Blitz dei comunisti nel cinema che proietta il film sulle foibe

Il caso a Pordenone. Il Partito comunista distribuisce volantini giustificazionisti al termine della proiezione del film Red Land - Rosso Istria che racconta il dramma delle foibe

Non c’è critica meno costruttiva di quella dettata dall’odio politico. Il livore ideologico è un sentimento che allontana dalla realtà e dal buon senso. È simile ad una febbre con allucinazioni. E allora può capitare di perdere il controllo e che di fronte allo stupro e all’infoibamento di una ragazza inerme qualcuno arrivi persino a pensare: “Beh, era una fascista”.

Quella ragazza è Norma Cossetto che a 22 anni è stata massacrata dai partigiani del maresciallo Tito per non aver rinnegato la sua italianità. Qualche giorno fa il film che racconta la sua storia (Red Land - Rosso Istria) è approdato al Cinema Zero di Pordenone mandando su tutte le furie un gruppetto di nostalgici del comunismo jugoslavo. Il motivo? La pellicola non è sufficientemente infarcita dei classici cliché della mitologia resistenziale e i partigiani non fanno la parte degli eroi ma dei macellai. La dinamica dell’accaduto la denuncia il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Basso dal suo profilo Facebook: “In occasione della proiezione di Red Land – scrive il consigliere – il sedicente Partito Comunista si è macchiato dell’infamia di consegnare un volantino che riporta falsità storiche innegabili”.

Nel volantino dei “compagni” Norma viene accusata di essere “una fascista, esponente della gioventù universitaria fascista e figlia di Giuseppe Cossetto segretario del Fascio del Comune di Santa Domenica di Visinada e già podestà di quel Comune”. Come ad insinuare, neanche tanto velatamente, che la poveretta se l’è meritato tutto il male che le hanno fatto. Un concetto che diventa più esplicito nelle righe successive. Alla luce dei “massacri compiuti dai fascisti a danno della popolazione jugoslava”, infatti, chi ha scritto il volantino si chiede: “È tanto strano se poi ci furono alcune vendette?”. Alcune. Vendette. Che tutte sommate fanno circa 11mila vittime. Ma per i fanatici della stella rossa Red Land “è un film di pura propaganda” dove “i fatti storici vengono romanzati” e “l’immagine dei partigiani viene denigrata”.

Nel frattempo il consigliere Basso ha annunciato che si rivolgerà alle autorità competenti “per valutare eventuali ipotesi di reato, ascritte all’ignoranza più spinta unità alla volontà esplicita di seminare odio e miscredenza”. Ecco perché la risposta delle istituzioni deve essere soprattutto “di tipo culturale”, sottolinea Basso, che sta già lavorando per proiettare Red Land nelle scuole di Pordenone.

Commenti

greg

Dom, 16/12/2018 - 21:05

NAUSEANTE, IL COMUNISMO E' IL PEGGIO POLITICO E SOCIALE DELLA STORIA DELL'UOMO, COME L'ISLAM LO E' PER LA STORIA DELLE RELIGIONI

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 16/12/2018 - 21:07

Come disse quel tale: non tutti i comunisti sono stupidi ma tutti gli stupidi sono comunisti.

mozzafiato

Dom, 16/12/2018 - 21:13

diciamo che i pidocchiosi no global, sono pochi (ed i pidocchi che si portano addosso sono invece moltissimi),quindi non e'difficile capire che questa ennesima schifezza e'il frutto delle loro testacce bacate. Pensiamo che una parte della cosiddetta cultura italiana (saviano per esempio) nonché' della politica (boldrini) e' schierata senza mezzi termini con loro. Ci vuole pazienza: questa e'la democrazia che ci hanno consegnato "i padri costituenti": fra di loro c'era anche Togliatti, uno che se la intendeva e nemmeno poco con gli assassini che fecero fuori la povera Norma. Chi e' causa del suo mal pianga se stesso !

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Dom, 16/12/2018 - 21:15

I komunisti, gente malvagia con l'istinto animalesco.

uberalles

Dom, 16/12/2018 - 21:22

Ecco gli amici, pardon, compagni della boldrini...Il partito della Bugia!

killkoms

Dom, 16/12/2018 - 21:29

l'apologia di reato esiste anche per i comunisti!

