"Figurati se prendiamo una di Palermo...", la mail choc inviata ad una biologa siciliana

Doveva restare una mail interna ma per sbaglio è arrivata alla destinataria, cioè la giovane biologa di Palermo Erminia Muscolino, 30 anni, che si è vista rifiutare uno stage in un'azienda di Pordenone.

"Figurati se prendiamo una di Palermo...". Doveva restare una mail interna, uno scambio infelice di mail tra due dirigenti ma per sbaglio è arrivata alla destinataria, cioè la giovane biologa di Palermo Erminia Muscolino, 30 anni, che si è vista rifiutare uno stage in un'azienda di Pordenone. La ragazza di Ficarazzi, alle porte di Palermo, è laureata in in Biologia e sta frequentando un corso di specializzazione in biotecnologia medica e medicina molecolare. Tempo fa aveva inviato il suo curriculum a diverse aziende per fare uno stage, gratuito. Tra cui l'azienda di Pordenone. Ma Erminia tutto poteva attendersi tranne che quella risposta così tranciante. La giovane palermitana quella mail l'ha letta e riletta perché non poteva crederci e nel testo ha scoperto quella corrispondenza tra i due dirigenti: "già ricevuta anche io....Figurati se prendiamo una di Palermo!", si legge nel corpo della mail. Mittente un centro di ricerca oncologica della provincia di Pordenone: parole scambiate tra due dirigenti e destinate a un uso interno ma che per errore sono state inviate alla destinataria: "Sono molto amareggiata", è il commento di Erminia "Quelle parole... e poi i tanti puntini e il punto esclamativo che dicono tanto...".
Il centro di Pordenone ha provato successivamente a mettere una pezza spiegando che quelle parole erano da leggere nel senso che nessun siciliano avrebbe potuto accettare di lavorare senza compenso a Pordenone. Risposta che lascia la giovane studiosa piena di dubbi e rabbia: "Non posso credere che ci sia ancora questo tipo di discriminazione, ci sono rimasta malissimo ma non rinuncio la mio desiderio di crescere e lavorare fuori".

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 11/02/2019 - 18:31

Purtroppo vale la regola che "per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno". E gli onesti pagano per i disonesti.

scorpione2

Lun, 11/02/2019 - 18:32

con quella italiana,figuriamoci per extracomunitari.

i-taglianibravagente

Lun, 11/02/2019 - 18:38

se uno e' capace prima o poi il lavoro lo trova. I sudisti la smettano d'indignarsi perche' quando dobbiamo avere a che fare con loro in qualsiasi contesto ci vengono I capelli dritti, perche' o sono stupidi o sono in malafede. La mafia , la camorra, la 'ndrangheta e la sacra corona unita non hanno attecchito al sud per caso, ma perche' la mentalita' genrale laggiu' e' mafiosa e loro lo sanno benissimo e meglio di noi. Se non e' cosi, che lo dimostrino con I fatti e senza frignare, che non e'proprio il caso.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/02/2019 - 19:17

Basterebbe non assumerla senza fare comenti. Ognuno la pensa come vuole, senza dare adito a inutili discussioni.

Piero52

Lun, 11/02/2019 - 19:53

Fatemi capire, in una Italia piena di buonisti, di gente che attacca le politiche salviniane che limitano l'afflusso di immigrati, che appoggia la magistratura affinchè Salvini venga processato per aver impedito di far sbarcare degli extracomunitari, Pordenone discrimina una nostra connazionale palermitana??? Decisamente quì qualcosa non torna!

scorpione2

Lun, 11/02/2019 - 20:05

l'errore e' stato fatto negli anni sessanta quando per espandere il grande nord (VENITE SU' CHE VI DIAMO CASA E LAVORO) HANNO ABBANDONATO IL SUD DANDO IN CAMBIO SUSSIDI E LASCIANDO UN SUD ABBANDONATO, STESSI SUSSIDI CHE DANNO ANCORA OGGI E ANCORA OGGI IL SUD E' ABBANDONATO, VOGLIONO FARE LA TAV LIONE TORINO OPERA INUTILE MA GRATA PER GLI SPECULATORI, MENTRE NEL RESTO DELL'ITALIA CI SONO PAESI CHE NON SONO COLLEGATI NEANCHE CON UN TRENO A VAPORE. GRAZIE GRANDE NORD

venco

Lun, 11/02/2019 - 20:36

E beh.. tanti al nord sono rimasti scontati assumendo gente del sud, che poi son sempre ammalati.

