsi. Sono bastate poche righe per scatenare una vera e propria bagarre: in un editoriale dal titolo "Donne e il femminicidio, facciano sana autocritica. Quante volte provocano?" viene infatti data alle donne parte della colpa dei femminicidi. Un'accusa pesantissima che ha gettato nello sconcerto il paese in provincia di La Spezia.

L’estratto dalla lettera apostolica Mulieres dignitatem commentata dall’editorialista del sito Pontifex intitolato "Donne e il femminicidio facciano sana autocritica. Quante volte provocano?" affisso sulle porte della chiesa di San Terenzo ha scatenato la polemica tra i parrocchiani. Il volantino comincia con "l’analisi del fenomeno che i soliti tromboni di giornali e tv chiamano appunto femminicidi" e "accusa" le donne di meritarsi il peggio per essersi allontanate dalla virtù e dalla famiglia. "Quante volte vediamo ragazze e signore mature circolare per strada con vestiti provocanti e succinti? - si legge sul volantino - costoro provocano gli istinti peggiori e poi si arriva alla violenza o abuso sessuale (lo ribadiamo. roba da mascalzoni). Facciano un sano esame di coscienza: forse questo ce lo siamo cercate anche noi?". La presidente di Telefono Rosa Maria Gabriella Carnieri Moscatelli ha subito chiesto alle massime autorità civili e religiose che si attivino perché il manifesto venga immediatamente rimosso. "È una gravissima offesa alla dignità delle donne", ha commentato bollando il messaggio come "una vera e propria istigazione a un comportamento violento". L'Italia è, infatti, il Paese con il maggior numero di femminicidi d’Europa e ha un altissimo numero di violenze consumate all’interno delle mura domestiche.

Don Piero Corsi, che ha curato l’affissione del manifesto, non è nuovo a polemiche di questi genere. Negli anni passati era, infatti, già noto alle cronache per la sua passione al "tatsebao" avendo già dedicato fogliettoni satirici contro l’Islam e contro gli immigrati appesi alla porta della chiesa. Dopo le polemiche, il parroco ha rimosso il manifesto e ha chiesto scusa: "Voglio scusarmi con tutti per quella che voleva essere soltanto una imprudente provocazione. In particolare mi voglio scusare con tutte quelle donne che si siano sentite offese in qualche modo dalle mie parole". Domani inconterà il vescovo: "Affronterò con serenità le decisioni della Curia. Chiedo ai giornalisti un po' di silenzio", conclude.

Commenti

Gioortu

Mer, 26/12/2012 - 09:13

e dei pedofili che albergano all'interno della sua congregazione?

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 26/12/2012 - 09:23

il mestiere e la vocazione sono due cose distinte e separate,distanti, l'una dall'altra. Questo prete pare ignorarlo: la guida spirituale di una comunità suppone, quantomeno, del tatticismo, per un "mestierante", fosse vocazione non verrebbero usati certi argomenti! -Ove si ammette l'estrema punizione"per provocazione" si torna alla lapidazione di antiche memorie pagane e recenti atti islamici (cui ci battiamo tutti per cancellare questa barbara "legge" islamica )? Una curiosità : tutti abbiamo sentito la canzone-storia "boccadirosa", era mica da quelle parti l'autore della simpatica canzonetta?

cesar

Mer, 26/12/2012 - 09:30

ho letto il manifesto affisso dal prete...se volete fare un servizio corretto dovete pubblicarlo e poi commentarlo....sono riflessioni di un uomo che dice cose di buon senso che molti pensano...non credo che egli si auguri la morte di queste donne.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 26/12/2012 - 09:34

E Santa Maria Goretti?

max.cerri.79

Mer, 26/12/2012 - 09:40

Giusto, dobbiamo tornare ai tempi in cui la chiesa bruciava al rogo queste streghe...oltre apl'8 per mille doniamo alla chiesa anche i soldi per la legna, così ci insegneranno un po' di civiltà... Siamo nel 2013, I preti, oltre a non dover parlare, non dovrebbero nemmeno esistere, è ora di svegliarsi e cacciare la chiesa dall'italia...senza di loro avremmo la pena di morte, tra le altre cose, che gioverebbe più di un indulto al sovraffollamento carcerario e fermerebbe l'immigrazione di delinquenti, riducendo parecchio 2 grossi problemi...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 26/12/2012 - 09:45

Concordo perfettamente col Parroco di Lerici, Don Piero CORSI. Anzi credo pure sia stato riduttivo nel fare addebito. Fanno tutte la Bella addormentata nel bosco. !

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 26/12/2012 - 10:12

ma che ne capisce di donne, boh....

chiara 2

Mer, 26/12/2012 - 10:14

Parroco di Lerici....piccolo uomo ignorante , come ti permetti? Noi donne diciamo basta alla politica di questa chiesa capace solo di colpevolizzare la donna "tentatrice" dei poveri uomini che non hanno difesa alcuna da queste virago. Signor paccoro di Lerici, lei è solo un verme.SI VERGOGNI

fabianope

Mer, 26/12/2012 - 10:21

qualche modesta osservazione su queste brillanti tesi del nostro amico parroco-filosofo. 1) tutti i ginecologi (maschi) dovrebbero essere dei provetti stupratori ed avere la sospensione della pena "automatica". si sa...sono le pazienti che provocano....ECCOME PROVOCANO!!! 2) il nostro amico conoscera' sicuramente i soriti megarici: in una parola in una (schifosa) societa' talebana (apropos...perche' li attacca se ha le loro stesse posizioni? che sia per il fatto dei proverbiali 2 galletti???) si potrebbe "giustificare" lo stupratore affermando che la donna aveva mezzo millimetro di caviglia scoperta, e cosi' via... sigh....e pensare che sono convinto che la religione (una religione buona e tollerante) sia essenziale alla vita di una persona :=(((

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 26/12/2012 - 10:35

Nessuna civiltà è sopravvissuta con le adultere, a cominciare da quella di Troia, il cui toponimo serve per qualificare le liberamoriste. Evidentemente esse apersero il loro gineceo ai nemici che fecero la seducente "danza del cavallo", (per capire bisogna assistere ad una monta equina). Invece i loro compagni, i grandissimi, leggendari cornuti di Troia, per rifornirsi di donne rapirono le Sabine ed inventarono la famiglia, nonché la vittoriosa civiltà Romana, alla faccia delle femministe di sinistra, ignoranti come quel magnifico somaro che bruca sul colle.

lulloferrari

Mer, 26/12/2012 - 10:36

E' risaputo che l'emancipazione femminile è causa prima della disgregazione familiare. Che qualcuno lo rimarchi, per di più un sacerdote, ci fa ben sperare per il futuro, e vorrei dire a captainHaddock: un prete si intende di famiglia più di Vendola!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 26/12/2012 - 10:40

Ripeto: e Santa Maria Goretti?

macchiapam

Mer, 26/12/2012 - 10:58

Che il parroco abbia esagerato, non c'è dubbio. Però è constatazione di tutti i giorni che parecchie donne si acconciano in modo tanto provocante da suscitare reazioni eccessive in soggetti psichicamente alterati, che sono molti e quotidianamente bombardati da immagini e vicende erotiche di ogni tipo, diffuse da televisioni e siti internet.

