Formaggio contaminato, grave bimbo di un anno

Il bimbo aveva mangiato un prodotto romeno già ritirato dagli scaffali

Un bambino di 14 mesi è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per un caso di probabile sindrome emolitico-uremica, provocata da Escherichia coli.

Il piccolo, probabilmente, ha mangiato un formaggio contaminato di origine. "È stata immediatamente avviata dall’unità funzionale Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare dell’area fiorentina un’indagine epidemiologica che ha portato a sospettare che la causa della malattia possa essere collegata al consumo di formaggio a pasta molle di origine romena", dice la Asl che "invita chiunque sia in possesso di prodotti a base di latte della ditta SC Bradet s.r.l. a non consumarli e riconsegnarli al più presto all’esercizio dove sono stati acquistati"

La ditta romena SC Bradet s.r.l. che aveva già avviato lo scorso 9 marzo 2016 il ritiro precauzionale dei propri prodotti a base di latte a causa della presenza di Escherichia coli O26:H11 in alcuni campioni. La contaminazione sarebbe riconducibile ad una epidemia che ha colpito 14 bambini in Romania dal 24 gennaio ad oggi.

La sindrome emolitico-uremica provocata da Escherichia coli O26:H11 colpisce in maniera seria i bambini mentre ha una sintomatologia più lieve e prevalentemente intestinale sugli adulti.

Annunci

Commenti

franco-a-trier-D

Mar, 15/03/2016 - 13:28

in Europa devono boicottare gli alimenti italiani il formaggio lo hanno anche gli svizzeri e olandesi e danesi e greci, proprio quello italiano avariato devono vendere?

Raoul Pontalti

Mar, 15/03/2016 - 14:26

Un classico...Formaggi prodotti con latte crudo possono contenere degli stipiti di E. coli produttori delle cosiddette Shigatossine la cui tossicità è estrema per i bambini. Tali forme morbose si rinvengono in ogni angolo d'Europa e costituiscono un grave problema di sanità pubblica e sono sottoposte a speciale sorveglianza mentre gli alimenti in causa sono sottoposti a RASFF (all'erta rapido) per bloccarli su tutto il territorio europeo. Precauzioni: usare correttamente il frigo, non dare formaggi prodotti con latte crudo e pasta cruda ai bambini e agli anziani, ma nemmeno hamburger e carni macinate se non personalmente e all'atto del consumo.

giovauriem

Mar, 15/03/2016 - 14:44

per franz il tedesco taroccato , neanche in germania hai imparato a leggere , allora i crucchi sono peggiori di te ?

sbrigati

Mar, 15/03/2016 - 14:56

Mi scusi signor tedesco, ma non si tratta di formaggio italiano, ma ROMENO, non ROMANO, capisce la differenza?

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 15/03/2016 - 15:22

offritelo agli zingari...

pagano2010

Mar, 15/03/2016 - 15:31

@franco-a-trier-D... anche oggi razione doppia della rinomata Mozzarella Blu tedesca... infatti minchiate a nastro come sempre. Vergognati traditore. PUBBLICARE PREGO

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 15/03/2016 - 15:33

Franco da Augusta Treverorum, il formaggio era proveniente dalla Romania e non prodotto in Italia. Leggi bene prima di sbrodolare castronerie.Leggiti bene anche la lucidissima spiegazione del Raul. Come vedi puó accadere ovunque anche nella civilissima Alemannia über alles in der Welt.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 15/03/2016 - 15:40

franco-a-trier-D(eficientino) 13:28 – Herrr ex italiota malamente teutonicizzato : è scritto "La ditta romena SC Bradet s.r.l." - Ditta romEna, non romAna e neppure italiana.

Raoul Pontalti

Mar, 15/03/2016 - 15:42

Tier von Trier ovvero la Bestia di Treviri! Il paese con il massimo dei casi del tipo in questione è proprio la Germania! A causa del fatto che si tratta per certi versi di "malattie tecnologiche" e per altri dovute al ritorno agli alimenti naturali oggi definiti "biologici" e la Germania è ai vertici della tecnologia alimentare e anche della produzione "biologica" con un "mix" micidiale amplificato dalla scorrettezza dei consumatori nel conservare gli alimenti a domicilio (il frigo! questo sconosciuto). Capisco che tu di tecnologia alimentare nulla sappia così come dell'epidemiologia delle malattie trasmesse da alimenti ma dovrebbe pur sempre soccorrerti la lettura della stampa tedesca. Dimenticavo: tu leggi solo riviste pornografiche...

gneo58

Mar, 15/03/2016 - 16:09

per franco-a-trier-D - leggi bene il formaggio e RUMENO (come i tuoi amici)

franco-a-trier-D

Mar, 15/03/2016 - 16:51

giovarium baccalà li vedo qui certi prodotti italiani andati a male o avariati o le scatolette di pelati con uno dentro il resto acqua per fare peso.Ma qui non sono fessi come voi.Gnro 58 ancora peggio comprare formaggio da quel paese di 5ta categoria e venderlo a voi , potrei capire se fosse formaggio francese danese svizzero ciò si potrebbe capire e giustificare ma rumeno no.Siete fessi 2 volte così.

franco-a-trier-D

Mar, 15/03/2016 - 16:52

giovarium baccalà li vedo qui certi prodotti italiani andati a male o avariati o le scatolette di pelati con uno dentro il resto acqua per fare peso.Ma qui non sono fessi come voi.Gnro 58 ancora peggio comprare formaggio da quel paese di 5ta categoria e venderlo a voi , potrei capire se fosse formaggio francese danese svizzero ciò si potrebbe capire e giustificare ma rumeno no.Siete fessi 2 volte così..,.,

linoalo1

Mar, 15/03/2016 - 17:02

Ringraziate la U.E.,che,con la sua cecità,sta inquinando tutti i cibi Europei!!!!

Una-mattina-mi-...

Mar, 15/03/2016 - 17:19

L'ITALIA COL SEGNO PIU'-Più regali dalle aperture delle frontiere e dalla diminuzioni dei controlli

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 15/03/2016 - 18:08

ah Franco, Franco. Tu non hai capito un tubo es seguiti sparare castronerie!!!! Un consiglio: in der Rhein geworfen.

ORCHIDEABLU

Mar, 15/03/2016 - 18:24

MAIALI.FINO A CHE PUNTO ARRIVANO PER 4 SOLDI IN PIU'

blackbird

Mar, 15/03/2016 - 19:25

Trier, Trier. E pensare che Treviri (Trier) ha dato i natali all'imperatore Costantino e al prefetto/vescovo Ambrogio: quelli sì che erano personaggi da ascoltare con attenzione!

Ritratto di caster

caster

Mar, 15/03/2016 - 22:30

Il caccaformaggio!!

timoty martin

Mar, 15/03/2016 - 23:39

Smettiamo di importare veleni. In Italia abbiamo tantissimi prodotti buoni e genuini. L'Europa non ci dia limiti, gli Italiani sanno come produrre eccellenze.

Nordici o Sudici

Mer, 16/03/2016 - 01:12

Sicuramente bufala campana.