Frustava il figlio con un cavo elettrico: arrestato senegalese

L'uomo era residente nel reggiano. Voleva "educare" il figlio con le percosse. Il piccolo, 8 anni, è stato ricoverato con prognosi di 30 giorni

È stato arrestato in provincia di Reggio Emilia un operaio di origine senegalese che picchiava il figlio di 8 anni frustandolo con un cavo elettrico e causandogli lesioni in tutto il corpo.

A far scoprire la storia di violenza familiare sono stati i vicini di casa che la sera di Pasqua hanno sentito le urla del bimbo e lo schiocco delle frustate. Quando i carabiniere hanno bussato alla porta della famiglia senegalese chiedendo spiegazioni, l'uomo ha giustificato le urla con un litigio tra la moglie e il piccolo, sostenendo, inoltre, che il figlio era poi uscito a giocare con gli amici. I militari, però, non hanno creduto alle sue parole e sono entrati in casa, scoprendo il bambino in lacrime e ferito nella vasca da bagno. Nel cesto della biancheria c'era nascosto un cavo elettrico da 1,5cm di diametro e lungo circa un metro.

L'operaio e la moglie sono stati quindi portati in caserma, mentre il figlio è stato ricoverato in ospedale con una prognosi di 30 giorni. L'uomo, 45 anni, ha sostenuto che le percosse servivano a "educare" il bimbo ed è stato arrestato per abuso di mezzi di correzione e disciplina, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Commenti

Altaj

Mar, 02/04/2013 - 13:01

Le altre "culture" che ci arricchiscono.

Frid54

Mar, 02/04/2013 - 14:44

Integrazione? Ospitalità? Multietnia? Che cosa abbiamo in comune NOI uomini del XXI secolo con questi barbari???

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 02/04/2013 - 15:59

Il "Corriere della serva" è maestro nella manipolazione della notizia. Come era prevedibile, ha omesso di menzionare la cittadinanza dell'onest'uomo.

REVANGEL666

Ven, 18/04/2014 - 19:42

QUESI IMMIGRATI SONO AMATI DAL PIDDI NON GLI FARANNO NULLA