ntn59

Mer, 26/12/2012 - 10:58

Perchè prendere le esternazioni di una persona demente e metterle su un giornale? Ci sono molti altri dementi in altri ambiti sociali che non raccolgono l'attenzione dei mass media ma fanno molti più danni di un povero Cristo oramai fuso.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 26/12/2012 - 11:10

chi lavora con le masse lo sa, se c'è qualche problema al 90% c'è di mezzo una femmina.

ben39

Mer, 26/12/2012 - 11:11

'Chi non è con me è contro di me...' disse il capo in assoluto del Cristianesimo. Lo riporto solo per sottoliniare che anche questo parroco non fa altro che il suo dovere, seguendo le regole bibliche. Il ché non significa che l'uomo, in quanto essere superiore per concessione divina e non certo per merito suo, possa abusare dei propri diritti e maltrattare la donna. Sia chiaro! Daltrocanto la maggioranza delle donne moderne camminano la strada opposta di quella della Chiesa, a eccezione delle musulmane che sono più obbedienti ai dogma della loro religione.Daltronde, obiettivamente, in uno stato laico le istituzioni religiose hanno solo il diritto di parola e opinione, quindi nessuno, donna o uomo ateo, ha l'obbligo di seguire le loro regole.

vince50

Mer, 26/12/2012 - 11:15

In breve,condivido al 99%.

MMARTILA

Mer, 26/12/2012 - 11:17

Predicano all'altare e stuprano i bambini in sacrestia. Facciano autocritica...i pretacci, naturalmente.

niklaus

Mer, 26/12/2012 - 11:37

Non occorre essere un prete per vedere che le nostre giovani donne le inventano tutte per aumentare il loro "sex appeal" e i media forniscono loro continuamente modelli ed esempi sempre piu' provocanti. Ma a chi e' rivolto questo "appeal"? In parte ad una societa' snervata e sazia di sesso, ma, senza volerlo, anche ad un'altra parte della societa' formata di affamati di sesso con freni comportamentali troppo deboli per non essere trascinati verso atti di violenza sessuale verso chi li provoca, volontariamente o no. Va infine sottolineato che il sesso quando esce dalla sfera privata diventa una mina vagante nella societa' civile.

mifra77

Mer, 26/12/2012 - 11:46

No questo manifesto non può offendere le donne che farebbero bene a prenderlo per quello che è: una solenne idiozia. A questo idiota quando parla l'unica risposta possibile è:"sta zitto cretino!" Come a dire che per non farsi investire da una macchina basta non attraversare la strada. UN prete idiota non è un prete; è un idiota!

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mer, 26/12/2012 - 12:02

Si potrebbe dire nello stesso modo : "il parroco di San Terenzio deve fare un esame di coscienza. Lui provoca e va a cercare guai!" In questo modo si potrebbe scusare ogni omicidio, dicendo che l'assassino é stato provocato! I mostri hanno anche sempre ribadito, che hanno ucciso perché sono stati provocati! Non si potrà mai accettare come leggittima difesa la provocazione! Inoltre é l'odio e la selvaggità che uccide e non la provocazione che in tanti casi non sussiste nemmeno! Nessuno potrà mai fare finta di essere Dio e quindi creatore e padrone della vita e di tutto quello che esiste! Il parroco questo dovrebbe saperlo e dovrebbe difendere la vita e non metterla in pericolo! La schiavitù é contro ogni insegnamento cristiano! Nessuno deve essere sottomesso alla schiavitù, nemmeno le donne! Chi tiene in schiavitù una persona umana é un sequestratore ed in più torturatore, cioé un Mostro vero! Tutte le leggi del cristianesimo si racchiudono in due parole soltanto : Libertà, Uguaglianza! Queste leggi significano anche Dignità umana é inviolabile, sono i Diritti dell'Uomo!

Ritratto di randel

randel

Mer, 26/12/2012 - 12:08

@lulloferrari.............sono quelli come lei che non fanno sperare per il futuro.

Gius1

Mer, 26/12/2012 - 12:17

Ammesso che possa essere verosimile ma anche noi maschietti ci facciamo belli e mostrare i muscoli. Chi ha la possibilita´ si fa anche rifare , truccare, insomma mostrare qualcosa. Il problema sencondo me e´la vita .E´dura e piena di sacrifici e ognuno cerca una possibilita a tutti i costi anche spogliandosi. E poi chi cerca le donne per farle posare nude , pagandole ,promettendo fama ?

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 26/12/2012 - 12:28

Questo non significa, ovvio, che noi maschietti abbiamo licenza di uccidere perchè le femminucce non "stanno al gioco", che spesso siamo noi a creare con visioni distorte e patologiche del rapporto di coppia e della sessualità. Quindi, aldilà delle dichiarazioni sopra le righe del reverendo, si impone una seria riflessione sulla deriva relativista e nichilista dell'occidente, che, in nome spesso di fasulle e nefaste rivendicazioni spacciate per conquiste sociali, non vuole comprendere che questi esecrabili episodi di femminicidio non sono altro che un sintomo di una malattia gravissima ed esiziale: il relativismo morale. Che slega l'uomo dal confrontarsi con la Verità, nella falsa illusione di poter asservire ai propri desiderata tutto e tutti. Qui si aprirebbe il lungo discorso dell'errato concetto di libertà generato dalla mente perversa di Marx. Ma andremmo troppo lontano.

mrkrouge

Mer, 26/12/2012 - 12:33

Tutti i torti non li ha !

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 26/12/2012 - 12:37

Il prete ha ragione, le donne se li cercano i guai.

Gianni Barbero

Mer, 26/12/2012 - 12:54

Se avesse consigliato di non passeggiare per i quartieri malfamati di Napoli con un Rolex al polso,nessuno si sarebbe sognato di dire che la colpa dei furti è di chi ha il Rolex:-)) A maggior ragione un consiglio per salvare la pelle non è certo colpevolizzante. Purtroppo molti la pelle se la giocano nella convinzione che avere diritto a qualcosa,vuol dire anche vederlo rispettato. I pedoni,spesso,attraversano sulle strisce senza troppe precauzioni,sicuri del fatto che il loro buon diritto verrà rispettato. Consigliare loro di essere ugualmente cauti,non vuol dire certo colpevolizzarli.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 26/12/2012 - 13:07

#macchiapam# concordo con quanto scritto da lei. Il prete ha esagerato nella forma, che tra l’altro non é molto cristiana, non nella sostanza. Si é perso completamente il senso della misura. L’evoluzione della donna per raggiungere la parità, non si misura attraverso abbigliamenti e comportamenti che non fanno altro che sottolineare l’uso improprio della libertà. Talmente improprio, che al posto di renderle libere le sottomettono ancor di più alle esigenze del mercato dell’apparire e dei desideri più bassi del maschio. Si può essere affascinanti, eleganti, desiderate, senza sbandierare le proprie grazie ai quattri venti. Il loro abbigliamento e comportamento dovrebbe esprimere la grazia, la cultura e la maturazione interiore. Ne trarrebbe giovamento anche il “maschio” che nella “femmina”, che si realizza come Donna, vedrebbe la compagna che lo sostiene nella sua realizzazione di Uomo in tutti i suoi aspetti positivi e che, completandosi a vicenda, diventano insieme unica Persona.

chiara 2

Mer, 26/12/2012 - 13:14

lulloferrari...il suo commento è inaccettabile, si vergogni.

chiara 2

Mer, 26/12/2012 - 13:15

Per gli altri mentecatti che odiano le donne...NON COMMENT

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 26/12/2012 - 13:20

@lulloferrari - sei in errore, in genere i preti hanno altre tendenze...

