Foto Hjorth bendato, il carabiniere: "Era per chat interna"

Il militare che ha scattato la foto al giovane americano in caserma ha ammesso ai magistrati che quell'immagine era destinata a una chat interna all'Arma

La foto di Christian Gabriel Natale Hjorth con i polsi legati e la benda sugli occhi durante l'interrogatorio in caserma era destinata a una chat interna tra i carabinieri. Il militare che ha scattato la foto ha ammesso ai magistrati di Roma che quell’immagine sarebbe stata poi diffusa da un collega dell'Arma. Natale Hjorth ed Elder Lee sono i due ragazzi americani arrestati per l'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, barbaramente ucciso con undici coltellate. Il carabiniere responsabile dello scatto è un maresciallo della Compagnia carabinieri Roma centro, amico della vittima.

Nella memoria presentata dal militare ai giudici per mano del suo avvocato, si spiega come Hjorth sarebbe stato bendato perché si dimenava, continuando a dare testate. Insomma, la benda per evitare che facesse male agli altri e a se stesso. Il maresciallo assicura inoltre che l'interrogatorio si è comunque svolto con ogni garanzia di legge.

La foto dello scandalo, racconta infine il carabiniere – come riportato da TgCom24 – sarebbe stata "inopinatamente consegnata alla stampa da altro carabiniere, quasi certamente non partecipante alla chat, che sarebbe già stato individuato dai vertici dell'Arma".

Commenti

venco

Mar, 27/08/2019 - 17:39

Ma basta con questa stupidaggine dell'assassino bendato.

nunavut

Mar, 27/08/2019 - 20:29

A mio avviso non sei adatto al mestiere che eserciti. Dunque o ti trovi un'altro lavoro oppure chiedi reddito di cittadinanza,penso, le ditte ti terranno lontano come un leproso.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 27/08/2019 - 20:35

A parte ogni altra considerazione e giudizio che spetta ad altri io credo che nelle Forze dell'Ordine, soprattutto fra le giovani leve vi sia un forte decadimento del senso di responsabilità. Servirebbe un "forte giro di vite" verso chi fotografa/filma e mette in rete (sia pure interna)persone o vicende di cui non si ha diritto di rendere pubbliche.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 27/08/2019 - 21:47

SE e' stato un Carabiniere a scattare la foto, VA RADIATO CON INFAMIA. Col suo gesto ha dimostrato di non capire un accidente delle RESPONSABILITA' DI UN SERVIZIO COME IL SUO.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 28/08/2019 - 09:38

sinistra pronta per denunciare un reato di tortura?? mentre pe ril carabiniere MORTO ammazzato,nulla vero??

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/08/2019 - 10:26

Sono capaci di mettere in carcere il carabiniere e lasciare liberi assassino e complice. Non mi stupirei, non sarebbe la prima volta.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/08/2019 - 10:27

Reato d itortura? E cosa è l'azione delle 11 coltellate consecutive? Non avete aggettivo? Tropp olieve?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 28/08/2019 - 14:38

@Leonida55: Completamente d'accordo con entrambe i tuoi commmenti. Nel mio sottolineavo come, con i tempi che corrono, ad un Carabiniere non e' consentito compiere alcun atto di legggerezza, che immediatamente si ritorce contro l'Arma, il singolo, e tutto il lavoro faticosissimo per assicurare alla giustizia gli assassini, gli avvocati dei quali lo useranno come una clava per delegittimare quanto possibile e favorire una "giustizia" DISTORTA.