Fiorello attacca Charlie Hebdo "Ecco perché sono pezzi di m.."

Durante la lettura mattutina dei giornali, Rosario Fiorello critica la vignetta di Charlie Hebdo sulla valanga in Abruzzo

La vignetta di Charlie Hebdo sulla tragica valanga che ha sotterrato l'hotel si Rigopiano ha indignato l'Italia quasi all'unanimità. Anche Rosario Fiorello, che di comicità e satira se ne intende, ha criticato aspramente il giornale francese.

"La neve è arrivata, ce ne sarà per tutto il mondo", dice nella vignetta la morte rappresentata su un paio di sci solcare la valanga di Rigopiano. Nel leggere queste parole Fiorello, durante la sua diretta Facebook con la lettura dei quotidiani, ha attaccato senza mezzi termini la decisione di sbertucciare chi è morto e chi soffre. "Fortuna che ci siete voi di Charlie", dice ironicamente Fiorello. "Non dico niente, ma io sto già aspettando il primo italiano, i primi comici 'nicchiati' che diranno che 'è satira, bisogna rispettare il diritto di satira, la sarira è sacrosanta e deve far indignare...'". Il riferimento è alla precedente vignetta del giornale francese in cui venivano umiliati i morti del terremoto di Amatrice e che spinse alcuni vignettisti a prendere le difese di Charlie Hebdo in nome del "diritto di satira". "Io però aggiungo - dice Fiorello - che la satira dovrebbe anche far sorridere. La satira secondo me è sberleffo ai potenti. È così che nasce". Poi aggiunge: "Io qui non riesco né a capire né a giustificare questa vignetta".

Il commento più duro Fiorello lo aggiunge alla fine: "Io una riflessione ce l'avrei: a pezzi de merda!". Gli ospiti apprezzano con un applauso il comico aggiunge: "Sono populista e demagogo, ma anche io ho la libertà di dire ciò che voglio. Ma non glielo dico 'pezzi di merda'. Sennò la merda potrebbe offendersi". (Guarda il video) E così ora aspetta il primo "nicchiato" che gli dirà "Fiorello non apprezza la satira, non capisce". "Ma io - conclude - non trovo niente che faccia riflettere nella vignetta di Charlie Hebdo".

Commenti

linea56

Sab, 21/01/2017 - 12:25

Fiorello :110 e lode. Charlie Ebdo :110 e lote.(in italiano immondizia) Giuseppe

trailblazer

Sab, 21/01/2017 - 12:38

La satira piace solo quando è contro gli "altri": se ti tocca da vicino non va bene. La reazione di Fiorello è identica a quella degli imam islamici. Ma in un paese fascistello come l'Italia la satira deve essere sempre addomesticata...

Ritratto di adl

adl

Sab, 21/01/2017 - 12:39

Il razzismo antiitaliano non è una novità. Indignarsi è doveroso. Soprattutto se e quando proviene da cittadini ed istituzioni italiane.

agosvac

Sab, 21/01/2017 - 12:51

Fiorello ha ragione alla grande: la satira, quella vera, dovrebbe fare "pensare" ma quando indigna non è vera satira, è solo una schifezza!!!

Giorgio Colomba

Sab, 21/01/2017 - 13:27

Quando si sbeffeggiano i sofferenti anzichè i potenti non è satira, ma demenza.

MOSTARDELLIS

Sab, 21/01/2017 - 13:53

Bravo Fiorello. E' gentaglia senza scrupoli. Speriamo che il Sindaco di Amatrice continui nelle sue denunce e li porti in tribunale.

lupo1963

Sab, 21/01/2017 - 13:58

Bravo Fiorello .