pinolino

Mer, 26/12/2012 - 13:32

Ancora nel 2012 (quasi 2013) siamo all'equazione minigonna = se l'è andata a cercare!!!!

gibuizza

Mer, 26/12/2012 - 13:33

Anche in questi commenti si denotano le persone intelligenti (commenti pacati, domande stimolanti, ipotesi di soluzione,, ecc.) da quelle presuntuose (certezze assolute, offese agli altri, battute di bassa comicità, ecc.). E' più interessante analizzare i commenti per quello che evidenziano del commentatore che per le opinioni sull'argomento trattato.

innocentium

Mer, 26/12/2012 - 13:36

al di là di giusto o sbagliato ...est modus in rebus e chi riveste un ruolo pubblico, per giunta di un'Istituzione come la Chiesa di Roma, dovrebbe scegliere forme più idonee ad esprimere un concetto (una cosa sono i deprecabili "costumi" da vere e proprie zocco..., un'altra cosa è collegare tali costumi alla dibattito sulla violenza alle donne (resta il fatto che ...l'occasione fa l'uomo ladro, anche se l'uomo ladro l'occasione se la crea))

Ritratto di randel

randel

Mer, 26/12/2012 - 13:44

@lulloferrari........sono quelli come lei che non fanno sperare per il futuro.

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 26/12/2012 - 13:45

SPENTI I ROGHI SI RIACCENDE L' IGNORANZA. Ci risiamo. Le tonache vogliono riaccendere i roghi e tornano a descrivere la donna come la materializzazione del maligno,comunque mai maligno come questa concezione da clero primitivo. Le donne provocano! Così urlano questi sacrestani in abito talare. E che ne sanno costoro? In teroria non dovrebbero frequentarne, non dovrebbero leggere riviste osè o vedere trasmissioni spinte, ma dalla certezza con cui lo affermano denunciano una conoscenza perlomeno sospetta. La vecchia melina da inquisizione torna dunque in auge nella chiesa dei maschi con chierica che nulla a che fare con la Chiesa di Dio. Si vergognino questi tirapiedi oscurantisti del maschilismo becero e ignorante perchè il donnicidio (non femminicidio) è il segno della incapacità del povero maschietto ottuso di comprendere quell' universo a lui tanto superiore chiamato donna. Ignoranti, amen.

gibuizza

Mer, 26/12/2012 - 13:50

Il parroco non dice "è colpa delle donne", il parroco dice "è colpa anche delle donne". Questo implica che la colpa è di chi assale e violenta le donne ma un poco di precauzione potrebbero anche prenderla le donne! D'altronde se facciamo venire persone che hanno nella loro cultura il predominio sulla donna,ce lo considerano giusto e sacrosanto (laicamente parlando), perché ci meravigliamo se si comportano secondo i loro usi e costumi? Facciamo prima cambiatre loro i loro usi e costumi, le loro secolari abitudini e poi lascimoli venire da noi altrimenti adeguiamoci (e difendiamoci).

mrkrouge

Mer, 26/12/2012 - 14:20

X lulloferrari: pieno sostegno alla sua posizione.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 26/12/2012 - 14:21

La maggior parte dei commenti,a cominciare da quello di lulloferrari,denotano un'ignoranza così abissale in campo storico,antropologico e sociologico che non credo meritino una risposta.

aldomaddalena

Mer, 26/12/2012 - 14:24

Cio' che piu' e' preoccupante sono le donne che dicono che in fondo ha ragione, o almeno in parte. Mentre una donna puo' fare cio' che vuole, ma non e' diritto di nessuno uccidere. Del resto da molti vs commenti si capisce che razza di popolo ignorante siamo, nel quale manifesti del genere possono trovare adesione addirittura da parte delle potenziali vittime.

chichibio

Mer, 26/12/2012 - 14:27

La reazione di Telefono rosa mi sembra esagerata. La lettera affissa dal parroco nella bacheca della chiesa di S.Terenzo, non dice cose sbagliate e non va letta come accusa alle donne. Essa chiede anche alle donne di riflettere e di assumersi le proprie (a livello collettivo) responsabilità, senza (anzi!) escludere le colpe degli uomini a livello individuale. Un po' più di tolleranza sulle opinioni altrui non farebbe male alle femministe, che vedono attentati ai loro diritti in ogni dove. E poi, perchè appellarsi alle alte cariche dello Stato? Chichibio

laura.canu

Mer, 26/12/2012 - 14:32

di questi tempi capita spesso, purtroppo, di leggere di donne picchiate, violentate e ammazzate. ogni volta mi chiedo quale sia la molla che innesca tanta violenza. beh....leggendo la maggior parte dei post a commento del volantino,devo constatare che molti uomini, ancora oggi,in virtù di un retropensiero che ci considera sottoposte, colpevoli e peccaminose a prescindere (e la chiesa è la principale responsabile propagatrice di questo concetto), si arrogano il diritto di pestare e anche uccidere le donne considerandosi, loro uomini,superiori moralmente e culturalmente. così arrogantemente superiori, che la cronaca ci riporta giornalmente l'ammazzamento, lo stupro e il pestaggio di centinaia di donne.... dei danni fatti dai preti pedofili contro i bambini non se ne parla proprio......magari è colpa dei bambini.......

walter54

Mer, 26/12/2012 - 14:44

per Gianfranco Robe...: ma imparare "l'itagliano" prima di scrivere scemenze? per macchiapam: la colpa delle uccisioni di cristiani nelle regioni islamiche è della loro provocazione? non farebbero meglio a trasferirsi tra quelli che la pensano come loro? per lulloferrari: non ero a conoscenza del fatto che i preti se ne intendessero così tanto di famiglie visto che mi risulta non si sposino e, in teoria, non si accompagnino ad individui dell'altro sesso come in tutte le "vere famiglie"

jor nale

Mer, 26/12/2012 - 14:46

Uomini contro, e pure il parroco (!) fatevi musulmani così avrete le donne sottomesse come piace a voi. Se vi riesce...

maubol@libero.it

Mer, 26/12/2012 - 14:50

Ogni giorno le tonache ne sparano una! Brutta l'astinenza, siete diventati insopportabili. La vostra misericordia fa scappare le vocazioni, allontana i cristiani dalla chiesa!

DrDestino

Mer, 26/12/2012 - 15:02

Non mi meraviglio. In fondo e' un prete, uno che campa a sbafo sulle spalle di gente talmente ignorante da credere alle favole di duemila anni fa. Se in Italia l'otto per mille lo si desse alla scienza ed alla ricerca queste sacche d'ignoranza sparirebbero.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 26/12/2012 - 15:06

ATTENTI ALLE RELIGIONI . Quando prendono il SOPRAVVENTO sul loro STATO, cominciano a dettare le loro "REGOLE" punitive e restrittive. Infatti secondo questo sacerdote le donne dovrebbero andare con le gonne LUNGHE, petto coperto e non in evidenza, capelli e testa coperta e così anche la bocca...! Andiamo proprio bene...! Eppure anche LUI ha gli stssi istinti naturali nostri...e che impossibile negarli. Come fara ?

aladino77

Mer, 26/12/2012 - 15:16

Un insulto a tutte le donne che hanno subito violenza. Chi è così misogino da dire stupidaggini simili (e qui dentro ce ne sono parecchi, dai commenti che leggo) sicuramente ha problemi con l'altro sesso, magari perchè non riesce a soddisfarlo sessualmente e c'ha un mucchio di corna in testa... E qui scommetto che è pieno di commenti di cornuti!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 26/12/2012 - 15:25

@xulxul - Ritengo valide le sue affermazioni,ma temo che non saranno apprezzate da coloro i quali,considerando il tono e la profondità dei loro commenti, penseranno che il relativismo etico sia qualcosa di commestibile.

