"Fratelli d'Italia" è legge: ​adesso è l'inno nazionale

Fratelli d'Italia adesso è ufficialmente l'inno nazionale italiano. Svolta dopo la decisione "provvisoria" del 1946

Fratelli d'Italia adesso è ufficialmete l'inno nazionale italiano. "Il Canto degli italiani", questo il titolo originario del testo di Mameli che da oggi è l'inno ufficiale della Repubblica italiana. A deciderlo è stata la commissione Affari costituzionali del Senato che di fatto ha approvato il prvvedimento che regola il nostro inno nazionale. Il testo di Mameli venne scelto come inno d'Italia nel 1946. Ma fu una scelta "provvisoria". Da quel momento nessuno lo aveva di fatto reso definitivo. Adesso con la decisione della Commissione di Palazzo Madama il nostro Paese per legge avrà come inno "Il Canto degli italiani". L'ultima volta che lo abbiamo cantato col petto gonfio d'orgoglio è stato poco prima il calcio di inizio di Italia-Svezia lunedì scorso a san Siro. E chi ha seguito la partita dal vivo o in tv ha potuto ascoltare l'inno che è stato intonato da tutto San Siro circa a metà gara quando gli azzurri spingevano per trovare quel maledetto gol che non è arrivato. Di certo l'inno di Mameli ha accompagnato e accompagna tutti i giorni la vita istituzionale del Paese e su Radio Uno tutte le mattine alle 5:00 segna l'inizio di un nuovo giorno per la Nazione. Ci son voluti ben 71 anni perché quell'abitudine di cantarlo e di riconoscersi in quelle parole diventasse una legge dello Stato.

Commenti

evuggio

Mer, 15/11/2017 - 16:19

il recentissimo utilizzo, anche se con i migliori propositi, non è stato di buon auspicio. Speriamo in tempi migliori

stefano erbonio

Mer, 15/11/2017 - 16:24

Ora si che l'Italia non ha più problemi.

Cheyenne

Mer, 15/11/2017 - 16:48

FINALMENTE !!!

martinsvensk

Mer, 15/11/2017 - 17:39

Sono molto contento, è un bellissimo inno composto da due giovani romantici ed idealisti che hanno dato la loro vita per questa sfortunata Italia. Bene, evviva!!

ossipossi

Mer, 15/11/2017 - 17:49

Dopo 71 anni si può ben dire, è un inno che manca di giovinezza.

dakia

Mer, 15/11/2017 - 18:03

Dobbiamo conoacere anche la 2^ strofa che nessuno mai canta "noi siamo da tempo calpesti e derisi perché non siam popolo noi siamo divisi, raccolgaci in un'unica bandiera la speme...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 15/11/2017 - 18:05

ossipossi , mancanza di "giovinezza" in che senso ? nel senso di "italianiii !!! la parola d'ordine è una e impegnativa per tutti...." se e questa giovinezza , va bene !

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 15/11/2017 - 18:21

A poco a poco la repubblichetta nata dalla desistenza di fronte al nemico inizia ad uscire dalla fase transitoria...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 15/11/2017 - 19:26

CHe grosso problma hanno risolto. Gli altri quelli piccoli, la voro, debito pubblico, pensioni, terremotati, clandestini e quant'altro possono aspettare.

Luigi Farinelli

Mer, 15/11/2017 - 19:41

E' giusto rispettare la tradizione ma il Nabucco sarebbe stato un'altra cosa: solenne, potente, commovente ma l'abbiamo lasciato all'ONU, organizzazione che ne è indegna per quello che fa e per quello che non fa.

Rinascimento33

Mer, 15/11/2017 - 20:29

Era ora!!!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 15/11/2017 - 22:27

Luigi Farinelli - Lei forse allude al 'Va Pensiero' dal Nabucco di Verdi. Sono un verdiano al 200% ed il Va Pensiero è un brano indimenticabile, purtroppo però nell'opera è il coro degli ebrei ed in Italia l'inno dovrebbe rappresentare tutti gli italiani (non solo quelli di religione ebraica). Comunque il fratelli d'Italia, musicalmente vale ben poco... se poi pesiamo che pure la Marsigliese fu composta da un italiano (come molto probabilmente l'inno tedesco - altro che Hayden!) c'è da stare poco allegri con quelle strombettate da balilla...

tmarco

Mer, 15/11/2017 - 22:27

Per me lo è sempre stato.

