Toscana, pubblicità al cimitero: multata una ditta di arredi funebri

Distribuiva volantini sulle sepolture più recenti nel fiorentino. Gli agenti sono risaliti ai responsabili della discutibile operazione di marketing

L'ultima frontiera, poco gradita, della pubblicità. Al cimitero di Figline Valdarno, in provincia di Firenze, sono comparsi una serie di depliant che reclamizzano soluzioni per monumenti funebri prodotte da una ditta della Valdisieve.

Uno stratagemma pubblicitario semplice: una busta sulle diverse tombe, indirizzata alla famiglia del defunto. E dentro un depliant con tutte le offerte della ditta. Un'idea che più che innovativa deve essere sembrata oltraggiosa a un vedovo che si è rivolto alla polizia, dopo avere trovato una delle buste vicino alla lapide della moglie.

Gli agenti sono risaliti al responsabile dell'operazione di marketing e hanno staccato una multa da 1600 euro per la ditta, per avere collocato senza autorizzazione materiale pubblicitario su tombe e loculi. Le indagini hanno permesso di scoprire che i volantini erano disposti soltanto su tombe recenti.

La ditta - secondo la municipale - è "recidiva"-. In passato una stessa campagna pubblicitaria era stata messa in campo al cimitero di Reggello, a poco più di dieci chilometri da Figline Valdarno.