Gianni Barbero

Mer, 26/12/2012 - 15:28

Tra parentesi perchè diavolo si usa questo termine ,femminicidio,come se stessimo parlando delle femmine di qualche specie animale,tipo vacche o coniglie? Probabilmente si tratta di una traduzione fatta con Google:-))Le femmine di uomo si chiamano donne,che viene dal latino "domina",cioè signora,padrona,ed il rispetto comincia proprio da questo termine. Detto ciò,da quanto se ne parla si vede che è scattata la campagna elettorale,visto che il trend di questi reati è in forte discesa,e le femministe,per chiamare alla mobilitazione, sono costrette ad ingrassare le statistiche mettendoci dentro TUTTE le vittime di sesso femminile,qualunque sia stato il motivo dell'uccisione(rapina,interesse,addirittura eutanasia ecc...).

Ritratto di DueUnoDue

DueUnoDue

Mer, 26/12/2012 - 15:38

Le statistiche dicono ben altro, la violenza e' cieca, non giustificata e non provocata certo dalle vittime stesse, ci sono piu' donne ammazzate e violentate proprio nei paesi dove le donne hanno meno diritti e stanno chiuse in casa o con il velo... Poi definire chi violenta o uccide una donna un "mascalzone", mi sembra come minimo indecente. Se fossero gli istinti del prete ad essere cosi' gravemente provocati dalla vista di una donna o dalla vetrina di un negozio, al punto da desiderare di fare violenza o uccidere, alla ricorra ad adeguate cure. Se invece questa e' una provocazione, allora io ritengo che si stiano giustificando violenze ed omicidi per futili motivi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 26/12/2012 - 15:50

Mi sembra che il messaggio trasmesso,sia che, muovendosi in un mercato frequentato sopratutto da ladri,uno, tutto indorato,sarebbe più oggetto di un furto,rispetto ad uno,che i suoi "gioielli",non li mette in vista. Certo,se il mercato di cui sopra fosse frequentato da sole persone per bene,non succederebbe niente.Purtroppo non è così! Morale:in attesa di educare gli appetiti dei "maschietti" sin dai primi anni di scuola sul tema(cosa non facile e lenta,visto l'andazzo,il buonismo,i "media",le famiglie stesse,ed il residuo slogan sessantottino "l'utero è mio"),se anche quelle libere esibizioniste di "doti personali",si dessero un pò una calmata(senza certo l'assurdo "copritutto" imposto dall'Islam),non sarebbe male. Quello che invece avviene all'interno delle pareti domestiche,è tutt'altra cosa,e va inquadrato in un'altra visione,che prescinde da queste "esibizioni di doti". D'accordo con Rosella Meneghini,sulla visione uomo-donna.

gzn663

Mer, 26/12/2012 - 15:51

Complimenti ai"liberali" che postano commenti della serie chissà se sono gli stessi che poi si scandalizzano quano gli stessi anatemi"religiosi"arrivano dal mondo islamico?O quando in tv ci sono ragazze semi nude all'ora di cena? L'unico difetto della democrazia che anche i voti degl'imbecilli si contano!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 26/12/2012 - 15:59

#laura . canu.Egregia, signora/ina io amo le Donne é non ho mai picchiato una Donna in vita mia, ma certe volte quando vedo come certe Donne oppure Ragazze si vestono mi sento provocato nei miei istinti di Uomo, io non posso farci niente se quando vedo una Donna che fá vedere gli Slip mi fá venire voglia di fare sesso, se per lei questo non é una provocazione da parte delle donne allora che e ?,io sono fatto di carne e non di ferro, non c,é bisogno di far vedere le parti intime per essere sexi, ma non c,é bisogno passare da un estremo all,altro é di vestirsi come i mussulmani il buongusto di una donna non puo abbassarsi a far vedere il suo sedere a tutti, se io davanti alla gente mi abbasserei i pantaloni per far vedere quello che io ho cosa direbbe lei? a me fa piacere vedere delle belle gambe oppure le forme di una Donna, ma se si arriva a far vedere i peli fra le gambe allora questo e troppo!. gentili saluti, e viva le donne!. ps io sono padre di 4 figli/ie.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 26/12/2012 - 16:29

Eccolo il nostro Dario Maggiulli,il progressista!Con te c'è una vecchia diatriba che non voglio rinnovare,perché non ne vale la pena e non scomodarti a rispondermi col tuo immaginifico eloquio.Non ti risponderò.

jor nale

Mer, 26/12/2012 - 16:32

aladino77 e Alessandro: entrambi avete scritto verità assolute, sia per la religione (oppio dei popoli) e sia per i cornutazzi che odiano le donne perchè non riescono più a prevaricare e a tenerle sottomesse. Questo prete è un ingorante provocatore, dovrebbe guardare dentro alla propria chiesa come i suoi 'colleghi' compiono atti che nessun dio perdonerebbe mai: la pedofilia, la rovina di certi adolescenti umiliati. Prete, senta, metta fuori un bel cartello che colpevolizzi la pedofilìa, ci fa più bella figura...

Ritratto di Ninaninafvg

Ninaninafvg

Mer, 26/12/2012 - 16:33

Questo parroco mi fa orrore assieme a tutti quelli che lo appoggiano. Oggi su Sky TG24 hanno fatto un servizio e hanno intervistato i parrocchiani e hanno detto che il parroco ha ragione. La giornalista si è stupita di questo atteggiamento. Io no. Chi vive la vita di una persona normale sa benissimo quante cattiverie si subiscono da certi cattolici perbenisti e falsi. Una cosa sulle donne è vera però: cercano sempre gli uomini cattivi e possessivi e che le mentre quelli gentili li liquidano con un "sei un buon ragazzo, ti voglio bene ma..."

Ritratto di arcatero

arcatero

Mer, 26/12/2012 - 16:39

Sotto sotto la "forma mentis" dei Guru religiosi è la stessa. In qualche modo, attraverso regole e regolette, cercano di imbrigliare la natura umana. Il Cristinianesimo ha avuto la peggio, sull'illuminismo, per cui si è secolarizzato. L'islam, che non ha conosciuto l'illuminismo, continua ad imporre regole. Il fattaccio del Prete, come tanti altri, sta a dimostrare che anche i Guru del cattolicesimo, se vengon lasciati completamente liberi di esprimere se stessi, si comportan come gli islamici. In fondo, i Guru della Chiesa Cattolica invidiano l'islam.

gi.lit

Mer, 26/12/2012 - 17:11

La provocazione sessuale, oltre certi limiti, espone ancor più una donna al pericolo di essere oggetto di violenza. Detto questo, all'origine di tantissimi omicidi ci sono i normali contrasti di coppia che spesso, allorché una donna decide di chiudere il rapporto, scatena la rabbia del partner fino al delitto. E allora? Che c'entra in questi casi (che, ripeto, sono la maggioranza in tema di femminicidio)la provocazione? Al contrario, si tratta il più delle volte della reazione violenta di uomini immaturi (a prescindere che abbiano torto o ragione) e quindi incapaci di reagire alle delusioni e alle contrarietà della vita. Spesso cocchi di mamma abituati sin da piccoli ad averla sempre vinta. Quel prete ha esagerato e pur senza volerlo ha finito, con quel manifesto, per istigare alla violenza nei confronti delle donne.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 26/12/2012 - 17:44

