Forzavano le porte blindate con lo shampoo, condannate due ladre

Due ladre d'appartamento che usavano i flaconi di shampoo vuoti per aprire le porte blindate sono state beccate e arrestate dalle forze dell'ordine di Padova

Condannate a otto mesi con pena sospesa due ladre d'appartamenti che riuscivano a forzare le porte blindate usando lo shampoo.

Indossavano i guanti per non lasciare impronte digitali e, dopo essersi introdotte in un condominio, tiravano fuori dalla borsa dei flaconi di shampoo vuoti e ritagliati. Erano questi gli "strumenti del mestiere" di due donne di origine croata, Aida Muratovich, 27 anni, e Susanna Radulovich, 20 anni, pregiudicata e incinta, arrestate dagli agenti mentre ceravano di mettere a segno un colpo in un condominio di Padova.

Purtroppo per loro, però, il proprietario era in casa e, quando ha sentito armeggiare alla sua porta, guardando dallo spioncino, ha visto le due ladre che provavano a forzare la sua porta blindata, utilizzando dei flaconi di shampoo intagliati insieme a dei cacciaviti.

Immediatamente l'uomo ha chiamato la polizia. Le due croate, sentendo la richiesta di aiuto, si sono date alla fuga, ma sono state intercettate sulla strada dagli agenti della Volante che le hanno arrestate.

Nella loro borsa, hanno trovato attrezzi per lo scasso e bottiglie di shampoo. Intagliando i flaconi vuoti, spiegano i militari, le due donne ricavavano dei fogli di plastica che utilizzavano per far scattare le serrature delle porte che non erano state chiuse con più mandate.

Un metodo rudimentale, ma efficace: negli ultimi mesi, infatti, scrive il Corriere della Sera, le forze di polizia, soprattutto in Emilia Romagna, hanno arrestato in flagranza altri ladri che provavano a introdursi in ville e appartamenti con questa tecnica.

In generale, secondo gli ultimi dati Istat, ogni giorno in Italia avvengono 643 furti in abitazione.

Le due donne sono state giudicate per direttissima e hanno patteggiato otto mesi di carcere beneficiando della sospensione condizionale della pena.

Commenti

@ollel63

Mer, 05/04/2017 - 16:26

Sospensione della pena ... ovvero libertà di delinquere. Se questa è giustizia, allora addio Italia

VittorioMar

Mer, 05/04/2017 - 17:01

...QUESTE CONDANNE VENGONO MENZIONATE NELLA FEDINA PENALE E CASELLARIO GIUDIZIARIO ?...COME DICEVA QUALCUNO :E' LA SOMMA CHE FA IL TOTALE!!...raggiunto un certo numero di condanne si va diritti in carcere...e si scontano tutte..!!....FORSE !!

Marcello.508

Mer, 05/04/2017 - 17:04

Sospensione della pena perché incinta? Bene: se hanno altri figli siano loro sottratti e dati in affido/adozione a chi li vuole e a non meno di 1000 km di distanza.

Zizzigo

Mer, 05/04/2017 - 17:19

Sospensione condizionale della pena... ma che bella notizia! Saranno già tornate al banale lavoro. Ma cosa se ne fanno di una porta blindata, se non chiudono il catenaccio?

i-taglianibravagente

Mer, 05/04/2017 - 17:23

Arsenio Panten

Ritratto di Auramaga

Auramaga

Mer, 05/04/2017 - 17:34

che schifo

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 05/04/2017 - 17:40

E sono state rimesse in libertà: fa bene chi spara

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 05/04/2017 - 17:51

Otto mesi con pena sospesa! Rom e incinte. E' il classico copione che ha attirato nel nostro paese molte ladre di questa etnia. Non rischiano nulla. Il nostro ministro della giustizia, per questo e per altri episodi anche più gravi, non c'è, si è trasferito su Marte.

Una-mattina-mi-...

Mer, 05/04/2017 - 18:06

E DAL GIORNO DOPO SI RICOMINCIA DAL CONDOMINIO DI FRONTE. QUESTO PAESE E' LA CLOACA DEL MALE E L'UNIVERSITA' DEL CRIMINE IMPUNITO.

titina

Mer, 05/04/2017 - 18:39

Almeno le rimandino in Croazia

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 05/04/2017 - 23:08

----un filmetto esplicativo su come si usano ste bottiglie di shampoo potevate pure metterlo---per i tipi smemorati come me che ogni tanto si chiudono la porta blinda dietro di sè dimenticando le chiavi all'interno---swag il mio fabbro si sta arricchendo

maurizio50

Gio, 06/04/2017 - 08:04

Ladre croate incinte?? Si fa prima a dire :due zingare!!!!!!

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 06/04/2017 - 08:25

..... "beneficiando della sospensione condizionale della pena" in poche parole sono di nuovo fuori a comprare lo sciampo. Grazie magistrati e politici (sia quelli che fanno certe leggi sia quelli che non le cambiano) per averci ridato queste risorse ed aver permesso che le industrie dei cosmetici non falliscano.