"Troppi furti in paese". Residenti a scuola dai vigili per imparare ad arrestare i ladri

La gente di Lastra a Signa, comune della città metropolitana di Firenze, è esasperata dai continui furti che avvengono nel paese e quindi ha deciso di farsi coordinare dai vigili per effettuare le ronde di controllo sul territorio

Si sono organizzati in ronde cittadine i residenti di Lastra a Signa nella città metropolitana di Firenze. Il comune, di appena 20mila abitanti, si è organizzato in maniera tale da poter fronteggiare i furti che ultimamente stavano imperversando in città: "Non voglio trovarmi a rimangiare tutto, ma da quando abbiamo attivato il controllo di vicinato nei nostri quartieri non solo non ci sono stati più furti, ma noi stessi ci sentiamo molto più tranquilli" ha riferito Saul Rinaldi, modellista toscano che è responsabile di uno dei sette gruppi che si occupano delle ronde cittadine. La notizia è stata riportata da Libero, che spiega inoltre di come in moltissime altre città stiano nascendo questi gruppi spontanei di "tutori della legge". Nascono con il benestare del Ministero degli Interni, ronde di cittadini che cercano di sopperire a ciò che le forze dell'ordine per svariati motivi non riescono a fare: non sono tutori della legge oppure paladini della giustizia. Sceriffi, o spioni. Sono semplici cittadini che spesso hanno subito furti e non ne possono più.

La polizia municipale di Lastra a Signa si è quindi premurata di far tornare sui banchi di scuola alcuni cittadini per insegnare loro a sorvegliare e battere il territorio. I cittadini, dopo una raffica di colpi si sono stancati e hanno quindi deciso di partire con delle ronde organizzate e sopravisionate dalla municipale del comune di 20mila abitanti in provincia di Firenze. Il protocollo d'intesa è stato siglato anche con la prefettura toscana. Si prendono ad esempio altre città, come Scandicci dove: "Il controllo del vicinato non viene effettuato e negli ultimi mesi si sono registrati moltissimi furti", spiega ancora Saul. Lo stesso è partito tempo fa con una campagna in cui chiedeva ai cittadini di rimodernizzare i loro sistemi di sicurezza installando e illuminando parti buie della casa con lampade a basso consumo oppure semplicemente cambiando le serrature. Poi è andato a parlare con il sindaco dove insieme hanno organizzato il progetto a cui hanno aderito una sessantina di cittadini. Non ci sono sceriffi in giro per Lastra a Signa: "Al corso ci hanno insegnato che, quando ci troviamo davanti ad una situazione conclamata: ovvero che il ladro sta già effettuando il furto dobbiamo semplicemente chiamare i numeri di pronto intervento senza fare nulla".

Per ora ogni gruppo organizzato che fa la ronda durante un turno conta circa venti elementi che sono destinati a crescere qualora si voglia ottenere sempre di più. Inoltre, va ricordato: "Che nessuno deve sostituirsi alle forze dell'ordine". Dopo un iniziale successo, sono trascorsi appena due mesi dal lancio dell'iniziativa, già si stanno organizzando nuovi corsi di formazione anche in altri comuni di Firenze e di tutta Italia.

Commenti

Giorgio Colomba

Mar, 23/04/2019 - 11:28

Appena la 'ronda' proverà a trattenere un ladruncolo colto in flagrante una solerte toga rossa la incriminerà per sequestro di persona.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 23/04/2019 - 11:51

Onesti elettori pd che amano tanto rom e clandestini. Ora si deve pagare il conto.

Adespota

Mar, 23/04/2019 - 14:32

Sarebbe interessante conoscere le cifre di quanto siamo stati depredati nel nostro Paese, a partire dall'arrivo delle truppe albanesi per continuare con quelle dell'est.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Mar, 23/04/2019 - 15:19

io il vago sospetto che da quelle parti il PD farà fatica a toccare il 10%, poi d'imbecilli è piena l'Italia, ma se tanto mi da tanto questi non mi sembrano favorevoli a ius soli e integrazione.