In Francia spopolano i campi estivi per musulmani e vietati ai bianchi

Oltralpe, grande successo per i campi estivi chiusi ai bianchi e quelli islamicamente corretti, con menù halal e ospite d’onore un imam noto per le posizioni radicali

La Francia deve combattere non solo con il terrorismo e la radicalizzazione islamica, ma anche con un nuovo fenomeno scoperto da Libero, che racconta oggi nelle pagine del quotidiano questa novità estiva: i campi estivi decoloniali.

Si tratta di luoghi di vacanza a cui però non tutti possono partecipare. Uno di questi si trova vicino Reims, dove si terrà per tre giorni, "uno stage di formazione all’antirazzismo politico", come "nella tradizione", si trova scritto sul sito ufficiale, "delle lotte di emancipazioni decoloniali anticapitalistiche e di educazione popolare".

Posti esauriti già ad aprile per un'esperienza di vacanza a cui i "bianchi" non possono iscriversi. Il campo estivo, organizzato da alcuni membri del partito degli Indigènes de la République (movimento di protesta anticolonialista, antimperialista e antisionista) è riservato, scrive Libero, "unicamente alle persone che subiscono a titolo personale il razzismo di Stato francese".

Secondo gli organizzatori, infatti, i bianchi non soffrono di "razzismo strutturale", quindi vanno esclusi.

Ma che cosa si fa in questo posto? "Ci saranno corsi di scrittura per decolonizzare l’immaginazione, formazioni per costruire una lotta anticapitalistica decoloniale su scala europea, ma anche per lottare contro la negrofobia delle persone non nere e combattere i politici anti migrazioni", viene spiegato.

Quello di Reims però non sarà l'unico. Dal 21 al 28 agosto, infatti, sulle Hautes-Alpes si terrà campo estivo riservato esclusivamente ai musulmani. Il depliant parla "appelli alla preghiera e al rispetto della fede islamica".

In questo secondo campo ci sarà anche un ospite d'onore, l’imam di Aubervilliers Aami Hassen Bounamcha, noto per le sue prediche estremiste e per essere stato, nel 2013, minacciato di espulsione dal governo Valls, per alcune sue dichiarazioni contro gli omosessuali.

Commenti

chebarba

Mar, 09/08/2016 - 17:09

complimenti

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 09/08/2016 - 18:06

I FRANCESI SONO SEMPRE STATI DEI CxxxxxxI VEDASI L'OSPITALITA' AI SINISTRI ASSASSINI ITALIANI E DI TUTTO IL MONDO. PER NON DIMENTICARE KHOMEINI TIRANNO DAL 1979 IN IRAN E PRINCIPALE REGISTA DI QUESTA SITUAZIONE ATTUALE

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mar, 09/08/2016 - 19:14

Sono basita. Chissà cos'è questo autolesionismo collettivo che spinge l'Europa a suicidarsi. Se proprio dobbiamo, almeno facciamolo con dignità, così è una figura di mer.a che rimarrà nella storia russa. Si, perchè la Russia sarà l'unica a vendere cara la pelle. Nel vecchio continente rimarrà un solo libro: il Corano. Dite di no? Tempo al tempo...

MgK457

Mar, 09/08/2016 - 19:42

Ma questa è biancofobia, non è così che si relizza l'integrazione....razzisti!!!!

Luci60

Mar, 09/08/2016 - 20:41

sapete dove sono:sterminateli come fanno loro con noi

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 09/08/2016 - 21:10

I Francesi hanno un indelebile senso di colpa nei confronti degli abitanti delle ex-colonie che continuano a migrare nel loro Paese. Considerano stoltamente l'invasione una colonizzazione all'incontrario, una specie di meritata rivalsa dei (discendenti di) popoli colonizzati.

@ollel63

Mar, 09/08/2016 - 22:49

eurasia ai mussulmani: domani guerra per rimettere le cose a posto.

cicocichetti

Mer, 10/08/2016 - 00:58

"corsi di scrittura per decolonizzare l’immaginazione" ma che minkia vuol dire ?

Maver

Mer, 10/08/2016 - 08:52

"Qualcuno" molto furbescamente, con l'appoggio e la complicità della sinistra ha voluto saldare le rivendicazioni di un terzomondismo ad oltranza alla lotta anti-caitalistica. Tesi che vanno bene per masse di migranti tenute volutamente nell'ignoranza poiché ben prima del colonialismo occidentale (del quale l'Europa oggi si assume in pieno la responsabilità davanti alla storia ), vi fu la secolare tratta di schiavi del mondo arabo che interessò milioni di esseri umani. Su questo versante però, sia a livello politico che religioso non si è mai inteso dare il via ad una doverosa autocritica necessaria a comprendere come le responsabilità verso il mancato riconoscimento dei diritti umani e della dignità dell'essere umano siano equamente distribuiti in tutte le civiltà.

Ritratto di WiseIntelligent

WiseIntelligent

Mer, 10/08/2016 - 09:04

Come da tradizione sono apparsi i soliti commenti razzisti e carichi d'ignoranza. È inoltre tristemente visibile il cristianissimo commento del prode Luci60, il quale incita la popolazione locale a commettere un genocidio. @gloriabiondi Si trasferisca pure nella Madre Russia che tanto ama, a servire e riverire Putin il tiranno. @MgK457 Lei sbaglia, e non di poco. Le sopracitate iniziative fungono da "addestramento", e non infondono odio nelle menti dei partecipanti. Le nozioni che vengono trasmesse nei suddetti campi riguardano tecniche di difesa psicologica e sociale, cultura e conoscenza atte a difendersi dai razzisti, contrastare il suprematismo bianco degli stessi, e a non perire a causa di generale ma altrettanto velenosa xenofobia. Fossi in Lei eviterei di lasciare commenti ipocriti.

routier

Mer, 10/08/2016 - 09:55

E' inutile che si lamentino. La Francia ex colonialista raccoglie oggi i meritati frutti del suo operato nell'Africa mediterranea.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 10/08/2016 - 12:55

Tra i bianchi cacciati ci saranno anche degli elettori di Sarcò, che faceva fuori il castigamatti Gheddafi, per passare alla Storia.