Amabile Euterpe, ma anche amabilissima Nadia Vouch che deve essere altrove per il fine anno, ed alla quale faccio tantissimi auguri di buone Festività. Tengo a dire una sola cosa, quanto ha detto il Parroco di Lerici, poi io e tutti quelli come me, compreso l'osceno Pasquale Esposito, SI MUOVE NELLA DIREZIONE DELLA DIFESA DELLA DONNA, E DELLA SOCIETA' TUTTA. Ed ora, un interrogativo alle accesissime paladine della libertà assoluta, VORRESTE CHE LE VOSTRE FIGLIE SI COMPORTASSERO QUALI PROVOCATRICI INSOLENTI NELLA PACE SOCIALE, CON COMPORTAMENTI PREGIUDICANTI L'ARMONIA NELLE FAMIGLIE ?

paolo82

Mer, 26/12/2012 - 17:47

a giudicare dai molti commenti che giustificano il pretino mi pare di capire che molti lettori giustificherebbero la violenza, ad esempio, contro le esponenti politiche del pdl, che si atteggiano e vestono come mi.... Basta vedere la Minetti

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 26/12/2012 - 17:57

senti, prete: non badare a qualche commento generoso, nei tuoi riguardi. Osserva con attenzione i più che a prescindere dal sesso, ti invitano, a vario modo, ad una seria riflessione circa il significato di quanto hai scritto ed a dare i necessarii chiarimenti!quello che capita in alcune sacrestìe è arcinoto ma, la vanità femminile è un'altra cosa, l'allontanamento sempre più "tangibile", dai Sacramenti, non tiene alcun legame con l'istinto bestiale di certi esseri che, purtroppo stanno tra noi. E sappi che l'osceno sta più nelle menti di chi lo vede che nella esibizione vanesia del creato! Ho detto Creato!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 26/12/2012 - 17:57

senti, prete: non badare a qualche commento generoso, nei tuoi riguardi. Osserva con attenzione i più che a prescindere dal sesso, ti invitano, a vario modo, ad una seria riflessione circa il significato di quanto hai scritto ed a dare i necessarii chiarimenti!quello che capita in alcune sacrestìe è arcinoto ma, la vanità femminile è un'altra cosa, l'allontanamento sempre più "tangibile", dai Sacramenti, non tiene alcun legame con l'istinto bestiale di certi esseri che, purtroppo stanno tra noi. E sappi che l'osceno sta più nelle menti di chi lo vede che nella esibizione vanesia del creato! Ho detto Creato!

femmina2000a.d.

Mer, 26/12/2012 - 18:02

Voglio manifestare la mia solidarietà a don Piero per il coraggio nel manifestare un pensiero che molte coscienze custodiscono per paura di reazioni collettive. Probabilmente il sacerdote vuole proteggere il sesso femminile da nuove aggressioni.Nessuno però leva scudi verso chi non perde occasione per attaccare la Chiesa e l'otto per mille definendo gli anni dopo Cristo come favole e invocando la pena di morte. Don Piero esci pure allo scoperto!!!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 26/12/2012 - 18:03

Caro amico Pasquale Esposito.Sul fatto, ho scritto un commento proprio striminzito e poco in generale. Non solo tu, uomo, hai i tuoi istinti naturali ma controllabili. Apparteniamo al MONDO ANIMALE ed in questo è compreso TUTTO ed anche l' UOMO e la DONNA. La NATURA, fra le altre cose, ha PROGRAMMATO nel nostro cervello anche l' ISTINTO della PROCREAZIONE, non assolutamente deformabile ma controllabile(E,non per sempre.Altrimenti si incorrerebbe in altre patologie fisiche e mentali fortemente devianti). L'invenzione, in varie forme, della "FAMIGLIA e del MATRIMONIO" deriva dall'umano solo per questioni sociali o di credo. In sostanza vorrei dirti che gli istinti naturali controllabili non li hai solo Tu, UOMO ma anche la DONNA. La DONNA forse anche più marcatamente in quanto LEI è predestinata a procreare. La donna come NOI uomini ha un istinto superiore per il fatto della procreazione ed è proprio per questo che ,anche non volutamente, segue anche l'istinto della SELEZIONE DELLA RAZZA. Ecco quindi il MOTIVO NATURALE per cui la donna non può fare a meno DI FARSI BELLA, BELLISSIMA E SEMPRE PIU' ATTRAENTE. Pertanto rispettiamo le DONNE come sono naturalmente e amiamole fino a quando loro lo gradiscono. POI ? Poi, grande pazienza e tolleranza. Tanti auguri a te e famiglia. Soprattutto alle tue QUATTRO figlie che presto o tardi ti porteranno a casa il loro partner. Povero ...te. Ciao.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 26/12/2012 - 18:12

Caro amico Pasquale Esposito.Sul fatto, ho scritto un commento proprio striminzito e poco in generale. Non solo tu, uomo, hai i tuoi istinti naturali ma controllabili. Apparteniamo al MONDO ANIMALE ed in questo è compreso TUTTO ed anche l' UOMO e la DONNA. La NATURA, fra le altre cose, ha PROGRAMMATO nel nostro cervello anche l' ISTINTO della PROCREAZIONE, non assolutamente deformabile ma controllabile(E,non per sempre.Altrimenti si incorrerebbe in altre patologie fisiche e mentali fortemente devianti). L'invenzione, in varie forme, della "FAMIGLIA e del MATRIMONIO" deriva dall'umano solo per questioni sociali o di credo. In sostanza vorrei dirti che gli istinti naturali controllabili non li hai solo Tu, UOMO ma anche la DONNA. La DONNA forse anche più marcatamente in quanto LEI è predestinata a procreare. La donna come NOI uomini ha un istinto superiore per il fatto della procreazione ed è proprio per questo che ,anche non volutamente, segue anche l'istinto della SELEZIONE DELLA RAZZA. Ecco quindi il MOTIVO NATURALE per cui la donna non può fare a meno DI FARSI BELLA, BELLISSIMA E SEMPRE PIU' ATTRAENTE. Pertanto rispettiamo le DONNE come sono naturalmente e amiamole fino a quando loro lo gradiscono. POI ? Poi, grande pazienza e tolleranza. Tanti auguri a te e famiglia. Soprattutto alle tue QUATTRO figlie che presto o tardi ti porteranno a casa il loro partner. Povero ...te. Ciao.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 26/12/2012 - 18:25

Qualcuno ha definito le donne "provocatrici insolenti della pace sociale",muovendoci su questa linea di pensiero,dovremmo considerare attentatori alla pace sociale anche coloro che espongono cibi,che indurrebbero al furto gli affamati,visto che il bisogno di nutrirsi è forte quanto e forse di più dell'istinto sessuale.

