Foggia, uomo ferisce la moglie, uccide l'amica e si spara

La tragedia in una casa nelle campagne di Cerignola. La moglie dell'uomo è in gravissime condizioni, colpita alla testa dal marito

Prima ha sparato alla moglie e ad una sua amica, uccidendola, poi si è tolto la vita. È successo questa mattina in un'abitazione nelle campagne di Cerignola, in provincia di Foggia.

A sparare, secondo quanto riporta Foggia Today, sarebbe stato Francesco Ciuffreda, un agricoltore di 69 anni, che vivena in località "Posta Aucello", nelle campagne di Cerignola, con la moglie. Secondo una prima ricostruzione, sembra che l'uomo abbia sparato alla coniuge e ad un'amica della donna, colpendo quest'ultima in parti vitali e uccidendola quasi subito. La moglie di Ciuffreda, 65 anni, invece, è in condizioni gravissime, per una ferita di arma da fuoco alla testa, ed è stata ricoverata all'ospedale di San Giovanni Rotondo, dopo essere trasportata a bordo di un elicottero. Dopo aver sparato alle due donne, l'uomo ha puntato la pistola contro di sé, ha premuto il grilletto e si è tolto la vita. Secondo le prime informazioni, l'atra donna sarebbe una bracciante romena di 53 anni, amica della moglie dell'assassino e loro vicina di casa.

Sul luogo della tragedia sono intervenute le forze dell'ordine, che stanno eseguendo i rilievi del caso e ricostruire la dinamica dell'accaduto: sembra essersi trattato di un omicidio-suicidio. Gli investigatori erano stati avvisati dal figlio della coppia che, arrivato a casa dei genitori, ha trovato la madre a terra, agonizzante: è stato lui a portarla in ospedale.

L'uomo, incesurato, non ha lasciato nessun biglietto di spiegazioni e non risultano litigi ricorrenti all'interno della coppia e nemmeno con la vicina. Il movente dell'omicidio-suicidio, per il momento, rimane avvolto nel mistero.