buri

Lun, 11/02/2019 - 20:44

la maleducazione e un malcelato senso di superiorità nei confronti dei meridionali è dura da morire, tanti auguri alla biologa spero che incontrerà persone più educate e disponibili in futuro

sparviero51

Lun, 11/02/2019 - 20:46

COSÌ IMPARATE A NON ROMPERE PIÙ I "00"CON LA VOSTRA SPOCCHIA E IGNORANZA !!!

brunog

Lun, 11/02/2019 - 20:46

Il commento e' inappropriato, ma e' la conseguenza di una certa etica e mentalita' del lavoro molto diffusa al sud. Un esempio tra tanti, basta guardare ai professori del Sud che insegnano nei distretti scolastici del Nord.

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Lun, 11/02/2019 - 20:59

ma quale discriminazione! qua a Roma anche solo per lavoricchiare in un bar o una libreria ti chiedono in che zona abiti e ti prendono solo se casa tua è a due passi dal negozio. Questo centro oncologico (Aviano?) deve formare una siciliana che ha genitori giù e che un domani visiterà, anche per necessità, una volta a mese chiedendo permessi continui? come fa una mia amica palermitana ricercatrice qua a Roma con madre malata?

porcorosso

Lun, 11/02/2019 - 21:26

Non è una bella cosa; penso anche che un valdostano potrebbe avere problemi nel trovare un lavoro a Palermo, ma la cosa più grave è: chi ha assunto questi due pxxxa che non sono neanche capaci di mandare un e-mail? Alla faccia del sistema qualità.

Langan

Lun, 11/02/2019 - 21:40

Se questa storia è vera, dispiace. Spero che i due dirigenti abbiano inteso dire che un Palermitano non volessero prenderlo in quanto troppo lontano da casa. Forse mi arrampico sugli specchi sperando che non abbiano inteso altro. Se avessero inteso dire un'altra cosa, beh,un po' di vergogna ci starebbe bene. Alla Biologa dico di non abbattersi e di cercare altrove. Certo, divulgare la mail non sarebbe sbagliato e sarebbe una bella lezione, per i due "dirigenti", qualora avessero inteso discriminare una Palermitana.

buonaparte

Mar, 12/02/2019 - 00:05

stupida polemica . io ho avuto una azienda per 20 anni e abbiamo sempre assunto gente piu vicina per il semplice motivo che siamo rimasti scottati che dopo che abbiamo formato della gente con alti costi, perchè in alcuni posti il dipendente produce dopo 2-3 anni che lo hai in azienda e ci scappavano via una volta formati perchè trovavano piu vicino casa.ma io una persona oltre i 30 lm non la predevo.

siciliann

Mar, 12/02/2019 - 00:43

il nord dello schifo che fa vomitare vivono in mezzo alle risaie mangiano topi si scopano a vicenda lavorano grazie a noi e si permettono pure di fare gli altezzosi,si credono chissa chi senza rendersi conto che il loro merdoso nord li ha resi quelli che sono,feccia della società che avanti aprendo la "bocca" (in ogni senso) altro che meritocrazia ..poi vengono qui al mare e a mangiare come i cristiani . mangiaratti schifosi

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 12/02/2019 - 01:40

È sempre la solita storia: Uno vomitevole come Napolitano, rovina la reputazione di tutti gli italiani e fa salire lo spread in Borsa. Anche a livello regionale un puzzone come Orlando rovina la reputazione dei siciliani, che sono esclusi per certi posti di lavoro. Infatti quando i comunisti di fanno conoscere, nessuno li vuole piú... Perché sono repellenti.