La fuga e il mix di droghe: ​quelle ultime ore di Pamela

La corsa per tre chilometri dopo aver lasciato la comunità. Poi in farmacia. L'incontro col nigeriano

Pamela Mastropietro ha percorso tre chilometri per mettersi alle spalle la comunità di recupero che aveva deciso di lasciare. In pochi istanti ha fatto perdere le sue tracce per le strade di Corridonia. Qualche ora dopo ha trovato la morte finendo a pezzi in due valigie. Come ricostruiscono i testimoni al Corriere, la ragazza aveva premeditato l'addio alla comunità Pars. Ha preso un trolley ed è andata via senza documenti.

Poi l'autostop fino a Macerata. Dove abbia passato la notte tra il 29 gennaio e il 30, giorno del ritrovamento, resta un mistero. Ma una cosa è certa: Pamela è andata in una farmacia. "La siringa da cinque — osserva al Corriere il farmacista di Macerata che l'ha incontrata - che ormai s’è fatto una certa esperienza con i tossici — viene usata di solito per i cocktail di droghe, crack e altre sostanze. Per farsi d’eroina, invece, basta una siringa da uno, quella per l’insulina".

Poi il ritorno verso la casa del nigeriano Innocent Oseghale. I due restano nel cortile dietro l'abitazione. Ed è in questo lasso di tempo, tra le 13 e le 16 che gli investigatori fissano l'ora del decesso. Ora gli inquirenti dovranno capire se la ragazza è morta per una overdose e poi è stata fatta a pezzi o se invece è stata uccisa dal nigeriano arrestato e poi messa in un trolley. Dietro quella candeggina usata dall'uomo per pulire il sangue c'è il segreto di questo terribile delitto che si è portato via una ragazza che aveva ancora un sogno da realizzare.

Commenti

RNA

Ven, 02/02/2018 - 05:00

L' HA AMMAZZATA CON LA DROGA CHE HA PROVOCATO L' OVERDOSE E HA FATTO SCEMPIO DEL CADAVERE. UNO SCIACALLO IN AGGUATO VICINO AD UNA COMUNITA' DI RECUPERO. BASTARDO!

demetrio_tirinnante

Ven, 02/02/2018 - 05:44

Situazione: l'insostenibile stato di degrado assoluto in cui versa il Paese impone scelte ragionate, prima tra tutte, quella di andare a votare. Quanto ai 5/stelle, non è il momento di sceglierli, per "sperimentare" le loro reali capacità, perchè non c'è tempo da perdere. Dei valori di una Sinistra, come concepita da Antonio Gramsci, non c'è traccia. Il centro destra, a sua volta, ha dato segno più volte di essere in contraddizione con se stesso. E quindi? Non rimane che puntare sulle persone fisiche. Insomma, serve l'uomo forte che sia in grado di mettere ordine. E poichè di "uno" bisogna fidarsi, procedo convintamente con un atto di fede: sono meridionale e voto Matteo Salvini.

sereni

Ven, 02/02/2018 - 06:37

A parte la chiosa "aveva un sogno ancora da realizzare" quale? Questo giornaletto lucra tanto solo su fatti che riescano ad alzare l'odio e l'indignazione. Certo da condannre in tutti i modi l'omicidio, ma vorrei puntare i riflettori sulla verità: 2011 presidente del consiglio berlusconi, i capo della prortezione civile gabrielli indica in 23.500 gli immigrati presenti a lampedusa, Silvio firma un decreto per dare permesso di soggiorno a tutti gli immigrati giunti dal nord africa tra il 1 gennaio ed il 5 maggio (l'UE non li ha riconosciuti dando dell'ipocrita a silvietto). inoltre il governo stanziava 30 milioni per i ROM. insomma la coalizione anti immigrazione ha fatto esattamente il contrario di quanto dichiara!