Martinico

Mer, 15/11/2017 - 22:57

Rapidi come sempre.

pilandi

Mer, 15/11/2017 - 23:45

mi pare un passo fondamentale nella risoluzione dei problemi

angelovf

Mer, 15/11/2017 - 23:46

Bravi, siamo orgogliosi di un simile inno naziona, del resto è stato semore con noi, ma dobbiamo fare semore meglio, magari essere come il popolo polacco che non ha voluto cambiare una virgola della propria cultura, religione compresa. Viva l'Italia.

seccatissimo

Gio, 16/11/2017 - 00:27

Il testo del "Inno di Mameli" è vecchio, pomposo, ma soprattutto estremamente ridicolo ! Mi rifiuto di cantarlo !

cir

Gio, 16/11/2017 - 00:29

mi viene il vomito !!!!

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 16/11/2017 - 00:32

----con buona pace del felpato--che se ne farà una ragione---

lento

Gio, 16/11/2017 - 05:49

Prima di Fratelli D'Italia L'Inno Nazionale Ufficiale era Giovinezza ! Hanno temporeggiato quasi Novant'anni.

lento

Gio, 16/11/2017 - 05:52

Praticamente ,prima si poteva anche scegliere di cantare O'Sole Mio durante le manifestazioni Nazionali ?

orailgo38383838

Gio, 16/11/2017 - 06:55

...ma pensa te...con tutti i problemi cha abbiamo...questi perdono tempo

VittorioMar

Gio, 16/11/2017 - 09:06

...LO AVETE DETTO AL SENATORE BOSSI ?...CHE CAPARBIAMENTE HA CONTRAPPOSTO SUSCITANDO I PEGGIORI ISTINTI DI...ODIO..RANCORE..RIVALITA' TRA NORD E SUD,DIVIDENDO IL PAESE ITALIA??..SI DEVE DARE MERITO A SALVINI CHE CERCA DI MITIGARE QUESTE "INCOMPRENSIONI" ,E DA SUDICIO SUDISTA ,GLI AUGURO DI RIUSCIRCI !!...E NON SARA' FACILE !!

MARCO 34

Gio, 16/11/2017 - 12:54

Bene, ora mi aspetto un'epurazione dei versi "i bimbi d'Italia si chiaman Balilla", altrimenti cantando anche quella strofa si corre il rischio di denuncia per apologia del fascismo!!!

MARCO 34

Gio, 16/11/2017 - 12:58

lento - Non so quando lei sia nato ma, io c'ero, l'Inno Nazionale era la marcia reale e non "Giovinezza"

manfredog

Gio, 16/11/2017 - 13:54

..benissimo, era ora, anche se, oramai, durerà poco; tra non molto, infatti sarà probabilmente adottata una melodia africana, come inno, e da cantare in ginocchio accovacciati, se no i nostri ospiti si offenderanno e allora..addio integrazione..!! mg.

Luigi Farinelli

Ven, 17/11/2017 - 15:00

x Italia Nostra: è così, anche se in quel coro il grido degli Ebrei simboleggia il rimpianto degli Italiani per l'antico passato della patria perduta, assieme a tutta la sua gloria. Mi raffiguro ad ascoltare il "Va pensiero" come inno nazionale prima di un grande evento (anche sportivo) e so che mi assalirebbe comunque un'ondata di commozione ben più forte di quella trasmissibile dall'Inno di Mameli, anche se quest'ultimo è sicuramente da rispettare in quanto ormai tradizione e simbolo.

Luigi Farinelli

Ven, 17/11/2017 - 15:03

xItalia Nostra: è così, anche se in quel coro il grido degli Ebrei simboleggia il rimpianto degli Italiani per l'antico passato della patria perduta, assieme a tutta la sua gloria. Mi raffiguro ad ascoltare il "Va pensiero" come inno nazionale prima di un grande evento (anche sportivo) e so che mi assalirebbe comunque un'ondata di commozione ben più forte di quella trasmissibile dall'Inno di Mameli, anche se quest'ultimo è sicuramente da rispettare in quanto ormai tradizione e simbolo.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 18/11/2017 - 21:06

@Luigi Farinelli - Sfonda una porta aperta con me, in quanto considero Verdi il più grande operista che sai mai vissuto (anche perché Mozart i 'suoi' lavori li ha comprati/copiati/rubati/plagiati ecc). Capisco benissimo quello che dice ed aggiungo che al grido "Viva VERDI" gli italiani inneggiavano a "Viva Vittorio Emanuele Re D'Italia". Comunque rispettando Mameli, il Va Pensiero è tutt'altra cosa. Ma noi siamo così, produciamo l'arte migliore per poi farcela rubare da sotto il naso... Cordialità.