Prameri

Mer, 26/12/2012 - 18:27

Che l'emancipazione della donna sia una causa importante della disgregazione familiare è un'orribile bestemmia. Le donne sono percentualmente uguali agli uomini. Normalmente gli uomini sono figli di donne. Gli uomini sono bravi figlioli o figli di puttane. Sembra che più spesso gli uomini ammazzino le donne perché queste li vogliono lasciare o non vogliono più tornarci a convivere. Perché vogliono spogliarsi per altri uomini non più per i loro ex compagni oppure perché banalizzano le relazioni esclusive (ma questo non è il caso più frequente). I giovani uomini nudi non mi interessano. Le donne nude sono belle. Come quelle vestite sexy fanno bene ai maschi, li eccitano, fanno aumentare loro il testosterone, il desiderio di vivere, la voglia di amare. Questa cosa non va bene per chi deve rinunciare a possedere sessualmente la femminilità per iniziale scelta e successiva impossibilità di cambiare e per chi una donna non la trova neppure pagando per un mucchio di difficoltà che la società stessa ha inventato (Non ha inventato solo gli intralci burocratici). Chi viene eccitato senza poter appagare il proprio desiderio sta male e interpreta come provocatorio ogni aspetto sexy. Del resto a fronte di un gran numero di donne bloccate da disfunzioni e frigidità fisiche ce ne sono altre che non riescono ad avere soddisfazione emozionale-affettiva-sessuale senza che per questo uccidano gli uomini. Uomini, anziché maltrattarle, amiamo le nostre donne! Siamo uguali!

mifra77

Mer, 26/12/2012 - 18:37

Commenti demenziali (anche da parte di qualche donna); ma è possibile che per qualcuno, vedere due gambe,un bellissimo seno ed un fondoschiena accattivante,sia normale che scateni furia omicida? Neanche gli animali si comportano in questo modo! La verità è che la maggior parte dei delitti sulle donne,vengono consumati in casa per colpa di uomini che impazziscono all'idea di aver perso il possesso della propria donna. Quel parroco che in un altro commento ho definito idiota, non può capire! La provocazione sessuale, sicuramente in molti casi porta alla violenza comunque delittuosa, deprecabile e da punire senza condizione ma massacrare ed uccidere è un delitto che non trova nessuna giustificazione e tanto meno necessita di autocritica da parte della donna. La vita è sacra tanto per l'uomo, quanto per la donna e questo nessuno può metterlo in discussione. Se poi una donna mostra in pubblico le sue grazie,non per questo debba essere assaltata. Una donna che con generosità mostra le sue doti migliori, merita di vivere, non di morire; ed ogni tanto se anche l'uomo attaccasse il cervello prima dell'uc,,,lo!!!!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 26/12/2012 - 18:38

Il mio commento non è stato pubblicato e quindi non meritevole. A chi interessasse avevo concluso così: "Perchè fare una montagna di un monticino di terra?". Saluti

pdoganieri

Mer, 26/12/2012 - 18:39

purtroppo il femminismo sfrenato ha portato kueste terribili conseguenze ma le colpevolie indemoniate sn purtr ancora vive e vegete a danno di tante donne ke nn sanno nemmeno di essere così, ke rabbia e ke pena!!!!!

CALISESI MAURO

Mer, 26/12/2012 - 19:03

Ha ragione il prete, le donne attuali ( in maggioranza ) non sono buone ne da famiglia ne come compagnie. Per niente femminili, quasi sterili, con grandi idee che crollano alla prima difficolta', capaci solo di correre in tribunale per presunti diritti accordati da legislatori lazzaroni. Hanno la maggiore responsabilita'sul disastro della famiglia e quindi della societa'che e' infatti collassata. Gli uomini sono peggio forse in quanto si sono dimostrati dei pe... ni viziati. Un branco di chiaccheroni infatti. Sono 15 anni che sto con donne straniere ( all'estero )e bene che sto, non solo per le gambe chilometriche, ma per la femminilita' presente in tali donne... assente in quelle che cavalcano l'italietta.

vfangelo

Mer, 26/12/2012 - 19:05

non mi sentirei di dare sempre la colpa alle donne ma,certamente non sono sempre esente da colpe, si sentono troppo sicure delle leggi a loro favore,gli uomini quando sono buoni sono destinati a soffrire,la donna in colpa ottiene tutto dai giudici,e gli umini sono costretti a perdere tutto e dormire in macchina oppure sotto i ponti e mangiare alla caritas,poi ci sono uomini che non riescono a mandare giù tradimenti,perdita di figli,e perdita di tutto,e diventano aggressivi. e' facile parlare quando non si prova. Io pur non trovandomi in certe situazioni ma osservo cosa fà la società,insomma l'uomo a sempre torto,perche la donna non si rende conto delle sofferenze dell'uomo,le decisione di una donna sono senza ritorno,invece l'uomo cerca di nascondere il suoi tradimento e molte volte torna alla famiglia ma la donna no.Io questo ho capito,posso anche sbagliarmi,ogni testa è un "tribunale".

Ritratto di Ulisse Di Bartolomei

Ulisse Di Bartolomei

Mer, 26/12/2012 - 19:09

La chiesa cattolica è sempre stata misogina e anche il lampo d'intelligenza di questo parroco lo dimostra. I tempi moderni garantiscono alle donne le pari opportunità, come giusto che sia, e questo comporta vantaggi e rischi in un ambiente competitivo e la chiesa non trova di meglio che incolpare la donna di allontanarsi dai doveri domestici. http://www.lulu.com/shop/ulisse-di-bartolomei/la-femmina-in-trappola/paperback/product-20591332.html

vfangelo

Mer, 26/12/2012 - 19:14

La presidente di Telefono Rosa Maria Gabriella Carnieri Moscatelli secondo questa signora solo la dignità delle donne va salvaguardata,invece a me fanno anche pena tanti poveri uomini che per colpa del sadismo di certe donne sono costretti a diventare barboni perche i giudici non giudicano di chi è la colpa ma, hanno il senso unico,l'uomo.

ortensia

Mer, 26/12/2012 - 19:16

Cosa insegnano nei seminari? Che le donne sono sessualmente minacciose, come Jesebel insomma? E' per questo che i preti sono spesso misogini o peggio, pedofili?

Saltovitale

Mer, 26/12/2012 - 19:27

Sono il solo a chiedersi per quale motivo un semplice bollettino parrocchiale fa tanto clamore da finire su tutti i giornali? Ma vi rendete conto che ci sono stragi in Siria, uccidono i cristiani in Nigeria la notte di Natale e c'è gente che si strappa i capelli perché un prete ha attaccato un foglio di carta sulla porta della Chiesa? Non è mica Martin Lutero!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 26/12/2012 - 19:27

E' gravissimo fare di tutta l'erba un fascio. Non tutte le DONNE. Per carità. Sarebbe la rovina dell'umanità. Attaccare comportamenti etici di un versante della femminilità imperante, non significa che mandiamo al rogo tutte le DONNE. Se si manca di questo discernimento allora si è complici del Demonio, il cui grande successo è stato quello di convincere che lui non esiste.