Altoviti

Dom, 16/12/2018 - 21:47

L'Istria e la Dalmazia sono terre italiane, prima romane poi per 9 secoli della repubblica di Venezia, e poi del regno d'Italia,gli slavi sono venuti dopo dall'est europeo. I comunisti odiano a tal punto l'Italia che preferiscono tifare per gli slavi…

Dordolio

Dom, 16/12/2018 - 22:02

I partigiani si impossessarono anche della memoria di Norma. Infatti nella sede dell'Università di Padova (il Bo') è citata nella lapide che raccoglie i nomi dei partigiani, entrando subito a destra. Fu violentata ripetutamente e poi uccisa. Un rapido rovesciamento di fronte consentì di catturare i responsabili del delitto che vennero rinchiusi per la notte nello stesso locale dove si trovava il corpo massacrato della Cossetto. La mattina successiva i partigiani erano impazziti. Cosa che non impedì di passarli immediatamente per le armi. Quanto al documento dei rifondaroli, è privo di qualsiasi lucidità e dignità tanto da sembrare scritto appunto da quelli che ho citato poc'anzi. E mi fermo qui.

amicomuffo

Dom, 16/12/2018 - 22:03

se agiscono così,vuol dire che hanno paura della verità....è come nascondere la polvere sotto lo zerbino, ma la polvere resta sempre.

Gianx

Dom, 16/12/2018 - 22:18

Ma basta!! Occorre mettere al bando qualsiasi ideologia comunista al pari del fascismo! In galera devono finire tutti questi debosciati maledetti.

maxxena

Dom, 16/12/2018 - 23:05

Premesso che il partito comunista si è appropriato di un movimento che fu anche di azionisti, monarchici, socialisti, democristiani, liberali, repubblicani e anarchici,non c'è bisogno di un film per avere una informazione obiettiva di certi "partigiani";basta aver ascoltato i racconti di chi c'era e non studiare la storia esclusivamente sui libri dei vincitori. Tra le file dei partigiani moltissimi furono ottimi combattenti dalla moralità inattaccabile e con ideali giusti, ma vi furono anche verie propri delinquenti che approfittando del momento perpetrarono violenze pari a quelle di coloro che dicevano di voler combattere. L'unico fatto certo è che chi combatte per la libertà (anche oggi) si deve comportare democraticamente lasciando lo spazio di espressione alle idee di tutti, soprattutto a quelle diverse dalle proprie. Altrimenti i partigiani, QUELLI VERI, sono morti invano.

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Lun, 17/12/2018 - 00:36

a me non interessa fare il conto se hanno ammazzato di piu' i fascisti o i comunisti, comunque che nella ex-jugoslavia durante la guerra gli italiani si siano comportati in maniera vergonosa e' verissimo. poi con questo non giustifico le foibe. erano tempi brutti.

Malacappa

Lun, 17/12/2018 - 00:39

Chiaro che ricordiamo gli orrori della guerra nazifascista,pero' bisogna ricordare pure le stragi delle foibe a guerra finita e i gulag di Stalin dove sono morti piu' russi che ebrei coi nazisti

odisseus

Lun, 17/12/2018 - 02:24

Qualcuno ricorda la Banda dei Vitelli? A Bargagli fra il 3 dicembre del 1944 e il 30 luglio 1983 venne commessa una serie di omicidi rimasti impuniti che coinvolse partigiani o presunti tali. Una storia con 23 omicidi lunga 40 anni, per coprire la verita' scomoda. Servirebbe un film anche su questo. La ANP sarebbe sicuramente in prima fila a contestare...

6077

Lun, 17/12/2018 - 06:07

comunisti, solita banda di infami e traditori. e tante grazie pure agli "alleati" "liberatori".