VESPA50

Sab, 21/01/2017 - 14:06

Sicuramente faremo anche noi una vignetta satirica quando un nuovo musulmano li manderà a disegnare nel paradiso di allah

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 21/01/2017 - 14:43

Sapete cosa c'è di incomprensibile in questo mondo dominato dai media? Che se Fiorello nella sua rubrica quotidiana dice "pezzi di mxxxa" in diretta, viene subito ripreso e diffuso su tutti i media. Se lo scriviamo noi nei commenti, viene censurato. Se Fiorello si arrabbia e lancia un appello a RAI e Mediaset perché l'eccesso di violenza in televisione spaventa la mamma, il suo appello viene diffuso a reti unificate e tutti gli opinionisti di professione ne discutono nei salotti televisivi e sulla stampa. Se lo scriviamo noi da anni, nessuno ci degna di attenzione. Se ne deduce che ciò che conta non sono le idee, ma chi le esprime. Ma non sarebbe esatto, perché K. R. Popper scrisse molti anni fa un pamphlet per denunciare la violenza in televisione, ma nessuno se ne preoccupa. Se lo dice la mamma di Fiorello, invece, diventa una questione importante. Allora bisogna concludere che la mamma di Fiorello conta più di Popper. Giusto?

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 21/01/2017 - 14:57

L’idea che aleggia nelle calde redazioni di stampa e TV è che la gente abbia ancora bisogno di qualcuno che gli dica cosa pensare. Dice Vittorio Feltri: “Il guaio è che i giornalisti si ritengono sempre più furbi del lettore medio”. Appunto. Questa idea dei mass media che in-formano il pubblico poteva essere vera nel passato. Oggi, con la diffusione dei media e dei social e di un pubblico più attento ed informato, non è più vera, o lo è solo in parte. L’ho scritto spesso, ma nessuno ci fa caso. Forse aspettiamo che lo dica Fiorello. Ma c’è anche un altro autorevole personaggio che, proprio ieri, ha espresso lo stesso concetto. E’ finita l’era delle élite che impongono le loro scelte, il potere torna al popolo. Non so se manterrà la promessa, ma il concetto è chiaro. Se non avete capito bene il senso fatevelo spiegare dai soliti esperti. Oppure chiedetelo alla mamma di Fiorello.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 21/01/2017 - 15:16

Bravo Fiorello.Mattarella (o Gentiloni) dovrebbe prendere una pagina su un giornale francese a grande tiratura e dirgliene quattro, di quanto i responsabili sono infami.

camucino

Sab, 21/01/2017 - 15:32

L'articolista Claudio Cartaldo non conosce il francese, evidentemente. La traduzione esatta è: "È arrivata la neve. Non ce n'è per tutti". Che è molto peggio.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 21/01/2017 - 15:41

La satira non è questa. Questa è vigliaccheria. Fiorello concordo ,anzi di più.

Paolo Perticaroli

Sab, 21/01/2017 - 15:49

fiorello e isis hanno espresso il medesimo concetto con due strumenti diversi: facebook e ak 47, rispettivamente. della serie: esistono settori dell'esistenza dove la satira non può e non deve entrare. Fallo e ci rimani attaccato. Prima o poi.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 21/01/2017 - 16:19

Paolo Perticaroli, ma dici sul serio o ti sei fatto prima di scrivere??? Cioe' ho capito bene, stai paragonandoun esternazione su facebook a sparare e mettere bombe??

wainer

Sab, 21/01/2017 - 16:33

trailblazer: ti compatiamo perché hai vissuto la tu infanzia e il resto della vita in un centro sociale!

MgK457

Sab, 21/01/2017 - 16:35

Non è questo il senso Fiorello, il senso è : tranne maometto insulteremo chiunque, tanto nessun altro ci ammazza....