antonmessina

Ven, 02/02/2018 - 07:32

storia di una fine annunciata

rudyger

Ven, 02/02/2018 - 07:38

grazie pannella, bonino e tutti i radicali sostenitori delle droghe.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 02/02/2018 - 07:48

Per eliminare la droga dalla faccia della Terra bisogna renderla sostanza che scotta, ma scotta veramente tanto. E' questione di essere pragmatici...chi,anche, solo maneggia droghe, tossico o pusher che sia, DEVE essere prontamente fisicamente eliminato...solo così è possibile impedire che altri giovani si rovinino.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 02/02/2018 - 08:17

A mio sommesso avviso quali sono i sogni da realizzare per chi è schiavo della droga? Ah, continuare a cannare. Le ipotesi del delitto potrebbero essere: 1.le hanno servito roba taroccata; 2. tentata violenza e per celare il caso l'hanno uccisa; 3. ci son troppi irregolari, ma penso che siano in buona compagnia con i regolari, che campano sulla disintegrazione sociale del Bel Paese. Per il resto buon lavoro ai "coccodrilli" e ai pomeriggi infiniti da Barbara d'Urso.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 02/02/2018 - 08:18

Era una bellissima ragazza : chissà quali cattiverie l'hanno spinta sulla strada della droga . Comunque sia andata , il suo corpo è stato sfregiato . Italiani , autoringraziatevi per tutta la violenza che c'è nel vostro Paese . Yeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Dordolio

Ven, 02/02/2018 - 08:19

Mah.... A naso mi sembra si sia già attivata la macchina mediatica per pilotare il tutto verso un esito favorevole al nigeriano. "Non era un uomo cattivo... Le voleva solo dare ospitalità vedendola in difficoltà... La ragazza è morta lì per overdose. Nel panico il poveraccio l'ha sezionata e nascosta non sapendo che fare". Tra pochissimo è di nuovo fuori. Reato - ridicolo - quello di vilipendio di cadavere. Non si può provare che la droga gliela avesse veramente data lui (pare disponesse solo di "fumo" si legge). E tutto il circo buonista (nel silenzio complice delle sinistre) sarà soddisfatto. In periodo elettorale poi la sordina è d'obbligo per queste cose.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 02/02/2018 - 08:24

Sentita in TV: la colpa è della Comunità in cui era ospitata. Persona maggiorenne se non accusata di un delitto non può essere trattenuta da chicchessia pena il reato di sequestro di persona o violenza privata. Di certo la ragazza avrà frequentato quei bordelli della droga che tanto fanno figo il paradiso terrestre ... chissà cosa avrebbe da dire Eva ad Adamo: dai facciamolo un'altra volta.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 02/02/2018 - 08:29

fatelo parlare prima di darlo in mano ad un avvocato che gli troverà tutti i modi di come uscirne. Sono già dei bleffatori di loro, se poi gli diamo pure una mano....

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Ven, 02/02/2018 - 08:42

Se il nigeriano ha usato la candeggina per cancellare tracce biologiche i motivi possono essere solo 2: 1) l'ha imbottita di droghe per poterla violentare ma la ragazza è morta dopo l'amplesso; 2) la ragazza è morta di overdose e lui da brava bestia qual è ha avuto rapporti sessuali con il suo cadavere. Chissà i nostri giudici potrebbero arrivare anche a scagionarlo per il fatto che da loro si usa così o magari perché si chiama Innocent, del resto, si sa che hanno molta fantasia.

DRAGONI

Ven, 02/02/2018 - 08:56

IRREGOLARE, PREGIUDICATO, SPACCIATORE, ASSASSINO......UNA "RISORSA" DEGNA DI UNA ORIFICENZA .....LA SIG.RA BOLDRINI CI FACCIA SAPERE SE E' FAVOREVOLE ALLA RELATIVA CONCESSIONE OPPURE ALLA IMMEDIATA ESPULSIONE IN NIGERIA DOPO IL MINIMO NECESSARIO SOGGIORNO IN UN CARCERE ITALIANO.