Ritratto di il bona

il bona

Mer, 26/12/2012 - 19:42

Nel bene o nel male, abbiamo anche noi il "nostro" reverendo Jones.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 26/12/2012 - 19:44

" ...manifesto che "accusa" le donne di meritarsi il peggio per essersi allontanate dalla famiglia". Non credo siano state le donne ad essersi allontanate dalle famiglie, ma piuttosto queste si sono allontanate dalle donne. Famiglie che sono state sfasciate da leggi liberticide, che chiamano nientemeno che progressiste, come se con queste leggi si volesse far raggiungere il paradiso sulla terra. A questo sfascio hanno contribuito un po' tutti i poteri, compreso quello delle parrocchie, ispirate da un frenetico progressismo. E dire che per tutto questo sfascio sociale c'è chi digiuna all'inverosimile, portandosi in prossimità dell'esalazione dell'ultimo respiro, perché tutto continui a maggiormente sfasciarsi. E poi si vedono pie donne pronte a raggiungerlo per consolarlo e fargli possibilmente smettere quello che ha da qualche giorno iniziato. E invece un altro povero cristo che là, in mezzo ad una strada o una piazza, si appicca il fuoco, perché non ha da mangiare e da dar da mangiare alla sua famiglia, a questi non si vede nessuna pia donna che gli si avvicini per consolarlo. No, non c'è bisogno di coniare un nuovo termine per indicare l'omicidio di una donna, come se le donne appartenessero ad un'altra razza. Sono omicidi e basta. E come tali andrebbero perseguiti da una magistratura seria.

tzilighelta

Mer, 26/12/2012 - 19:51

Stamattina sono stato censurato, probabilmente lo faranno anche adesso, non voglio insultare nessuno e non voglio neanche commentare il prete, non so neanche io cosa fare, i commenti sono da far cadere le braccia, schifo! Ecco cosa provo, disgusto per questo paese di bacchettoni ottusi e ignoranti, da Pasquale Esposito a Dario Maggiulli, passando per xulcul e pure la suora di clausura mentale Rosella Meneghini, non si salva nessuno! Io che non sono ne pacifista ne tollerante condannerei metaforicamente al contrappasso tutti coloro che si sono trovati d'accordo con il prete psicopatico! Senza se è senza ma! A tutti voi auguro un infelice anno nuovo, pieno di di contrappassi!

reliforp

Mer, 26/12/2012 - 19:54

Un po' di cloro e si risolve tutto.

nonmi2011

Mer, 26/12/2012 - 20:00

Letto il manifesto ho scritto che il prete e' semplicemente un imbecille, anche se il solerte censore lo ha bloccato. Ascoltata l' intervista al GR1 aggiungo che trattasi di povero imbecille. E i bananas, solite capre, che lo difendono, sono ancora piu' imbecilli di lui. Ma questo si sapeva gia'.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 26/12/2012 - 20:07

@DueUnoDue: Certo, le statistiche... Fai andare in giro le islamiche con la minigonna inguinale e vedi che statistiche ti ritrovi. Il burka l'hanno messo perché è efficace come antistupro, poi arrivano gli occidentali e glielo vogliono levare alle poverette.

reliforp

Mer, 26/12/2012 - 20:35

E per i bananas, come fa giustamente notare qualcuno, qualche bel campo di rieducazione .

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 26/12/2012 - 20:50

Allora vedo che sinistrati/e si sono scatenati contro il prete, idem molti omossuali gay e lesbiche che in Italia sono come le vacche Indiane e cioe sacri. Guardate badoo e pieno di donne attempate che cercano ragazzetti poi magari tutto finisce male e femminicidio. Mariti in coppie senza figli che dopo una vita di lavoro si trovano buttatti per strada spogliati di tutto. E chiaro che la violenza non e giustificata in nessun modo ma andarsele a cercare.... Infine ma le donne non sono piu forti degli uomini come mai si lasciano aggredire?

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 26/12/2012 - 20:56

Forum pieno di sinistrati/e , gay e lesbiche. Ma le donne nn sono piu forti degli uomini ? fanno le stesse cose , come mai si lasciano aggredire. Penso a quei mariti separati e senza figli buttati fuori casa senza una lira dopo una vita di lavoro.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 26/12/2012 - 21:14

Chiedo venia, ma quando vedrò un Hefner o un riccastro qualsiasi sposare, alla sua età, una Rosy Bindi, darò ragione al pretazzo. Disgraziatamente la realtà insegna che NESSUNA VELINA sposa un camalli. Ergo, la "merce buona" viene SEMPRE acquistata da chi se la può permettere. E la MERCE SPECIFICA deve, per sua natura, mostrarsi per attrarre il maschio MIGLIORE. Ovvero, chi garantisce la TRANQUILLITA' economica ( cibo e soppravivenza) della prole. Trattasi di ISTINTO PRIMORDIALE della razza ANIMALE chiamata UOMO. Alla faccia dei chierici di TUTTE le religioni.

chiara 2

Mer, 26/12/2012 - 21:56

Ribadisco il mio sdegno per molti commentatori che sembrano usciti da un film dell'orrore. Come al solito dimostrano di non essere in grado di rapportarsi in modo civile con l'emancipazione femminile. Faccio presente che la maggioranza degli omicidi di donne, viene perpetrata NON perchè libere di comportarsi come credono (lecito e loro diritto come per gli uomini..METTERSELO IN TESTA ANCHE SE NON PIACE) ma perchè certi maschi NON sono capaci di sentirsi rifiutati, impazziscono in quanto DEBOLI E DIPENDENTI DALL'IDEA DEL POSSESSO. Per quanto riguarda il prete: lo ripeto, stia zitto questo idiota e pensi agli stupri e molestie di cui la sua classe religiosa si macchia da secoli (ricrodarsi cio' che disse Gesu' di chi tocca i bambini: meglio che si metta una pietra al collo).

gi.lit

Mer, 26/12/2012 - 22:01

RELIFORP. I commenti contrari all'iniziativa di quel parroco sono tantissimi e sono in grandissima parte di lettori di centrodestra per cui tirare fuori, anche per l'occasione, quell'aggettivo idiota è completamente fuori luogo. In proposito ho sempre pensato che i veri bananas sono quelli che per decenni si sono bevuta la favola dei paradisi comunisti. E quelli della medesima pasta che continuano a pontificare. Come dire che il bue dà del cornuto all'asino. Rieducatevi voi, per favore.

chiara 2

Mer, 26/12/2012 - 22:03

Saltovitale...visto che da solo non ci arrivi (poverino) te lo spiego io perchè questo crea tanto scalpore: perchè dietro a questa infamia, si nasconde la mentalità che ha portato le donne a ribellarsi e rifiutare di essere stigmatizzate dall'inquisizione misogina della chiesa (non certo la vera CHIESA di Cristo che AMAVA LE DONNE), che ha portato solo violenza e che nessuna di noi è più disponibile ad accettare

violina66

Mer, 26/12/2012 - 22:29

Ma cosa c'entra il femminicidio con gli abiti succinti, con la pornografia, con i negozi di lingerie???? Per femminicidio si intende un uomo lasciato dalla propria moglie/compagna/fidanzata che non riesce a metabolizzare la perdita del possesso del proprio oggetto "d'amore" (chiamiamolo così!!) e pur di non vederla di un altro la uccide!!!

umberto schenato

Mer, 26/12/2012 - 22:30

Le tradizioni millenarie della cristianita' ci spingevano e portavano al culto della Famiglia e alla fratellanza. Cio' che fece la chiesa, in passato abbiamo saputo dominarlo e la chiesa stessa si e' finalmente sottomessa alle leggi civili dei paesi cristiani. Ora dopo lo sfacelo dell'ultima guerra abbiamo dovuto importare il matriarcato anglosassone e le nostre donne non hanno piu' la protezione famigliare di una volta. Chi paga per la emancipazione femminile sono alla fine le donne stesse. Queste , che sono le madri che si occupano dei nostri figli, devono essere ben preparate e protette ,con buon livello culturale in vista degli ardui, impegnativi compiti che hanno di fronte. Noi uomini abbiamo il dovere di assicurare i mezzi necessari per questo. L'amore non deve essere confuso con il solo atto sessuale anche se aiuta tutto quanto detto sopra.