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 21/01/2017 - 16:46

io penso che una Vignetta non potendo cambiare il decorso degli eventi, nulla aggiunge e nulla toglie alla drammaticità dei fatti che sconvolgono ogni volta la sorte di noi Umani.- sia che affoghiamo nella neve.. o siamo massacrati da guerriglieri musulmani, una vignetta può anche mitigare.. con la sua forza esorcizzante, catastrofi altrimenti insuperabili, altrimenti incomprensibili.- una vignetta per provare a sopravvivere, con la fragilità che fa di Noi l’essenza, di fronte a questi eventi

LuPiFrance

Sab, 21/01/2017 - 16:52

Direi che sono solamente dei vigliacchi. Fanno satira solo su Cristiani e sulle disgrazie altrui . Si guardano bene di non toccare i musulmani che nella francia della gauche au caviar stanno diventando sempre più invadenti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 21/01/2017 - 16:55

Scommetto che Fiorello era tra quelli che un'anno e poco piu fa, hanno scritto JE SUIS CHARLIE!!!!!!AMEN.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 21/01/2017 - 17:18

ateius, facile parlare quando le catastrofi e il terrorismo non ti colpiscono direttamente eh? Mi immagino come saresti stato contento di vedere gli italiani disegnati stereotipati e pieni di sangue sotto le macerie con scritto "lasagne" se avessi avuto un parente morto sotto le macerie.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 21/01/2017 - 17:18

Grazie Fiorello! ai francesi si puo solo dire che loro la loro primavera l' hanno gia avuta! ora si aspettino una estate che non sara mai abbastanza calda e certamente finiranno col viverla senza poter ridere!!

Paolo Perticaroli

Sab, 21/01/2017 - 17:25

cape code mettiamola così: fiorello ha detto a quelli di charlie hebdo "siete delle merde", mentre l'isis li ha schiacciati direttamente, cioè senza parlare. E' più chiaro adesso?

MLADIC

Sab, 21/01/2017 - 17:32

Trailblazer non diciamo stronzate, voi comunistelli condannate la violenza poi mettete a ferro e fuoco le città per l'ideale bacato di quattro tossici dei centri sociali con Mercedes e iPhone in tasca. La satira è satira ma in questo caso è di cattivo gusto ed alquanto inappropriata.

ringhio67

Sab, 21/01/2017 - 17:38

charlie hebdo? Io sto con l'isis

Luigi Farinelli

Sab, 21/01/2017 - 17:46

Parole sacrosante, ben rappresentate dalla vignetta di Marione. Cacche sono e cacche continueranno ad essere (evitata la parola di Cambronne perché tanto sarebbe stata censurata).

baio57

Sab, 21/01/2017 - 18:40

@ trailblazer - Canne pure a pranzo lì al centro A-sociale?

Esculoapio

Dom, 22/01/2017 - 01:14

a questi signori la satira la farei sui loro colleghi morti ammazzati, chissa' come la prenderebbero......

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 22/01/2017 - 02:40

Bravo Fiorello! Ma i francesi che dicono? Charlie Hebdo va usata per scopi igienici.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/01/2017 - 10:25

Ha ragione Fiorello.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/01/2017 - 10:26

@trailblazer - dillo anche ai tuoi amici comunisti, forse sono loro che non l'hanno ancora capito.

forbot

Dom, 22/01/2017 - 17:49

A me, scusate tanto, la satira non la capisco; spece se rivolta a un cane che dorme.- Vuoi che ti morda?

nebokid

Dom, 22/01/2017 - 21:36

Bravo milioni di italiani vorrebbero dirlo ma detto da te a qualcuno degli interessati vignettisti arriverà sicuramente..grazie di cuore .

rokko

Lun, 23/01/2017 - 06:46

trailblazer, sono d'accordo con lei.

il corsaro nero

Lun, 23/01/2017 - 08:44

@trailblazer: penso che se avessi avuto una persona cara sotto le macerie dell'hotel di Rigopiano non avresti scritto il tuo commento insulso!!!

il corsaro nero

Lun, 23/01/2017 - 08:46

@trailblazer: infatti, guarda caso, coloro che fanno satira politica sono tutti sinistrorsi, e meno male che l'Italia è un paese fascistello! Smettila di farti le canne, lo vedi come ti sei ridotto!!!

Anonimo (non verificato)

unz

Mer, 25/01/2017 - 00:53

non è satira.