Ritratto di Gius1

Gius1

Ven, 02/02/2018 - 09:02

Be avere un sogno da realizzare scappando e andare a drogarsi , mi dispiace ma non si realizza cosi .

Giorgio5819

Ven, 02/02/2018 - 09:05

La squallida presidenta vada a casa dei parenti di questa ragazza, vada a raccontare le sue criminali teorie davanti a questa gente, a telecamere accese, a reti unificate, metta la sua brutta faccia davanti agli italiani e provi a ragliare a reti unificate le schifezze che il suo cervello malato riesce a partorire...

Controcampo

Ven, 02/02/2018 - 09:11

Anche questa qualcuno ce l'ha sulla coscienza! Quel famoso partito che sin dalla sua fondazione insiste per legittimare l'uso di stupefacenti, ad esempio. La legge ha distrutto Enzo Tortora ma non ha mai dato fastidio ai propagandisti "radicali(zzati)" drogati!

venco

Ven, 02/02/2018 - 09:30

Io noto che chi non fa uso del "oppio dei popoli" fa uso dell'oppio vero. Sappino i non credenti che il cristianesimo è la miglior filosofia di vita in questa terra.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 02/02/2018 - 09:36

pace all'anima sua.Una fine tragica, violenta e infame che non può essere giustificata in alcun modo.L'assassino deve essere perseguito con la massima severità, oltre ad aver ammazzato ha fatto anche scempio del cadavere.Poco mi importa e poco cambia che si tratti di una ragazza tossicodipendente e di un immigrato.

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 02/02/2018 - 09:38

Pian piano verrà fuori che si è smembrata da sola.

Dordolio

Ven, 02/02/2018 - 09:45

Sereni, non insulti l'intelligenza di chi ha la pazienza di leggerla. Berlusconi non è tra le mie simpatie, ma accogliere 23.500 persone (se tante erano) era nella nostra capacità e possibilità. Accoglierne centinaia di migliaia come oggi è cosa ben diversa. Le serve un pallottoliere per fare i conti? Gliene regaleremo uno.

cangurino

Ven, 02/02/2018 - 09:48

@sereni, forse non ha letto i giornali degli ultimi anni, ma i governi di centro sinistra sono andati a prenderli con le navi militari, affermando fosse un fenomeno ineluttabile. l cdx aveva stretto accordi con Gheddafi, ottenendo una forte riduzione degli ingressi illegali

Guido_

Ven, 02/02/2018 - 11:01

Se le droghe venissero legalizzate tanti successi come questo non succederebbero.

Dordolio

Ven, 02/02/2018 - 14:12

Certo Guido_ . Ci dice quali per cortesia? Sa come è... non sono tutte uguali. E credo che quelle in gioco in questa storia non verranno legalizzate mai. Per ragioni così ovvie che non vale nemmeno la pena parlarne.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 02/02/2018 - 23:36

---se un tizio si fa di droga per un lasso di tempo abbastanza continuativo-ad un certo punto tra assuefazioni e reazioni soggettive del proprio organismo riesce a calibrare da solo quella che potrebbe essere considerata la sua "dose tipo"--cioè la quantità di droga che in lui produce l'effetto desiderato--questa "dose tipo" rimane costante per un certo periodo di tempo--poi bisogna ricalibrarla aumentandola di un pò--l'aumento serve per contrastare il grado di assuefazione che sopravviene---ora--poichè la ragazza in comunità è rimasta pulita per giorni--l'errore madornale che può aver commesso e che molti tossici che riprendono a farsi commettono- è quello di riprendere esattamente con quella "dose tipo" usata in precedenza-che è una enormità in un corpo che si sta già disintossicando---da qui l'over-la siringa da 5 poi-sinonimo di cocktail fatto a caso senza dosaggi precisi e mischiando schifezze--fa venire i brividi-----