forbot

Mer, 26/12/2012 - 23:08

Credo il prete assolutamente in buona fede, in base anche alla esperienza acquisita nel confessionale, ha ritenuto saggio rivolgere alle donne un avvertimento di non esagerare nello scoprirsi troppo. Da tener presente che a giro ci sono persone, non sempre padroni dei propri istinti. Insomma evitare di scoprirsi troppo in pubblico. Poi è chiaro che ognuno può fare quello che vuole, però la donna sà che può provocare reazioni, in certi uomini, non sempre controllabili. Nè si può invocare poi che, per la donna, è lecito mettersi come vuole. Tanto è vero che in alcuni comuni della Versilia è proibito passeggiare in costume da bagno, sul lungomare.

Ritratto di DueUnoDue

DueUnoDue

Mer, 26/12/2012 - 23:19

Reinhard: si certo adesso le donne devono indossare il burka, la cintura di castita' e girare possibilmente armate per non essere ammazzatte o violentate. Il problema e' nel cervello e nell'anima di chi compie le violenze, non di chi le subisce. Lo vogliamo capire o no?

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 26/12/2012 - 23:24

#tzilighelta alias DESIDERIUS# La coerenza per lei é come la costituzione per Napolitano. La interpreta e la piega alle sue elucubrazioni mentali. Dimostrazione che non volendo offendere ha offeso e non solo, ma ha auspicato del male a persone che non condividono le sue idee. Bravo, sette più. Della democrazia ha capito proprio tutto.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 26/12/2012 - 23:39

@ mauro calisesi-visto che ha trovato così facilmente il suo 'paradiso di Allah',si goda i suoi piaceri,ma non si affatichi a pontificare sugli uomini e le donne italiani,che certamente non hanno bisogno né dei suoi consigli,né delle sue banali considerazioni.

Ritratto di Manieri

Manieri

Gio, 27/12/2012 - 00:01

Finalmente un prete che dice con coraggio ciò che ritiene vero, senza paura delle scontate critiche che inevitabilmente piovono sui politicamente scorretti dai vari pecoroni che cavalcano le mode. Ciò che dice il coraggioso parroco vocato al martirio è vero in parte, nel senso che quanto da lui individuato come causa principale della violenza alle donne è una causa secondaria, subordinata ad altre "colpe" ideologiche delle donne e degli uomini, preti compresi, che non sto qui ad elencare perché sono ben conosciute dalle persone che hanno un po' di cervello.

PieroLupo

Gio, 27/12/2012 - 00:07

Preti senza dignitá e con arroganza presunzione. Preti, gesuiti, vescovi, cardinali e incluso il papa, tali parassiti che vengono mantenuti dalle tasse, bisognerebbe mandarli in terapia a piantare alberi nel deserto. Parlano del Cristo tollerante e accusano il vestirsi delle donne. I preti poi che tra pedofili e violentatori, ne hanno fatto di cotte e di crude. La chiesa una storia ricca di sangue, corruzione, indignitá e criminalitá. É come l' asino che dice cornuto al bue. Raccontate balle dalla mattina alla sera e vi fregate le suore e i bambini di nascosto. Il colmo dell' ipocrisia, disonestá permanente e totale parodia. La chiesa sarebbe da abolire e le chiese dovrebbero essere usate come alloggio e ristoro per gli immigrati! Sto prete fa propio pena e dimostra come lui stesso si sia propio evoluto sino all'apice del "Homo Stupid".

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Gio, 27/12/2012 - 00:40

La prossima invettiva del probo parroco sarà forse dedicata ai bambini, quei piccoli demonietti, che con il loro fare “provocatorio” hanno prodotto schiere di preti pedofili!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 27/12/2012 - 01:27

Le donne di Lerici non dovrebbero accettare le scuse di questo gretto sacerdote. Consiglierei loro di non frequentare più la chiesa finché non verrà sostituito con un vero prete.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 27/12/2012 - 08:30

Quello che dice il prete lo pensa un sacco di gente sopratutto mariti separati depredati di tutto dalle ex mogli.

Jonovan

Gio, 27/12/2012 - 08:35

@Rosella Menechini.- Ottimo il suo commento, concordo in pieno sulla sua analisi lucida, concreta e realistica. Purtroppo poco seguita dai tanti, che preferiscono le battute fuori luogo anzichè un sano ragionamento obiettivo e scevro da condizionamenti di parte,dimostrando di essere solo dei modafili se non esibizionisti o peggio voyeur

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 27/12/2012 - 08:47

A dire il vero è anche quanto pensano tanti del "popolino"

Dandrea

Gio, 27/12/2012 - 10:13

Ciò che apprezzo in tutta questa vicenda è il coraggio, la franchezza e la totale mancanza di ipocrisia del parroco, virtù oggi non comuni in molto clero. Molte sue considerazioni le condivido appieno, ma non i sillogismi che seguono e cioè la violenza o peggio l'omicidio. Nell'UOMA (uomo-donna) la Ragione deve sempre avere il sopravvento a qualsiasi istinto. Ma quello che mi fa specie, in tutta questa vicenda, è che il povero sacerdote abbia avuto per questo "peccato veniale", un richiamo inflessibile dal proprio vescovo, richiamo che non hanno mai subito alcuni preti pedofili o che in luogo dei canti liturgici intonano "O bella ciao" o peggio coloro che avevano consigliato alle prostitute di abortire.

Ritratto di Idiris

Idiris

Gio, 27/12/2012 - 10:59

Un Vero Musulmano. Che peccato, Tu saresti un degno musulmano con 4 mogli devote, e tanti figli e figlie.

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Gio, 27/12/2012 - 11:45

Euterpe, la smetta di fare il superiore, perché chi ostenta non è! E si sforzi di dare un valido contributo alla discussione. Crede che il suo primo commento abbia gettato luce? Io no.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Gio, 27/12/2012 - 12:46

#tzilighelta alias DESIDERIUS# La coerenza per lei é come la costituzione per Napolitano. La interpreta e la piega alle sue elucubrazioni mentali. Dimostrazione che non volendo offendere ha offeso e non solo, ma ha auspicato del male a persone che non condividono le sue idee. Bravo, sette più. Della democrazia ha capito proprio tutto.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 27/12/2012 - 14:06

@Quo vadis- Euterpe è un nick femminile,a scanso di equivoci.Io non coltivo la presunzione di 'illuminare' niente e nessuno,perché consapevole dei miei limiti,piuttosto ho ricercato un suo contributo significativo alla discussione,ma non l'ho trovato,forse perché lei è troppo impegnato nel suo ruolo normativo di 'super partes' .

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Gio, 27/12/2012 - 14:23

#jonovan# La ringrazio per la condivisione al mio pensiero che ovviamente condanna qualsiasi omicidio senza sé e senza ma. Ribadisco che fintanto che non si avrà ben chiaro il concetto di libertà, queste diatribe saranno all’ordine del giorno. Colgo l’occasione per augurarle ogni bene per l’anno che verrà. Rosella