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 17/12/2018 - 06:22

La verità tenuta nascosta di proposito, fa ancora più male!!! Lo schifo su ciò è che molti di questi ASSASSINI, HANNO GOVERNATO IL PAESE E TUTTORA CON PENSIONI PRINCIPESCHE SONO RIVERITI E RISPETTATI!!! QUESTA È LA DEMOCRAZIA, """UN COVO DI DELINQUENTI"""!!!

il veniero

Lun, 17/12/2018 - 08:29

cosa succede se altri "giustificano" rappresaglie a seguito di atti vili ...x es le famose "marocchinate" ( stupri di massa da parte delle truppe coloniali francesi + omicidi ...) ? Poi non dicono che gli infoibati spesso erano semplici contadini , lavoreatori .

mifaschifoquest...

Lun, 17/12/2018 - 08:45

brutta cosa vere paura della verità... altro che "romanzata". Io ho parenti che sono fuggiti da Pola e ho testimonianze che di romanzato c'è solo l'atteggiamento dei sedicenti "partigiani" verso gli Italiani. Se fossero in buona fede, a nulla servirebbe un film di questo tipo. Altro che "partito Comunista", dovreste solo vergognarvi.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Lun, 17/12/2018 - 09:08

visto il film e concordo con l'articolo. storia inumana. però una parola sulla italianizzazione forzata di quei territori da parte degli italiani al tempo del fascismo poteva essere detta.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 17/12/2018 - 09:27

Fascisti e comunisti sono fanatici come i fondamentalisti islamici ; tutti questi individui hanno in commune la specialità di cercare di distorcere la storia per giustificare crimini. Le foibe sono state una vergogna per l'umanità ,come i campi nazisti e come i massacri di Stalin,per esempio in Polonia nel 39. Sarà magnifico quando al mondo non ci saranno più fanatici !

ginfrancorebesani

Lun, 17/12/2018 - 10:11

Due notazioni: A killkoms preciso che l'apologia di reato esiste SOLO per il fascismo. A pierluigiv : Mi sembra che Ponzio Pilato sia il suo maestro!

Luigi Farinelli

Lun, 17/12/2018 - 10:23

Il paradigma del relativismo: sono i più accesi difensori dei "diritti per tutti" (da quelli delle mosche bianche della Groenlandia a chi vuole fare all'amore con la salma del caro estinto); a sentirli, tutti possono dire, fare e pensare come vogliono. Poi però, se non fai e pensi come Pensiero Unico politicamente corretto e "progressista" comanda, diventi subito "fascista", "razzista", "xenofobo", "sovranista", "populista", "avanguardista": in una parola...CATTIVONE! Quante generazioni dovranno passare per estinguere l'effetto dei germi malefici del comunismo dal cervello di questi poveri tarati mentali, forse per matrigna, infetta discendenza? Forse se imparassero a leggere i libri di Storia...ma anche in quel campo abbondano storici a libro paga del regime del pensiero unico (per poter campare, non certo per insegnare verità storiche).

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 17/12/2018 - 11:13

"chi si ricorda del si uccide troppo poco" di pronunciato nel 1942 dal generale Robotti. Il volantino dice il vero e la Cossetto é una vittima innocente di una sporca guerra iniziata dagli italiani e dai tedeschi ... La seconda guerra mondiale é piena di milioni di questi esempi da entrambe le parti. Dunque requiem per la vittima in questione ma un'analisi storica decente non sarebbe male, come non sarebbe male che il giornale evitasse di diventar el'ufficio stampa di FdI.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 17/12/2018 - 13:58

Comunque i partigiani yugoslavi non sono stati teneri anche con i loro compatrioti. Chi ha mai sentito parlare del Massacro di Beliburg? Li da 50 mila a 200 mila ustacia croati e rispettive famiglie vennero uccisi dai titini per vendetta. In una guerra che costo alla yugoslavia quasi 4 milioni di morti (otto volte più che in Italia in proporzione alla popolazione) non c'era molta pietà per quei poveri civili italiani. Purtroppo la morte di Norma Cossetto venne anche strumentalizzata dalla RSI ed é per questo che adesso post-fascisti e comunisti si accaniscano tanto...

killkoms

Lun, 17/12/2018 - 19:07

@odissesus,e i delitti della "volante rossa"?